Papà

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Alessia18
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 29 gen 2013, 21:50

Messaggio da Alessia18 » dom 3 feb 2013, 21:42

Papà è in un centro di cure palliative e mamma dorme li con lui. Non avrei mai portato a casa mio padre con tutto quei dolori. Fino all'ultimo ma senza dolori non deve sentire dolori. Baci a tutti


eli47
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 14:56

Messaggio da eli47 » dom 3 feb 2013, 21:51

Giusto Alessia....bisogna fare sempre il meglio.baci a te


valy72
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 1 feb 2013, 20:32

Messaggio da valy72 » dom 3 feb 2013, 22:29

Non devono soffrire,almeno questo,per ora mipo papà è a casa ma se continua così pretenderò il ricovero,ormai non si alza dal letto e la forte tosse non gli permette il riposo.

Sono una vigliacca...non riesco a parlare con lui...evito di vederlo per evitare di scoppiare a piangere.ci stiamo allontanando per rendere il dolore un pò meno atroce.

Alessia....prendiamoci per mano e percorriamo questo sentiero doloroso insieme tutti noi che abbiamo la sfortuna di conoscere questa sofferenza,perchè la condivisione ci aiuta,


eli47
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 14:56

Messaggio da eli47 » dom 3 feb 2013, 22:35

Valy non sei vigliacca...stai soffrendo.ti sono vicina


valy72
Membro
Messaggi: 39
Iscritto il: ven 1 feb 2013, 20:32

Messaggio da valy72 » dom 3 feb 2013, 22:54

Eppure mi sento sola!!chi lo sa mi chiama e cerca di consolarmi.ma cosa ne sanno.non capiscono il mio dolore,hanno la loro vita.Devo condividere questo immenso dolore--devo!!!


rododendro
Membro
Messaggi: 14
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 23:53

Messaggio da rododendro » lun 4 feb 2013, 0:08

VALY72.

cia cara, quando mia madre era agli ultimi giorni, anche io mi sentivo terribilmente sola e avevo addirittura paura di restare sola con lei, eppure le facevo tutte le notti io e dormivo con lei nella stanza delle cure palliative. Non sono riuscita a dirle quello che avrei voluto ma stavo lì anche senza parlare. Non rimproverarti, non goiudicarti, il dolore può sembrare silenzioso ma non è così, si sente e non puoi fare nulla per zittirlo. Sta con lui anche seduta lì, senza dire nulla, credimi non è necessario e lui è orgoglioso di una figlia come te, solo che ora non sarà nemmeno più tanto in se stesso per dimostrartelo ma è sicuramente così. Non cerchiamo per forza sempre una motivazione a tutto, non è indispensabile darla, ci sono alcune cose che vanno coì punto e basta. Non smettere di scrivere, siamo qua, ti mando un abbraccio discreto.

ALESSIA: scusa avevo capito male è vero tuo papà è lì in cura dal 23 gennaio. Ascolta cara, tua mamma sta con lui perchè non vi sono altri luoghi dove vorrebbe essere ora anche giorno e notte, la aiuti senz'altro facendo in casa quello di cui necessita e facendole sentire la tua presenza. Fatti forza cara, è teribile, indescrivibile. Lo so.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » lun 4 feb 2013, 16:23

Ciao Rodo, allora? Gli esami quando avrai esito?

ti stritolo forte forte

Ambra


Alessia18
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 29 gen 2013, 21:50

Messaggio da Alessia18 » mer 6 feb 2013, 18:39

Cara Valy72 ti sono tanto vicina.

Non arrenderti mai devi sempre lottare. Lotta questo dolore. Affrontalo.

Io ci provo. A volte riesco a volte no.

Ma l'unica soluzione è reagire e non mollare mai.

Ti prendo la mano e ti stringo forte. Questo male può portaci via le persone a noi care ma non l'amore che proviamo per loro. Quello resterà sempre come un filo delicato ma che non si spezzerà mai.

bacio tesoro


Fedinsky
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 20 giu 2012, 17:16

Messaggio da Fedinsky » ven 8 feb 2013, 21:11

ciao a tutti,

vi sono vicina in tutta questa sofferenza perchè è quello che sto vivendo anch'io con mio padre. Ha 61 anni, tumore al peritoneo da K gastrico, uno stent gastrico e una occlusione intestinale non del tutto superata. Oggi i medici hanno ricevuto i risultati dell'ultima tac e tutto quello che mi hanno detto è che la situazione sta peggiorando, di essere pronta. Ma pronta a cosa? Non si sono espressi oltre.

Lui è sempre più debole, avrà perso 15 kg nell'ultimo mese e fatica a stare in piedi. Sono preoccupata, inizia a perdere la voglia di fare e anche mia madre che fino ad ora era stata una roccia, sta perdendo la lucidà. Io cerco di essere forte e vorrei essere in grado di trovare le parole giuste per dare forza a entrambi, invece faccio fatica a stare con loro..vorrei scappare e far finta che sia tutto un incubo. Mi chiedo perchè a lui? perchè non poteva essere operato come è successo a tanti altri? Perchè non avere una seconda possibilità? Vorrei un miracolo...


Alessia18
Membro
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 29 gen 2013, 21:50

Messaggio da Alessia18 » mar 12 feb 2013, 19:26

Oggi dorme risponde poco. Non so forse è arrivato il momento. Ieri sera ha detto di aver visto Gesù. Tra poco vado da lui


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”