PARALIZZATA DALLA PAURA

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » ven 17 mag 2013, 17:12

Ciao Ernesto, ci sono. Silenziosa ma ci sono.

Vi leggo ogni giorno, ogni volta che riesco.
Come stai? E come sta Elisabetta?


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » ven 17 mag 2013, 19:15

..io vado di pari passo con il mio corpo che spesso sembra non reggere l'urto. Prendo qualche integratore perché tra giramenti testa e torcicollo non finisco mai....ma il corpo va insieme alla mente quindi non può andare bene....elisabetta oggi , tra poco , fa il sesto ciclo di sette , i suoi cicli sono settimanali , quindi siamo quasi alla TAC ...dopo ...dopo speriamo il meglio.lei non sta male quando prende cortisone è più attiva ma per ora il suo fisico tiene come la sua testa.

..ritornando ai primi nostri messaggi la rabbia nel vedere le persone normali; oggi scopro che molte delle persone che vediamo al bar ridere o arrabbiati...hanno avuto dolori simili ai nostri...e questo in qualche modo mi fa sentire uno di loro uno di noi. Anche se non scalfisce minimamente lo strato di dolore che ho dentro.
...infine spero che per te vada benino e tienimi aggiornato se ti va...

Ernesto


isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » ven 17 mag 2013, 20:14

Mi ritrovo molto in quello che dici e, come già in altre occasioni, quello che scrivi di te stesso rispecchia i miei pensieri e le mie sensazioni.

Anche io sto ricorrendo a dei rimedi per sostenere "anima e corpo" ed il fatto di aver preso coscienza di aver bisogno di un aiuto concreto/pratico per me è già molto.
Le nostre storie uguali ma diverse, sembrano percorrere strade parallele; mia sorella farà la TAC mercoledì. E' uno step intermedio a metà della terapia e puoi sicuramente immaginare le emozioni che ribollono nel sangue in attesa di questo controllo.

Le prossime chemio saranno un pochino più leggere, e questo perchè purtroppo non riusciva a riprendersi tra un ciclo e l'altro.

Per compensare questa diminuzione di dosaggio dovrà fare qualche ciclo in più.
Infine, il mio silenzio ha un pò il significato di "fuga".

Ho sempre letto il forum, e le storie di alcuni di noi mi hanno sconvolta e impaurita al punto da impedirmi di esprimermi.

Non so cosa dire, non ho parole per consolare, il dolore mio aggiunto a quello degli altri mi fa paura.

Perfino la favola inviata dallo Staff mi ha turbata..

Evidentemente sono in un momento di estrema fragilità.
Nonostante questo non mi sono dimenticata di nessuno, ci mancherebbe, men che meno di te. Attendo notizie tue e di tua sorella, e come hai detto tu, spero nel meglio.

E' vero, il mondo che ci circonda è pieno di persone che pur vivendo una vita apparentemente felice e normale, hanno invece nel profondo del loro cuore dolori simili ai nostri. E' un senso di "appartenenza" che in effetti può rendere questo percorso meno solitario.
Ti abbraccio caro Ernesto, raccomanda alla tua mente ed al tuo corpo di sostenersi l'una con l'altro.

E che le prossime notizie diano ad entrambi un pò di sollievo.


Avatar utente
Monik
Membro
Messaggi: 720
Iscritto il: ven 2 dic 2011, 17:48

Messaggio da Monik » sab 18 mag 2013, 0:13

Esatto ragazzi.

Appariamo normali, MA dentro abbiamo trasformato ciò che prima era un cuore in un sasso. Una roccia. Tutto il dolore che non abbiam saputo buttar fuori o che per svariati motivi abbiam dovuto trattenere; si son radicati nel più profondo, ci han portato ad essere ciò che siamo.

Guerrieri sempre. E sempre armati di FORZA per poter affrontare a testa alta ciò che la vita ha in riserbo per ognuno di Noi.

Vi penso, perché lo stato d'animo fraterno lo conosco: (intendo lo star vicino)

L'ho conosciuto con mio fratello che ora non c'è più.

E l'ho conosciuto con l'altro mio fratellino recentemente, come avrete letto.
Monik


Monik

isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » lun 20 mag 2013, 15:01

Hai ragione, è proprio così.

Sono diventata per certi versi molto cinica.

E' la visuale di vita, l'ottica che cambia.
Sinceramente non riesco ad essere comprensiva con persone che si preoccupano per motivi che ora mi sembrano futili, rispetto ai motivi "veri".

