pianto

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » sab 10 ago 2013, 16:41

Grazie Benedicta però credo che tu mi dia meriti e pregi che non ho. Non si tratta, credo, di altruismo ma solo di esperienze. Parto dal presupposto che tutti abbiamo un cuore e dei sentimenti, solo che non li esprimiamo nello stesso modo e ognuno ha la propria reazione. Io per prima a volte ho avuto e ho reazioni apparentemente indifferenti. Ma sono solo reazioni di difesa. Nell'intimo della persona, non credo ci possa essere una cattiveria o indifferenza tale da poter veramente essere come dimostra. Pensa che quando mi ha lasciata mamma io non ho versato nemmeno una lacrima. Sembravo un robot o peggio, una persona che non stava soffrendo in quel momento. E in parte era così, nel senso che la mia mente mi difendeva dalla voragine che avrebbe suscitato la presa di coscenza e quindi mi ha chiusa in un limbo dobe la sofferenza non poteva entrare. Come ho già raccontato, è stato parecchio tempo dopo la sua morte che, finalmente sono riuscita ad comprendere la realtà e quindi a sfogarmi. Sono stata anche molto criticata perb questo da amici e parenti i quali, forse superficialmente, hanno creduto alla mabschera che, se pur inconsciamente, avevo indossato. Ti abbbraccio. Oggi come va?


benedicta
Membro
Messaggi: 375
Iscritto il: lun 24 giu 2013, 21:43

Messaggio da benedicta » sab 10 ago 2013, 16:48

cara mara oggi mi accompagna la mia solita depressione...tra un pò vado da mamma, non vedo l'ora di vederla. NN so mio fratello cosa farà oggi ma non mi interessa...sono stufa di essere triste anche per lui...la mia testa è già abbastanza affollata. Spero di trovare mamma un pò più tranquilla del solito...vorrei regalarle un giornata diversa ma le energie sono poche...


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » sab 10 ago 2013, 17:00

Lo so, Benedicta, il brutto, in questi casi è che anche volendo, le energiè mancano anche per fingere che sia tutto ok. Capisco anche che ti manchi. Mia mamma io non l'ho persa il 9 aprile 98 ma molto tempo prima. La malattia non ci ha dato la possibilità di essere veramente vicine. Però, pensa che tu puoi goderti, consapevolmente questi periodi. Cerca di "gustare" tutto quel poco che fate assieme. Le chiacchierate, i silenzi. Cerca, nonostante la bestia, di costruire attimi belli, positivi. Un sorriso, un abbraccio in più. A tua mamma non possono che far contenta e per te, saranno un patrimonio inestimabile, dopo. Io, come ti dicevo, non ho voluto rendermi conto della gravità della situazione. Forse in questo una piccola responsabilità è stata anche dei medici che non hanno mai parlato chiaro. Mi spiego meglio. Alle nostre domande sull'andamento di mamma, dicevano cose del tipo: "Signora è una patologia cronica quindi non può migliorare ma col tempo solo peggiorare." Ma non ci hanno mai detto chiaro e tondo: "Sua mamma ha poco da vivere." Lo so che avrei dovuto capirlo da me ma spesso, noi parenti abbiamo bisogno che certe cose vengano dette chiare perchè, già è difficile accettarlo, in più, non sentendo quelle parole ci si culla ancora di più nell'illusione. Ad esempio, con papà è stato diverso. Il medico con cui ho parlato è stato molto chiaro e infatti sono riuscita ad essergli vicino anche nel momento del passaggio. Con mamma no. Quando è stata ricoverata l'ultimo giorno, sono tornata a casa verso le 20,30 perchè avevo la bimba da guardare e lei un quarto d'ora dopo non c'era più. Non ti dico la rabbia, oltre al dolore. Tu sai, sei coscente, non hai illusioni e se da una parte, in parte, questo rende le cose più dure, dall'altra ti da la possibilità di organizzarti al meglio per non sprecare nemmeno un attimo.


