Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 6 ago 2012, 15:47

Grazie Saretta un abbraccio affettuoso a te


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » lun 6 ago 2012, 20:18

Ciao Valentina,

Sono attendibili al 100% nel senso che se hai il gene non è detto che tu lo possa sviluppare ma hai il 50% di possibilità di trasmetterlo.

é un analisi del sangue sostanzialmente dal quale vedono se c'è questo gene o no .

Non ti sanno dire come e se lo svilupperai ma se hai il gene devi tenerti sotto controllo in maniera diversa dal solito.

Io ho fatto quello per il seno brca1/2 e sono ancora in attesa( ci vuole quasi un anno ) e poi ho fatto quello per la sindrome li fraumeni è un tipo di cancro raro ma mia mamma lo aveva e questo è negativo per fortuna .(per questo ho apsettato 3/4 mesi)

Fosse stato positivo assolutamente sconsigliano di avere figli e ci sono degli esami da fare periodicamente fatti dal reparto genetica .

Io sono seguita alle Molinette di Torino.

Sai visto la sofferenza che ho provato io crescendo con questa malattia in tutte le sue sfaccettature non voglio mettere al mondo un figlio con la possibilità di trasmettergli il gene o di ammalarmi.

Preferisco sapere almeno se ho il gene poi sai può anche essere che nn hai il gene ma poi capita lo stesso ma se sai di averlo penso sia poco umano rovinare la vita di un innocente.

Meglio sapere che non sapere.

Tanto con questa malattia è tutto un punto interrogativo nessuno ti dà certezze, stae o numeri precisi , basta vedere che oggi hanno scoperto che la chemio peggiora le situzioni in alcuni tipi di tumore ...si svegliano ora dopo secoli ...

ma se posso minimamenete sapere se il gene c'è lo voglio sapere.

Un abbraccio valentina


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » lun 6 ago 2012, 21:57

Ah ok, ho capito. Ogni scelta è assolutamente rispettabile e non opinabile Saretta, quindi se hai deciso di seguire questa strada, evidentemente è quella che ti fa stare più serena.

Mia mamma ce l'aveva al seno (almeno, il primario era quello, tutto quello che è venuto dopo mi sento di definirlo solamente un gran macello sfortunato), quindi io ho cominciato a fare ecografia al seno + visita dalla sua oncologa da quando lei lo ha avuto.

Di più non mi sentierei di fare o indagare. Vivrei con l'ansia, più di quanto l'abbia già a volte.

Grazie per i chiarimenti Saretta!


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » gio 9 ago 2012, 17:51

Buongiorno a tutti ,

oggi è una giornata di quelle in cui avrei voglia di andare a dormire e non svegliarmi più...

Sono passati 17 mesi dalla morte di mia madre..e adesso un altro problema...

mio padre mi considera un problema..il motivo? sono la fotocopia di mia madre e per lui non è facile ne guardarmi in faccia , tant'è che mi evita ed evita anche di rendermi partecipe della sua vita..tutti sanno che sta frequentando un altra donna meno io...

e quando dico tutti intendo proprio tutti, e nessuno di quelli che si ritengono vicini si è preso la briga di dirmelo delicatamente.

No hanno aspettato una mia battuta per dire eh si esce con una donna...

Parto dal presupposto che io non ho mai avuto una famiglia o meglio eravamo in tre poi siamo rimasti in due.

l'unico pezzo che consideravo un pò famiglia era la sorella di mia madre con le figlie.. bene le figlie sanno e nn mi hanno detto nulla di nulla...anzi...se ne sono guardate bene dal dirmi qualsiasi cosa...

Oggi affronto la dura realtà che sono sola..anche mio padre è un perfetto estraneo..

nn si è mai preoccupato di starmi vicino, mai una parola di conforto..ho sempre fatto io dei passi verso di lui e ho preso mille porte in faccia...io che vorrei che lui si rifacesse una vita anche se non è facile vederlo con un altra donna e glie l'ho anche detto e lui cosa fa.. mi esclude.. e parla con tutti meno che con me..con me che ha da dividere il dolore + grande della nostra vita, con me che sono sangue del suo sangue..

scusate lo sfogo...ma sono delusa...


