Mi sento impotente!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Messaggio da paola51 » mer 14 mar 2012, 16:17

Sembra che il mondo si fermi. Si sta come sott'acqua, senza odori, senza rumori. Ma poi si torna su e non si e' fermato proprio niente. E' una consolazione? E' motivo di ulteriore dolore? Non lo so. So che si torna a vivere impoveriti della presenza fisica ma piu' ricchi nell'emotivita'. C'e' una dimensione "altra" in cui finalmente non contano piu' le distanze fisiche o geografiche. I nostri cari sono SEMPRE con noi. Abbiamo la sensazione che ci seguano, che ci proteggano meglio. Un grande fraterno abbraccio a tutti coloro che stanno soffrendo.


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » sab 17 mar 2012, 19:48

Abbiamo fatto un'altro tentativo lunedì, tra qualche giorno le analisi ci diranno se abbiamo trovato un giusto alleato, mamma è sempre più stanca, triste e demotivata, mi chiede sempre perchè non va meglio, mi sembra di leggere nei suoi occhi la verità, come se stesse intuendo che le stiamo mentendo...ma che razza di mostro abbiamo davanti?credetemi non so più dove trovare la forza, forza per cosa poi che tanto la perderò... Giovanna come va la tua mamma?...un'abbraccio


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » dom 18 mar 2012, 0:13

Brigida, Stefy, Giovanna e tutti gli altri, vi penso continuamente e vi sono vicina. Chi non ci passa non può capire cosa state attraversando ed è per questo che continuo a leggervi e a dirvi che non siete soli. Condivido il vostro dolore.


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » dom 18 mar 2012, 0:22

Pensate che un anno fa terminai di scrivere il mio libro intitolato "Ti sono vicino"; che brutta coincidenza. Allora non sapevo che avrei utilizzato questa frase così spesso. Che malinconia. Allora non potevo immaginare cosa sarebbe accaduto.


luca 64
Membro
Messaggi: 15
Iscritto il: mer 15 feb 2012, 1:20

Messaggio da luca 64 » lun 19 mar 2012, 0:05

Ciao tutti.

Chiedo scusa se mi sono "assentato" per un po', ma ci sono un sacco di cose da fare, continuerò a leggervi e a scrivere per esservi vicino, perchè solo chi lo ha vissuto può capire.

Un abbraccio.


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » lun 19 mar 2012, 14:35

Ciao a tutti. Grazie a chi non avrebbe più motivo di scrivere per sfogarsi (Luca, Giulia ad esempio) e invece lo sta facendo ancora solo per stare vicino a noi che ancora stiamo "aspettando". Grazie davvero di cuore come prima cosa.

Mia mamma ieri era parecchio demotivata, un pò sotto tono diciamo. E' come se mi avessi letta nel pensiero Brigida, anche lei chiede e si chiede come mai le cose non migliorano, come mai ce n'è una nuova tutti i giorni e si chiede se ce la farà a superare altre 3 chemio e poi a fare la radio. Ci si abitua a mentire purtroppo, ma è come se a volte appunto loro capissero che gli stiamo raccontando una marea di stupidate. Non vedono la fine, è troppo lontana. E noi sappiamo che la fine non sarà la fine delle cure, ma un'altra tipo di fine.

Gli esami che hanno fatto a mia mamma dicono che la chemio sta facendo poco niente (pensate davvero che razza di terribile mostro abbiamo davanti se nemmeno quei farmaci così tossici fanno nulla). La sua oncologa ci ha ribadito che, eticamente, lei dovrebbe dirci che non si deve fare più niente, ma umanamente non si sente di arrendersi e di dire alla mamma di arrendersi, quindi vuole andare avanti.

Io sono d'accordo con lei, non sopporterei l'idea di stare qui ad aspettare passivamente. Fino a che gli effetti della chemio sono questi abbiamo il dovere di andare avanti e di essere forti.

Un abbraccio a tutti, teniamoci in contatto.


camaluda
Membro
Messaggi: 25
Iscritto il: mar 22 nov 2011, 2:58

Messaggio da camaluda » mar 20 mar 2012, 1:15

.....oggi, per la prima volta, i miei figli non hanno potuto dire "AUGURI PAPA'!"....


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 20 mar 2012, 2:25

Camaluda, glielo hanno detto... ne sono convinta e glielo diranno per tutte le prossime feste del papà che verranno.
Ti ricordi la poesia che mi hai postato?

Ogni tanto la rileggo e mi faccio forza e poi c'è quel pezzo che dice:

"...Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo."
E da dietro l'angolo i nostri cari ci sono vicini; gli possiamo dire tutto quello che vogliamo!

Ne approfitto per dire:"Mamma ti voglio bene", magari è quì vicino a me e sta leggendo e mi viene da risponderle "Che fai? T'impicci come al solito? Mammaaa!" E mi viene addirittura da sorridere!


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 20 mar 2012, 2:29

Giovanna ti capisco benissimo. Forse è proprio questo il momento più difficile, volerle dire tante cose e magari cercare il suo appoggio e i suoi consigli su come comportarti... con lei. Io provavo spesso questa contraddizione. Abituata a chiederle continuamente consigli mi ritrovavo a prendere decisioni per lei e senza il suo parere. Era terribile, avrei voluto chiederle:"Sto facendo bene?" ma non potevo farlo. E la vedevo peggiorare... Giovanna sei forte perché molti sarebbero crollati da tempo e invece tu vai avanti! Continua!


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » mar 20 mar 2012, 14:40

Ciao! Camaluda, anche secondo me a tuo marito gli auguri per la festa del papà sono arrivati forti e chiari, magari anche di più che gli altri anni!

Grazie Giulia, la forza viene fuori a tutti in questi momenti, non si sa bene come, ma è così. Mia mamma da qualche giorno avverte dei fastidi alla testa (dovuti probabilmente alle metastasi cerebrali che si stanno "muovendo"), quindi temiamo appunto che tutto quello che per il momento era stato tenuto a bada dai farmaci, ora si stia risvegliando. La vedo stufa, senza obiettivi e come non capirla del resto? Quando ci sono troppe cose in ballo da risolvere è normale sentirsi il peso del mondo addosso. Vi tengo aggiornati su come vanno le cose, grazie a tutti, buona giornata. Gio


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”