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » sab 10 ago 2013, 17:28

Non avevo letto bene le tue ultime parole. Ma stai scherzando??? Noi, almeno io non ho niente in più di te. Siamo tutti anime in cerca della serenità. Inoltre non trovo affatto nei tuoi scritti segni di superficialità anzi. Sei una figlia in agonia per la sua mamma. Hai paura, come ne abbiamo tutti, di non riuscire a farcela da sola. Ti prodighi per lei, come fa una figlia veramente affezionata. Non devi colpevolizzarti di nulla perchè, forse tu non riesci a vederti, ma noi che siamo al di fuori, posso assicurarti che vediamo una persona meravigliosa, profonda con tanti dubbi che hanno ben motivo di esistere e tanta sofferenza. Proprio come il cuore di una persona profonda richiede.


benedicta
Membro
Messaggi: 375
Iscritto il: lun 24 giu 2013, 21:43

Messaggio da benedicta » dom 11 ago 2013, 14:15

sono sconvolta!!!Mi sento distrutta...mio fratello ne ha fatta un'altra delle sue! Ieri ho trascorso, come al solito, la giornata con mamma...abbiamo parlato tanto, abbiamo cercato di rendere tutto normale...mio fratello come sempre nn c'era, non ha pranzato con noi...ha preferito stare solo dicendo che questa è la sua vacanza. Bene!!!Io con un marito e un figlio concentro tutte le energie su mamma e lui ha bisogno di vacanza?? E' arrivato poi la sera a casa di mamma...neanche ci siamo guardati negli occhi! Mamma mi dice in disparte che lui oggi sarebbe dovuto partire, ma che si trattava solo di una gita di una giornata giusto per distrarsi un pò! Parlo poi con la fidanzata che mi saluta dicendo che ci saremmo riviste la sett pox xkè lei e mio fratello questa settimana di ferragosto la trascorreranno fuori...la beffa? Mamma sapeva tutto e lo ha nascosto a me. Considerate che mia madre da sempre ha avuto un debole x mio fratello, lo ha sempre protetto considerandolo il piccolo indifeso della famiglia ed io mi sono ritrovata a 5 anni a sentirmi grande e a comportarmi sempre da grande. Tu sei grande! Quanto ho odiato questa frase!!! Io grande a 5 anni e lui, oggi 28enne, sempre piccolo. Sono stata davvero male stanotte, avevo chiesto a mio fratello qualche giorno fa di evitare di partire x il ferragosto xkè mamma martedì farà la chemio e sicuramente starà poco bene...a ferragosto volevo regalarle una giornata in famiglia ed avere anche lui sarebbe stato bello anche perchè avrebbe potuto darmi una mano in questi giorni difficili. Mi ritrovo invece sola ad affrontare l'ultima chemio di mamma, le conseguenze e il ferragosto con lei mentre lui va in vacanza!Ci rendiamo conto? Mio figlio mi chiede tutti i giorni:"mamma xkè nn mi porti in un posto bello?", mio marito stanchissimo dopo un anno di lavoro vorrebbe staccare la spina...io idem...ma mi ritrovo a rinunciare alla mia famiglia x stare con mamma che è arrivata anche a nascondermi la verità? NN le è venuto in mente di rimproverare il figlio che scarica su di me i momenti difficili? NN dimenticherò mai il periodo in cui avemmo la notizia del cancro di mamma...io vicino a lei a cercare di incoraggiarla e mio fratello partì per una settimana con la ragazza. Nei momenti difficili sono sempre sola ma la cosa che mi ferisce di più è che mamma non apprezza nulla di quello che faccio io ma tende sempre a difendere mio fratello. Quando ieri le ho detto che è grave che lui stia per partire, mia ha risposto:" ma perchè qualcuno ti ha detto che tu nn devi partire? Parti pure tu...ognuno è fatto in un modo...se tuo fratello sta bene così...!" NN ho parole...intanto io mi ritrovo qui di domenica a farle compagnia, ad aspettare i prelievi di domani, ad abbandonare martedì la mia famiglia x andare con lei x la chemio, ad aspettare le conseguenze di essa, a cercare di prepararle qualcosa a ferragosto che la faccia stare bene...e lui è in vacanza! In tutto questo c'è mia madre che mi mente e mi fa sentire pure in colpa! Sto talmente male che vorrei spaccare qualcosa e ora come nn mai vorrei piangere ma nn ci riesco...mi sento un pugno nello stomaco! E' ingiusta la vita...io che ho obbligato mio marito e mio figlio a nn partire xkè psicologicamente nn ce la farei e nn sarebbe giusto x mamma mi ritrovo con mio fratello in vacanza e mamma che mi dice:" chi ti ha obbligata a nn andare?"...sensibilità zero...


benedicta
Membro
Messaggi: 375
Iscritto il: lun 24 giu 2013, 21:43

Messaggio da benedicta » dom 11 ago 2013, 15:25

ho bisogno davvero di conforto!