Osservo le persone, e le loro lacrime mi sembrano sprecate se arrivano per questioni non abbastanza importanti (mi è capitato proprio qualche giorno fa: una collega piangeva perchè hanno svaligiato la casa ai suoi genitori...). A me è sembrato eccessiva questa reazione disperata....ci si dispera o si piange per ben altro...

Eppure anche io prima ero così.

E' proprio il dolore radicato e non espresso che mi ha cambiata.
Grazie Monik, buon inizio settimana.


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » lun 20 mag 2013, 16:38

Ciao Monik ...lo sai ti apprezzo perchè esprimi pensieri profondi ...si vede che ci hai ragionato sopra...sempre molto dura e realista. Mi spaventa che a distanza di tempo ancora stai soffrendo molto .....ma hai anche altre ragioni per soffrire non vedi i tuoi nipoti e questo fa male..... Dell'altro fratellino non sono riuscito a trovare info ..cosa succede?
Teniamoci in contatto aprirsi e tirare fuori fa bene a tutti.

Mi piacerebbe avere un po' della tua forza e spero che il tempo me la regali...insieme ad un po' di speranza....

Un caro abbraccio ed un sorriso

Ernesto


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » lun 20 mag 2013, 16:48

Ciao Beatrice so che hai chiesto di mia sorella in altro post....ti rispondo qui sperando tu riesca a leggerlo...per ora va... la chemio che stiamo facendo adesso ha meno effetti collaterali dell'altra e lei sta meglio fisicamente e ..tutto sembra normale. Io la chiamo , la vedo, la sento ....a volte penso quando non sarà più così come farò ..cosa sarà...
Ma poi cerco di convincermi che ci sono possibilità che starà ancora con noi a lungo e che com.que sarà sempre con noi in un modo diverso profondamente diverso...

Per me è dura sempre dura devo decidere di farmi aiutare ma con il mio carattere rimando sempre pensando di farcela da solo...
Spero ogni bene per te mi sembra di ricordare che stai affrontando questo dolore da sola e quindi spero che dall'alto tua mamma ti faccia incontrare qualcuno o qualcosa che ti porti allegria...

Un forte abbraccio

Ernesto


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 21 mag 2013, 1:50

Ciao Ernesto passo per un saluto veloce.

Leggendo i tuoi scritti sento che sei molto sensibile ed attento agli altri.. Insomma e' un piacere leggere le tue parole.

Spero che metterai un po' da parte una certa titubanza e decida di farti aiutare.. Forse e' più difficile iniziare che poi farlo.. Se tu senti in qualche modo che possa servirti, non privartene..

Questo il mio piccolo consiglio..

Bea, la mia cara Bea, ha vissuto con dignità la malattia della sua mamma, sacrificandosi molto.

Spero vivamente anch'io che la sua mamma ora ricambi questo amore ricevuto.. Non può essere che cosi'..

Un abbraccio ad entrambi..

Linetta


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » mar 21 mag 2013, 2:08

Ciao Linetta,

Grazie delle belle parole. Anche a me piace leggere i tuoi interventi....cercherò di mettere da parte la titubanza.....
A presto buona serata.

Ernesto


La straniera
Membro
Messaggi: 79
Iscritto il: mar 12 mar 2013, 17:51

Messaggio da La straniera » mar 21 mag 2013, 2:55

Caro Ernesto
Un saluto per te e Elisabetta da parte mia.Succedono miracoli inspiegabili,perche non devono succedere a voi?!Sempre essiste un esito positivo.Vivi oggi davvero,sai io quante cose non ho fatto perche pensavo "e abbiamo tempo",potevo lavorare meno e stare di più con Sergio,ma ora e tardi...Sono felice che chemio va bene.Testa alta,non e perso niente,cari miei.

A proposito di aiuto psicologic,ho sempre rifiutato.Dolore e mio,la sofferenza e nostra,non volevo estranei.E poi noi eravamo una copia un pò solitaria sua presenza era tutto di qualle avevo bisogno.Lui era mio mondo.

IsaB provo stessi emozioni.Lo so che la gente vive,nessuno non deve smetere a gioire,ridere ect perche a me e succesa questa perdita ,ma per ora io cerco di stare da sola non supporto niente condoglianze,pianti,lamentelle per futili motivi,chiachere disinvolte.Mi rendo conto che sono orrenda.Giovedi vado a lavoro,sono in ansia già.

Un abbraccio a tutti.


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”