Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » ven 3 gen 2014, 6:29

Giada, ciao sono Linetta.

Mi spiace per la tua mamma e non ho un parere tecnico da darti ma solo il suggerimento di rivolgerti all'oncologo e fare tutte le domande che ti vengono in mente... Capisco il tuo stato d'animo, cerca risposte in chi te le può dare con competenza e, spero, umanità.

Un caro saluto solidale a presto!

Linetta


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » ven 3 gen 2014, 6:59

Ciao cara Giada,

Ci sono tanti fattori di cui tener conto...

È possibile che un cellula sia partita ed è andata in giro!
Avete già parlato con oncologo?

Magari gli farà fare un po' di radio.

Cmq tu facci sapere e se vuoi prova a contattare AIMaC

info@aimac.it

ti daranno tutte le info!
Cassandra come va?
E Regina?
Forzaaaaa sempre e non perdete mai la speranza

Un grandissimo stritolo

Ambra
Linetta cara sei sempre nel mio cuore!


Giorgia17
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: sab 11 gen 2014, 0:14

Messaggio da Giorgia17 » sab 11 gen 2014, 0:30

Ciao a tutti. Ho scoperto questo forum già da un po' ma solo oggi ho il coraggio di scrivere non sapendo bene nemmeno la ragione di ciò. Ho letto alcune delle vostre storie e tra le lacrime ho riconosciuto in ognuna di queste un po' della mia.

Il mio bellissimo papà è salito in cielo da 67 giorni, sembra assurdo ma continuo a contare i giorni come se ancora lo aspettassi, come se non riuscissi a credere che non mi parla più da così tanto tempo. A fine estate gli è stato diagnosticato un carcinoma sarcomatoide ai polmoni con metastasi plurime cerebrali ed è andato via in soli 45 giorni senza poter nemmeno lottare. Lui che era un combattivo, un uomo fortissimo e molto coraggioso, avevo solo 63 anni.

Non passa giorno senza che io non mi disperi, non esco più di casa, non parlo e non riesco più a pensare ad un futuro senza di lui. avevamo un rapporto stupendo, io 23 anni studentessa ero la luce dei suoi occhi, parlavamo di tutto e si prendeva cura di me. Io invece non sono riuscita a salvarlo, ad accorgermene prima. come è possibile? mi sento malissimo, in colpa, come se lo avessi ucciso io, il mio egoismo. Come ho fatto a non accorgermi che la persona più importante della mia vita stava morendo?

L'ho sentito tossire, l'ho visto salire le scale e avere il fiatone e tanti altri sintomi; credevo non fosse nulla, prima polmonite, poi broncopolmonite e poi la fine. Perché??? non ce la faccio. Mia madre e mio fratello sembrano aver accettato la cosa, dicono che doveva andare così. Io sono furiosa e non credo sia vero, credo che il nostro egoismo lo abbia ucciso, viveva con noi e non lo abbiamo aiutato.

Ha sofferto tantissimo e vederlo così vulnerabile mi ha distrutto, il mio bellissimo papà stava morendo e io continuavo a dirgli che non poteva lasciarmi e che lo amavo immensamente. Sto morendo anche io lentamente e nessuno sembra capire.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » sab 11 gen 2014, 1:22

Giorgia

Benvenuta!

Non darti la colpa della mancanza di papà,

Ci sono persone forti e tuo papà da come dici era ed è forte!!

Che nascondono il dolore... tengono tutto dentro...

Certo potevi anche pensare al fiatone o alla tosse...

Ma nessuno di noi pensa ad un tumore... nessuno penserebbe o cavolo il mio papy ha un tumore al polmone, soprattutto perché se non lo conosci neppure ci pensi...
Poi ognuno di noi reagisce in modo diverso alla perdita...

Giorgia tua mamma è tuo fratello hanno accettato ma non vuol dire che non soffrono per il papy!

Io dentro sto da schifo e mia mamma è un anno che mi ha lasciato, ma per chi mi sta accanto devo mettere una bella maschera, nessuno capisce il ns dolore...

Io ho fatto piangina per 4/5 mesi prima di accettare.... il ns dolore sembra non finire mai... ma a arriverà il giorno in cui ti guarderai e ti dirai.... papy non mi vorrebbe vedere così... e piano piano reagirai anche tu!!!
Forzaaaaa stellina... noi saremo sempre qui quando avrai bisogno!!
Ricorda sempre che papy non ti lascerà mai... e parte di te... nel tuo cuore, nella tua testa, e nel tuo DNA
Ti stritolo fortissimo

Tua Ambra


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1152
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » sab 11 gen 2014, 18:08

Giorgia, guardati allo specchio. Il tuo papà è proprio li davanti a te.

Eri la sua gioia, la sua fierezza.

Continua in questa strada, rendilo orgoglioso di te.

Fai scendere le lacrime, poi asciugale. E vai oltre.

Vai incontro alla Vita, troverai li il tuo amato papà-


Giorgia17
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: sab 11 gen 2014, 0:14

Messaggio da Giorgia17 » dom 12 gen 2014, 0:53

Grazie davvero. Credo solo di aver bisogno di tempo, non per dimenticare ma per riuscire a ricordare serenamente. Spero di avere la forza necessaria. Un abbraccio grande a voi.


Enza76
Membro
Messaggi: 22
Iscritto il: gio 26 dic 2013, 5:11

Messaggio da Enza76 » dom 12 gen 2014, 4:03

Ciao a tutti, ho letto le storie che avete raccontato e mi è venuta voglia di scrivere. La mia storia molti di voi già la conosceranno... La mia vita sta continuando, va avanti, in maniera passiva ma va avanti.. Lunedi andrò su a Verona a sentire il responso dei medici sul da farsi per la mia mamma. Ho chiesto un parere medico anche nella mia zona e non mi sono state date buone notizie riguardo all'ultima tac di mia mamma, anzi.. notizie che sono state un pugno nello stomaco. Sto affrontando tutto da sola o meglio con il mio fidanzato: mio padre è caduto in una forma di depressione e non vuole più saperne di "aiutarmi" mentre mio fratello, 17 anni, ancora è all'oscuro di tutto quello che sta capitando alla mamma(un bambino molto immaturo). Io mi ritrovo a dover fare i conti costantemente da sola coi pugni nello stomaco tutte le volte, a tutte le visite.. e ora che la situazione pare peggiorata.. è come se mi fosse caduto un masso addosso!


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » dom 12 gen 2014, 6:39

Ciao Enza

Dirti che mi spiace saperti in questa situazione è veramente poco!

Il fatto di prenderti tutti sti pugni e non poterne parlare con nessuno

Beh non lo sopporterei neanche io!

Perchè non provi a richiedere un supporto psicologico per tutta la famiglia?

Soprattutto per papy in modo da farti dare una mano anche da lui?

Sai io ora non voglio fare la chissà chi ma tuo papà dovrebbe mantenere i voti dati alla mamy ma se non riesce a chi tocca?

Tu sei forte Enza... e sei una figlia super!

Nessuno potrà dire il contrario

Quindi Forzaaaaa Enza cara!

Noi saremo sempre qui quando avrai bisogno!!!

Ti stritolo forte

Ambra


Paola.usa1
Membro
Messaggi: 163
Iscritto il: mer 8 gen 2014, 18:15

Messaggio da Paola.usa1 » dom 12 gen 2014, 19:41

Enza io e' da poco che convivo con la battaglia per questa malattia ed e' anche da pochissimo che ato su questo forum, io ho un po' il tuo problema nel senso che mia figlia Sandy ha solo 16 anni e noni sento di dirle esattamente tutto sulla sua malattia quindi io e mio marito dobbiamo vercare di essere tranquilli con lei ma di pugni nello stomaco ne abbiamo presi l ultimo in qualche modo ieri pero' davvero le meravigliose persone di questo forum mi aiutano ( mi hanno aiutato piu loro a distanza di migliaia di km che molte persone qui intorno) e ci sono sempre, ma sempre davvero, quindi magari e' poco ma un po' di sfigo qui lo puoi trovare, per il resto anch io non vorrei darti consigli non sapendo bene la tua situazione ma ti posso dire questo: mia figlia dsi sta dimostrando molto molto piu adulta ora che affronta la leucemia di prima e ho scoperto in lei una forza che davvero non sapevo....quindi forse e dico forse perche l unica che puo' saperlo sei tu tuo fratello dovrebbe sapere di piu' sulla situazione magari si dimostrerebbe piu adulto di quello che a te sembra....cmq qui troverai sempre un appoggio


Enza76
Membro
Messaggi: 22
Iscritto il: gio 26 dic 2013, 5:11

Messaggio da Enza76 » dom 12 gen 2014, 21:58

Angiame hai ragione infatti, su consiglio dell'oncologo delle mie parti, sto cercando di prendere un appuntamento per mio papà da uno psico-oncologo, più che altro per dare una mano a lui, altrimenti poi mi tocca stare dietro a 2 persone che non stanno bene e poi io?? che faccio? mi butto sotto a un treno.

Paola Bazini sono molto addolorata leggendo la tua storia, capisco che non è facile neanche per voi, la vostra situazione, il dolore di un genitore penso sia inspiegabile quando una figlia sta male.. Purtroppo da mio fratello anche se 17 anni non posso pretendere tanto... lui non ha capito proprio la situazione in cui ci troviamo, nonostante gliel'avessimo spiegato diverse volte. Proprio ieri ho cercato di fargli capire che mamma ha una malattia difficile da gestire, che bisogna stargli vicino soprattutto quando fa le cure.. cosa fa? va da mia mamma a dirle che io lo costringo a rimanere a casa, che lui non deve uscire x stare a casa con noi.. e mia mamma (guai chi tocca il suo cocco!!!) lo difende dicendo che lui ha bisogno di svagarsi, non è necessario che sappia tutto della malattia perchè tanto non capirebbe! Capisci che mi è tutto più difficile gestire la situazione in questa maniera. Io ho 21 anni, ho lasciato la mia vita e di questo non ho alcun rimorso ci mancherebbe ma penso umilmente parlando, di non avere l'esperienza necessaria sulle spalle x gestire tutto ciò per lo più da sola.. Ci sto provando con tutte le mie forze ma.. anche io ho un cuore e non potermi permettere neanche di versare una lacrima al di fuori del bagno perchè devo costantemente rimanere vicino alla mamma a casa.. non ce la faccio più.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”