Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 21 ago 2012, 6:09

Ciao sei ancora sveglia anche tu.. Ti penso tanto, sai e credo tu abbia ragione ad esprimere la tua rabbia e la tua sensazione di sconfitta. Il fatto che gli oggetti sopravvivano a chi abbiamo amato e' insopportabile. Io non vivevo con Dani, spesso ho pensato in questi lunghi tre mesi che e' un'assenza anche questa ma anche, ora, forse un illusoria fatica in meno.. Non so, mia cara e dolce Mariasole, tento di consolarmi e di non farmi trascinare in certe zone buie che mi fanno una gran paura e poi so che li Dani non c'e ma c'è solo una disperazione cupa e sorda.

Vorrei tanto riuscire a fare come dice Giuseppe, essere meno stanca o diffidente..

E' tanto che non parlo di lui con qualcuno, a parte voi qui, non so se hai letto quello che avevo scritto tempo fa ma con la sua famiglia non e' rimasto alcun contatto e questo e' un grande dispiacere credimi. Erano molto rabbiosi e chiusi , li capisco ma io non potevo evitargli la malattia, magari avessi avuto questa capacita ! Lui sarebbe molto dispiaciuto per questa cosa, ci teneva molto.

Mariasole scusa, ho parlato di me e forse ho accolto poco il tuo sfogo anche se l'ho sentito un po' anche mio, malgrado gli scritti di Giuseppe siano luminosi e tanto teneri. Buona notte cara, riposa bene, ti abbraccio forte.

Linetta


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » mar 21 ago 2012, 13:30

Mariasole cara,

ho letto con emozione le tue parole. Apprezzo e condivido pienamente quello che scrivi.

Penso che la vera richezza di una persona è accettare la diversità di pensiero, in tal senso mi sento ricco: esprimi liberamente il tuo pensiero, esprimere il proprio pensiero non è contraddire ma partecipare....

Sai, quando riporto il mio pensiero, quando trascrivo il pensiero degli autori dei libri da me letti, lo faccio per stimolare gli altri oltre che me stesso alla riflessione. A volte la riflessione ci aiuta a trovare un senso anche nell'incertezza più assoluta....

Mariasole, ti porgo u grande-affettuoso abbraccio di incoraggiamento.

Volgo un affettuoso pensiero a Linetta, Saretta, Monny, Frollina, Ariale, ecc.

Ciao a tutti, con l'augurio che oggi possa essere una giornata serena.

Giuseppe


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » mar 21 ago 2012, 14:41

Mariasole hai centrato in pieno "sconfitta dal cancro" e aggiumgerei distrutta...

é proprio tanta la rabbia che si ha dentro, ed è logorante...

giovedì saranno per me 17 mesi di mancanza , senso di vuoto assoluto...a volte mi sembra di impazzire...

Linetta forse è stato meglio così , scusa se mi permetto, ma nn vivere con le persone che ci stanno lasciando da una parte è meglio..non vedi tutta la sofferenza che li distrugge..

ti porti dentro ogni singolo ricordo del dolore e psicologicamente è devastante..

Quando mi capita di vedere per strada qualcuno che ha il cancro,che fa la chemio rivivo tutti quei momenti in pochi secondi ed è terribile...mi si riempiono gli occhi di lacrime e mi viene un nodo in gola che quasi non mi fa respirare...

Riflettere come dice giuseppe su parole di autori e sulle nostre parole serve...uno cerca sempre di trovare la nota positiva , di ricavare un piccolo insegnamento...

ma Giuseppe concedimelo per chi ha subito una perdita la conclusione di ogni riflessione penso sia una cosa del genere " ok , è vero questo è corretto, condivido ma io sto soffrendo , perchè è successo a me?? e non voglio sentirmi dire le cavolate che è perchè succedono alle persone più forti perchè sono in grado si sopportarle o perchè è la vita..con tanta gente che c'è..."

Forse sarà un mio pensiero egoista ma almeno sono sincera...

La vita non è giusta...


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 21 ago 2012, 14:50

Ciao mamma,

oggi saluto te perché mi manchi da morire, perché senza di te mi ritrovo sola, perché in questa vita tutto mi sarei aspettata fuorché perdere te.

Ti ricordi?

"Ci nascono le farfalle ai piedi dell'arcobaleno"

Stammi vicina.


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » mar 21 ago 2012, 17:48

Ciao giulia,

Ti abbraccio forte forte...


