PARALIZZATA DALLA PAURA

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48
Località: Lignano Sabbiadoro (Ud) Friuli Venezia Giulia
Contatta:

Messaggio da Monik » ven 19 apr 2013, 16:58

Cara ho poco da dirti perché ciò che hai scritto fin ora sembrano parole che io stessa ho già scritto nei vari post del forum.. Descrivi bene ciò che ti è successo "dentro".. nel dettaglio.. e mi riporti indietro nel mio dolore. Mio fratello è il custode dei miei ricordi d'infanzia, dei miei successi, dei suoi successi e dei nostri flop; delle nostre avventure, disavventure, degli amori acerbi adolescenziali.. E' una parte di me che se n'è andata.

E a distanza di tempo soffro in modo disumano.
Per fortuna, non sempre si conclude così l'incontro con il cancro.

Perciò questo è l'augurio che invio dal più profondo a tua sorella.

FORZAAAAAAAA

Monik


Monik

isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » ven 19 apr 2013, 17:29

Non voglio riaprire le tue ferite..scusa..nè voglio che i miei racconti interiori o la mia attuale disperazione (per ora senza scampo) faccia riaffiorare i ricordi o le sensazioni brutte..

Non sono in grado di dire o pensare "spero" per adesso, è ancora troppo vicino lo shock di questa brutta avventura che stiamo subendo.

Però cerco di leggere e rileggere la tua frase: non sempre si conclude così l'incontro con il cancro.

Un abbraccio.


eli47
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 14:56

Messaggio da eli47 » ven 19 apr 2013, 17:49

Cara Monik sei molto coraggiosa a continuare a scrivere come fanno in molti che hanno queste ferite indelebili nel cuore...ti auguro di riuscire pian piano a trovare la serenità.Cara Isa per metabolizzare il dolore ci vuole tempo,sembra strano ma ci si abitua a dover vivere con la disperazione della malattia ma si impara a gioire di ogni singola cosa buona che nel frattempo ti capita...Goditi tua sorella e dalle la forza necessaria per combattere.Quella sarà la TUA FORZA.ti abbraccio


Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 491
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21
Località: Roma

Messaggio da carla.carboni » ven 19 apr 2013, 18:10

Monik, oltre che essere coraggiosa, come dice Eli, sei anche molto altruista e questo ti onora.

Carla

Carla

isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » ven 19 apr 2013, 19:55

Mi fido di voi e aspetto che arrivi questa abitudine alla malattia.

Nel frattempo faccio a botte ogni giorno con i miei pensieri, e ci provo a vincere.

Mia sorella sta proseguendo il ciclo di chemio, che prevede 3 giorni consecutivi di flebo (oggi è il secondo) e nel complesso una settimana di ricovero.

Lei è brava, coraggiosa e arrabbiata col mondo e col destino, come darle torto.

Ma non ci fa pesare niente. Ci siamo io e i miei genitori, il suo compagno e suo figlio. Mio nipote ha solo 16 anni e ancora non abbiamo capito bene cosa pensi e come viva questo momento.

Di certo tutti - e soprattutto lei - abbiamo bisogno di un pò di normalità, e ci proviamo a ricomporla insieme ogni giorno.

E pensare che la normalità dovrebbe essere concessa a tutti...non credete???

Non è mica una gran pretesa.


Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48
Località: Lignano Sabbiadoro (Ud) Friuli Venezia Giulia
Contatta:

Messaggio da Monik » ven 19 apr 2013, 20:48

Se non volessi riaprire le ferite sarebbe come.. dimenticare.

Se non volessi riaprire le ferite sarebbe più semplice.. lasciare il forum.

Se non volessi riaprire le ferite non sarei la guerriera che sono diventata oggi.

Se non volessi riaprire le ferite sarei falsa con me stessa.

Se non volessi riaprire le ferite NON continuerei a spronarvi a COMBATTERE.
Noi con mio fratello abbiamo perso la battaglia contro il cancro, pur usando tutte le armi che la scienza ci ha dato.. MA come famiglia non abbiamo perso la forza di lottare.
isaB la mia frase:

Per fortuna, non sempre si conclude così l'incontro con il cancro.

(non sempre il cancro porta alla morte)

Perciò questo è l'augurio che invio dal più profondo a tua sorella.

