Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
mariasole
Membro
Messaggi: 82
Iscritto il: sab 23 apr 2011, 20:58

Messaggio da mariasole » mer 27 giu 2012, 2:11

Baby72...hai ragione un pò forte lo sono, è questa è un'altra delle ragioni che ho trovato per giustificare la mia presenza in questa situazione così difficile!

Un abbraccio a te e a tutte/i.


Lumachina 78
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: lun 25 giu 2012, 15:35

Messaggio da Lumachina 78 » mar 3 lug 2012, 0:14

ciao baby, grazie per le tue parole. tua madre in che ospedale si è curata? magari la porto anche li..la porterei ovunque ci sia qualcuno che l'aiutasse.. saluti a tutte


Baby
Membro
Messaggi: 334
Iscritto il: mar 8 mag 2012, 21:28

Messaggio da Baby » gio 5 lug 2012, 13:58

ciao baby72, come stai?...io alti e bassi e mia mamma il 9 ha la tac anche se non sarà definitiva perchè sono passati poco più di 40 gg ed il 18 ha la visita dall'oncologo...i suoi dolori vanno e vengono ed i medici continuano a ripetere che sono dovuti dalla radioterapia.

Ti abbraccio forte.

ciao

@Mariasole...è vero sei molto forte ed io spesso vorrei essere come te ed invece mi faccio tante paranoie, tante domande ed ho tante paure che spesso temo di impazzire!

Un abbraccio

Vi saluto tutte/i

Barbara


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » ven 6 lug 2012, 5:43

Mariasole,

alla pagina 166 di televideo c'è uno scritto sui tumori della testa e del collo.. Ho pensato di scrivertelo, so che non cambia le cose ma le persone devono essere sensibilizzate di più anche su queste malattie.. Da questo punto di vista mi e' sembrata un'ottima cosa.

Ciao a tutte, a volte "a tradimento" la nostalgia per Dani mi prende, magari proprio al termine di una giornata che ho reso densa di cose da fare.. Ad un certo punto arriva il pensiero che davvero e' accaduta una cosa che non permette pause o sconti... Scusate se lo scrivo, so che per molte e' così o forse peggio.. Ma non riesco proprio a liberarmi da questo tarlo quando sono stanca e cioè che si poteva fare prima e.. Lo so piangere non serve se non a non farsi soffocare.. Dani Dani, vorrei tantissimo che ci fosse un'altra possibilità e parlo per la tua vita, indipendentemente dal

Mio egoismo che di sicuro ti vorrebbe qui comunque..a volte penso, orrendamente, anche da malato.. Vorrei ci fosse una possibilità tutta tua, centrata solo su di te, della quale beneficiare, tenendo duro e sperando.. Ora e' tardi e forse se tu potessi parlarmi mi diresti che lo si deve accettare e basta. Questa malattia si attacca alla pelle di tutti noi, dopo niente e' più uguale per nessuno..

Scusate miei cari e mie care lo sconforto di questa sera..

Grazie di tutto come sempre, vi abbraccio tutti e tutte.

Linetta


luglio 64
Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: gio 21 giu 2012, 1:54

Messaggio da luglio 64 » ven 6 lug 2012, 13:12

Ciao Linetta nella tua disperazione c'è tutta la mia disperazione. Le tue parole rispecchiano chiaramente i miei sentimenti. E' quando la realtà improvvisamente ti si apre davanti in tutta la sua crudezza e ci si rende conto che è tutto accaduto che non tornerà niente come prima che la vita sarà una disperazione da qui in avanti. Anche io egoisticamente ho sempre pensato che avrei accettato anche mio marito invalido come l'ho aiutato gli ultimi tempi lo avrei fatto per l'eternità nonostante la fatica perchè le ultime settimane aveva veramente necessità di tutto. Mi ricordo quante volte mi caricavo la bombola dell'ossigeno su e giù per le scale di casa, mi sfiancavo ma oggi me ne caricherei 10 pur di averlo qui con me ancora. Ecco di nuovo le lacrime, l'impotenza e la rabbia......