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » mar 21 ago 2012, 18:28

Saretta e' vero, restare in una casa che rimane vuota e' terribile. In questo e' stato meglio x me davvero.. Egoismo puro, lo so.. Ma allora chi ci avrebbe mai pensato? E' accaduto così senza prevedere il dolore futuro..
Giulia mia cara ti abbraccio forte con grande affetto
A voi tutte un bacione

Linetta


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » mar 21 ago 2012, 18:46

@Saretta,leggevo il tuo messaggio dell'altro giorno quando parlavo di togliere i vestiti,hai ragione e' dura quando si vive sotto lo stesso tetto,perché anche se togli le cose materiali la persona la rivedi nella sua quotidianità,nelle abitudini e questo quello che fa piu' male,se non si abita insieme forse e dico forse,il dolore si vive in modo diverso,perché la persona non l'abbiamo sotto agli occhi costantemente ma se ci vivi insieme devi farci i conti con i ricordi e in ogni piccola cosa la rivedi!Hai ragione Saretta,io sono stata fortunata a fare quel lavoro con la mia amica e mi dispiace tanto che a te sia andata diversamente,volevo chiederti come sei riuscita a stare in casa i primi tempi sentendo la sua mancanza,io non ci riesco piu' di tanto,mi sento soffocare!

@Linetta,ho letto che tu non vivevi con Dani,capisco perfettamente che la situazione e' difficilissima per te e sai che non direi nulla per farti soffrire perche' ti sono tanto affezionata,pero' forse visto come e' andata PURTROPPO,il non abitare insieme ti fa vivere questa situazione con una percezione diversa e questo in qualche modo ti possa aiutare ad andare avanti un po' serenamente ma per chi come me,Saretta e Mariasole la persona la vivevamo in casa e' durissima!So che mi capisci e che non prenderai quello che ho scritto come una critica nei tuoi riguardi ma solo una considerazione,ti mando un grande abbraccio!

@Saretta e Giulia,oggi ci sentiamo piu' figlie che mai e per me e' come avere due sorelle virtuali che condividono il mio dolore!Un abbraccio alle mie "sorelle virtuali" e tutti i compagni di forum!!!


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » mar 21 ago 2012, 21:10

Cara monny, è stata durissima..a dire il vero lo è ancora adesso..mi sento chiudere quando rientro in casa , ormai di mio padre..

Sai quando è mancata mia mamma ero in tirocinio come operatrice socio sanitaria in una comunita per disabili psichiatrici e successivamente anziani..arrivavo a casa morta , esausta..non avveo voglia di uscire e stare in mezzo alla gente..sono stata per un bel pò in casa...quando uscivo dopo un pò scleravo e dovevo tornare a casa.

Non reggevo la gente in nessun modo, li vedevo tutti insignificanti anche amiche di sempre e le ho allontanate perchè non sopportavo e non sopporto le persone che nn sanno affrontare la vita , che si permettono il lusso di essere vittime per sciocchezze...

Non è stato facile vedere quel vuoto..passavo le ore da sola e guardare dentro gli armadi vuoti..ad aprire le scatole dove aveva riposto le lenzuola del cambio di stagione..lo faccio ancora adesso quando posso..è come sentirla..le ha toccate lei per ultima quelle cose..

Forse la mia sfortuna è stata quella di avere una mamma troppo giovane ( avevamo 16 anni di differenza )ma era anche la più grande amica che potessi avere.

Quindi ho una doppia mancanza.

La mamma è colei che tiene unita la famiglia..l'anello che lega tutto.. e la sua mancanza è incolmabile...

A volte mi capita di entrare a casa e sperare di vederla.. o mi capita qualcosa di bello ma non posso più chiamarla e dividere con lei la mia gioia..

Un gran bel nodo da mandare giù..

un abbraccio "sorellina "


Monny
Membro
Messaggi: 161
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 2:07

Messaggio da Monny » mar 21 ago 2012, 21:16

Capisco perfettamente ciò che provi,anche tra me e mia mamma c'erano pochi anni solo 22 poi se hai letto un mio messaggio precedente vedrai che ho passato un' infanzia particolare,vivevo con lei,mia zia ma era spesso via e mia nonna!!Grazie per la risposta cara "sorellina"!!


saretta271079
Membro
Messaggi: 103
Iscritto il: gio 5 mag 2011, 2:55

Messaggio da saretta271079 » mar 21 ago 2012, 21:19

si si monny ,

ho letto ... ci passo un pochino di tempo appena riesco qui.. mi sento a "casa" dove le persone comprendono e non usano nulla contro di te per ferirti..cosa che succede nella quotidianità...

bacioneeee


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti