Mi sento impotente!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » gio 22 mar 2012, 0:12

Ciao a tutti, sentirvi vicini mi fa sentire meno sola di fronte a questo "mostro". Oggi sembra vada "meglio", abbiamo passato dei bruttissimi giorni, un'affanno improvviso le rendeva difficile qualsiasi movimento, dopo qualche controllo in più risultato almeno in questo caso negativo,sembra aver trovato ancora una volta la voglia di reagire, ma non mangia ugualmente...sono tanto stanca, ieri tutto il giorno in giro per ospedali e medici, lavorare diventa sempre più difficile,pensare un pò a me impossibile, il mio pensiero è altrove, la tensione sempre alta...la amo e non voglio perderla, tutto il resto mi sembra banale, vorrei poter fare di più,ma cosa????...vi abbraccio


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1151
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » gio 22 mar 2012, 1:47

Ciao,anche per noi il periodo è lo stesso che descrivete voi ...Papà sta facendo la chemio per le metastasi ... e gli effetti collaterali si fanno sentire ...

Domani abbiamo la colonscopia di controllo ... speriamo almeno in quella ....

La situazione è che questa è l'ultima chemio che fanno, operare non è possibile per varie altre complicazioni ... quindi ci si pone solo in uno stato di attesa ... e di certo non di una guarigione.

Da un punto di vista psicologico è devastante... per lui (a cui i medici spiegano tutto) e per noi ...

Riscrivo la domanda senza risposta di Brigida :"vorrei poter fare di più ... ma cosa ???".

Il problema è che io non so più neanche cosa dire .....

Un abbraccio a tutti


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » gio 22 mar 2012, 15:27

Anche per noi lo stato è proprio quello di attesa. Io non l'ho mai vissuta come "conto alla rovescia", ma piuttosto al contrario, aggiungendo al calendario ogni giorno in più che passa con noi. Anche io spesso mi trovo nella condizione di non sapere più nemmeno cosa dire. Parliamoci chiaro: non sono persone di altri tempi che non sapevano nemmeno che cosa gli stava succedendo. Loro lo sanno eccome e vedono anche che andando avanti non ci sono progressi. Ciascuno di noi si sentirebbe come si sentono loro. Mia mamma è sempre stata una grande combattente, ora però la vedo piano piano come se stesse abbandonando. Comincia ad avere meno appetito, è sempre molto stanca. Lei tante cose non ce le dice, però io la osservo sempre molto attentamente e la vedo che si sforza ma mangia più con fatica, si muove lentamente e si stanca dopo due secondo che è in piedi. Purtroppo, anche quando una avrebbe voglia di spaccare il mondo, ma non è supportata dalle forze non si può fare molto. Il morale aiuta fino ad un certo punto. Vedo che è come se si rendesse conto che, come ho detto altre volte, stavolta davvero potrebbe non farcela. Chissà quali e quanti pensieri le affollano la mente poverina.


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » ven 23 mar 2012, 3:34

Ohi Giovanna... leggo ciò che scrivi e rivivo esattamente tutto quello che ho attraversato con mia madre. Le stesse identiche emozioni, le stesse domande, gli stessi ossessionanti pensieri.

Anch'io mi chiedevo in continuazione cosa stesse pensando nelle lunghe ore passate in silenzio. Provavo a mettermi nei suoi panni ma ci uscivo subito. Era terribile vederla soffrire in quel modo.

Continuate tutti a essere forti!

Vi sono vicina


valentina06
Membro
Messaggi: 49
Iscritto il: mar 7 feb 2012, 20:13

Messaggio da valentina06 » lun 26 mar 2012, 16:19

ciao a tutti,

in questi giorni mia mamma non sta molto bene. La chemio le ha "regalato" come effetto collaterale, un'infiammazione alla bocca, alla gola e all'esofago, per cui ogni volta che mangia, anche cose fresche o liquide, le fa molto male. Lei si sforza perchè dice che ha bisogno di mangiare e secondo me ha una paura folle di deperire, però io la guardo e la osservo e vedo la fatica che fa. Secondo cosa, segnale molto brutto secondo me, è sempre stanchissima e, a mio parere, questo sintomo c'entra poco con la chemio. Per fortuna lei lo associa a quella, però l'astenia è un segnale chiaro che la malattia sta progredendo.

La vedo nervosa, tesa e io non so cosa fare, mi sento davvero impotente. Venerdì dovrebbe fare un'altra chemio e io, come sempre, ho tanta paura, sia degli effetti che un'altra bomba di chemio potrebbe darle, sia del fatto che magari, se gli esami del sangue non dovessero andare bene, che non possa farla e mi chiedo: se con la chemio la malattia comunque sta andando avanti, se non facesse la chemio, a che velocità progredirebbe?

Che difficile è .....


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » lun 26 mar 2012, 20:56

Valentina cara,

sono un sopravvissuto al cancro. Ritengo di particolare importanza che tua mamma riferisca ogni problema"piccolo o grande che sia"connesso alle cure chemioterapiche all'oncologo per ogni ulteriore assistenza. Detto questo, posso riferirti la mia diretta esperienza relativa alla cura chemioterapica a cui mi sottoposi sei anni addietro. Ebbi alcuni effetti collaterali che in atto accusa tua mammma; altri pazienti ebbero tutti gli effetti collaterali da te descritti. Per quanto riguarda la stanchezza(astenia)l'ho avuta anch'io,in genere è dovuta proprio alle cure cchemioterapiche, tant'è che recentemente è particolarmente attenzionata da parte dei sanitari.E' possibile che a causa di bassi valori da emocromo venga rinviato il ciclo, è successo anche a me.Occorre però non scoraggiarsi e andare avanti. Mi sottoposi alle cure prescritte dall'oncologo con tanta, tanta voglia di farcela superando giorno per giorno ogni difficoltà sia fisica che psicologica.! Ce l'ho fatta!

Bene Valentina, aiuta tua mamma facendole da supporto psicologico(un abbraccio, una carezza, un piccolo regalo, una passeggiata in un parco, ecc. Un grande abbraccio di incoraggiamento a te e alla tua cara mamma. Ciao!


giulia1978
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: lun 27 feb 2012, 16:40

Messaggio da giulia1978 » mar 27 mar 2012, 2:36

Giovanna...

vorrei dirti tante cose ma ce n'è una non meno importante delle altre ed è quella di non dimeticare te stessa.

Cerca di prenderti cura anche di te ritagliandoti del tempo durante la giornata, facendoti dei piccoli regali, togliendoti dei piccoli piaceri senza sentirti in colpa perché dopo starai meglio e avrai più forze per affrontare la situazione drammatica che stai vivendo.

Se stai meglio tu sarai anche un supporto migliore per la tua mamma.

A presto!

Giulia


Brigida
Membro
Messaggi: 86
Iscritto il: mar 6 set 2011, 16:48

Messaggio da Brigida » mar 27 mar 2012, 2:39

E' davvero difficile Giovanna, e ogni giorno più dura per tutti noi...sfogarsi è importante per riuscire poi a trovare la forza di sostenerle e di fale stare almeno un pò meglio...ti abbraccio


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite