PER CHI PIANGE LA SERA PRIMA DI DORMIRE....

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
scru
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 27 ago 2012, 0:50

Messaggio da scru » gio 13 set 2012, 4:34

Ecco i momenti peggiori della giornata per chi come me, ha perso il proprio amore: la sera, prima di dormire e la mattina, prima di alzarsi. Alla sera cerchi un "perchè concludere la giornata", alla mattina cerchi "il perchè iniziarla"... Io alla sera cerco il viso di erol per riuscire ad addormentarmi immaginando il suo sorriso dolce, alla mattina cerco la sua mano che mi accompagna ad affrontare la giornata... Erol non abbandonarmi mai...

Auguro a tutti una più che mai serena notte...accanto ai vostri cari...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 13 set 2012, 5:14

Ciao Scru, ti sono tanto vicina, lo so che si sta male e pure tanto. Mi dispiace così tanto che una cosa del genere sia capitata a te che sei così giovane ed al tuo Erol. Ho letto il tuo post precedente dove ti chiedi perché debbano accadere malattie così terribili a persone giovani. Nemmeno i medici, spesso, sanno dare una spiegazione. Noi la vorremmo per farcene una ragione, dato che pensare che sia andata casualmente così fa impazzire. Mi chiedi di Dani. Ha cominciato a stare male a marzo, tanto mal di schiena che non passava con niente dopo una banale scivolata. Fino a far fatica a camminare. Poi, sempre quasi per caso, salta fuori che ha poche piastrine e allora pensano a mille cose, gli fanno esami su esami e concludono, senza troppa convinzione, che ha una malattia del sangue. Inizia un trattamento di lavaggio del plasma ma dopo la seconda seduta i valori sono sempre troppo bassi. Finche' non arriva la bastonata e cioè che ha un cancro allo stomaco con metastasi diffuse anche al midollo. Dani muore 10 giorni esatti dopo questa diagnosi e sono stati i giorni più intensi della mia vita. La sua famiglia, che ho conosciuto interamente in quella occasione, ha avuto un atteggiamento di chiusura verso di me e poi i contatti, con mio grandissimo dispiacere, si sono persi del tutto. La cosa che mi consola ( do' pienamente ragione a Mariasole che tempo fa ha scritto una considerazione simile) e' che mi ha voluta sempre vicino soprattutto quando stava male ed io ho cercato di esserci quanto potevo. I suoi la sera prima mi hanno mandata via, per evitare parole inutili umilmente me ne sono andata e poi non l'ho più visto se non quando ormai era senza vita ma anche senza dolore, i lineamenti delicati e l'espressione un po' corrucciata.. Ho faticato ad andare avanti, scrivere queste cose non e' facile. Mi sono rifugiata nel lavoro, tutt'ora e' così . So che non e' la soluzione ma stavo troppo male, la notte me ne andavo in giro in macchina a piangere senza pace. Poi ho dovuto pensare a me perché ho avuto dei seri problemi di lavoro e non potevo mollare dato che sono a contratto. Così ho cambiato lavoro ed ho dovuto concentrarmi su questo, almeno mi stanco.

Scru tu sarai sfinita ed io ti ho inondata di parole ma quando parlo di Dani mi capita così. Scusa.

Ora spero tu stia riposando, ti auguro di sognare il tuo amore e di sentirlo sempre accanto a te.

Buona notte un abbraccio grande

Linetta


ariale
Membro
Messaggi: 82
Iscritto il: sab 30 giu 2012, 19:44

Messaggio da ariale » gio 13 set 2012, 15:33

Ciao Scru,anche se con un pò di ritardo vorrei anch'io mandarti un forte abbraccio. Mi dispiace molto per il tuo dolore per la perdita del tuo ragazzo. Non aggiungo altro perchè anche per me, come penso per tutti, la morte rimarrà sempre un grande mistero. Però ti dico brava perchè con grande coraggio stai cercando di andare avanti, se poi sai che alui avrebbe fatto piacere, continua. Ciao facci sapere,ti siamo vicini.


pflorio
Membro
Messaggi: 112
Iscritto il: mar 11 set 2012, 20:15

Messaggio da pflorio » gio 13 set 2012, 17:39

Ciao a tutti... un abbraccio prima di tutto. Non so perchè scrivo, ma ho letto le vostre parole e a lavoro da sola ho pianto... perché credo che alla fine vivere un'esperienza del genere, non da malato, ma da persona vicinissima al malato sia una cosa difficilissima, pesante, dura... paradossalmente forse più che essere malato. Per voi andare avanti sarà stato di una difficoltà che, ci provo, ma non riesco nemmeno a concretizzare e quantificare... e per questo avete la mia stima e rispetto e affetto... dovvesse capitare a me... essere "dall'altra parte" non so come farei... So solo che siete forti e dovete vivere la vostra vita non per una, ma per due... anche per chi vi è stato caro e ora non c'è più.

Un bacio,




saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » gio 13 set 2012, 18:06

Ciao ragazze , ciao a tutti voi che leggete ma nn scrivete...siete in tanti...

Scru...che dire...succede la stessa cosa anche a me...inizio con le lacrime e finisco la giornata con le lacrime ..ogni giorno tiro le somme della giornata, di quello che ho e di quello che mi manca...dicono che bisogna vedere sempre il bicchiere mezzo pieno..io vedo e sento il vuoto...e mi ammazzo di domande e lo so che è sbagliato ma una spiegazione logica o medica non esiste e la mia testa non riesce a chiudere il "cerchio " su questo dolore .

quando mi collego al forum piango ogni volta , perchè mi chiedo come sia possibile che tante persone debbano soffrire così..e poi ogni storia ha la capacità di emozionarmi come se fosse la mia...il dolore accomuna ogni esperienza indipendentemente dalla posizione di chi scrive.

E' una grande famiglia questa per quello che mi riguarda...

Un sorriso e un abbraccio a tutti


scru
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 27 ago 2012, 0:50

Messaggio da scru » ven 14 set 2012, 2:22

ciao a tutte ragazze... linetta leggere di dani mi ha bloccata: anche il mio scru era partito con un fortissimo mal di schiena-fianco, un dolore atroce, giorno e notte, che cercava di curare con cerotti e gel antidolorifici che i medici gli prescrivevano. Veniva a trovarmi a casa mia piegato dal dolore e mi supplicava di dargli sonniferi per addormentarsi e non pensare al dolore... E se io avessi saputo, se i medici lo avessero considerato... neanche quando supplicava il ricovero in pronto soccorso lo ascoltavano, "non hai niente vai a casa e prendi un oki" gli dicevano. Mai una risonanza, la prima gliel'hanno fatta poco prima di operarlo d'urgenza perchè già rischiava la vita. Non perdonerò mai questi dottori. Non ho sete di vendetta, ma sempre urlerò la loro inefficienza e incompetenza. Vabbè a parte questo sfogo, come a Dani anche a erol sono iniziati a scendere a picco i globoli bianchi, faceva anche trasfusioni, ma se si alzavano di mille il giorno dopo scendevano di 2000... Linetta non sai che foga che ho nel scrivere queste cose, le ho vissute così intensamente, ogni giorno lo chiamavo, lui era in ospedale, e gli chiedevo: oggi come sono le piastrine? e i globuli? e la flebo e e e e e e e tutto e io che speravo e lui che lottava per vivere. Faceva molti più progetti per il futuro rispetto a me. Rabbia, rabbia, dolore questo è quello che sento. A differenza di Dani, erol ha sofferto per quasi 2 anni, 2 anni di chemio, ricoveri, operazioni anche alla testa, complicanze, dolori.....i medici però dicevano che era un "ragazzo miracolo" perchè era stra forte e superava sempre i limiti della sua malattia. Linetta, devo scusarmi per tutto questa storia, ma a volte sento il bisogno di imprimerla forse per alleggerirmi dalla sofferenza che mi provoca. Il lavoro ti ha dato lo "scopo" o più che altro la forza di dire "non posso mollare", io ho l'università che gioca questo ruolo, ma mi sento cmq fragilissima.... anche a me viene voglia di prendere la macchina e andare non sò dove a piangere..però dove vado, cosa mi porta, e sopratutto erol sarebbe contento vedermi così? lui quando mi vedeva piangere (per altri motivi, ho avuto un periodo di crisi con me stessa 3 anni fa) si arrabbiava tanto, odiava proprio vedermi così, diceva che piangevo per niente, che ero pazza... e mi fà sorridere ripensare a questo, però aveva ragione, scru sì avevi ragione, è per questo che voglio dimostrargli adesso che sono cresciuta, maturata. voglio che sia orgoglioso di me, perchè io non lo sapevo ma ai suoi amici diceva di essere orgoglioso di me.

