Paura di vederlo soffrire

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
paola85
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: dom 18 mar 2012, 11:53

Messaggio da paola85 » mer 1 mag 2013, 15:39

Elia!

Forza!!! Scrivi che tuo papà ha un grande spirito e che ha volontà di restare, ed è meraviglioso! Un punto, anzi dieci, tutti a suo e vostro favore! È importantissimo! Tanto quanto le cure!, davvero!

Capisco che tutto sembri sbagliato, o ingiusto, ma al mondo ci sono milioni di ingiustizie, e tutte sono sbagliate, anche se non ci toccano personalmente, e non ci resta che cercare di cambiare quello che possiamo e accettare il resto, dando il meglio, godendoci quello che abbiamo, il tempo, lo stare assieme. Ogni tanto permettiti di crollare, con qualcuno, o da sola, fa bene, non razionalizzare troppo (io sono come te, in realtà), spartitevi il dolore come condividete la gioia, non puoi essere l'unico e solo pilastro a reggere la famiglia, anche se è carattere, lo so.

Chiedi dopo quanto tempo fanno effetto le cure, almeno a livello di riduzione del dolore, dipende! Da come reagisce il suo corpo, dai medicamenti, ecc... Hanno per caso proposto a tuo papà di fare dei raggi?, a volte anche quelli palliano...

Elia ho la tua età e anche il mio compagno aveva il tumore che ha tuo papà, ma sai in Giamaica dicono HOPE AGAINST HOPE, «speranza contro ogni speranza», come a dire dipende speranza di cosa... la speranza c'è sempre, in ogni circostanza, anche se si sa che si morirà... avevo letto di una figlia a cui era appena morto il padre, amante degli scacchi, ammalato; lei aveva trovato tra le sue cose una lettera che il padre aveva indirizzato a un grande giocatore di scacchi russi, e gli chiedeva «Ma come si fa a giocare, ad affrontare una partita, quando si sa fin dall'inizio che si perderà?» Elia si entra in campo comunque! A testa alta! Con grande spirito, come tuo papà! :-)

Ciao dolcissima!


ladyrainbowarrior
Membro
Messaggi: 27
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:29

Messaggio da ladyrainbowarrior » mer 1 mag 2013, 19:41

Ciao Elia,

io ho la tua stessa età, anzi, forse un anno in più e mio papà lo stesso ha 62 anni,da novembre 2012 abbiamo iniziato a lottare anche noi contro qsto male. Adenocarcinoma polmonare IV stadio con varie metastasi. All'inizio è un duro colpo,e anche io appena saputo ero disperata, stavo sempre a guardare statistiche, a vedere quali erano le probabilità di sopravvivenza, quanti anni gli rimanessero. Adesso sono passati solo 5 mesi, lui sta facendo la chemio da gennaio, e le cose sembrano migliorate. Non possiamo sapere quanto ci resta da vivere, io ora sto cercando di passare più tempo possibile con lui, che grazie a dio può camminare e fare qlke piccola passeggiata. Per quanto riguarda la chemio, papy inizia a stare male la sera dopo, sta un paio di giorni debole ma poi passa. Non mollare, bisogna cercare di essere forti per loro. Io non so che carattere abbia tuo padre, il mio è molto chiuso, per cui io molte volte cerco di stargli vicino anche senza dire nulla, vado mi siedo vicino a lui e stiamo assieme. Cerco di farlo ridere con stupidaggini, insomma sto cercando di godermi mio padre il più possibile,e cercando di fargli capire quanto bene gli voglio. La vita delle volte ci riserva qste sorpresine, noi dobbiamo solo cercare di non farci sopraffare. Mi sono ritrovata ad essere "esperta" di medicinali, di ospedale, di tumori, è una dura realtà che però ti insegna pur non volendo tante cose. Mio padre sarebbe dovuto andare in pensione nel 2017, ma l'hanno mandato prima,perchè molto probabilmente non arriverà al 2017. Amche a me delle volte viene una rabbia dentro, penso al fatto che mio papà ha passato tutta la vita a lavorare, privandosi di qualsiasi cosa per dare un futuro a me e mio fratello, e ora a pochi anni della pensione, dove avrebbe potuto con mamma fare viaggi, andare in ristorante, e che sò fare qualsiasi cosa gli girasse per la testa, le sue unice uscite a parte quelle con me e qlk volta cn mamma, sono le andate in ospedale. Insomma si sperava in qualcosina di migliore ma è andata così quindi non ci rimane che goderci la vita il più possibile.
ti mando un grosso abbraccio, scusa se mi sono dilungata troppo, ma ho iniziato a scrivere e le parole sono venute da sole.

ciao :)


frollina
Membro
Messaggi: 75
Iscritto il: sab 14 lug 2012, 18:02
Contatta:

Messaggio da frollina » gio 2 mag 2013, 1:03

Se ti può essere di aiuto in qualche modo, leggi cosa scrivo sul mio blog. Molte persone mi hanno scritto di essere riuscite a trovare conforto in qualche modo. E' l'unico modo a mia disposizione per tentare di darti un mano. Un abbraccio
http://lamiavitadopote.blogspot.it


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » gio 2 mag 2013, 2:08

Oggi l'ho guardato negli occhi e lui subito mi ha abbracciato come a voler dirmi che mi ama dell'amore meraviglioso che solo un padre puo' dare, non ho pianto ma ho sorriso perche' a volte le parole non sono facili da trovare ma so che lui ha capito... Va bene cosi oggi e' un giorno buono il dolore era sopportabile e lui era il mio papa'!! Lui ci prova davvero ed io ce la devo fare per lui.. Grazie!!!!


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » gio 2 mag 2013, 10:38

Non riesco a dormire i pensieri mi affollano la mente... Purtroppo mi sento male e non riesco a non pensare al domani cosi vuoto e triste.. Niente raggi perche lo debiliterebbero ancor di piu'! E' gia cosi debole dopo solo un ciclo che le mie speranze si affievoliscono con il passRe inesorabile del tempo... Scusate se mi sfogo con voi ma ne ho tanto bisogno.. Buona giornata a tutti voi...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 2 mag 2013, 12:29

Elia, sono poche le parole che possono consolarti ed il mattino è spesso il momento più difficile: si ha una giornata da vivere, si è consapevoli che si faranno molte fatiche...il dolore di chi amiamo è intollerabile, un fardello pesantissimo da far finta di portare con leggerezza.

Fai bene a scrivere, a sfogarti, ad urlare la tua paura...

So che è poco, ma ti abbraccio

Linetta


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » gio 2 mag 2013, 13:17

Elia che dire... Il cammino con la bestia è duro!!

Sappiamo dove porta e cerchiamo di correre più veloce... Cerchiamo di avere una forza che al mattino non c'è mai... Guardiamo il nostro ieri e ci diciamo se sarà così anche oggi cosa farò, cosa dirò??

Ma se c'è mai una cosa che mi ha insegnato la bestia è duro che ogni giorno è un giorno in più...

Certo la chemio me lo buttera giù... E ci buttera giù ma noi non dobbiamo mollare... Perché loro non hanno bisogno di questo... Cerca un po di positività... Cerca un po di forza per intraprendere il cammino giornaliero con la bestia! Non dargli la forza di vincere su tutto, sia su noi che su la nostra famiglia

ti stritolo forte Elia

una serena giornata a tutti

Ambra


Baby
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:28

Messaggio da Baby » gio 2 mag 2013, 14:37

Ciao Elia, quanto ti capisco!!!

Per me questi gg sono stati devastanti, mia mamma ha incominciato la chiemio in pastiglie che come mi ha detto il suo oncologolo le probabilità che faccia qualcosa sono basse...sett. scorsa è stata tutto il gg al pronto soccorso per il dolore poi ha avuto la diarrea...la vedo sfuggirmi ed io da deficiente penso a lei come se fosse la fine, non ho più ne la forza ne la speranza...ho paura di quel momento, ho paura di non essere in grado di reggerlo e di vivere la mia vita senza di lei...non sarò più felice senza la mia dolce rompiscatole mammina...sono terrorizzata.


Sarah
Membro
Messaggi: 343
Iscritto il: sab 23 feb 2013, 14:35

Messaggio da Sarah » gio 2 mag 2013, 19:18

La paura di vederli soffrire senza poter far molto, la preoccupazione di non essere abbastanza di conforto..credo siano cose che ci accompagnano tutti, quando il cancro entra nelle nostre case.

A volte l'unico desiderio è quello di avere un giorno spensierato (come fosse roba da poco!), come quelli di quando si era bambini, quando era ancora tutto al suo posto, quando era tutto intero.

Qui ci troviamo tutti nelle retrovie, mentre guardiamo i nostri cari combattere in prima linea e preghiamo ogni giorno di non vederli cadere.

La forza da qualche parte la si trova, ma è tanto difficile..

Un grosso abbraccio a tutte voi Baby, Elia, Ambra, Linetta, Bea, Ladyrainbow , Paola..TUTTI!


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » dom 5 mag 2013, 2:11

I dolori peggiorano.. e tutto potrebbe protrarsi per un intero anno, povero il mio papa' ho persino paura di andare a trovarlo perche' vederlo perennemente lamentarsi per il dolore e' un dolore anche per me... Nel bene o nel male vorrei solo che non soffrisse cosi! Vi chiedo un consiglio secondo voi dovrei fare gli esami genetici col tipo di tumore che ha mio padre?!( Microcitoma polmonare)devo avere paura anche per me?! Questa malattia e' crudele per il dolore che comporta e per le poche speranze che ti lascia.. Spero che mio padre non smetta di lottare ma come biasimare il contrario se ogni giorno e' un dolore!!!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”