percorso doloroso...

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » mar 28 ago 2012, 12:48

Ciao Linetta,

apprezzo le tue parole. Mi fa proprio piacere leggerti, sei dotata di un ottimo pensiero riflessivo e anche di un grande capacità di sintesi.

Anche oggi, come di consueto, guardo al di là del balcone, penso che vivrò una giornata serena, incontrerò nuove e vecchie persone, momenti di stress e di serenità, una giornata che comunque sarà bella perchè, perchè sono vivo e sto bene!!! Amo leggere per lo più libri di saggistica, pian pianino ha influenzato il mio modo di vivere; devo però al cancro il mio miglioramentò reale, senza il cancro non mi sarei scrutato dentro con l'intensità che faccio oggi, avrei riflettuto di meno.....

Un caro saluto a tutti.

Giuseppe


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 28 ago 2012, 13:12

Buon giorno Giuseppe, buon giorno a tutti e tutte..

Grazie caro Giuseppe per le parole che mi rivolgi, mi fai sentire meglio. Mi piace pensarti nella tua Sicilia calda e colorata, con tanti contrasti. Ti immagino alla tua scrivania che programmi mentalmente la giornata e ti dici "sarà comunque una buona giornata, perché sto bene". Questo per me e' aver raggiunto una pace interiore e rendere la vita dolce non solo a se' stessi ma anche a chi abbiamo vicino.

Speriamo, ragazze tutte, di essere così capaci come Giuseppe, di averne la possibilità e di darsela, questa chance, perché niente ti viene regalato per caso, ci devi lavorare parecchio..

Per molte di noi e' difficile guardare con occhi sereni alla propria giornata..

Sento che la mia strada e' ancora lunga..

Grazie di cuore, Giuseppe.

Un abbraccio,

Linetta


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 28 ago 2012, 13:57

Ciao Myky,

leggendoti non ho potuto fare a meno di rivedermi. Anch'io mi sono fatta carico di tutta la malattia di mia mamma. Lei si trasferì da me e lì cominciò il suo calvario. L'unica differenza è che sono infermiera e ti giuro...avrei voluto non esserlo. Purtroppo leggevo in ogni suo sintomo tutto quello che non avrei voluto sapere.

Sono stata con lei fino alla fine in un hospice sentendo i commenti delle persone: "Ma come si fa a portare un bambino di nemmeno tre mesi in questi posti?"

Io lo allattavo e non potevo lasciarlo. E non potevo lasciare mia madre. Per tre giorni e tre notti non ci siamo mossi. Chiesi io di cominciare con la sedazione. Ci fu un momento in cui mi accorsi che aveva gli occhi semiaperti. Ormai era in coma. "Riflessi" dicevano i medici quando ci stringeva la mano o curragava la fronte. Ma quali riflessi! Quando le dissi, piangendo, che le volevo bene socchiuse gli occhi in una smorfia di dolore e provò a rispondermi muovendo le labbra! Era lucida.

Ogni malattia ha un decorso tutto suo.

Forse spiegazioni non ne riceverai. Pensa solo che per la tua mamma hai fatto di tutto, hai dato il meglio con tutto l'amore possibile. Non ti sei risparmiata e lei non è mai rimasta da sola. Questo è importante.
Un forte abbraccio

Giulia


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » mer 29 ago 2012, 3:05

Ciao Linetta,

apprezzo moltissimo quando dici :"niente ti viene regalato, ci devi lavorare parecchio...". Ho sempre pensato e continuo a pensare che è proprio così come tu scrivi. Brava!

Porgo a te e a Mariasole (chissà se trovato il libro) un caro abbraccio di incoraggiamaento.

Un caro saluto a quanti mi leggeranno.

Ciao!

Giuseppe


mariasole
Membro
Messaggi: 82
Iscritto il: sab 23 apr 2011, 20:58

Messaggio da mariasole » mer 29 ago 2012, 3:32

Ciao a tutti, oggi giornata impegnativa!

Sono passata per un saluto veloce!

Caro Giuseppe ho trovato il libro, non vedo l'ora di leggerlo! Poi ti farò sapere! Ancora grazie.

Buona notte amici!


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mer 29 ago 2012, 3:49

Ciao Giuseppe,

ciao Mariasole,

ciao a tutti e tutte...

siete sempre nei miei pensieri più cari, costantemente..

BUONA NOTTE A TUTTI VOI

Linetta


myky
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mar 7 ago 2012, 20:14

Messaggio da myky » mer 29 ago 2012, 14:40

Buona giornata a tutti!! è bello aprire il forum e leggere le vostre parole... vi sento vicini. mi sento meno "sola"... soltanto le persone che hanno vissuto in prima persona queste esperienze possono davvero capire e quindi grazie a tutti...

ciao @saretta271079, mi spiace portarti indietro a un momento così terribile anche se so che il pensiero ti accompagna sempre lo stesso... è vero, loro non dicono e io per paura avevo smesso di chiedere e cercavo di vivere giorno per giorno. non immaginavo e non volevo immaginare cosa sarebbe successo o come sarebbe arrivata agli ultimi momenti e forse anche per questo ero così impreparata...