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » gio 9 ago 2012, 18:19

Ciao Saretta,mi dispiace veramente tanto,sei in una situazione che NON augurerei a nessuno,posso solo dirti che qui hai persone che ti vogliono bene anche se non ci si conosce di persona,certo non e' la stessa cosa che avere vicino famigliari e amici pero' almeno qui non sei sola!!Anch'io ho sempre avuto discussioni con mio padre e lui che e' una persona rancorosa e' arrivato a volte dopo aver discusso per cose stupide a tenermi il muso per giorni e io da quando mia mamma anni fa s'è ammalata ho sempre temuto di dovermi ritrovare un giorno a vivere da sola con lui...purtroppo la mia paura s'è avverata e ora sono costretta volente o nolente ad affrontare questa situazione!A che per me e' dura perché a volte non so come devo comportarmi con lui,le mie amiche in buona fede mi danno consigli ma a volte e' piu' facile a dirsi che a farsi!Sicuramente ora faccio fatica a seguire i consigli perché la situazione e' nuova spero di riuscire con il tempo a cambiare la situazione sopratutto per me!!

Scusa se sono indiscreta,tu vivi con tuo padre?


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 9 ago 2012, 18:21

Saretta cara,

non sempre i genitori sono in grado di capire i bisogni dei figli, anche quelli adulti. Essere genitori non significa automaticamente avere doti di accudimento e cura dell'altro.

Certi eventi, come la morte di qualcuno della famiglia, scoperchiano fragilissimi equilibri che franano e non si possono più nascondere.

Fai bene a sfogarti, puoi solo prendere atto della cosa e cioè che tu e tuo papa' siete diversi e, appena te lo sentirai, magari dirgli che ti saresti aspettata un comportamento più maturo e rispettoso. Tu conosci la vostra storia, io ti comunico solo quelle che sono delle riflessioni in base a quanto hai scritto.

Qui non sei sola, cerca di non farti travolgere dal senso di fallimento personale ma pensa che hai diritto ad essere trattata da persona adulta, quale sei. Respira a fondo e vai avanti, trattati bene ed abbi cura di te.

Spero di non aver scritto parole fuori luogo.

Un abbraccio grande e solidale.

Linetta


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » gio 9 ago 2012, 18:34

@Linetta

Tu non scrivi mai parole fuori luogo e penso che anche Saretta la pensi come me!!


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 9 ago 2012, 18:43

Sai non vorrei magari fare osservazioni che poi si rivelano troppo invadenti o sembrino delle considerazioni "da maestrina" ..

Comunque spero proprio che Saretta stia meglio presto, quella sensazione di svalutazione della propria persona dev'essere bruttissima, soprattutto se ci si sente anche soli.

Un abbraccio ad entrambe, Monny e Saretta e grazie Monny per la tua continua affettuosità


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » gio 9 ago 2012, 20:23

@monny Vivevo con mio padre fino a marzo, esattamente a distanza di un anno dalla morte di mia madre me ne sono andata di casa.

Ora convivo.

@ Linetta nessuna osservazione da invadente.

Anzi... sai ho pensato di parlare con mio padre ma conoscendolo farebbe ancora peggio.

Lascierebbe questa nuova "avventura" per stare solo xchè capirebbe che io non condivido che si rifaccia una vita...

fare il genitore sicuramente non è facile ma non puoi lasciare tua figlia così..sospesa..

Mia madre mi diceva sempre che quando non ci sarebbe più stata io e mio padre non ci saremmo più guardati in faccia..ed è quello che sta succedendo..

Sai umanamente parlando se vedi tua figlia che quasi non respira perchè piange per sua mamma tu padre non ti puoi permettere di girarti dall'altra parte e fare finta di nulla...non dopo tutto quello che abbiamo....

non esiste...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » gio 9 ago 2012, 20:44

Saretta hai proprio ragione, già la vita purtroppo ti fa incontrare dei grandi dolori ed e' inaccettabile vedersi piombare addosso anche l'indifferenza di chi dovrebbe essere un alleato... No e' troppo, hai ragione. Ti auguro di poter stare meglio presto, di renderti "indipendente" almeno un pochino emotivamente da questo dispiacere grande che hai.

E poi, Saretta, certi non-rapporti si costruiscono negli anni e per demolirli ci vuole non solo tanto tempo, ma ci vuole la volontà di entrambi... E lui mi pare in po' lontano ora dalla consapevolezza del suo comportamento..

Coraggio Saretta, sei una bella persona...

Ti abbraccio!


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: jeanjean, Yahoo [Bot] e 4 ospiti