Non sta succedendo a noi

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Simo
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 13:44

Messaggio da Simo » mer 7 ago 2013, 4:17

Rigoletto grazie per il pezzo :-) pensa che il primo agosto era il suo compleanno e ho scritto a Gian pieretti che abita in un paesino qui vicino a me perché volevo venisse a cantargli il vento Dell est qui a casa come sorpresa. Come ogni figlia farei qualsiasi cosa pur di regalar gli qualche attimo felice


Simo
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 13:44

Messaggio da Simo » mer 7 ago 2013, 4:32

Il problema comunque pare essere l'intestino più che la prostata. Dalla tac a livello Dell addome si vedono "colate" di metastasi e anche nei polmoni c'è' qualcosa. Se può esserci di conforto comunque papà e' stato sfortunato perché per i problemi ai reni non ha potuto affrontare i dosaggi consueti di chemio, forse per quello non ha funzionato. Ti faccio un grande in bocca al lupo.


Imhotep
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: lun 17 set 2012, 23:22

Messaggio da Imhotep » mer 7 ago 2013, 14:50

Simo, ti ringrazio per la tua cortese risposta. Mi spiace molto per tuo padre, che indubbiamente è stato davvero sfortunato. Evidentemente è stato vittima di una forma tumorale molto aggressiva, che però è rimasta subdolamente latente a lungo. Troppi gli organi interessati per poter combattere efficacemente il nemico. Tutto quello che posso offrirti è la mia solidarietà.
Come nota a margine: la chemio è di dubbia utilità persino a pieno regime. A piccole dosi mi pare un'autentica follia. Il rischio di creare chemioresistenza è semplicemente troppo elevato. Quindi forse la tua ipotesi non è affatto sballata.


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1152
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » mer 7 ago 2013, 17:26

Ciao Simo, se può consolarti mio padre ha due tumori in corso colon e prostata, ma sono due tumori primitivi (cioè non collegati tra loro).

Ha fatto la chemio, ma le metastasi si sono formate ugualmente.

Quindi ... non ti dannare ... quando deve andare in un certo modo ci va .... comunque !


Simo
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 13:44

Messaggio da Simo » mer 7 ago 2013, 18:32

Si' , lo penso anch'io. L'unica cosa che avrei voluto fortemente, che stupida sono, che lui non si accorgesse di cosa sta succedendo. Invece, dopo quasi tre mesi dal peggioramento delle sue condizioni, da ieri ha un umore pessimo, l'ho visto piangere, dice che sta morendo e io non trovo una parola, una, che possa essere di conforto. Mi riesce solo di allontanarmi ogni tanto per piangere.


May77
Membro
Messaggi: 76
Iscritto il: mar 30 lug 2013, 0:19

Messaggio da May77 » dom 11 ago 2013, 5:51

Ciao Simo...

come stai? e il tuo papà?

un forte abbraccio.

Marika


eli75
Membro
Messaggi: 635
Iscritto il: mer 24 lug 2013, 5:32

Messaggio da eli75 » dom 11 ago 2013, 18:35

Ciao Simo immagino che sofferenza a vedere tuo padre così scoraggiato.


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » dom 11 ago 2013, 18:39

Ciao Simo, come stai? Come sta il tuo papà?


Simo
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 13:44

Messaggio da Simo » dom 11 ago 2013, 20:31

Ciao a tutti. Io così' così', da qualche giorno, non so perché, ho paura di ammalarmi. Un'amica psicologa dice che è scattato un meccanismo di immedesimazione che secondo lei si spiega nel mio inconscio tentativo di "prendere" un po' di male per sollevare lui. Così' ho mal di testa, disturbi al l'intestino e mal di schiena. Ho provato a prendere degli antidepressivi ( sertralina) ma ho l'impressione che non mi faccia bene e alla terza pastiglia ho sospeso anche perché nessun medico me l ha prescritto e non voglio far cavolate. È solo che ho bisogno di energie. Da tre mesi stiamo facendo la vita da malati tutti e tre. Io da quando papà si è' ammalato mi sono licenziata, son sempre accanto a loro ( non ho marito e figli, solo un compagno comprensivo che fa il cuoco e nel tempo libero cucina pranzetto sfiziosi per lui perché sia più incentivato a mangiare) e adesso inizio ad accusare il colpo. Ma è' presto, il brutto deve ancora arrivare. L'altro giorno l'infermiere che viene a casa e' riuscito a spronarlo un po'' dicendo che il suo problema, il motivo per cui non riesce ad alzarsi dal letto e' un forte stato depressivo e nient'altro perché gli esami vanno meglio. Così, povera stella, ha iniziato ad alzarsi più spesso ma è veramente debolissimo, e dopo un po' deve tornare a letto sfinito con le gambe a pezzi. E non è uno stupido inizio a sentirmi tremendamente in colpa a dirgli palle, dar la colpa al caldo, ai tre mesi di letto, quando invece so la verità'....grazie Dell 'interessamento. Un forte abbraccio a tutti voi


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » dom 11 ago 2013, 20:38

Mi dispiace tanto Simo. Capisco quanto sia dura fingere di fronte a lui. Tu fai quello che ti senti. Se capisci che ha bisogno di parlare di tutto questo, non tirarti indietro. Servirebbe solo a farlo chiudere di più in se stesso. Non toglierli la speranza, questo no però a volte unisce a fa sentire il malato più compreso e non solo.

Per quanto riguarda te solo forza forza e ancora forza. Il destino ha voluto che fossi tu ad infondere coraggio... Nn sei sola e lo sai. Un abbraccio.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”