Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
camaluda
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: mar 22 nov 2011, 2:58

Messaggio da camaluda » mer 14 dic 2011, 13:01

.......e nulla ha più senso senza di LUI.........


sissy88
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 10 dic 2011, 20:09

Messaggio da sissy88 » gio 15 dic 2011, 2:42

Ragazzi pensiamo che loro non vorrebbero vederci stare male...facciamoci forza x i nostri cari, per le persone che abbiamo accanto e che amiamo!! Purtroppo si deve andare avanti così, è un dolore incredibile, ti si spezza il cuore... e la leggerezza con cui ti parlano i dottori, ti dicono chiaramente " Rassegnati, ha pochi giorni di vita".. momenti che non si augurano a nessuno... ho perso troppo presto il mio papà, ho solo 23 anni, lui non ci sarà neanche al mio matrimonio e dire che avevamo organizzato tutto 1 anno e mezzo fa!! Che schifo è la vita!!!


camaluda
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: mar 22 nov 2011, 2:58

Messaggio da camaluda » gio 15 dic 2011, 3:05

La vita fa schifo....NO.. non fa sempre schifo....prima la mia era bella, me la ricordo. Ah se era bella! Non so se tornerà ad esserla per me ma per una ragazza di 23 anni sicuramente si!


RAPUNZEL
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: gio 22 dic 2011, 2:26

Messaggio da RAPUNZEL » gio 22 dic 2011, 3:12

CIAO A TUTTI... SCRIVOPER RACCONTARE LA MIA ESPERIENZA.... QUASI UN ANNO FA ARRIVO' LA BATOSTA! QUELLO CHE SEMBRVA UN SEMPLICE INGROSSAMENTO DELLE ADENOIDI SI TRASFORMA CM PER MAGIA IN UN TUMORE MALIGNO...

NON E' POSSIBILE , NN RIUSCIVO A CAPIRE CM FOSSE POSSIBILE UNA COSA DEL GENERE... PROPRIO A NOI ... PROPRIO A LUI... EH SI PERCHE QUANDO NN CI SEI DENTRO EGOISTICAMENTE PENSI CHE TUTTO QUESTO NN POSSA MAI ACCADERE...

E INVECIE NO UN BEL GIORNO A 23 ANNI TI RITROVI A PENSARE AL TUMORE....

I PRIMI GIORNI SONO STATI TERRIBILI... NN SAPEVAMO NULLA SU QUESTO TIPO DI TUMORE, MAI SENTITO NOMINARE DA NESSUNO... " CARCINOMA RINOFARINGEO NON CHERATIZZANTE"... RARISSIMO TIPICO DEI PAESI ASIATICI COLPICSE 1 PERSONA SU CENTO!! EBBENE SI CHE SFIGA DOVEVA COLPIRE POPRIO LUI?? NO!!!

I MEDICI DA SUBITO CI HANNO TRANQUILLIZZATO: " E UNA MALATTIA CHE RISPONDE MOLTO BENE ALLE CURE! LE POSSIBILITA DI GUARIGUONE SONO BUONE"!

MESI D' INFERNO RADIOTERAPIA TUTTI I GIORNI, CHEMIOTERAPIA...

LUI CHE DIVENTAVA SEMPRE PIU DEBOLE... NN MANGIAVA PIU NULLA.... GLI EFFETTI DELLE TERAPIE ERANO DEVASTANTI.... MA LUI, IL MIO GRANDE AMORE COMBATTEVA CON TUTTE LE SUE FORZE COME UN VERO GUERRIERO E AL SUO FIANCO CERO IO , DISPOSTA A DONARGLI ANCHE LA VITA SE NECESSARIO!!

MESI TERRIBILI... MA UNA FORZA CI HA SEMPRE GUIDATO... IL NOSTRO AMORE AVEBBE SUPERATO QUALUNQUE OSTACOLO...DOPO MESI INFERNALI PIENI DI DOLORE PAURE ANSIE TENSIONE ARRIVO' IL PRIMO CONTROLLO, ERA FINE LUGLIO SAREMMO DOVUTI PARTIRE PER IL MARE POCHI GG DOPO.... IL PRIMISSIMO CONTROLLO ANDO' BENE... MA SI SA DAL PRIMO NN SI PUO' DIRE GRAN CHE'...DOPO 3 MESI IL SECONDO CONTROLLO: " AMORE MIO... NN CE' PIU' HO VISTO LE IMMAGINI, IL TUOMRE E' SCOMPARSO!"

3500 EMOZIONI PASSANO NELLA MIA TESTA E NEL MIO CUORE RIMANGO SCONVOLTA SCOPPIO A PIANGERE DI GIOIA... UNA GIOIA IMMENSA IL MIO AMORE, IL MIO FUTURO ERA SALVO... SI PERCHE SENZA DI LUI NN CI SAREBBE PIU STATO FUTURO PER ME!! OGGI SCIVO PER DIRE CHE ANCHE IL 3 CONTROLLO A DISTANZA DI 3 MESI E' ANDATO BENE, LA NOTIZIA L HO AVUTA PROPRIO OGGI: LA MASSA TUMORALE NN E' PIU' VISIBILE!!!!!!!!!!! NN CEE PIU'!! TUTTO PROCEDE PER IL MEGLIO !! SONO FELICE! MI SENTO UN PO EGOISTA AD ESPRIMERE LA MIA GIOIA PERCHE SO CHE TRA VOI C'E' CHI NN HA AVUTO LA STESSA ESPERIENZA...

MA CN LE MIE PAROLE VORREI DARE UN PO DI SPERANZA PERCHE' IN FONDO E' DI QUESTO CHE ABBIAMO BISOGNO...IO PENSO CHE QUESTA BESTIA NN POSSA SEMPRE VINCERE! SI PIO' COMBATTERE SI PUO'!! FORZA!! UN ABBRACCIO A TUTTI VOI VI AUGURO UN BUON NATALE E UN NOVO ANNO RICCO DI GIOIA E FELICITA'!! NN PUO' PIOVERE PER SEMPRE!! PRIMO O POI ESCE IL SOLE!! UN ABBRACCIO E IN BOCCA AL LUPO!!!


cipri
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: ven 30 dic 2011, 0:31

Messaggio da cipri » ven 30 dic 2011, 0:47

ciao a tutti...non so chi mi dia la forza di scrivere queste righe mentre il mio papà è nel suo letto a combattere contro la morte..forse sono qui x cercare risposte che allievino il mio dolore oppure per cercare conforto in chi ha attraversato prima di me questa sofferenza....ma non so nemmeno piu' chi sono e se mi guardo indietro vedo una persona che non ci sarà + perchè sto morendo con lui!!vorrei ragionare come una donna matura DEVE fare in queste fasi della vita..questo è cio che mi dicono, ma non posso farlo perchè non c'è nulla di razionale in una morte dovuta ad un mostro che cambia forma e che rimane in vita mentre il corpo si consuma....maledetto


Marshall
Membro
Messaggi: 4
Iscritto il: ven 30 dic 2011, 7:00

Messaggio da Marshall » ven 30 dic 2011, 7:11

Mia madre se ne è andata 2 mesi fa, cancro ai polmoni (non fumatrice). 10 mesi di malattia devastanti... solo 4 chemio, il suo fisico ha reagito malissimo... poi trombosi, poi allettata e infine situazione precipitata in poche settimane. A metà ottobre se ne è andata.

Penso a lei ogni secondo, soprattutto la sera non faccio che piangere. Pensavo che col passar del tempo il dolore fosse meno intenso e invece ogni giorno mi manca sempre di più. Riesco a sentire la sua voce e se chiudo gli occhi ho il suo volto nella mia mente. Non voglio che questo ricordo svanisca col passar del tempo. La sogno spesso, che è guarita, ma non parla.

Gli ultimi giorni mi hanno messo a dura prova. Mi diceva che voleva alzarsi dal letto, che non voleva morire, che voleva essere portata all'ospedale, voleva mangiare (anche se non poteva). Insomma, voleva vivere.

Quando se ne è andata io ero al lavoro. Avrei voluto da un lato essere con lei negli ultimi momenti, ma dall'altro non so se avrei resistito, già così sto impazzendo. Il suo ultimo ricordo è il sorriso che mi ha fatto quando sono uscito per andare al lavoro. E' stata cosciente sino all'ultimo.

Queste feste sono state un colpo al cuore senza di lei. Nulla è più lo stesso. Io non so come fare a superare questo dolore, non ci riesco.


camaluda
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: mar 22 nov 2011, 2:58

Messaggio da camaluda » ven 30 dic 2011, 15:50

il venerdì di sette settimane fa mio marito ci lasciava, anche Lui tumore al polmone. Eravamo li con Lui, io e i figli, gli ultimi respiri...l'ultimo e poi libero da quell'atroce sofferenza. Questo è l'ultimo ricordo che ho....ma è l'unico che non mi tormenta, è stato dopo mesi l'unico momento in cui ho provato un po di ....non so come definirlo...forse sollievo. Avevo la consapevolezza di cosa sarebbe stato dopo, perché il cancro ti prepara per tempo, ed è dura, molto dura continuare senza la persona che ami di più, ma non avrei voluto per Lui neanche una sola ora in più di quella vita. I ricordi di quei giorni fatti di paure, dolore, impotenza. Giorni in cui puoi solo subire gli eventi, giorni in cui hai il controllo di nulla, giorni in cui devi mentire alla persona che ami e nello stesso istante i tuoi occhi dicono tutta la verità. Avrei voluto salutarlo dicendogli di aspettarmi, ma neppure questo ti è permesso perché loro non sanno che sono alla fine. Mi sono trovata con Lui nella nostra stanza a parlare con la morte....la pregavo di non essere sadica di non aspettare oltre perché gli aveva già preso tutto COSA VUI ANCORA DA LUI? Mi ha ascoltata e per questo l'ho ringraziata, ecco cosa fa il cancro, ti fa ringraziare la morte. Ora sono sola, so cosa avevo:TUTTO. So cosa ho adesso....so che nel mio futuro non c'è più chi mi rendeva sicura...so che posso vivere senza di Lui perché già lo sto facendo, ma è una vita a metà una vita che non mi piace è una vita fatta di attesa, dell'attesa di rivederlo.

Il 2011 è stato brutto ma Lui c'era, il 2012 ne sarà senza ...Auguro a tutti un anno migliore!


francybs82
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 26 gen 2012, 17:57

Messaggio da francybs82 » gio 26 gen 2012, 18:04

Ciao,

sono nuova, mi sono iscritta stamattina.

Non so perchè, ma sento il bisogno di sfogarmi...l'altro giorno hanno emesso la diagnosi al papà del mio moroso...il cancro alla vescica gli lascia nemmeno due mesi.

Non so cosa fare, non so cosa dire, mi sento inutile, vuota. Il mio fidanzato ha detto "non sono nemmeno riuscito a dargli un nipote"...io mi sento in colpa, mi sembra di essere stata tagliata fuori, lui non mi abbraccia nè cerca conforto da me.

Non mi guarda negli occhi, io sono due giorni che non so davvero cosa fare, mi sento impotente ed inutile.

Non so come affrontare i prossimi giorni, le prossime settimane...


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » lun 27 feb 2012, 18:00

La mia mamma...

Non avrei mai pensato di ritrovarmi a scrivere di lei su questo forum.

Ero felice, avevo una bimba di un anno e quattro mesi e aspettavo il secondo quando il 12 luglio mi telefona per dirmi che le avevano appena diagnosticato un tumore alle ovaie attraverso un'ecografia. "Tranquilla mamma, corri da me e vediamo tutto"

Così cominciò l'incubo della mia famiglia. Arrivò con la sua piccola seicento rossa, lei e una piccola borsa dove aveva arraffato alla rinfusa le sue cose. La portai in ospedale da me; dal mio primario perché sono infermiera ma mi bastò vedere l'ecografia e la sua espressione preoccupata per capire subito che avevamo poche speranze.

Ho fatto l'impossibile. Non era nemmeno un tumore all'ovaio. Lo scoprimmo dopo il primo intervento ad agosto con l'esame istologico. Quella massa era secondaria forse dal Pancreas o vie biliari . A ottobre si occluse. Nessuno l'avrebbe operata. Pregai tra le lacrime il mio primario e tutti i medici di darle la possibilità di conoscere almeno mio figlio. La opeararono con tutti i rischi regalandole la possibilità di viere ancora un pochino. Ha conosciuto Andrea e non solo. Si è riconciliata con mio padre dopo la brutta separazione di due anni fa. Diceva sempre che non voleva vederlo e invece, quand se lo è ritrovato davati era felice. Aveva di fronte a sé l'uomo che ha sempre amato, quello che avrebbe voluto vicino fin dall'inizio.

Ora c'è anche lui a piangere con noi (me e mio fratello). Non le abbiamo mai tolto le speranze di salvarsi. Ora è ricoverata in ospedale, sta per morire. Non so se lo ha capito ma parla molto poco. Io e mio fratello le portiamo continuamente i nipoti. Non li vedrà crescere ma vederle un sorriso di fronte a mia figlia che la chiama nonna e cerca le sue braccia mi rende felice. Il giorno in cui ha rivisto papà era più serena. La sera al telefono mi disse: "E' bellissimo!" non riuscii nemmeno a capire a chi si riferisse. Glielo dovetti chiedere. "Ad Andrea, tuo figlio" Era tanto che non le sentivo un'espressione così spontanea e serena. Ancora mi risuonano in mente. So che devo farne tesoro. Presto non la avrò più con me.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 9 ospiti