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » dom 11 ago 2013, 16:19

Bene lo so cosa provi... Io sono due anni che non vado in ferie... L'anno scorso neanche io me la sono sentita di andare... Mia mamma non stava bene... Plebe altre mie sorelle sono partite e io a casa

Bene so che farai fatica a capirlo perché ora sei arrabbiata... Lo ero anche io L'anno scorso

FREGATENE... Fin da quando eri piccola ti hanno considerato la grande...

Comportati ancora così!! Fai la grande!!! Fatti scivolare addosso tuo fratello...

Anche mia mamma il mio aiuto non lo apprezzava mai...

Ringraziava tutti e non me...

Non so dirti il perché... Ma io anche se mi arrabbiavo ero fiera di quello che facevo per la mamma anche se di gratitudine ce n'era veramente poca!!!

FORZAAA Bene so che è dura!!!

Ma io sono fiera di conoscerti!!! :-D e ti dico io grazie da parte della tua mamma perché sei una figlia dolce e premurosa...

Dai mia dolce Bene... Non ci pensare... Rivolgi un pensiero a tuo fratello con un bel vffncl e ridi del suo egoismo...

Un bacio grande mia bene!!!

E uno stritolo immenso

Ambra


eli75
Membro
Messaggi: 635
Iscritto il: mer 24 lug 2013, 5:32

Messaggio da eli75 » dom 11 ago 2013, 18:25

benedicta non dico che tuo fratello abbia ragione ma magari è il tipo che di fronte al dolore reagisce così...forse immaturo;Non avercela con la mamma perchè lei ti sta solo dicendo che non sei obbligata...è un atto d'amore!!tu sei dolcissima e premurosa con la tua mamma ma non farle pesare questa cosa,magari se hai un buon rapporto con tuo fratello cerca di dirgli che magari se fosse + presente la mamma sarebbe + contenta .Mi dispiace che tu stia passando questo ma in certe situazioni bisogna agire semptre secondo il proprio cuore e tu hai un grande cuore


MaraLi
Membro
Messaggi: 674
Iscritto il: mar 6 ago 2013, 4:30

Messaggio da MaraLi » dom 11 ago 2013, 18:28

Carissima, tuo fratello secondo me non ce la fa proprio a vivere e ad accettare il dolore. Non è facile e come ti ho detto, ognuno di noi si difende come può. Puoi provare a parlare con lui a tu per tu per aiutarlo ad aprirsi perchè credo che si tratti di questo. Fagli presente che ogni assenza sua in questo periodo, ogni lontananza dalla mamma sarà un a ferita in più nel suo cuore ogni volta che gli mancherà e che non potrà averla. Prova a mettere da parte la rabbia, giustificata che provi, e fargli capire che anche la mamma ha bisogno di lui, della sua vicinanza. Magari, non servirà a niente ma magari si. In ogni caso tu saprai di non aver lasciato nulla di intentato.

Per quanto riguarda te, lo so, so che avresti urgenza di un briciolo di serenità, di staccare la spina e riprenderti un pò ma purtroppo devi ancora essere forte per te e per chi non ha forza. Ti abbraccio con affetto


benedicta
Membro
Messaggi: 375
Iscritto il: lun 24 giu 2013, 21:43

Messaggio da benedicta » dom 11 ago 2013, 23:20

ragazze grazie di cuore...ambra ma come è possibile che nn si apprezza mai chi cerca di dare tanto? Mia dispiace mara...eli...io nn voglio capire più nessuno, troppo comodo andarsene per poi dire che ognuno affronta il dolore a modo suo ma intanto tutto si scarica sempre sulle stesse persone. Ho parlato più di una volta con mio fratello ma ho risolto poco anzi mi ha chiamata pure cattiva! Io nn voglio far pesare nulla a mamma ma vorrei che almeno lei nn colpevolizzasse me di quello che accade con mio fratello. Da noi sapete come si dice??? "Curnut e mazziat!"...cioè nn solo cornuto ma pure picchiato...per dire che nn solo cerchi di dare il massimo e poi ti va pure a quel servizio...


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”