Volevo solo precisare, anche per gli altri che leggono, che il suo era un liposarcoma (mi scuso per l'imprecisione e tra l'altro è strano... l'ho ripetuta tante di quelle volte volte la sua storia clinica e poi sbaglio proprio qui...) e la radioterapia era rivolta al carcinoma del bronco per tentare di bloccarlo un pò visto che occludeva completamente il bronco...

ciao @giulia1978 abbiamo la stessa età e anche se ancora non ho figli credo che tu abbia espresso un amore completo e soprattutto il massimo livello di amore accudendo le due persone più speciali della vita, tua mamma e il tuo bimbo. Allattarlo accanto a lei in un ospedale non ha niente di strano o di brutto, anzi.. non avresti potuto fare altrimenti, io lo so. Il tempoo lì in quei momenti è l'unica risorsa che hai e hai fatto la cosa giusta e di certo non hai fatto un torto a tuo figlio. Nella vita si incontrano persone meravigliose che con una parola ti sanno dare conforto e altre purtroppo che non si rendono conto e alle quali l'ignoranza e l'indifferenza portano a dire certe cose.

Anche la mia mamma era infermiera e non sai quanto fosse orribile per me sapere che lei a differenza mia sapeva e capiva tutto... Avrei tanto voluto poter placare la sua paura di una brutta fine, sofferta, era la sua paura più grande, ma non ne sono stata in grado purtroppo... e neppure i medici lo facevano...
a proposito, il prof non ha ancora risposto, ma non mi arrendo...!
grazie a luglio 64,monny,giuseppe,
un abrraccio a tutti quanti!


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 4 set 2012, 4:04

Myky grazie mille per le belle parole che mi hai rivolto. Abbiamo la stessa età e purtroppo abbiamo attraversato entrambe questa orribile esperienza... se così si può chiamare perché al momento (e spero per sempre) è la cosa più brutta della mia vita.

Myky ti auguro che questo prof ti risponda. Non so se lo farà però concordo con te nel pretendere delle risposte. Ne hai il diritto. Tua mamma era infermiera come me e sono sicura che sei stata più che in grado di starle vicino alleviando le sue paure. Sono sicura che quando si è in compagnia si abbia meno paura. E poi: "I parenti di noi infermieri a forza di sentire tutti i nostri discorsi ne sanno quasi quanto noi". La mia mamma mi chiedeva sempre cosa pensavo dei suoi amici o colleghi o conoscenti che si ammalavano di cancro e io, con molta leggerezza, le dicevo tutto. Oggi penso che sarebbe stato meglio non averle mai detto niente. E comunque a me non ha mai chiesto nulla sulla sua "prognosi".

Myky ti mando un grande abbraccio,

Giulia


myky
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mar 7 ago 2012, 20:14

Messaggio da myky » mar 25 set 2012, 16:19

Ciao a tutti, scusate la mia assenza... magari ogni tanto "da lontano" osservo questo forum, ma non mi avvicino. Provo dolore e sento che in questo momento mi fa male ripercorrere quello che è successo. All'inizio non vedevo l'ora di potermi sfogare con persone che condividono la mia esperienza, con voi... oggi, a distanza di due mesi provo dolore come provo dolore e ansia quando entro nella casa della mia mamma. E' ancora tutto lì.. ho tolto solo il mobiletto con le medicine e l'asta che teneva la flebo per l'alimentazione...

Voglio però condividere con voi la risposta del prof. alle mie domande.

Non la trovo un brutta risposta. Di certo non possono esserci dentro le cose che vorrei sentirmi dire.. ma questo lo sapevo già.

Eccola:

">Cara Michela,

>sono rimasto molto addolorato dal conoscere della scomparsa di sua Madre.

>Era una persona molto cara e simpatica che ha lottato con forza e molta

>dignità nella malattia.

>La pregherei di non farsi sensi di colpa per tutto quello che è successo.

>Sua Madre aveva tre patologie maggiori che, a parte il danno locale di

>organo (polmone e addome), provocavano anche una situazione metabolica

>anomala con progressivo dimagrimento e perdita di forza. Anche il deficit

>immunologico causato dalla leucemia linfatica cronica ha contribuito ad

>aggravare la situazione, per lo meno nelle fasi finali. La fase di

>sofferenza terminale che mi descrive è dovuta alla progressiva

>insufficienza respiratoria in una paziente che aveva sviluppato la

>cosiddetta cachessia neoplastica. Purtroppo, questa è la storia di tutti i

>pazienti con patologia neoplastica che hanno cessato di rispondere a

>chemio-radio terapia. Certe volte si insiste fino in fondo nella speranza

>do ottenere un piccolo beneficio".

Io spero di cuore che a qualcuno possano servire queste parole...

Vi stringo forte tutti quanti e vi penso spesso.

Ora scusate la "fretta"..

Un abbraccio

Miky


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » mar 25 set 2012, 19:12

Ciao miky..

ti ha risposto... e tu come ti senti dopo questa risp del prof. ??


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”