Mi sento impotente!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » mar 27 mar 2012, 16:47

Hai ragione Giulia, hai perfettamente ragione. A volte ci si sente in colpa quando si ride, quando i figli ti fanno felice nonostante tutto, quando si vedono gli amici (che sono importantissimi), quando si fa l'amore con il proprio marito (scusate la schiettezza, ma io mi sento in colpa anche per quello). Invece non ci si dovrebbe sentire in colpa, perchè la vita è fatta di tutte queste cose messe insieme e non esiste mai o solo una o solo l'altra. Nello stesso tempo ci possono essere tristezza e felicità. Purtroppo o per fortuna è così.

Grazie ancora Giulia, per trovare la forza di sostenerci e di esserci ancora per noi. E grazie anche a te Brigida ovviamente.

Come stai Giulia?


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » dom 1 apr 2012, 0:18

Giovanna, cerco di andare avanti.

Ieri sono andata a prendere tutte le cose che mamma teneva al lavoro. A prendermi, all'entrata, è venuta una sua collega (primo shock). Non l'avrei più rivista davanti a quel cancello. Dentro a un cassetto della sua scrivania ho trovato un disegno che avevo fatto io a undici anni (secondo shck). Nessuno mi amerà come mi amava lei.

Sono stata male tutto il giorno.

Mi dico che passerà. Ci sono persone che risorgono dalla perdita di un figlio; anch'io ce la farò.

Come stai tu?

Un abbraccio grande

E Brigida? Come stai?

A presto,

Giulia


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » mar 3 apr 2012, 19:45

Ciao Giulia, mi ha colpito molto la frase che hai scritto:"nessuno mi amerà come mi amava lei", è vero!solo un genitore, in particolare una madre sa amare così tanto e incondizionatamente, sento dentro il freddo che avverti, è la mia paura più grande:perderla...si sopravvive è vero, ma una parte di te è andata via con lei...

Giovanna come va, la tua mamma? ieri mamma ha fatto una nuova chemio, tutte quelle ore in quel posto pienissimo di gente che lotta in ogni modo per un giorno in più...è sempre più difficile, vi abbraccio forte


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » mer 4 apr 2012, 19:15

Ciao Giulia, ciao Brigida, ciao a tutti,

vi ho lette ma non ho fatto in tempo a scrivere nei giorni scorsi, scusatemi.

Giulia, l'ho sentito anch'io il freddo di cui parla Brigida. Però io sono anche convinta che una persona quando smette di essere tra noi fisicamente, entra DENTRO di noi con ancora più prepotenza, anche se è durissima accettare che non ci sia più fisicamente.

Mia mamma sta subendo letteralmente gli effetti devastanti della chemio. Si muove con grandissima fatica e solo con l'aiuto di mio papà. Le fa malissimo di nuovo la gamba e ha addosso una stanchezza abissale ...

Comunque quello che mi dice sempre anche mia mamma è che ogni volta che fa la chemio c'è sempre un sacco di gente e che è purtroppo quasi tutta gente giovane. Questa cosa mi fa molto pensare.

Un bacio ragazze, ciao


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1152
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » dom 8 apr 2012, 21:42

IN QUESTO GIORNO, SEGNO DI SPERANZA E VITA AUGURO A TUTTI NOI BUONA PASQUA NELLA FIDUCIA CHE TANTE VOLTE VIENE A MANCARE ....


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » ven 13 apr 2012, 20:16

Ciao Giovanna, ciao Brigida, ciao Giuseppe, ciao giorno per giorno, ciao a tutti, come state?

Un abbraccio grande...


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » sab 14 apr 2012, 15:23

Ciao a tutti. La mia mamma ci ha lasciati lunedì pomeriggio ....

Fino a sabato stava diciamo abbastanza benino, a parte i dolori della chemio. Poi domenica mattina il tracollo. Le siamo stati vicino fino a lunedì pomeriggio e da lunedì mattina la casa dei miei è stata invasa da tutti i loro amici.

Nel momento in cui se ne è andata, insieme a lei c'eravamo io, mia sorella, mio papà e almeno una dozzina di amici, che le sono stati vicini come non credevo fosse possibile. Sembra paradossale, ma di quel momento conservo un ricordo molto dolce.

E' morta nel suo letto, nella sua casa e circondata da tutte le persone a lei più care e che le volevano più bene.

Mio papà fa una tenerezza infinita, ha lo sguardo "spento" e "opaco" e i momenti più duri ancora dovranno arrivare.

Mi resta il suo ricordo bello e dolce e la consapevolezza di avere fatto tutto quello che era possibile fare, di esserle stata vicino davvero fino all'ultimo secondo. Mi resta anche la consapevolezza che lei domenica ci ha detto che sapeva che stava morendo.

E'dura amici del forum, però lei era una persona solare a allegra e io sento dentro di me la sua forza. Ci saranno momenti di tracollo di sicuro.

Un abbraccio a tutti, anche io, come Giulia, continuerò a scrivere su questo forum, che mi aiutata molto a condividere ogni esperienza di questa tremenda malattia, che consuma chi ce l'ha e chi gli sta vicino.


paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 » sab 14 apr 2012, 16:28

Queste righe scritte da Valentina06 sono strazianti eppure consolanti. La forza della tua mamma ora passa a te, come un testimone. Ti abbraccio forte non sai quanto


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » sab 14 apr 2012, 16:53

Dolce amica ho gli occhi pieni di lacrime, non avrei voluto leggere questa notizia, forse perchè la speranza sembra essere sempre più forte...sono certa che lei ora è in un posto migliore e da lassù vi guarda e vi protegge...ti abbraccio forte


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » lun 16 apr 2012, 4:04

Oh Giovanna...

Non poi immaginare quanto mi dispiace per te perché credo di sapere esattamente cosa hai provato, cosa stai provando e cosa proverai... è uno dei dolori più grandi che, finché non ci passi, non arrivi a immaginare. In cuor mio continuavo a sperare anche se sapevo che purtroppo non c'erano speranze eppure mi sono affezionata a te e speravo anche in un miracolo. Perché il destino ci deve mettere di fronte a prove così difficili?

Nonostante ormai sono 1 mese e 10 giorni che la mia mamma non c'é più continuo a sentire il bisogno di condividere questo dolore così atroce che ogni giorno s'intensifica di nuovi ricordi; piccoli particolari che credevo avere messo da parte e che invece mi travolgono sempre all'improvviso.

Giovanna stringiti ai tuoi cari, circondati di tutte le persone che l'hanno amata e continueranno a farlo pensando a voi figlie e a tuo padre. State insieme!

Io ho trovato una gran forza in mio fratello e ho capito che è più forte di quel che pensavo. La mia famiglia d'origine adesso è lui ed è bello vedersi nel Week-end stare insieme, vederlo giocare con Ginevra e Diana, il nostro cane da sempre. Diana corre nel giardino e Ginevra la insegue strillando e scappando e in quel momento ridiamo tutti, anche mamma. In quel momento stiamo bene e questa la più bella eredità che ci ha lasciato.

Ti porto nel cuore come tutti le persone che in questo momento soffrono e lottano.

Un grande abbraccio Giovanna.

Un abbraccio a tutti.


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti