Mi sento impotente!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
doppioastrale
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: sab 25 mag 2013, 3:36

Messaggio da doppioastrale » dom 26 mag 2013, 20:37

Ciao Giuseppe,ti risponderò,nella tua domanda intuisco una critica nei miei confronti e può darsi che hai ragione,però prima di risponderti voglio leggere i tuoi post e capire perché ti rivolgi a me con questa domanda,lasciami del tempo perché non sempre ho tempo, ho una famiglia e una bimba di 4 anni da seguire...ciao


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » dom 26 mag 2013, 21:49

Buongiorno "doppioastrale",

nessun commento o pensiero critico ai tuoi post da parte mia.

Ti ho chiesto se hai avuto o hai il cancro per una eventuale condivisione della relativa esperienza.

Apprendo con piacere la tua dedizione alla famiglia: auguro a te e ai tuoi cari un mondo di bene.

Ciao!

Giuseppe


doppioastrale
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: sab 25 mag 2013, 3:36

Messaggio da doppioastrale » lun 27 mag 2013, 3:43

Ciao Giuseppe,ti faccio notare una cosa nel tuo nome...Giù seppe...cosa vuol dire? Nella materia hai appreso la conoscenza e l'amore,sei sceso dal cielo e qui sulla terra hai conosciuto il bene e il male(ma questo vale per tutti e non solo per te)...ora ti dico che ho letto diversi tuoi post e ho visto l'applicazione che hai verso le persone colpite direttamente o indirettamente dalla malattia, un buon lavoro, hai degli amici.Hai vissuto direttamente la malattia al contrario di me che in realtà mi trovo qui per aver risolto delle problematiche di malattia diverse,ma che ho comunque una mia consapevolezza dei tumori ed è un continua consapevolezza del crescere o della nascita di patologie gravi e sconosciute.La sofferenza, la si può apprendere anche con altre situazioni,personalmente io volevo togliermi la vita a 25 anni e sono arrivato ad un passo dal farlo per mancanza d'affetto,ma io a 16 anni ho incontrato la via per conoscere,ho sempre cercato la verità ultima,generalmente il significato della verità è proporzionale alla propria consapevolezza ed esperienza di questa vita,ma a volte subentrano situazioni ben più profonde che vanno oltre a questa vita.

Questo per dirti, che voi in questo forum, non siete separati da chi non ha vissuto le stesse vostre esperienze,io personalmente non ho paura della morte,la morte è solo un passaggio,la difficoltà è mantenere la fede anche quando si soffre prima di morire e magari lungamente e prima ancora di aver realizzato prima di 'morire'quello per cui siamo nati...in sintesi...l'eterna ricerca dell'uomo...

Quello che scrivo, lo scrivo da una consapevolezza interiore e da esperienze personali che mi rendono sicuro ,che la via è quella giusta,poi ogni esperienza umana è un pezzetto del puzzle che si compone,siamo una cosa sola ,differente solo nell'espressione...

Ma torniamo al perché sono qui,la mia esperienza e non solo riguardo al medico che nei vari post ho accennato è stata positiva e quindi perché non tentare di dare una risposta del perché 'la bestia'come viene definita nei vari post, colpisce, e ci si chiede perché proprio a me?Non pretendo di portare la verità assoluta, ma bensì una via per dare delle risposte ed eventualmente non ricadere nella stessa sofferenza o addirittura altre di genere diverso che sono al varco(non conosciamo il nostro futuro),bisogna capire ,come dice il medico in questione.

Riguardo al cambiamento al nuovo modo di vivere o a rallentare la propria vita che giustamente tu Giuseppe sottolinei,si può arrivare anche in altro modo anche senza per forza soffrire o perdere la possibilità della salute al punto tale di divenire inefficienti nella vita...la sofferenza in genere è maestra per cambiare,ma l'uomo deve sempre sbattere la testa per capire?L'esempio è molto importante,è questo secondo me,dove bisogna porre maggiormente l'attenzione.Altra cosa, è, che io riscontro molto frequentemente nella vita quotidiana, che chi per ora è in salute ,non riesce ad apprezzare pienamente la fortuna che ha, e quindi chi è passato attraverso esperienze molto dure come in questo forum secondo me è di grande aiuto per portare un cambiamento e una nuova visione della medicina,più vicina alla natura,alle leggi della natura.

