Ma quando finira

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2196
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Ma quando finira

Messaggio da Franco953 » mar 17 nov 2015, 11:57

Cara Amjanto
che bello leggerti quando " ti lasci andare" e ti apri con tanto amore
Anch'io ho tanti ricordi con mio padre. Ricordi belli, magnifici e che tengo stretti nel mio cuore
Apprezziamo molto di più le cose quando le perdiamo perchè non siamo abituati a vivere l'oggi.
Non sappiamo apprezzare ogni singolo momento della vita e diamo tutto per scontato
Il brindisi natalizio, lo scambio dei regali, l'abbraccio, il bacio, la carezza, la risata genuina, l'amore.
Tutte cose scontate alle quali non diamo più la giusta importanza
Ci hanno insegnato che dobbiamo guardare avanti, verso il futuro per costruire il nostro domani
E così per costruire il nostro domani ci perdiamo quello che stiamo vivendo o che potremmo vivere oggi.
Poi, pensiamo ai tempi belli trascorsi, ne sentiamo la nostalgia, ma ormai è un ricordo, è ciò che appartiene al passato
Dovremmo cambiare , dovremmo vivere il nostro tempo smettendo di aspettare sempre qualcosa che deve venire domani.
Aspettiamo la pensione, aspettiamo lo stipendio, aspettiamo l'estate, aspettiamo che qualcosa cambi, aspettiamo un nuovo lavoro.
Aspettiamo, aspettiamo , aspettiamo e non ci accorgiamo che per aspettare, non viviamo ciò che già abbiamo.
Esempio la mia amica Amjanto (non so se la conosci) .
Cosa aspetti ancora ? Parti e vivi la tua vita in Germania, in Francia, in Svizzera dove vuoi , ma cerca di vivere pienamente giorno dopo giorno
E' una esigenza, soprattutto quando ci siamo resi conto personalmente quanto sia breve la nostra vita

Un abbraccio e .... stavolta anche un bacio sulla fronte

Un amico
Ultima modifica di Franco953 il mar 17 nov 2015, 17:15, modificato 1 volta in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

delena
Membro
Messaggi: 391
Iscritto il: ven 8 mag 2015, 19:34

Re: Ma quando finira

Messaggio da delena » mar 17 nov 2015, 13:40

Chr bello leggerti così Amjanto!! :) :) :)

veronicaf
Membro
Messaggi: 400
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Ma quando finira

Messaggio da veronicaf » mar 17 nov 2015, 17:05

Che bel racconto Amjanto! Hai fatto bene a condividerlo con noi! Per me sarà un Natale tanto triste quest'anno..per fortuna posso scrivere qui i miei pensieri..
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2196
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Ma quando finira

Messaggio da Franco953 » mar 17 nov 2015, 17:20

Veronica
il natale per sua stessa definizione non può essere triste. Vuoi vedere ? Senti questa ( lo faccio per strapparti un sorriso):

Eravamo così poveri che a Natale il mio vecchio usciva di casa, sparava un colpo di pistola in aria, poi rientrava in casa e diceva: spiacente ma Babbo Natale si è suicidato.
Jack Lamotte
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

veronicaf
Membro
Messaggi: 400
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Ma quando finira

Messaggio da veronicaf » mar 17 nov 2015, 20:01

Ahahahah! Grazie per avermi fatto ridere Franco!
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

AMJANTO
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: gio 8 gen 2015, 22:23

Re: Ma quando finira

Messaggio da AMJANTO » mar 17 nov 2015, 20:22

Franco... sai quando essere saggio e sai anche quando strappare un sorriso. Con me ci sei riuscito :)
Hai ragione tu pensiamo troppo al futuro. Certe volte penso... noi facciamo di tutto per essere felici. Ma poi cos è la felicità. Solo un attimo. Non dura in eterno un secondo dopo siamo gia scontenti. Allora tanto vale viversi il presente con le gioie ed i dolori e nn pensare al futuro che poi si sa... delude sempre. Tanti baci a tutti
" In piedi o seduto combatto la morte con rispetto ed onore. "

Alessandra68
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: mer 15 lug 2015, 21:30

Re: Ma quando finira

Messaggio da Alessandra68 » mar 17 nov 2015, 21:01

Quando 22 anni fa a 25 anni d"età fui coinvolta nell'incidente in moto (in cui Andrea, il mio fidanzato, perse la vita e io andai in coma), sembrerá assurdo, ma almeno per due anni ho vissuto nel pieno della vita. Ho rischiato di morire ma, dopo essere uscita, cominciai a vivere come mai avevo vissuto. Vivevo ogni minuto come un dono ricevuto, adoravo la vita e, porca miseria, vivevo!! E mi dicevo che ero stata una stupida a non averlo fatto prima!! Oggi, ovviamente le cose sono diverse. Ma ho imparato tanto dall'evento..e non c'é bisogno di attendere che un incidente (o una malattia) insegni queste cose....la vita é un dono. Non perdiamo tempo a rincorrere ciò che invece abbiamo tra le mani!
Alessandra

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2196
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Ma quando finira

Messaggio da Franco953 » mar 17 nov 2015, 21:15

Ale
come al solito sei un "mito"

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Roxy34
Membro
Messaggi: 37
Iscritto il: gio 19 nov 2015, 23:01
Località: siena

Re: Ma quando finira

Messaggio da Roxy34 » ven 27 nov 2015, 14:38

Ciao a tutti,
vi auguro un buon pomeriggio a tutti, anche io come voi sono dentro a questo enorme incubo dal 14/10 giorno in cui la bestia ha fatto visita nella mia vita, il mio percorso in parte è iniziato nel senso che ho già eseguito diversi esami che mi hanno richiesto all'istituto nazionale dei tumori dove sono seguita nel reparto testa collo per un carcinoma al rinofaringe, le ultime notizie sono che la bestia ha fatto dei linfonodi in metastasi sempre in zona circoscritta ora devono valutare meglio il collo, sospettano che ci siano dei linfonodi, vogliono fare un ecografia e eventualmente una biopsia per avere maggiore chiarezza.
Tutto questo mi provoca un fortissimo disagio a livello psicologico che secondo gli oncologi è la peggiore risposta che puoi dare a te stessa, stamattina parlando con chi mi ha in cura mi è stato ribadito che devo credere a me stessa e avere fiducia in me questo è il primo passo verso la guarigione, io in effetti continuo a piangere continuamente e non riesco a reagire, nella vita sono sempre stata una donna forte e combattiva ma forse stavolta ho veramente bisogno di aiuto per superare tutto questo, così mi hanno proposto un supporto psicologico, ovviamente resto a loro disposizione per qualsiasi cosa decidono in merito.
Nella vita ho affrontato molte sfide facili e difficili ma questa è enorme e mette alla prova non solo chi la vive ma sconvolge gli equilibri familiari e l'umore di chi ti sta accanto.
Il mio compagno è sconvolto dalla paura e fa di tutto per non dimostrarlo.....cerca di rendermi forte ma posso solo immaginare quanto soffre......mia madre io ho perso il padre da piccola è distrutta dal dolore e cerca di rendermi serena per quanto gli è possibile, ci sono amici che mi aiutano in tutto eppure io non trovo la forza di reagire, non so dove è andata a finire quella persona che una volta mangiava il mondo e non si sarebbe arresa per nulla al mondo....devo ritrovare me stessa.....devo ritrovare quel carattere forte e combattivo che un po' avevo dimenticato, sto imparando a controllare il panico, a gestire la paura che è dentro di me ogni istante, imparo a avere pazienza a credere che tutto in un modo o in un altro si sistemerà.....vedo un tunnel nero dal quale non riesco a uscire......vorrei svegliarmi e capire che tutto questo è un incubo, ma non è così......a breve ripartirò per Milano per seguire il protocollo che mi hanno detto i medici....con fiducia e speranza....e spero con meno morte nel cuore di quella che sto provando adesso, sono veramente straziata dal dolore e disperata ma devo comunque andare avanti.
Un abbraccio a chi come me vive con la bestia e la vuole sconfiggere qui dentro siamo tutti uguali e l'unione fa la forza ;)

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2196
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Ma quando finira

Messaggio da Franco953 » ven 27 nov 2015, 15:05

Cara Roxy
il tumore è la "bestia nera" che mette alla prova la nostra forza e il nostro desiderio di vivere
Ciò che dovrebbe darti forza per reagire è proprio la domanda che devi farti ."Hai voglia di vivere o vuoi morire ?"
E' cruda come domanda ma è la realtà
Se la risposta è che vuoi continuare a vivere allora sappi che le sole medicine non possono fare miracoli.
Sei tu che devi fare fronte alla malattia , devi combattere non solo fisicamente ma anche psicologicamente
Il tumore è qualcosa che non ha anima e non ha cuore e quindi devi essere tu, che invece un'anima e un cuore li hai, che devi lottare contro il tuo peggior nemico
Renditi conto che la negatività non serve a nessuno, non serve a te , non serve ai medici , non serve a tuo marito, e non serve a tua madre. Anzi scusami , serve a qualcuno. Serve al tumore perchè , in un fisico debilitato e che si è arreso, ha la possibilità di svilupparsi come meglio crede e prendere il sopravvento
Ritengo giusto che ti faccia aiutare da uno psicologo se non ci riesci da sola ma , ricorda , anche in questo caso, la forza per reagire deve nascere e crescere dentro di te.
I medici hanno pienamente ragione l’atteggiamento psicologico del malato può avere una importanza fondamentale sulla sua reazione alla cura. L’esperienza clinica insegna che un malato psicologicamente forte reagisce meglio ai trattamenti, perché è capace di aderire alla cura con coscienza, sistematicità e determinazione. L’atteggiamento individuale quindi, anche se non influisce sulla prognosi finale, certamente può influire sulla fasi del decorso della malattia. Un paziente aiutato da un atteggiamento ottimistico guarisce di più anche perché segue meglio le cure, s’impegna a osservare meglio le indicazioni del medico, s’impegna a voler guarire.
Abbandona quindi, lo scoramento e la depressione, "rimboccati le maniche" e vai all'attacco del "bastardo"
Noi del forum abbiamo un motto:
LOTTA DURA contro il nostro peggior nemico
SENZA PAURA di lottare,, di combattere, di soffrire e anche di morire ma con una GRANDE VOGLIA DI VIVERE.
Forza allora. Voglio leggere la prossima settimana un post che ci dica che hai reagito e che sei in prima fila per abbattere il tuo peggior nemico
Ti lascio con una frase che a me piace moltissimo perchè mette in evidenzia quale deve essere il tuo spirito guerriero

UN abbraccio

Franco

Capii che avevo un nemico dentro di me: un alieno, che ha invaso il mio corpo per distruggerlo. Ora abbiamo un rapporto di guerra: lui vuole ammazzarmi, io voglio ammazzare lui
(Oriana Fallaci)

P.S. Se hai bisogno, scrivi e ti risponderemo
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”