Grazie ariale, pà e saretta per essermi vicine. Scusatemi per i papiri che lascio sempre! Auguro buona serata a tutti, domani è un'altro giorno...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » ven 14 set 2012, 4:40

Ciao mia cara Scru, sai ci pensavo proprio questa sera tornando a casa che Dani per certi versi e' stato protetto da una lunga sofferenza.. Si, ci pensavo a come sarebbe stata una malattia di mesi o anni, all'altalena di speranze e disperazione.. Dentro di me gli ho detto "Dani, almeno ti e' stato risparmiato tanto dolore, anche se sei volato via in un soffio" . Si, bisogna anche pensare a queste cose, la sofferenza di Erol e' stata lunga e penosa. Si, ti pensavo proprio questa sera cara Scru.

Sei brava a voler comunque far qualcosa di costruttivo, capisco quando scrivi che ti senti passiva nei confronti del risultato del test.. Pero' l'hai sostenuto, sei stata super brava, Scru.

Ti auguro di riposare, ti abbraccio forte

Abbraccio forte tutti

Linetta


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » ven 14 set 2012, 5:02

Ciao Scru,non ti scrivo sempre mi dispiace ma ti penso spesso perché la tua storia mi colpito molto,non saprei come aiutarti moralmente perché vado a momenti,in questi giorni non sono stata molto bene e i pensieri negativi spesso prendevano un po' il sopravvento pero' visto che sono una persona di carattere che nelle difficoltà non s'abbatte cerco sempre di trovare dentro di me la forza per andare avanti(catteristica che ho preso da mia mamma)!!!Sono sicura che anche tu ce la farai,io ti abbraccio e ti sono vicina!!!

Monny


scru
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 27 ago 2012, 0:50

Messaggio da scru » sab 15 set 2012, 4:00

NO NON SONO RIUSCITA, NON SONO PASSATA AL TEST.... era previsto ma sono rimasta troppo male, una sconfitta, forse una delusione per il mio scru... tutti mi dicono che l'importante è che ho provato, la forza che ho avuto nel sostenerlo...ma no non mi basta, forse era un sogno quello di vedermi in classifica tra i 25 posti, un sogno che però mi aiutava, un sogno però che peccava di superbia... ho pianto pomeriggio quando l'ho saputo, e piango anche adesso perchè ora sì che non sò proprio cosa fare... se ieri la mia mente sperava, domani mattina mi sveglierò con la consapevolezza che non ho più niente da sperare, i giochi sono fatti e per quest'anno le iscrizioni all'università sono chiuse... che ne sarà di me? cosa farò? mi sento in colpa, per tutto, e sento di non riuscire a soddisfare quello che erol voleva per me. Forse lui non è contento di me...mi manca così tanto che non me ne rendo conto... mi chiedo che cos'ha la vita in serbo per me, quanto vuole farmi soffrire... mi sembra di dover ricominciare tutto da capo, e non sò se ce la farò. Erol perchè mi hai abbandonata, io ti aspettavo, aspettavo che guarissi, così mi portavi a fare i giretti con la tua macchina nuova, e dovevamo andare in vacanza soli io e te me l'avevi promesso, anche se a volte mi dicevi che preferivi non promettere e poi stupirmi piuttosto che deludere un'aspettativa... sei nello sfondo del mio cellulare e ogni volta che lo prendo in mano ti guardo e non posso non posso non posso credere e pensare che non ti rivedrò mai più. Tu amavi la vita, io non riesco più a farlo.


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » sab 15 set 2012, 4:22

Scru, mi spiace tantissimo per la tua disperazione. Vorrei essere li per consolarti, ma forse, comunque, deve passare quest'ondata di dolore.

Scru, vorrei dirti che non devi avere paura del domani ma so che e' troppo facile parlare e questa sconfitta ti pesa perché l'avevi caricata, com'e' umano, di tanti significati...

Se io non potessi lavorare, anche se momentaneamente, non riuscirei a essere forte e farei molta fatica. Ti capisco, Scru.

Domani ti sveglierai stanca, ti ci vorrà un po' di tempo per digerire questa cosa, ma voglio sperare che Erol si affacci prepotentemente di nuovo nella tua anima e ti sostenga nel desiderare di nuovo qualcosa. Questa sera sei troppo stanca, Scru, non pretendere troppo da te stessa.. Se tu fossi la mia bambina, ti parlerei così.

Ti abbraccio fortissimo

Linetta


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”