tumore pancreas: e ora?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Astalya
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: sab 8 feb 2014, 0:01
Località: Salerno

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Astalya » mar 29 apr 2014, 21:16

Ciao hope,per toglierti questi dubbi devi assolutamente fare tutti gli esami,ma non hai ad esempio un medico di base di fiducia che può prescriverli ?

Hope Hope Hope
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: sab 26 apr 2014, 23:29

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Hope Hope Hope » mer 30 apr 2014, 0:04

Ciao Astalaya il mio medico di base... Non vuole... Non vuole e non vuole, l'ho preso con le buone, sempre educata, ma adesso sono stanca, ci riprovo...

Per Erika la tua domanda è di difficile risposta, nel senso che io ho fatto ogni anno il pap test, poi cambiando regione per motivi di lavoro, e quindi inserendomi nel sistema sanitario della nuova regione mi hanno chiamata per un altro pap test, a distanza di sei mesi da quello che avevo fatto nella mia regione, non è risultata una lesione, ma un carcinoma in situ... Com'è possibile, mi chiedevo io? Non una lesione di primo, secondo o terzo grado... Neanche la ginecologa ha saputo rispondermi, mi guardava perplessa... Ecco... Ci sono domande che neanche i dottori sanno rispondere... E cmq tutto quello che tu hai detto e' giusto, anche per lobstomaco è così... Ma pochi giorni fa ho saputo di un mio coetaneo che ha avuto dolori addominali improvvisi con agitazione psicomotoria, diagnosi: tumoreallo stomaco a trentadue anni... Io non so'... Non penso tanto me ma a tutti i bambini, soprattutto di Napoli Caserta, che futuro hanno, se crescono ingurgitando cibi contaminati...

Avatar utente
mary64
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 23:07

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da mary64 » mer 30 apr 2014, 9:59

Ciao a tutti i pancreatici...o per lo meno ai superstiti....dove siete? Vorrei abbracciarvi tutti....
Luca come vanno le cose?

Avatar utente
Staff AIMaC
Moderatore
Messaggi: 261
Iscritto il: ven 9 apr 2010, 20:02
Contatta:

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Staff AIMaC » mer 30 apr 2014, 10:50

Hope Hope Hope ha scritto:Gentile staff Aimac, io non ho capito dove devo rispondere adesso, scusate la mia ignoranza... Non vorrei sbagliare ancora... Grazie...

Cara Hope Hope Hope,
puoi continuare a scrivere proprio qui, su questa discussione. Se hai altri dubbi contattaci pure!

Un abbraccio a tutti
Lo staff di AIMaC
Per maggiori informazioni e orientamento gratuito, contatta l'help-line di AIMaC:
- numero verde 840 503579
- numero fisso 06 4825107
- e-mail info@aimac.it
- sito www.aimac.it

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Erika76 » mer 30 apr 2014, 10:59

Ciao Hope, capisco perfettamente eppure su Internet e in siti dove si suppone le informazioni siano scientificamente dimostrabili si parla di 10 anni perché da una lesione si possa passare a un tumore maligno e poi da lì al 4° stadio ci si potrebbe immaginare un altro annetto almeno. Il problema è che sulla base di queste che vengono definite evidenze scientifiche poi si basa tutta la prassi preventiva, quindi colonscopie, analisi del sangue occulto ecc... Allora a cosa serve la prevenzione? Lo so che è una domanda alla quale nessuno è in grado di rispondere. La mia è più che altro una considerazione. A questo si aggiunga che per venirne a capo devi diventare uno pesudo-medico. Il caso di Vale è emblematico. Conosce ogni singola sfumatura della sua malattia e grazie alle sue competenze nel giro di tre mesi si è salvato la vita (Vale dirà per ora...), ma se non avesse avuto quelle competenze, che non è obbligatorio avere, probabilmente si sarebbe fidato/accontentato delle rassicurazioni dei medici e a quest'ora non parleremmo di lui.
Quello che mi sento di dire è che, da una parte, le informazioni che dovrebbero avere una valenza scientifica e sulle quali si basano le prassi preventive alla fine non ne hanno e, se temi di avere qualcosa, devi documentarti, studiare, e farti un'auto-diagnosi sperando che privatamente qualcuno abbia voglia di ascoltarla. Che razza di sistema è?

valerino
Membro
Messaggi: 378
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da valerino » mer 30 apr 2014, 13:33

hope, non esiste che il medico non voglia prescriverti la tac. io come ti ho raccontato alla fine son passato pure per matto, ma mi feci prescrivere non una ma ben due tac e risonanza, con e senza contrasto. Andai da un ortopedico, gli spiegai la situazione, me le feci prescrivere, feci gli esami del sangue per il contrasto e le andai a fare privatamente spendendo una fortuna. E' un tuo diritto se vuoi sputtanarti 2000 euri in esami anche inutili, devi poterlo fare. Che facciano male sono boiate, per il mezzo di contrasto non è mai morto nessuno, e comunque puoi fare dei test allergologici prima. Riguardo alla pericolosità delle radiazioni, le tac di adesso ti irradiano poco più di una radiografia, e con la risonanza addirittura non prendi neanche radiazioni. Insisti, smatta se necessario (io l'ho fatto), cambia medico . Ma bisogna che tu ti tolga questo tarlo e velocemente. Dai retta. Magari non avrai niente, te lo auguro, ma pensa a quel che è capitato a me che mi dicevano che avevo solo artrosi ...... anche dopo aver visto tac e risonanze, e non contento continuai e mi feci prescrivere PET e scintigrafia ossea, dovevo andare a fondo e alla fine purtroppo si son dovuti ricredere .... veramente, come dice erika, il mio è stato proprio un caso emblematico :(
sai cosa, io per quanto mi riguarda ho trovato questa differenza nei vari medici che mi hanno visto prima della diagnosi di osteosarcoma e dopo : i primi, ortopedici "standard", tendevano ad escludere il tumore a priori e lasciarlo solo come ultima ipotesi, data la rarità, la mia età, e il fatto che già avessi avuto un sarcoma guarito da piccolo. I secondi, ortopedici oncologi, che "per ora" mi hanno salvato la vita, hanno avuto un approccio esattamente contrario : procediamo con tutti gli esami come se tu avessi un tumore, mi dissero, poi al limite si pensa a cose più "banali" e tranquille. Questo, nella mia diagnosi, ha fatto la differenza. Penso che anche per il pancreas sia la stessa cosa, ti consiglierei quindi di andare da degli oncologi più che da medici "generici" se hai questo timore.

Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Luca975 » mer 30 apr 2014, 17:32

Ciao Mary, notizie buone non ce ne sono. Mio cugino continua ad avere l’emoglobina bassa, per cui vanno avanti a trasfusioni che però è evidente che non servono a nulla. Di fare altra chemio non se ne parla e sono sicuro non se ne parlerà più. Io penso che i suoi medici sanno già che la battaglia è finita, che manca poco, ma non hanno il coraggio di dirglielo. Non gli fanno fare neanche più i marcatori. Mio cugino sta notte vola a Lourds, non tanto per un miracolo quanto con la speranza di trovare un po’ più di serenità. Non è che si è dato sconfitto, ma nonostante la sua combattività ogni giorno ha maggiore coscienza di come finirà perché miglioramenti non ce ne sono… il giorno di pasqua in un momento di sconforto ha pianto e io abbracciandolo e cercando di fargli forza ho pianto con lui, in tanto che i nostri figli piccoli giocavano insieme in cortile… è talmente straziante che non ci sono parole…
Grazie di cuore dell’interessamento e complimenti per la bella famiglia (ho visto la foto del profilo). Perché le nostre belle famiglie devono essere distrutte in questo modo… non c’è un senso in tutto questo. Non ce né punto e basta. Non ho mai creduto in dio o in una religione, ora sono sicuro che non c’è nessun dio, se no certe cose non accadrebbero.

Avatar utente
mary64
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 23:07

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da mary64 » mer 30 apr 2014, 18:42

Forza Luca...a te e sopratutto a tuo cugino. Magari il viaggio a Lourdes servisse a far realizzare un miracolo....come dici tu almeno un pò di serenità che lo aiuti ad affrontare meglio la dura prova a cui è sottoposto. Questo cancro maledetto non lascia possibilità....ti toglie tutte le speranze. Ti abbraccio forte....
Hai ragione eravamo prioprio una bella famiglia.....ora io e le ragazze ci sentiamo come tre naufraghe in un mare in tempesta...ci aggrappiamo ai ricordi....e ci da serenità che lui se ne sia andato in mezzo a noi...con tutte e tre intorno ad accarezzarlo fino alla fine e a sostenerlo con il nostro amore verso un nuovo orizzonte...perchè ci deve essere qualcosa dopo....non può finire tutto così.

Astalya
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: sab 8 feb 2014, 0:01
Località: Salerno

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Astalya » mer 30 apr 2014, 18:44

Ciao Erika a proposito di prevenzione a noi invece l'oncologo ha detto che il tumore al polmone di mio padre si è probabilmente sviluppato nel giro di massimo un anno e mezzo (adenocarcinoma polmonare terzo stadio) quindi non è sempre vero che si formano in tanto tempo...boh

Hope Hope Hope
Membro
Messaggi: 16
Iscritto il: sab 26 apr 2014, 23:29

Re: tumore pancreas: e ora?

Messaggio da Hope Hope Hope » mer 30 apr 2014, 20:10

Grazie Valerino...mi hai dato una bella dritta... Per questa visita bisogna solo pagare, non ho bisogno del mio medico, non ci avevo pensato, io volevo andare dritta alla situazione, l'oncologo solo la parola mi fa paura... Tra l'altro oggi sono stata davvero male, all'improvviso una strana fame, ho angusto qualcosina e li la nausea, poi di nuovo tanti rumori nello stomaco e tra l'altro ho anche un rigonfiamento sotto le costole a sinistra... La mia dottoressa ha detto che si sono spostate le anse intestinali... Bravi questi medici... L'ematologo ha il laser nelle dita e vede che i linfonodi non sono patologici... Lei vede le anse intestinali... Wow...

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”