Le strade che si dividono prima, si rincrociano dopo?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
QSE83
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 15:47

Messaggio da QSE83 » sab 27 lug 2013, 21:43

Scusate il titolo del post un pò criptico ma è proprio di questo che voglio parlare.

La mia lei, 24 anni, a metà chemio mi ha chiesto di darle del tempo. Non riesce a spiegarmi esattamente per cosa, mi ha chiesto solo di allontanarmi. La psicologa mi ha chiesto se per me fosse un problema e io le ho detto che può fare bene a Francesca, allora era giusto cosi. Però poi, cercando un pò di notizie, ho letto che "ritrovarsi, riprendersi" dopo, quando il tutto è finito è difficile. Spesso impossibile. In particolare se è stata la donna il paziente.

A voi è capitato?

Non sapevo a chi chiedere, con chi parlare, quindi ho chiesto qui.

Mi fa bene leggervi e ne deduco tante cose.

Chissà che un giorno non possa fare del bene anche a lei.

Marco.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » dom 28 lug 2013, 0:33

Ciao Marco

io non so che dirti.. Non ci sono mai passata

l'unica cosa che ti voglio dire... È non perdere mai la speranza!!!

Un bacio grande alla tua Francy

uno stritolo

Ambra


rigoletto
Membro
Messaggi: 1066
Iscritto il: gio 18 lug 2013, 6:52

Messaggio da rigoletto » dom 28 lug 2013, 2:03

beh, è una cosa da valutare molto bene.

Bisognerebbe capire il grado di speranza che la tua lei intende avere..

e se si discosta dal parere del suo medico curante.

Se il suo grado di speranza è tenue, risicato, nullo, niente di più facile che cerchi l'abbandono e prima di tutto vengono le figure care care non consanguinee e rientri tu in prima persona... nella stragrande maggior parte dei casi è un'ulteriore richiesta d'aiuto... ti sta mettendo alla prova per quanto assurdo possa sembrare... assurdo perché tu più di quel tanto non puoi fare a prescindere da tutta la volontà e intraprendenza potenziale... difficile però anche stabilire se il suo atteggiamento sia autolesionistico; bisognerebbe conoscere a fondo la tua ragazza e chi meglio di te se la ami veramente come io credo... forza!


QSE83
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 15:47

Messaggio da QSE83 » lun 29 lug 2013, 19:19

Grazie ad entrambi per avermi risposto.

Ambra...non perdo la speranza, mai :-) ti abbraccio pure io|
Per rigoletto.

Sai, quasi me ne vergogno a parlare, ma le speranze nel suo caso, sono molto alte. Certo non si può mai dire in questi casi ma la chemio e la radio che ha fatto e sta facendo sono solo a scopo precauzionale. Il tumore è stato asportato tutto e non c'erano metastasi. Fortunatamente.

Io davvero non so cosa pensare. Abbiamo affrontato momenti, in questo anno e mezzo, anche peggiori. Almeno peggiori a quanto poteva parere a me. La radio, la stanchezza, i chili di troppo del cortisone, i capelli che se ne vanno. Tutti affrontati con il sorriso e la pazienza. Ora la neuropatia alle gambe che la vorrebbe tenere ferma! Dico vorrebbe perché lei si ribella e fa di tutto per camminare :-) E qui sta il punto. Ha combattuto tanto e combatte tanto che pare che questa SUA battaglia la voglia vincere da sola. Lei con la sua famiglia. Io, fuori. Non so spiegarlo meglio perché neanche lei sa spiegarmelo meglio. Mi ha solo detto..."non so"..."forse"...."ora sono nel panico per tutto"...."il tempo"....e mi ha dato tanti sguardi più o meno vuoti.

Tutti mi dicono di aspettare.....e allora aspetteremo.
Grazie per aver accettato il mio sfogo.

Marco.


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » lun 29 lug 2013, 21:04

Marco ma di che tumore stiamo parlando?

Certo potrei pensare... Io sono donna, ho un compagno,

Mi sembra di aver capito che voi non vivete insieme!

E se non ricordo male lei, ha 23 anni, quindi giovanissima...

Immagino la sua paura... E se poi lo ha già vissuto con qualcuno della sua famiglia lo capirei ancora di più...

Ora so che il mio discorso è diverso... Però la mia mamma ha scelto tutto! Se non voleva sentir nessuno la lasciamo tranquilla!!

Lasciagli un po di spazio... E se lei sta meglio senza di te non prendertela ... Io non so cosa voglia dire essere la " malata" e fino a li posso solo immaginare... Ha paura e visto la giovane età e soprattutto il fatto che abbia ancora la mamma, beh tu cosa sceglieresti ??

Un bacio grande Marco, poi magari una volta tutto finito o quando ne avrà voglia... Tornerà lei!!

In bocca al lupo!!!! ;-) e figurati, quando vuoi noi siamo qui!!!
Pier tutto bene?
Ciao Ambra


Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”