Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Solotu
Membro
Messaggi: 383
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 21:44

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Solotu » ven 22 lug 2016, 10:53

Un abbraccio anche da me
La sofferenza imbarazza coloro che hanno la fortuna di non conoscerla e condiziona la vita di chi deve affrontarla

vale2016
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: dom 29 mag 2016, 8:56

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da vale2016 » ven 22 lug 2016, 11:10

Solotu ha scritto:Ciao Vale secondo me è una forma di difesa e di incredulità più che lecita. Quando ti cade addosso una valanga di questo genere tu che sei malato stenti a credeRe che stia capitando proprio a te questo dramma. L'ho visto con mio marito. Lui non mi ha mai detto che sarebbe morto pur sapendo di essere piuttosto grave. Lui non mi ha mai lasciato disposizioni. Secondo me è la grande paura che tutti abbiamo di morire perché al giorno d'oggi è molto difficile che una persona anche anziana creda ad altre diagnosi che i familiari gli raccontano. E mi dispiace ma credo che quando uno è malato e gravemente pensa si ai suoi cari ma soprattutto ed è giusto così, a se stesso perché ha paura e questa malattia secondo me ti mette il terrore addosso. Per ciò secondo me dovresti solo assecondare perché noi che amiamo tanto i nostri malati purtroppo possiamo capirli fino ad un certo punto. Dobbiamo amarli assecondarli ed incoraggiarli anche se è molto dura. Un abbraccio

Ho letto ora il messaggio. Si, credo anche io che si tratti di difesa. Da una parte è positivo il fatto di non accettare la situazione perché forse questo spinge a fare di più.
Oggi è una giornata no ad esempio. Ieri stava molto bene e oggi non riesce ad alzarsi dal letto per l'effetto della chemio. Però a parte questi giorni in cui sente molto gli effetti, poi tutto sommato sta bene. Ha solo un leggero affanno.
Spetta anche a lei il destino atroce della sorella che nel giro di pochi mesi ha dovuto farsi carico della bombola per l'ossigeno e poi soffrendo giorno per giorno si è spenta?

A me fa troppo male anche solo pensare una cosa del genere.

vale2016
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: dom 29 mag 2016, 8:56

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da vale2016 » ven 22 lug 2016, 11:15

Coccole ti mando un forte abbraccio.

Anche mia madre sta facendo le chemio. Solo quelle può fare, anche lei nessuna mutazione. Anche allo ieo dissero che non poteva fare altri top di trattamenti perche lei ha avuto diverse ischemie e quindi poteva solo fare le chemio "giusto per provare"

...tre parole DURISSIME ed INACCETTABILI...

Intanto io, con la mia testardaggine, ho prenotato una visita alla clinica le scotte di Siena per vedere se la accettano in altri gruppi di terapie sperimentali.

Finché c'è vita c'è speranza!!!

Coccolecuccioli
Membro
Messaggi: 99
Iscritto il: gio 16 giu 2016, 9:40

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Coccolecuccioli » ven 22 lug 2016, 14:08

Io spero tanto che possano provare qualcosa allo IEO ... Lui alla testa non ha nulla.. Solo per avere una speranza .. Vederli soffrire psicologicamente e fisicamente per un "GIUSTO PER PROVARE" è inaccettabile... Noi che sappiamo lo vediamo in difficoltà, diciamo dai forza e poi , a volte, mi sento perfino in colpa per insistere in questa lotta che sembra aver già il suo vincitore... Fammi sapere poi ..
Ti abbraccio

emma
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 15 lug 2016, 14:48

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da emma » dom 24 lug 2016, 23:22

Sono in ansia per la mia mamma: da quando le è stato diagnosticato il cancro (circa un mese fa) ho iniziato ad avere sintomi ansiosi e problemi di insonnia. Chi ci è passato? Come ne siete usciti? Un caro saluto, Emma

Faby76
Membro
Messaggi: 267
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Faby76 » dom 24 lug 2016, 23:59

Ciao Emma, noi familiari dobbiamo essere forti e dare il massimo per i nostri malati quindi ti devi dare verso. Se la camomilla o la tisana rilassante non bastano, vai dal medico. Lui ti prescriverà quello di cui hai bisogno. Tranquilla chi più chi meno ci siamo passati tutti. È un periodo che passerà. Ti abbraccio forte forte
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Coccolecuccioli
Membro
Messaggi: 99
Iscritto il: gio 16 giu 2016, 9:40

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Coccolecuccioli » lun 25 lug 2016, 6:33

Ciao Emma, eccomi qui! Io quando ho saputo che papà era ammalato ho avuto un attacco di panico così forte da non riuscire nemmeno a scendere dall'auto.. Sono andata subito in terapia, perché non volevo che il mio papà potesse percepire la mia totale devastazione e il mio dolore.. Mi son detta: " Non merita anche questo".. Con l'aiuto della melatonina dormo un pochino di più , mentre non posso dirti che quel senso di angoscia sia sparito, ma riesco a gestirlo almeno in sua presenza..
Io oggi andrò allo IEO , ci andrò col cuore pieno di speranza e spero tanto , almeno questa volta di tornare con il cuore un po' più leggero.. Da quando papà l'ha scoperto è stato un continuo sbattere la testa contro il muro ...un tunnel senza uscita ... Vi abbraccio
Lisa

emma
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: ven 15 lug 2016, 14:48

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da emma » lun 25 lug 2016, 8:37

Ciao Lisa, grazie per la risposta. Io sono stata venerdì allo IEO, ci ritorneremo in settimana... Un abbraccio forte!

vale2016
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: dom 29 mag 2016, 8:56

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da vale2016 » lun 25 lug 2016, 8:44

Un abbraccio ad Emma.

Io ho sempre dormito nel lettone accanto a mamma (i miei sono divorziati) quindi la notte riesco a riposare perche lei è accanto a me e mi sento serena.

Ho accettato il consiglio di molti qui sul forum ed è la cosa che più di tutte mi sta aiutando "VIVI GIORNO PER GIORNO".

Sembra una banalità ma credimi Emma, non lo è.

Mia madre alterna giorni di benessere ed energia (e quel giorno ne approfittiamo per fare tutto ciò che vogliamo) a giorni di totale stanchezza mancanza di energia depressione e angoscia (e in questo caso speriamo che passi il prima possibile).

Un abbraccio forte.

vale2016
Membro
Messaggi: 84
Iscritto il: dom 29 mag 2016, 8:56

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da vale2016 » lun 25 lug 2016, 8:44

Coccolecuccioli ha scritto:Ciao Emma, eccomi qui! Io quando ho saputo che papà era ammalato ho avuto un attacco di panico così forte da non riuscire nemmeno a scendere dall'auto.. Sono andata subito in terapia, perché non volevo che il mio papà potesse percepire la mia totale devastazione e il mio dolore.. Mi son detta: " Non merita anche questo".. Con l'aiuto della melatonina dormo un pochino di più , mentre non posso dirti che quel senso di angoscia sia sparito, ma riesco a gestirlo almeno in sua presenza..
Io oggi andrò allo IEO , ci andrò col cuore pieno di speranza e spero tanto , almeno questa volta di tornare con il cuore un po' più leggero.. Da quando papà l'ha scoperto è stato un continuo sbattere la testa contro il muro ...un tunnel senza uscita ... Vi abbraccio
Lisa

Facci sapere!!! Incrocio le dita per te!

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti