Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » lun 26 mar 2012, 19:01

Un anno fa esatto i funerali di mia mamma... e non mi sono ancora ripresa..sembra ieri,ricordo ogni minimo particolare...mi chiedo se il tempo serve davvero.

Un abbraccio a tutti voi che siete presenti sul forum e che mi date conforto con i vostri "racconti ".


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » lun 26 mar 2012, 19:14

Oggi siamo crollati tutti e 3: io, mia mamma e mio papà (e se ci fosse stata mia sorella sarebbe crollata anche lei). La vedevo lì che faceva fatica mangiare x gli effetti malefici di questa chemio, giù di morale, che comincia a pensare che anche lei, che è sempre stata una roccia, può cedere e cadere, alla fine non ce l'ho fatta e mi sono messa a piangere .... e dietro di me mia mamma e mio papà ....

Forse ho fatto male, forse no, non lo so, forse a volte è anche un bene sfogarsi insieme lasciando uscire tutta l'emotivià repressa. A volte non serve parlare, tanto le cose si sanno e anche se lei non sa tutta la verità, secondo me in fondo al suo cuore lo sa che questa battaglia forse non la vince lei.

Un abbraccio a tutti. Ciao Saretta, ti sono vicina anche se non ci siamo mai "scritte".


paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 » lun 26 mar 2012, 19:48

Valentina, noi siamo esseri umani ! non soprannaturali; d'accordo, ci stiamo attenti a non farci vedere nei momenti di crisi e i malati anche, si disperano per conto loro in una rincorsa a nascondersi le emozioni. Ma le emozioni spingono per uscire: chissa' perche', dopo, ci si sente un po' meglio anche se non e' cambiato niente. Vedrai che prima o poi ci sara' tempo anche per una risata tutti insieme. La vita ha risvolti strani, improvvisi. Ognuno in fondo al suo cuore sa. Qualcuno ne parla. Gli atri, la maggior parte, fanno finta di niente. Non ci vedo nulla di male. Dobbiamo si amare e rispettare gli altri, ma anche amare noi stessi e perdonarci un po' di piu'. Ciao carissima.


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » lun 26 mar 2012, 19:59

Valentina lo sa in fondo al suo cuore.. anche mia mamma lo sapeva...a modo suo ma me lo aveva detto con la solita frase " qualsiasi cosa succeda tu devi finire tutto quello che hai iniziato.." E poi hai la fortuna di avere vicino chi condivide con te e crolla, io non ho nessuno. Mio padre fa finta di nulla, zero emozioni. Ognuno ha il suo carattere ma lasciarsi andare serve a non impazzire del tutto. Un abbraccio...


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » lun 26 mar 2012, 20:33

Si, avete ragione tutte e due. Siamo essere umani e spesso io mi accorgo di pretendere troppo da me stessa e anche da coloro che mi stanno intorno. Vorrei essere sempre positiva e dare speranza, ma a volte si crolla. Purtroppo non sempre si ha la forza necessaria.

avere vicino delle persone che condividono con te le emozioni dà forza, è vero e mi sono resa conto davvero che ci sono tante persone che mi sono vicine e mi stanno supportando. Mio papà non è uno che si sfoga o altro, però basta davvero uno sguardo e spesso il suo è uno sguardo dagli occhi lucidi. Mia sorella è una presenza insostituibile, sia fisicamente che emotivamente.

Ci stiamo dando una grossa mano e devo dire che tutti noi 3 (sopratutto mio padre che è quello a + stretto contatto con mia mamma) sta tirando fuori delle risorse che davvero non mi aspettavo che avesse. Non è consolatorio, ma almeno sono cose delle quali si può andare orgogliosi. Nella buona e nella cattiva sorte, tutti insieme.


frafri79
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mar 3 apr 2012, 0:11

Messaggio da frafri79 » mar 3 apr 2012, 1:13

Rivoglio la vita di prima!!!

Circa due mesi fa hanno riscontrato a mio papà, un glioma di terzo grado al cervello. E' stato operato e l'operazione è andata molto bene, perché dopo un intervento da sveglio in cui è stata richiesta la sua piena collaborazione, sono riusciti a togliere quasi completamente il tumore. Ora sta facendo la radio terapia e gli hanno già detto che dovrà fare la chemio.

Per descrivere mio papà dico a tutti che è una roccia...è andato a Capo Nord in bici partendo da Genova ...E' un lottatore, ma a cosa servirà...non mi sembra che esistano molti casi di guarigione. Siamo stati fortunati perché era operabile, l'operazione è andata bene e sta reagendo bene alla radio.

Io però sto già pensando al dopo, a quando dovrà fare gli esami di controllo. Io non sono convinta che lui abbia realmente capito quello che ha, e leggendo su internet le previsioni non sono buone. Tutti mi dicono che ognuno è un caso a parte e che non si può mai sapere e di smettere di leggere su internet anche perché non tutte le notizie che vi si leggono sono corrette. Voglio una speranza...

L'unica cosa che mi fa stare leggermente meglio è sapere che non sono sola, che altre persone purtroppo vivono la mia stessa situazione e solo loro possono capire cosa sto provando.


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 3 apr 2012, 12:57

Eh già... purtroppo è proprio il dolore, la paura di perdere chi amiamo che ci fa sentire meno soli su questo forum. Nei momenti peggiori e anche adesso che la mia mamma non c'é più, continuo a sentire il bisogno di scrivere quì perché solo chi ha attraversato un percorso così difficile può capire lo strazio che ancora mi porto dentro.

Ma siamo forti... dobbiamo esserlo per chi abbiamo vicino!

Un abbraccio.
PS: Giovanna come stai?


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 3 apr 2012, 12:57

Continuo a starvi vicino!

Per quel che si può, mi fa stare meglio condividere il dolore.


sbrigola
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 11 apr 2012, 6:09

Messaggio da sbrigola » mer 11 apr 2012, 6:23

Ciao a tutti e a tutte, cercando sul web notizie confortanti passo un'altra notte insonne dopo aver saputò la notizia ..mio papà un piccolo versamento addominale di liquido, esaminato in un secondo momento hanno trovato delle cellule tumorali associate a probabile adenocarcinoma, ha fatto tac, risonanze, tc con liquido di contrasto e pet, la cosa ancora più assurda che non hanno trovato il tumore che da origine all'ascite nel peritoneo, eppure da qualche parte c'è..purtroppo.

Stiamo aspettando l'esito di un enterotc eseguita venerdì scorso, è massacrante l'attesa, sappiamo che c'è li da qualche parte nel suo corpo e non sappiamo se potranno fare qualche cosa, se lo troveranno, è tremendo il dolore che si prova, guardo negli occhi mio padre e mi sento morire dentro, vorrei poter fare di + per lui, ma come penso in tanti mi sento impotente, rimane solo la speranza, spero che domani trovino la cura per tutti i tumori, spero che gli esami siano sbagliati, spero qualsiasi cosa, ma la realtà è più cruda, speranza senza ottimismo..guardo la realtà ed ho paura ad essere ottimista..Spero ragazze/i spero.. Un saluto a tutti


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » ven 13 apr 2012, 20:12

Ciao Sbrigola, conosco bene ciò che stai provando in questo momento. Quello che vorrei dirti è di non smettere mai di sperare. Se smettete voi che gli state intorno lui si arrenderà prima del tempo e non c'è cosa peggiore che affrontare una situazione così delicata senza la forza di una piccola speranza e quindi ottimismo!

"Essere forti!" Questo è ciò che c'insegna questa terribile malattia.

Ti sono vicina!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”