Paura di vederlo soffrire

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » lun 29 apr 2013, 0:16

Ciao a tutti, mi sono appena iscritta al forum, cercavo su internet una qualche assistenza e ho trovato voi.. Mio padre 62 anni ha un carcinoma polmonare metastizzato ai linfonodi al quarto stadio, i medici ci han dato un'aspettativa di vita pari ad un anno, oggi e' il primo giorno dopo ciclo di chemio che fa a casa e sta malissimo, non si regge in piedi ed ha dolore al torace e respiro affannoso in piu e' arrabbiato col tumore x essere comparso adesso che e' in pensione e avrebbe potuto godersi mia madre.. Ho due sorelle che non fanno che piangere ed io invece cerco di stargli vicino senza farlo malgrado sorreggendolo quando non si regge mi fa morire dentro.. Ho 28 anni e mio padre non vedra' mai i miei figli... Il mio problema e' il non sapere come stare vicino a lui e a mia madre senza crollare e vederlo crollare... I

Il medico dice che la chemio lenisce il dolore ma dopo quanto tempo da essa questo si avvera??!! Io vorrei farlo parlare con persone che hanno il suo stesso male ma dove le trovo?! Tra l'altro lui non esce perche' debole.. Aiutatemi sono disperata e svuotata da tutto questo dolore..


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » lun 29 apr 2013, 1:37

Ciao Elia...

Benvenuta...

Che dire.... qui troverai molte ragazze come te che sono al fianco di mamme e papà con la bestia al polmone... Ti sapranno dire qualcosina in più!!!

Quello che ti posso dire io è di chiedere al tuo oncologo se c'è supporto psicologico sia per il tuo papà e voi familiari!

Non mollare cara Elia... È ancora presto per buttarsi giù...

Vi stritolo tutti!

Scrivi quando vuoi

Ambra


Wasp
Membro
Messaggi: 314
Iscritto il: gio 25 ott 2012, 18:32

Messaggio da Wasp » lun 29 apr 2013, 3:57

Ciao, io piangevo sempre.. ora che se ne sta andando la sopravvivenza ha preso il sopravvento. Tutto avviene spontaneamente, ti abitui, il tuo cervello si abitua è il nostro modo per sopravvivere. La sofferenza è talmente grande... a volte sembra che il mio torace si stia aprendo. Ma so che devo andare avanti.


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » lun 29 apr 2013, 4:10

Grazie ambra della risposta speranzosa e grazie wasp di aver condiviso il tuo modo di superare la cosa.. Posso domandarvi dopo quanti giorni dalla chemio gli effetti collaterali tendono a ridursi?mio padre e' reduce da tre interventi al cuore l'ultimo il mese di marzo ed e' immunosoppresso insomma debilitato la chemio e' pesante ma io spero che la sopporti per lottare ancora!!


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 29 apr 2013, 4:29

Elia, ciao, sono Linetta.

La paura di vederlo soffrire...più grande della nostra sofferenza, vero?

Per me è stato così col mio piccolo amore, anzi di me mi importava molto meno, non so cosa avrei dato per condividere quel dolore, distribuirlo sulle nostre spalle e non lasciarlo solo sulle sue. Aveva 28 anni ed io, più grande di lui, trovavo ingiusto che gli fosse toccata questa sorte. Ma non decidiamo noi, purtroppo..

Cara Elia, ti capisco bene, come molti qui,si diventa tristemente esperti di nomi di farmaci e di esami..bisogna mantenersi saldi sulle proprie gambe per infondere il giusto coraggio ma non trascurarti, chiedi anche tu un aiuto, cerca di poterne parlare con qualcuno..altrimenti si scoppia, semplicemente.

Ti abbraccio con solidarietà,

Linetta


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » mer 1 mag 2013, 4:21

E' difficile vivere giorno per giorno ed affrontare la drammaticita della cosa, ti condiziona la vita te la stravolge rende ansiosa ogni mio momento... Mi spiace non riuscire ad essere ottimista a pensare che possa rientrare in quel 2% che si salva, vedo un uomo fisicamente sfatto ma con un grande spirito che cerco di non buttare giu', ha la volonta di restare ma sapere che il medico gli ha dato max 1 anno mi fa impazzire.. Gli ho risparmiato questa notizia ma e' dentro di me indelebile.. Come posso avere speranza se non ce n'e'?! Scusate lo sfogo tutto mi sembra cosi sbagliato...


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 1 mag 2013, 4:49

Elia nessuno ha una data di scadenza come dice la nostra waps

non ti soffermare su questo ma goditi i momenti con lui... Cerca di pensare più a lui...

Un bacio grande!

Ambra


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mer 1 mag 2013, 4:52

non è sbagliato, Elia, se questo può servire a mantenerlo reattivo, in qualche modo speranzoso che qualcosa possa cambiare...Sono scelte molto personali..ma mai sbagliate, secondo me..

un abbraccio

Linetta


Elia
Membro
Messaggi: 71
Iscritto il: dom 28 apr 2013, 23:52

Messaggio da Elia » mer 1 mag 2013, 5:02

Grazie Ambra e Grazie Linetta.. Prima di entrare in questo forum mi sentivo sola invece adesso so di non esselo piu'!!! Vorrei solo poterlo alleggerire dal dolore che patisce e che dovra' patire.. Mi manca il mio papa'!!


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » mer 1 mag 2013, 5:10

Elia non smettere mai di sperare... Ci saranno giornate buone e altre un po meno!!

Daiiiiiiiii

Sorridi perché papà vuole questo...

:-D

:-*:-*:-*

Ambra


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”