Questo è il mio modo di vedere e può non essere accettato,ma questa è la mia esperienza e volevo comunicarla a tutti voi...ciao Pietro


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » lun 27 mag 2013, 16:26

...belle parole doppioastrale, ma sono soltanto parole. Il cancro ti cambia la vita:punto!A chi è malato in primis, e ha chi vive insieme la malattia insieme al malato. Poi per superare il lutto, il dolore, ci possiamo fare mille invenzioni, sogni fantasie, Dio, tutto quelllo che vuoi, ma il vuoto per la perdita resta, il segno di dove è passato il cancro resta indelebile. Oggi sono tre mesi che ho perso mia madre e quasi 7 mesi che ho perso mio padre, li penso insieme, felici, finalmente liberi dal cancro, ma il vuoto il dolore sono assolutamente indicibile, ed odio il cancro più di ogni altra cosa al mondo, è urlerei se servisse a qualcosa, invece posso soltanto continuare a sopravvivere...dopo il cancro


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » lun 27 mag 2013, 16:56

Ciao doppioastrale Pietro,

anche io accetto le tue parole come la mia cara Brigida ...

So che ogni malattia è simile... So che la natura ci può aiutare... Ma quando un tuo caro si ammala di cancro la vita cambia ma quando il cancro ti porta via tutto quello che hai tra atroci dolori... Ti chiedi perché... Tante certezze vanno a farsi friggere! Ti chiedi perché a me, perché a noi!!! E il resto della vita la vivi con un vuoto dentro che niente e nessuno potrà ridarti e solo chi ci passa sa... A me fa piacere sapere che tu anche non essendo toccato puoi capire... Ma la maggior parte delle altre persone non vuole e non può capire.

Dai tuoi post sembra propaganda... Un aiuto dalla natura... Guarda su youtube... Il prof

Io ti ringrazio per i tuoi consigli che sono veri perché anche io penso che se la medicina lavorasse di più con la natura i medicinali chemio e altri potrebbero avere un miglior effetto senza i soliti effetti collaterali della chemio.... Ma per alcuni di noi è tardi!!

Grazie delle informazioni...

Brigida ti stritolo forte!!!

Pietro grazie

Vs Ambra


sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31

Messaggio da sgrausina » lun 27 mag 2013, 17:24

1,2,3,4,5,6,7,8,9,10.....

doppio astrale..conto...conto e conto..dovrei arrivare a 10 mila prima di cercare di dare una risposta con lucidità e senza rabbia..

vediamo..come dire... tu dici di essere stato vicino alla morte e quindi capisci..ma capisci cosa?

io come te, anche se io a 23 anni, son stata vicino alla morte..anche io ho pensato di togliermi la vita, io sceglievo di togliermi la vita!! alla fine sono ancora qui..perchè mi rendo conto che non era forse il mio destino..

poi a 26 anni ecco un bel tumore all'utero..e li non ero io che sceglievo di essere vicino alla morte..ma il destino..la vita stessa mi presentava la morte..non è la stessa cosa, e non potrà mai esserlo!!! tu sceglievi di morire per mancanza di affetto!!!.. il cancro tocca indistintamente bimbi e persone che amano la vita, persone che ricevono affetto..persone buone! come fai a dire che capisci?? cosa capisci??

io non capivo.. non capivo neppure quando il tumore ha toccato me, perchè sapevo che avrei vinto io perchè ero io che lottavo!!!.. ora capisco invece, capisco profondamente il dolore che si prova nel vedere una persona fondamentale nella tua vita, una persona cara..soffrire a causa della malattia.. ora capisco.. ora posso dire di capire tante persone qui presenti..non tutte, perchè io dalla mia son stata fortunata, ma alcune le capisco..

