tumore pancreas: e ora?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Erika76 » lun 14 apr 2014, 12:06

Esatto Luca, hai colto l'essenza stessa dell'altra faccia del cancro. Ci si mette un po' e a volte la consapevolezza viene offuscata dal dolore perché non si vorrebbe mai vedere soffrire chi si ama, specialmente se giovane e con dei bambini ancora piccoli.
Io ho fatto del mio meglio, dopo aver fatto del mio peggio, tanta era la rabbia. Poi ho capito quanto tutto quello che mi era accaduto mi stava cambiando e ho pensato che trarne un vantaggio non personale, ma per gli altri, per essere di supporto a chi quotidianamente combatte, ecco, quello avrebbe rappresentato un PERCHE' importante, al di là di vivere per un progetto fondamentale che è quello di crescere un figlio.
Ma credimi, quello che più mi è mancato nel dopo è stato un supporto continuativo da parte dei famigliari di Dani. Ma dalle tue parole già si evince che saprai stare loro vicino e fare un po' da papà sostituto per il tempo che servirà perché quando perdi il papà cerchi disperatamente una figura maschile di riferimento e credo che tu possa esserlo per il tempo che sarà necessario.
Ti sono vicina e ammiro la tua consapevolezza e l'impegno che so già ci metterai!
Erika

Chicca80
Membro
Messaggi: 14
Iscritto il: mer 26 feb 2014, 3:20

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Chicca80 » lun 14 apr 2014, 20:11

Mio papa', sentenza a gennaio, due cicli di Gemox tollerati molto bene.
Dopo la terza chemio non si è più ripreso, ha avuto un tracollo ed ora si trova da dieci giorni in uno stato semi vegetativo in cui tiene sempre gli occhi chiusi, non cammina e parla a stento.
Ha una forte pleurite con perdita di sangue ed un drenaggio.
Non so cosa pensare, se non avesse fatto la chemio sarebbe ancora qui?
In che stato?
Meglio o peggio di adesso?
Tra due giorni è il suo compleanno e io sono distrutta.

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Erika76 » mar 15 apr 2014, 10:00

Ciao Chicca, mi dispiace tanto per il tuo papà. Sai se non avesse fatto la chemio, ora saresti qui a chiederti cosa sarebbe cambiato se l'avesse fatta. Il punto è che praticamente nessuno decide di sottrarsi alla chemioterapia, perché è al momento l'unica opzione di cui i medici dispongono, quindi la sola attuabile. Che poi la cura talvolta risulti più devastante della malattia stessa non ci sono dubbi. Ho implorato un trattamento da ultima spiaggia per Dani per poi sospenderglielo autonomamente una volta visto come lo stava riducendo.
Sai cos'è Chicca, questo è il cancro e le cure sono a portata di cancro, tremende, massacranti e devastanti quanto la malattia stessa. Ma chi avrebbe il coraggio di non tentare?

Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Luca975 » mar 15 apr 2014, 15:40

Cara Chicca, Erika ha ragione, con i se non si combina nulla. Si cerca di fare sempre ciò che è meglio per il nostro caro. Purtroppo oggi il meglio disponibile è la chemio. Purtroppo non ti può guarire, non almeno nel KP.
Mio cugino oggi è alla sua prima trasfusione, sappiamo che se ne sta andando, che manca poco, ma è vietato non continuare a sperare. Sua moglie vive di speranza e dovresti vedere la forza che ha e che gli trasmette. Un anno fa gli è stato diagnosticato, la chemio l’ha portato ad oggi vivo (senza sarebbe certamente già morto). Ha vissuto un anno in più con la sua famiglia… conta qualcosa… non lo so, a 38 anni credo conti poco, ma a 38 anni credo anche che non puoi permetterti di arrenderti.
Ogni giorno mi chiedo cosa farei se fossi al suo posto, farei la chemio sapendo che al massimo mi allungherebbe la vita di qualche mese, oppure non farei nulla lasciando che la malattia faccia il suo corso più velocemente possibile. Non lo so, ci penso ogni giorno e non trovo risposta.
Un anno fa non avrei avuto dubbi, avrei tentato tutto il tentabile, oggi vedendo come questa malattia non lascia speranze alcune non lo so, sinceramente non ho la risposta.
In questo il cancro, quello non guaribile, è devastante perché lascia al malato e ai suoi cari il tempo per pensare, per distruggerti psicologicamente, per vedere la morte e la sofferenza in faccia.
Di una cosa però sono sicuro. Chi vive tutto questo dolore da vicino diventa una persona migliore, o quanto meno vive la vita con occhi diversi da quella superficialità e menefreghismo che padroneggia la nostra società. Basta leggere i messaggi in questo forum per rendersene conto.
In bocca al lupo!!!

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Erika76 » mar 15 apr 2014, 17:08

Luca è vero, assolutamente vero. Quando a Dani hanno diagnosticato il cancro al colon aveva 38 anni come tuo cugino. A peggiorare le cose e quindi a orientare fortemente le scelte c'era poi il fatto che si parlava di colon e quindi nell'immaginario profano di un organo più trattabile e quindi potenzialmente guaribile. In realtà, come hanno dimostrato i fatti, la prima idea è che la chemio allunghi la vita (a Dani forse di qualche mese), ma dal momento che pressoché nessuno vi si sottrae, non possiamo sapere se davvero la chemio allunghi anche se di poco la sopravvivenza (chiamarla vita mi sembra quasi offensivo) o se invece con i suoi effetti collaterali e minando un fisico già minato in realtà non faccia che accorciare i tempi. Come te, e come moglie mi sono chiesta la stessa cosa. La verità è che prima non conosci il dopo e un'opzione te la dai. E anche oggi che sia io che te conosciamo il dopo, non possiamo affermare con assoluta certezza che se toccasse a noi sarebbe lo stesso poiché ogni caso è a sé. C'è chi guarisce (parlo di alcune tipologie di tumore, come il colon), chi riesce a vivere discretamente per diversi anni. E forse a 38 anni anche un anno in più fa la differenza se puoi guardare negli occhi tua moglie e i tuoi figli. Non te lo so dire, ma credo che a un certo punto, nelle condizioni in cui oggi si trova tuo cugino e in quelle in cui 9 mesi fa si trovava Dani, loro, i diretti interessati, abbiano solo voglia di dire basta, chiudere gli occhi e dormire, perché quella non è vita, è solo accanimento.

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da paola51 » mar 15 apr 2014, 18:07

con grande tristezza devo dire che sono d'accordo con Erika. Per quanto mi riguarda , la pelle mia intendo, chiederei questo ai medici, dormire.... Dovendo scegliere per un altro, peggio che mai per uno che mi e' caro, non lo so. Per questo ho fatto un "testamento" dove chiedo di morire con dignita'. Forse tutti quelli che la pensano cosi dovrebbero farlo per sollevare la famiglia da decisioni terribili

Chicca80
Membro
Messaggi: 14
Iscritto il: mer 26 feb 2014, 3:20

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Chicca80 » mer 16 apr 2014, 5:12

Il mio papà mi ha lasciata qualche ora fa, proprio nel giorno del suo compleanno.
Ci abbiamo sperato tutti quanti ma oggi dopo che con gli occhi chiusi mi hai detto "non ce la faccio più" ho sperato di non vederti più soffrire.
Ti voglio bene.

Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Luca975 » mer 16 apr 2014, 8:38

Chicca mi dispiace molto per il tuo papa, ma almeno ha smesso di soffrire.
Purtroppo questa bestia al pancreas non è curabile e di quei pochi casi che sopravvivono un pò di anni sono certo che se si indaga non sono adenocarcinomi, ma probabilmente tumori endocrini più rari ma molto meno aggressivi.
Ad oggi non c'è cura. La medicina può e deve solo ridurre la sofferenza, per il resto non c'è nulla da fare.
Magra consolazione, ma almeno nel tuo caso la natura ha fatto il suo corso naturale: un figlio ha assistito la morte del genitore, nella mia famiglia sono i miei zii che stanno assistendo la morte del loro unico figlio...
Auguri per il futuro, tuo papa rimarrà sempre con te, nel tuo cuore.

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da paola51 » mer 16 apr 2014, 11:00

Chicca ti abbraccio forte. Luca..... sei giovane ma sei un grande!

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Erika76 » mer 16 apr 2014, 11:06

Chicca, mi spiace, ma proprio come dicevo ieri con Luca, arriva un punto in cui i nostri amori non ce la fanno più. Sai, egoisticamente, avrei voluto che Dani me lo dicesse, così forse me ne sarei fatta una ragione o quanto meno avrei letto nelle sue parole un desiderio che non era il mio, ma che era giustificabile data la sofferenza. Ora il tuo papà è libero, finalmente.
Luca, hai ragione. Posso immaginare il tuo dolore, quello dei tuoi zii e della moglie e dei bimbi, sai, ogni volta che ti leggo mi rispecchio in quello che ho passato. La differenza la farai tu Luca e credimi, non è cosa da poco. Dio solo sa quanto avrei avuto bisogno di un parente di Dani vicino in quei momenti, non solo nei giorni della disperazione, quando la vicinanza è scontata e quasi intollerabile, ma nel dopo, quando ho iniziato a realizzare quanto la mia vita stava cambiando.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”