(l'augurio di sconfiggerlo)

FORZAAAAAAAA

(x andare avanti)
Monik


Monik

isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » ven 19 apr 2013, 21:08

Il tuo messaggio, le tue parole, erano chiarissime.

Hai ragione. Tumore non è necessariamente morte.

Eppure io mi impedisco di pensare in positivo, non so se è capitato anche a te, o qualcuno che sta leggendo in questo momento. Ho paura di pensare che possa andare bene e in qualche modo preferisco prepararmi al peggio. Non voglio sperare.
Sei una grande guerriera davvero, degna della sofferenza che si legge tra le tue righe, che incoraggiano gli altri a non arrendersi.

Buona vita Monik.


eli47
Membro
Messaggi: 242
Iscritto il: gio 31 gen 2013, 14:56

Messaggio da eli47 » ven 19 apr 2013, 21:26

Isa io vivo con la paura esattamente come te,non so se questo ti incoraggierà...Purtroppo non riesci a pensare bene,ma la speranza è ciò che ci serve ad andare avanti.


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » mar 23 apr 2013, 0:09

..ciao Isab ...io ti capisco perfettamente……anche io sono impaurito dell’oggi e del domani
Sono 4 mesi che io , e altri familiari sembriamo degli zombies a volte….
Anche a mia sorella , 45 anni , hanno diagnosticato un tumore e purtroppo dei peggiori ..pancreas con metastasi epatiche ..inoperabile. Dal 14/12 la vita è cambiata e gli altri non possano fare nulla per aiutarci. Ho capito che la forza la dobbiamo trovare dentro di noi e , se amiamo la vita , riprendercela al più presto.

Penso che navigare dentro questo forum non ci aiuta molto perché le sofferenze di altri non fanno diminuire le nostre ..anzi….ma invece sono sempre qui a leggere le storie di molti per trovare delle risposte a non so cosa…

Leggo spesso nei vari post dell'insensibilità degli amici,parenti del mondo intero...ma noi dove eravamo rispetto al mondo cancro prima che ci travolgesse?...dove siamo noi oggi rispetto alle altre malattie che non siano il cancro?
...inutile scrivere di quanto io ami la mia sorellina ( anche se 2 anni più grande di me ) e ti posso dire che proprio il suo andare avanti con grinta e forza in questi mesi spero mi dia la forza per andare avanti in futuro, senza paura del domani per avere giornate serene con i suoi splendidi figli.
Mi sembra di capire che tua sorella abbia qualcosa di meno grave della mia e seppur paradossale io invidio la tua realtà...quindi testa alta e forza forza forza....
un abbraccio virtuale visto che solo di questo abbiamo bisogno...


isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » mer 24 apr 2013, 19:16

Ciao Ernesto.

Che dire...condivido tutto quello che hai scritto.

Anche io penso a volte che questo forum non mi faccia benissimo; a volte mi rattrista leggere le storie di altre persone, a volte immergermi così totalmente nel mondo di questa malattia mi fa pensare ancora di più alle mie paure e se possibile le accresce.

Capisco cosa intendi dire quando parli di altre malattie, o quando chiedi dove eravamo prima che il cancro bussasse alla nostra porta.

In effetti una risposta non c'è.

Per quanto mi riguarda purtroppo il cancro fa parte della mia vita da quando ero ragazzina; con mia mamma e mia sorella non ho mai avuto modo di essere indifferente a questa realtà e la mia sensibilità anche rispetto agli altri è sempre stata sincera.

L'insensibilità degli altri probabilmente non è cattiva e non è voluta, così come penso non sia voluta la nostra rispetto ad altre malattie che non ci toccano così da vicino.

Mi spiace infinitamente per tua sorella, penso di immaginare cosa stai provando.

Le nostre sorelle hanno praticamente la stessa età e io mi vedo terribilmente sola in un ipotetico futuro senza di lei.

Lei sta tentando con queste cure, a volte credo che ce la farà, altre mi immagino il giorno in cui ci diranno che non sono servite..ma non sono abbastanza lucida per capire quale dei due pensieri siano vicini alla realtà.

L'amore per la vita e la forza di cui tu parli, da trovare dentro di noi, io la sto cercando, ma ancora non l'ho ritrovata.

Si cercano risposte, è vero, che forse nessuno può darci, se non solo il tempo e la vita che scorre.

Ti abbraccio virtualmente e spero tu possa trovare un pò di calma dentro al più presto.


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”