Sfogo personale

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
betta206
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 3 giu 2013, 1:55

Messaggio da betta206 » lun 3 giu 2013, 2:05

Ciao a tutti. Vi leggo da un po' ed ho sempre voluto mettere giù due righe ma alla fine non so bene perché ho sempre rinunciato. Ma oggi non so, forse è "una di quelle giornate".

Ho perso il mio fidanzato a febbraio per un sarcona molto raro, dopo 12 anni di vita insieme, due dei quali passati tra gli alti e i bassi del cancro.

Dalla sua morte io ho sempre tentato di riagire nel miglior modo possibile, forse anche un po' facendo la dura, rispondendo sempre "bene" quando qualcuno mi chiedeva come stavo, uscendo con gli amici, i colleghi, cercando di distrarmi in ogni modo ma a volte ci sono delle giornata in cui odio proprio tutti. Odio tutte le persone felici, odio le persone innamorate, odio chi fa progetti per andare in vacanza insieme o per acquistare una casa dove vivere e mi sento come se fossi sola al mondo, anche se non è così. E' come se non me ne facessi niente delle altre persone se non c'è più lui, e non ci provo neanche a spiegare quanto sto male, liquido tutti con un - tanto non capirebbero - e aspetto di essere in macchina o di tornare a casa per liberarmi in un bel pianto come si deve. Perchè mi sembra che per quanto mi sforzi di reagire nel giusto modo alla fine niente abbia proprio più senso. Scusate lo sfogo ma avevo bisogno di condividere con qualcuno che sa di cosa sto parlando. Lo so che domani mi sveglierò e magari andrà meglio e tornerò a combattere con questa tristezza, ma lui mi manca da morire e certe volte non so proprio come gestire il dolore. Grazie per l'ascolto :)


doppioastrale
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: sab 25 mag 2013, 3:36

Messaggio da doppioastrale » lun 3 giu 2013, 2:54

Ciao Betta,io non ho passato le stesse cose che hai vissuto e stai vivendo tu,posso sbagliare, ma penso di capire che tu hai dentro della rabbia che nasce dal fatto che senti che nella vita sia ingiusto passare attraverso questa esperienza dolorosa e così invidi chi è felice o chi non ha mai sofferto come stai soffrendo tu,niente e nessuno potrà mai darti un aiuto, se non sarai tu la prima ad aiutarti e credendo che a tutto si può dare una risposta, ma i tempi possono esseri anche lunghi e bisogna avere un atteggiamento che manifesti più umiltà,altrimenti cosa puoi sperare? Che il dolore col tempo si attenui o che ti spinga alla rassegnazione perché non c'è una risposta e una soluzione al tuo dolore?

La tua reazione è comprensibilissima,ma non ti porterà a niente di buono se permetterai al dolore di prendere il sopravvento su di te,vincerà il dolore,ma tu puoi credere nell'amore e trovare una risposta in questa direzione,provaci ,fallo per il tuo fidanzato per dare un senso a quello che avete avuto di bello assieme.Un abbraccio Pietro


linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta » lun 3 giu 2013, 4:53

Ciao Betta, ti capisco bene anche a me capita di provare rabbia quando vedo persone giovani che ridono, che vivono, semplicemente.

Non ne hanno colpa, ma penso che anche il mio adorato Dani dovrebbe essere come loro cioè vivo.

La rabbia e' molto comune tra noi, fare i conti con questo sentimento non e' facile.

Dice bene Pietro che bisogna cercare di capovolgere le cose in favore dell'amore ma ci vuole tempo e febbraio e' davvero troppo vicino.

Accetta di avere questa sensazione senza sensi di colpa, il tempo la smusserà vedrai.

Mi spiace per il tuo fidanzato e per te.

Un abbraccio,

Linetta


GIUSEPPE
Membro
Messaggi: 734
Iscritto il: gio 14 ott 2010, 20:26

Messaggio da GIUSEPPE » lun 3 giu 2013, 13:01

Ciao Betta,

prima o poi ci ritroviamo dall'altra parte, nella zona della sofferenza. Piano, piano conosciamo e intraprendiamo nuovi percorsi alternativi....

Per te trascrivo di nuovo il pensiero di Piero Ferrucci tratto da un suo libro:
"Non lo auguro a nessuno, ma in qualche modo è il destino di ognuno di noi, perché il dolore in varia misura è un compagno di viaggio con il quale prima o poi dobbiamo avere a che fare. Però non tutti i suoi effetti sono tragici. Quando è affrontato in maniera forte, il dolore può offrire frutti di importanza straordinaria. Il dolore scava dentro di noi, ci apre, spesso in maniera violenta, ci fa maturare, ci fa scoprire emozioni e risorse che non sapevamo di possedere, sviluppa la nostra sensibilità e forse anche la nostra umiltà e la nostra saggezza, ed è un severo richiamo a ciò che nella vita è essenziale. Il dolore ci può aprire agli altri. Soffrendo si può diventare più duri e più cinici, ma si può anche diventare più gentili."

Ciao!

Giuseppe


ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto » lun 3 giu 2013, 14:15

...100% con Ferrucci...ma come è dura....buona giornata

Ernesto


GZ
Membro
Messaggi: 56
Iscritto il: lun 25 feb 2013, 23:38

Messaggio da GZ » lun 3 giu 2013, 20:17

Ciao Betta,

capisco benissimo quello che provi... ho perso diverse persone care per colpa delle più disperate malattie, ora sono io il malato e da quasi due anni... sono sotto chemioterapia e tutto quello che comporta. Ho fatto mille pensieri...e ti viene sempre da pensare perchè a me... adirittura nn ho mai fumato e mi ritrovo con un tumore ai polmoni ( che nn sto a descriverti, se vuoi puoi leggere nei miei post ) sembra ssurdo... ma è cosi !! in questi mesi però parlando con varie persone della mia malattia, ho scoperto che molti hanno vissuto direttamente e indirettamente questa brutta malattia.... chi ne è uscito, chi no... chi ci sta provando....

quindi ho capito che tutto sommato nn sono certo io il piu' sfortunato... del mondo..anzi... ho chi mi coccola.. e chi mi aiuta... :)

Il tuo fidanzato ha vissuto 12 anni penso spledidi vicino a te.... e anche gli ultimi se di sofferenza so di certo che se gli sei stata vicina lo ha aiutato a viverli meglio.....

ora però devi aiutare te stessa, senza mai dimenticare, ma continuando a vivere....... se no, la daresti vinta al "Mostro"... che ha portato via il tuo ragazzo e ha spento in te la voglia di vivere e condividere.....

Accenditi Betta.....
un abbraccio..............


doppioastrale
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: sab 25 mag 2013, 3:36

Messaggio da doppioastrale » mar 4 giu 2013, 13:00

Ciao Gz,ti voglio raccontare un'esperienza privata per me importante, scrivimi: spiritp60@yahoo.it,ti aspetto.ciao


paola85
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: dom 18 mar 2012, 11:53

Messaggio da paola85 » mer 5 giu 2013, 15:22

Ciao a tutti,

che belli scritti...

Bellissime le parole di Ferrucci, Giuseppe. Un richiamo ad accettare, a lasciarsi lavorare, scavare, malleare. E ad andare avanti.

Betta sai, forse il primo passo per sciogliere alcuni nodi è stato proprio quello di scrivere qui... di provare a condividere i tuoi sentimenti... di esprimere la tua rabbia e «désarroi»... forse, anche tra le persone che frequenti per 'svagarti' ce ne sono che hanno dei vissuti simili al tuo, non si sa mai...

Io ho 27 anni e ho perso il mio compagno in novembre, e capisco ciò che scrivi, anche a me fa strano sentire i coetanei che progettano i prossimi 20 anni, mi fa strano sentire come si sentano spesso padroni del mondo, come avanzano sicuri come se camminassimo su cemento armato, come si lamentano di mariti o sciocchezze... ma non per invidia... perché è cambiata la visione, perché sono cambiata io... Betta, è senz'altro troppo presto ora, ma puoi ancora essere felice. Potrai ancora innamorarti. Non riusciamo sempre a ordinare alle metastasi del nostro corpo di sparire :), ma possiamo scegliere con che spirito vivere... non sforzarti di reagire, se non cambia nulla, ma lasciati vivere.

Le parole di GZ sono splendide... un inno alla vita direi...

Ringraziamo per averli avuti... per aver vissuto con loro... conosci la canzone Gracias a la vida? https://www.youtube.com/watch?v=UW3IgDs-NnA

Un abbraccio.

E GZ ho letto ieri la tua storia, sono felicissima, entusiasta!, che bello avere notizie così, fa bene a tutti. Un bacione e vedrai che andrà tutto bene!!!


Sarah
Membro
Messaggi: 343
Iscritto il: sab 23 feb 2013, 14:35

Messaggio da Sarah » mer 5 giu 2013, 16:55

Gracias a la vida è stupenda...era un sacco che non la ascoltavo, grazie Paola85.


La straniera
Membro
Messaggi: 79
Iscritto il: mar 12 mar 2013, 17:51

Messaggio da La straniera » gio 6 giu 2013, 1:22

Cara Beta!
Ho letto 2 gg fa tuo post e non trovavo forza di risponderti.Mio amatissimo Sergino mi ha lasciato il 13.05.2013 dopo 8 anni bellissimi visuti in amore e armonia.Mi manca tanto,da 2 settimane io vado a lavoro ma mi sento come scrivi te-non vedo ora di ritornare a casa di chiudermi nel miei ricordi, pensieri,nel nostro mondo creato da lui e me.Anche io sono molto arrabiata con il mondo,mi e successo di litigare con persone sconosciuti per niente,reagisco in maniera brusca a ogni sciocchezza.Non so davvero come andare avanti,senza lui.Non acceto che e posibile una persona a 53 anni di andarsene in pieno di vita di copia,carriera lavorativa ,tanti proggeti che sono rimasti solo un sogno.MI FA MALE VIVERE SENZA LUI;MI MANCA MIO AMORE:

Un sincero abbraccio da me .Ti auguro di tutto cuore di trovare un pò pace(penso che io sono causa perduta).


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”