tu dici che capisci, ma ti assicuro che non puoi capire.. non puoi minimamente capire..e questa propaganda, questa finta pubblicità che fai, oltre a ferire chi sta lottando per vivere e chi sta accanto a chi lotta..fà capire perfettamente che tu non capisci..

dire che il tumore è come altre malattie.. ma che dici???

prova a dire a una mamma che ha perso il suo bimbo di 10 anni per una leucemia che quello che ha avuto il bimbo è come altre malattie, o prova a dirle che se avesse pensato al gruppo sanguigno.. bah..

troppo semplice caro astrale..la fai troppo semplice..
tu non puoi capire!!!!

ti prego di non venire a " raccontarcela ".. non a noi!

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

isaB
Membro
Messaggi: 165
Iscritto il: gio 4 apr 2013, 21:10

Messaggio da isaB » lun 27 mag 2013, 17:31

Sono d'accordo con Sgrausina e con Brigida.

Doppioastrale, io credo che tu pensi di poter capire, magari in buona fede, ma quello che scrivi dimostra che non è così.

Nessuno che non ci sia passato - direttamente o indirettamente, tramite propri cari - non può veramente capire. Può forse tentare di immaginare, ma la realtà è anni luce distante.

La ricerca del proprio io, o tutto quello che tu illustri, scompare in un attimo, quell'attimo in cui hai in mano, o leggi, o senti un referto che dice "cancro".

Isabella


sgrausina
Membro
Messaggi: 1057
Iscritto il: lun 1 ott 2012, 22:31

Messaggio da sgrausina » lun 27 mag 2013, 17:39

un'altra cosa che mi ha fatto forse più inc@zzare di tutte ( e qui chiedo scusa perchè non sono arrivata neppure all'uno contando ) è quando dici questo:
chi è passato attraverso esperienze molto dure come in questo forum secondo me è di grande aiuto per portare un cambiamento e una nuova visione della medicina,più vicina alla natura,alle leggi della natura.
MA CHE DICI?????
prima di tutto il Cancro non è un esperienza, non lo è mai stato e mai lo sarà!!!
MA COME TI PERMETTI???
noi di questo forum possiamo essere di grande aiuto??? noi di aiuto alla nuova medicina???

ma siamo noi che abbiamo bisogno di aiuto!!! mio padre ha bisogno di aiuto, la mamma di ambra aveva bisogno di aiuto, paolo ha bisogno di aiuto, brigida, la sorella di isa, ernesto.. NOI ABBIAMO BISOGNO DI AIUTO!!! lo capisci questo?????
eh no che non lo capisci, altrimenti non scriveresti ste.. ste .. 1,2,3,4,5,6,7... ste eresie!

con questo chiudo! non riesco più a contare..

Gruppo Abbracciamo Un Sogno ... PERCHE' DI CANCRO SI VIVE!!!!

GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1163
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » lun 27 mag 2013, 18:27

Non credo che una persona che non rispetta la Sofferenza possa essere degna delle nostre risposte. Consiglio di lasciar perdere. Buona giornata a tutti.


doppioastrale
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: sab 25 mag 2013, 3:36

Messaggio da doppioastrale » lun 27 mag 2013, 18:38

Ciao a tutte,non è mia intenzione ad avere la meglio o pensare di avere ragione su quello che scrivo e chiedo scusa a Sgrausina non era mia intenzione offenderti.

Vediamo se riesco a recuperare i fili di quello che volevo dire ,è che io sono in una posizione molto difficile,questo dovete riconoscermelo,voi avete una grande sofferenza e ogni parola può ferirvi grandemente,le ferite non si rimarginano,almeno questa è la visione più evidente, non si può tornare indietro,fa parte della vita,poi se permettete non e detto che per chi è arrivato a credere e avere un sentire diverso come il mio,possa sapere che le ferite un giorno saranno colmate,non è la vostra visione e io la rispetto,io ho fatto un percorso da quando avevo 16 anni ora ne ho quasi 53 è ho compreso che il cuore della Vita è un'estrema gioia e non un'estrema sofferenza,ma è un mio percorso...


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”