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » ven 6 lug 2012, 14:00

Grazie cara Luglio 64 ,

e' terribile ma c'è anche questo aspetto di noi che viene fuori. Ieri pensavo a cosa gli avrei detto se fosse rimasto senza capelli ( non ha avuto il tempo manco x quello) e quante parole avrei trovato x consolarlo. Senza pensare che lui una cosa così l'avrebbe accettata poco o niente... Penso solo a me. Vorrei fare avanti e indietro mille volte dall'ospedale malgradol'afa, non mi peserebbe ne sono sicura. Ma tant'è... Un abbraccio cara un abbraccio forte


me
Membro
Messaggi: 43
Iscritto il: gio 24 mag 2012, 20:04

Messaggio da me » ven 6 lug 2012, 14:30

ciao a tutti,
oggi in preda ad una delle solite crisi sono andata a rileggere le e-mail di "prima" della malattia di mia mamma. Quanto ero spensierata !!! scrivevo a mio marito cosa avrei preparato per cena o come organizzare il wend. poi il tono delle e-mail comincia a cambiare verso aprile ho cominciato a sentire che qualcosa fino ad arrivare a giugno 2011. Da una parte è stato dolorosissimo perchè ho riprovato le senzazioni di un anno fa: il sospetto, la paura, la disperazione ma anche la speranza. a distanza di un anno resta la disperazione e un filo di speranza. Ma soprattutto resta la consapevollezza che nulla sarà più come prima.
non finirò mai di ringraziarvi per essere qui. Voi potete capire davvero cosa si prova mentre siamo circondate da persone che non si rendono conto, e cercano di consolarti con frasi fatte che a volte non fanno altro che farti innervosire.
beh lo sfogo quodidiano è stato fin troppo lungo oggi.
un bacio


rosanna
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 21 gen 2012, 16:41

Messaggio da rosanna » ven 6 lug 2012, 23:00

Care Linetta e Luglio 64, seguo sempre questo forum e mi ritrovo molto in quello che dite e il vostro stato d'animo rispecchia il mio.

Mio marito è mancato il 31 gennaio di quest'anno, se n'è andato in 3 mesi per tumore ai polmoni e ancora lo sento e lo vedo qui con me, ogni giorno, ogni momento mi manca e non riesco a trovare pace se non per pochi brevi istanti.

Anch'io vorrei averlo qui ancora, pur malato, e trasportare la bombola d'ossigeno da una stanza all'altra e aiutarlo a vestirsi, come ho fatto nelle sue ultime settimane di vita. Vorrei vederlo, parlargli, sentire la sua voce. Ma forse è egoismo il nostro, forse loro non avrebbero voluto sopravvivere in quel modo, sapendo di dover pesare su di noi in tutto e per tutto, non so.

E' un dispiacere troppo grande ma purtroppo dobbiamo tirare avanti, facciamoci coraggio a vicenda.

Vi abbraccio, come abbraccio e saluto Camaluda con la quale mi sfogo ogni tanto, privatamente.
Rosanna


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » sab 7 lug 2012, 0:01

Ciao Rosanna, un abbraccio grande a te grazie del tuo scritto. Chiamiamolo egoismo, non so, questo compromesso che vorremmo avere in cambio di un'assenza così... Forse e' anche questo, non so. Magari e' una reazione molto umana anche se pure questa non ci fa sentire bene, almeno io mi sento in difetto verso Dani che di sicuro non vorrebbe provare altra sofferenza... Mah, si potrebbe continuare a scrivere per ore alla fine hai ragione bisogna tirare avanti con riconoscenza verso queste persone bellissime che sono state qui accanto a noi.. Ti abbraccio, ciao a tutte


emme
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 5 lug 2012, 14:20

Messaggio da emme » sab 7 lug 2012, 12:59

Ciao a tutti,sono nuova di questo forum, e cerco uno spazio per sfogarmi un po'(spero che questo sia quello giusto,se invece sono fuori tema scusate in anticipo)...da un anno e mezzo la mia migliore amica sta lottando contro un sarcoma sinoviale partito dalla coscia e metastatizzato ai polmoni che l'ha portata già a non so quanti interventi (credo 6 in poco piu' di 9 mesi) e svariati cicli di terapia a partire dalla brachi e la radio, a cui si sono aggiunti numerosi cicli di chemio.Nonostante questo però lei continua ad affrontare tutto con una forza incredibile, e io ho sempre cercato di esserle accanto e appoggiare ogni sua scelta. E' una persona magnifica.

Cio' che però adesso mi sconvolge è la scoperta, 10 giorni fa tramite un banale rx torace di controllo, del fatto che il mio ragazzo ha una massa mediastinica di dimensioni considerevoli, conferamata anche dalla tac;i medici, in attesa di poter fare una biopsia direttamente da questa massa,hanno ipotizzato o un tumore del timo o un linfoma, considerati anche una serie di sintomi che lui manifestava negli ultimi mesi, e alcuni valori specifici del sangue che sono risultati alterati proprio in questi giorni.Io sono veramente disperata, anche perchè questa cosa ci ha travolto proprio nel momento in cui stavamo andando a vivere insieme, e chiaramente ora qualsiasi altra cosa è passata in secondo piano. Io ho paura che lui soffra fisicamente e psicologicamente, ma soprattutto di non essere abbastanza per supportarlo,nonostante l'esperienza con la mia amica.Ho veramente paura.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti