Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Irene87
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: mar 25 ott 2016, 23:33

Una tempesta di emozioni e tanta paura

Messaggio da Irene87 » mer 26 ott 2016, 0:11

Buonasera a tutti . Da tre anni mia mamma è una paziente oncologica. Mi ricordo che tre anni fa quando apprese di avere il tumore , neanche riuscì a dirmi chiaramente quello che stavamo per vivere. Mi ha sempre visto come la piccola di casa (anche se allora avevo 27 anni) , mi ha avuto tardi , il nostro è sempre stato un rapporto ed è un rapporto pieno di amore e condivisione. In questi anni di terapie io e mio padre l' abbiamo e la stiamo sostenendo come meglio possiamo. In attesa di un suo sorriso e dei suoi baci che adoro. Ho anche una sorella molto più grande ( che purtroppo non vuole accettare e ammettere che nostra madre è malata , per cui si rintana nella sua vita e ci considera poco e niente , io vorrei tanto qualche sua parola di conforto ) . E ogni giorno è dura , durissima, un anno fa ho deciso di andar via di casa e andar a convivere con il mio compagno (continuando a viverle vicino) , è stato molto doloroso come passo , ma sapevo di doverlo fare per me stessa, per potermi sfogare e avere un luogo dove lasciarmi andare anche alla sofferenza che mi divora ogni dannato giorno . La paura di perderla quando meno me lo aspetto, mi annienta. Sì ho la mia vita , un compagno, un lavoro , ma nel giorno che ho iniziato a seguire mamma dentro e fuori gli ospedali , durante le terapie, i ricoveri , qualcosa in me è cambiato per sempre. Non so più chi sono. Vivo per aiutarla , darle sostegno, affetto . E' tutto dannatamente ingiusto , ha già avuto un tumore 29 anni fa , sconfitto , ha avuto una vita difficile e ora questo dannato tumore raro, imprevedibile che non le da tregua. Per fortuna che ha uno spirito combattivo che non molla, noi crediamo in lei e deve DEVE VINCERE la battaglia. Forse stasera mi sento un po' meno sola , dopo aver scoperto questo forum.

concyperla
Membro
Messaggi: 58
Iscritto il: mar 9 ago 2016, 8:24

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da concyperla » mer 26 ott 2016, 0:18

Ciao Irene,benvenuta!in questo luogo non sarai mai sola e qui ognuno di noi può veramente capire le tue parole...il tuo dolore la tua mancanza di forza,il tuo non farcela... xke ci siamo tutti dentro!!!!ci siamo o ci stiamo tutti dentro!qui io ho trovato conforto , confronti e tanta gente che come te e me che si è trovata catapultata in un mondo che è quello del dolore....il dolore che nn si può esprimere soprattutto ai nostri amati....noi siamo sempre qui.se tua mamma ce l ha fatta una volta ce la farà ancora vedrai....nn ti abbattere e ricorda se ti va di scrivere scrivi..un abbraccio

maddalena
Membro
Messaggi: 639
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05
Località: CREMONA

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da maddalena » mer 26 ott 2016, 0:58

Ciao concyperla,
hai detto bene, purtroppo , è dolorosamente così.

Ciao Irene , per come possiamo cerchiamo d'aiutarci e sostenerci e scambiarci info utili se arrivano.
Auguri per tutto
Maddalena

BAMBI
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mer 26 ott 2016, 0:36

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da BAMBI » mer 26 ott 2016, 1:02

Ciao a tutti!!! Eh si... come Irene anche io ho deciso di iscrivermi a questo forum per sentirmi meno sola e chiaccherare con qualcuno che sa cosa si prova e sa cosa magari è più utile fare o dire in queste tristi e difficili situazioni.
Ho perso la mia nonna materna 2 mesi fa per un tumore ad un polmone, nonna che ho visto poche volte nella mia vita causa l'oceano di mezzo, ma questo oceano non poteva minimamente contenere l' amore che provavamo l'una per l'altra e il legame indissolubile che avrò per sempre con lei.
Oltre a questa perdita sono anni che mio padre combatte con ogni tipo di diagnosi.
Sembra quasi una lista della spesa per la lunghezza....
-principio di infarto miocardico
-stenosi del canale vertebrale (che ha ridotto mio padre a camminare con deambulatore e stampelle; a fatica)
-aunerisma addominale (salvato in corner)
-ernia inguinale
-tumore a prostata e vescica
-secondo principio di infarto miocardico
-parkinson
-depressione
e ora è saltato fuori pure un tumore al pancreas che sembra abbia intaccato un rene (domani chiederò bene delucidazioni)
L' unica informazione che ho avuto è che non può essere operato e quindi sarà sottoposto solamente alla chemioterapia (e tutto ciò non sembra per niente rassicurante).
Mio padre, come se non bastasse, ha deciso di non parlarmi più da ormai un mese (ve lo stragiuro per una cavolata).
Quindi ora ho la mia famiglia a 4 ore di distanza da me, con mia mamma che cerca di riprendersi da un grave lutto totalmente inaspettato e con mio padre che come carattere non è per niente facile da gestire... e con appunto "il testone", mio padre, che si ritrova con l' ennesima malattia addosso e che neppure mi parla.
Personalmente mi ritengo una ragazza forte.... ma che in questo momento traballa un po' perchè obiettivamente... non sa dove sbattere la testa, cosa fare, dire..

maddalena
Membro
Messaggi: 639
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05
Località: CREMONA

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da maddalena » mer 26 ott 2016, 2:35

Ciao BAMBI,
Sei la ben accolta fra noi .
I miei auguri infiniti , tieni duro.
A presto
Maddalena

GiuliaZ
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 27 ott 2016, 18:44

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da GiuliaZ » gio 27 ott 2016, 18:54

Ciao a tutti!
al mio compagno è stato rimosso un tumore al colon e presto dovrà iniziare la chemio, forse anche la radio terapia... l'incontro con l'oncologo è la prossima settimana.
Lui è anche un paziente stomizzato, temporaneamente, ma continua a ripetermi che può mangiare quello che vuole lui, che può bere quello che vuole... mi sembra non volere capire o peggio negare la gravità di quello che gli è successo e di quello che gli accadrà a breve...
mi sento frustrata e non apprezzata nel mio preoccuparmi per lui.
Consigli?

GiuliaZ
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: gio 27 ott 2016, 18:44

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da GiuliaZ » gio 27 ott 2016, 18:54

Ciao a tutti!
al mio compagno è stato rimosso un tumore al colon e presto dovrà iniziare la chemio, forse anche la radio terapia... l'incontro con l'oncologo è la prossima settimana.
Lui è anche un paziente stomizzato, temporaneamente, ma continua a ripetermi che può mangiare quello che vuole lui, che può bere quello che vuole... mi sembra non volere capire o peggio negare la gravità di quello che gli è successo e di quello che gli accadrà a breve...
mi sento frustrata e non apprezzata nel mio preoccuparmi per lui.
Consigli?

Solotu
Membro
Messaggi: 385
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 21:44

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Solotu » gio 27 ott 2016, 21:35

ciao Giulia i consigli in questo campo sono veramente molto relativi. Devi seguire il tuo cuore, non commiserarlo troppo ma nemmeno rimanere distaccata. Secondo me quando si ama veramente bisogna cercare di stare accanto di immedesimarsi con la persona malata avere molta forza e pazienza e dimenticarsi un po' di sé stessi. È molto dura spesso molti fuggono ma non è colpa di nessuno. Dipende dalla forza e dall'amore che c'è in noi. Ti auguro di avere molta forza. Un abbraccio
La sofferenza imbarazza coloro che hanno la fortuna di non conoscerla e condiziona la vita di chi deve affrontarla

maya87
Membro
Messaggi: 62
Iscritto il: dom 9 ott 2016, 8:06

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da maya87 » mer 2 nov 2016, 17:58

Ciao a tutti
Irene hai davvero una grande forza, e se anche la tua mamma é una combattente come te,vedrai che ce la farà.
Un abbraccio a tutti

FollowTheSun
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mer 2 nov 2016, 23:29

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da FollowTheSun » gio 3 nov 2016, 0:35

Ciao a tutti!
È da qualche sera che prima di addormentarmi leggo le vostre storie e le vostre emozioni come ospite e finalmente stasera ho trovato il coraggio di scrivervi
Il destino mi ha fatto conoscere il vostro forum, avevo digitato su Google la ricerca del significato della parola "rantolo" e tra i risultati ho trovato voi.
La mia storia è simile a quella di tanti.
Ci hanno regalato 6 anni e solo per questo mi reputo davvero fortunata...il mio papà ci ha lasciato pochi giorni fa, il 27.10.2016 a casa insieme alla sua famiglia.
Il mio papà è sempre stato lucido e cosciente, nonostante gli evidenti sintomi dell'avanzarsi della malattia (vomito, inappetenza, dolori, etc.), la sera prima sorrideva con il mio nipotino di 2 anni, la gioia di tutta la mia famiglia, e alle 4.00 di notte ebbe inizio una crisi fortissima, io ho 32 anni e non avevo mai immaginato di veder stare così tanto male mio padre, finché la mattina presto sono arrivati i medici dell'assistenza domiciliare dell'Hospice che ci hanno tolto tutte le speranze, ormai si trattava di ore. E così è stato...nel suo stato di incoscienza sotto morfina l'abbiamo salutato con lacrime e baci e alle 13.30 se ne è andato.
Leggo i vostri racconti ed in ognuno ritrovo un piccolo pezzettino delle mie paure, del mio dolore, della mia esperienza e cerco di prendere da ciascuna delle vostre parole un po' di forza...non conosco nessuno di voi, ma leggendovi invece è come se foste tutti i miei migliori amici, le uniche persone che in questo momento possono capirmi ed è per questo che ci tengo a dirvi un sincero GRAZIE.
Il mio motto è Follow The Sun, ovvero Segui il Sole...seguire il sole è camminare verso qualsiasi cosa bella che ti scalda l'anima e il cuore, e io sono certa che anche il mio papà finalmente ha trovato la pace.
Un abbraccio forte a tutti

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”