Rivoglio la mia vita!

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
ernesto
Membro
Messaggi: 216
Iscritto il: lun 22 apr 2013, 21:53

Messaggio da ernesto »

Ciao Erika mi piace molto leggerti...mi viene istintivo scriverti Rallenta..rallenta un poco...che non significa smettere di correre o quanto tu hai scritto...te lo scrivo con affetto ed ammirazione. ciao buona serata.Ernesto

linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta »

Ernesto caro, anch'io come Erika, corro e corro... Pero' me lo dico spesso che devo fare esercizi per rallentare... Non e' facile ma spero si impari... Penso che Art intendesse che bisogna vivere la vita e guardare avanti, senza sopravvivere ripiegati sul passato. Mi pare che questo sia il messaggio che e' un bellissimo incitamento.

Grazie Ernesto, anche tu sei bello da leggere.

Erika mia dolce, sento il tuo abbraccio e la tua voglia di continuare a vivere anche per Dani..non al posto suo ma assieme alla forma che lui ha ora. Anche a me piace leggerti, scrivi spesso pensieri che ho anch'io e te ne sono grata. Noi due corriamo e corriamo...ma non scappiamo dal dolore, gli permettiamo di entrare nel nostro cuore senza per questo farci annullare.. Anche se a volte e' difficile vivere, vero?

Un grande abbraccio fraterno a te!

Tua Linetta

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Messaggio da art »

Ciao Linetta ,

hai inteso nel modo giusto quello che io ed Erika volevamo dire cioè nel guardare avanti non potendo ripiegare sul passato e nello stesso tempo avere nei nostri cuori e nelle nostre menti le persone che entrambi abbiamo perso per questo maledetto cancro......

Chi ci ha lasciato per sempre starà sempre nel nostro cuore ed il nostro amore sarà eterno .......ma dobbiamo avere nello stesso tempo la forza di "correre" per questa vita perchè fermarci ci potrebbe far perdere per sempre.....questo è il senso principale del nostro dire ,del nostro incitamento e della nostra metafora .
Quando sento la mancanza della mia cara moglie mi viene una tristezza enorme , una malinconia indicibile , spesso anche un'amarezza ed una rabbia immensa .......e sono momenti , a volte giornate che non terminano mai......ma se solo non uscissimo da questa morsa allora ci potrebbe essere il rischio di crollare definitivamente e perderci .....e la stessa mia moglie mi diceva .....Arturo non fermarti devi andare avanti .....e mi preparava già per il dopo ....la vita che tanto amavano chi ci ha lasciato ...e le loro energie perse ...le raccogliamo noi che siamo rimasti ...ed il monito di mia moglie lo sento ripetermelo ....questo è il senso del correre ....
Un abbraccio fraterno ad Ernesto, Erika ,Linetta e tutti voi amici del forum .
Art

linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Messaggio da linetta »

Grazie Arturo... E grazie a Caterina se tu sei cosi' profondamente sensibile..

Serena notte caro Amico.

chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Messaggio da chiarotta »

Penso tante volte a come era bella la vita di prima, ora spesso il tempo mi sembra inutile. E' tanto difficile ricominciare e spesso mi metto a pensare a come deve essere peggio ancora per la mia mamma, che è davvero brava e coraggiosa e cerca di andare avanti e tenersi impegnata..cerca di reinventarsi, anche se deve essere tremendo trovarsi sola a 60 anni, con la vita stravolta come non avresti mai pensato. perché non si pensa mai che ci possano succedere le cose che accadono agli altri. Abbiamo perso la stessa persona, per me il babbo per lei il marito, il compagno di 35 anni di vita, so che sono dolori diversi e solitudini diverse. Riusciamo spesso a parlare del babbo con un sorriso, dicendo cosa avrebbe detto o fatto..e ne ridiamo, ma il vuoto che ha lasciato è impossibile da riempire. Non ho nemmeno il coraggio di pensare a quando la mamma rientra in casa dai mille giri fatti durante il giorno e si trova da sola in una casa che parla di lui e di noi insieme, di una realtà lontana anni luce..no non ho il coraggio. Anche io non ci vado più volentieri come prima..non la sento più casa, non so se riesco a spiegarvi questo sentimento. E già in giro iniziano ad addobbare per il natale,il secondo senza di lui, un altro natale che non mi sa di niente. Quest'anno mi sforzerò di rifare l albero e di provare a viverlo di nuovo, a dargli un senso, lo voglio fare proprio per lui..anche se mi sempbra insensato qualsiasi festa da quando non c'è.

Russia
Membro
Messaggi: 191
Iscritto il: lun 12 ago 2013, 22:36

Messaggio da Russia »

...poi vedo lui...sorride sempre! Carriera splendida...stroncata dalla malattia! Un uomo sportivo ed iperattivo ...costretto a qualche passeggiata sul lungomare! Ma sempre col sorriso! Pronto ad adattarsi allo stravolgimento! Legato come, ed anche più di prima, a me ed al cucciolo...quel sorriso mi da la forza! Allora chiedo solo che, almeno, nulla muti...

Russia
Membro
Messaggi: 191
Iscritto il: lun 12 ago 2013, 22:36

Messaggio da Russia »

Neppure immagino la profondità e crudeltà del vostro dolore, Erika, Cris, Ambra, Linetta, Art, Ernesto e tutti gli altri...Ma lo avverto, siete persone splendide capaci di guardare avanti portando "quella valigia pesante' di ricordi, emozioni e momenti ..Vi abbraccio immensamente...

lunablu1977
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: dom 27 ott 2013, 1:41

Messaggio da lunablu1977 »

Quante maschere ho messo in questi mesi...con mia madre malata, con mio padre, con tutti i parenti che non sanno nulla della malattia, per volere di mia madre, con gli amici... con chiunque mi chieda dove è tua madre, non la vediamo più in giro! e così metto una maschera e vado avanti proprio come te hinagiku senza alcun entusiasmo. E il Natale che incombe non aiuta.

Io che non ho mai amato le festività, vivendole come un obbligo, mi trovo ora a pensare che sarà l'ultimo Natale con mia madre, che se lei non sarà in grado di cucinare, lo farò io solo per vederla felice.

Rimpiango tutto della vita di prima, quanti stupidi problemi, quanti stupidi pensieri...

Cris1969
Membro
Messaggi: 54
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 2:19

Messaggio da Cris1969 »

Il Natale, tasto dolente il solo pensiero che dopo 19 splendidi Natali passati con lui pensare al prossimo mi fa venire la pelle d'oca. Come faro' senza di lui, non potro' mettere il suo regalo sotto l'albero non potro' baciarlo a mezzanotte, mi sembra un incubo, lui che amava l'albero di Natale accendeva le lucine e programmava il modo di accendersi, cosa faro' qs Natale ....dovro ' farmi forza per la ns bambina ma sinceramente non so se riuscirò a farle l'albero. Mi manca da morire ed ogni giorno e' sempre dolorosissimo e pensare alle prossime festività mi fa ancora più male. Facevamo i ns giretti a vedere le mille luci, cercavamo i vari mercatini ed ora nulla. Fa male da morire perche' mai mi e' stato strappato cosi', velocemente e dolorosamente quattro mesi neppure il tempo di abituarmi alla sua malattia l' ho visto deperire, cambiare, soffrire, l'ho coccolato e gli ho tenuto la mano fino all'ultimo respiro ed ora devo cercare di mandare avanti la mia vita e quella della ns bambina ma le scadenze come il Natale mi fanno sentire ancora piu' male. Rivorrei anch' io la mia vita, la ns vita insieme, i ns piccoli attimi, il ns mondo... Scusate ma oggi sono più giu del solito e vi ho riversato il mio dolore. Vi abbraccio

Russia
Membro
Messaggi: 191
Iscritto il: lun 12 ago 2013, 22:36

Messaggio da Russia »

Dolce Cris, questo forum credo sia stato creato apposta! Tira fuori il tuo dolore...Al mio bimbo, di cui conosci la storia, ho sempre spiegato che 'le cose brutte" vanno raccontate e non tenute dentro! C'è' la "mamma lavatrice'" che lo ascolta e ' ripulisce' quelle cose brutte...e così lui parla e narra del suo passato! Credo proprio che anche questo forum possa sortire lo stesso effetto..Occorre tirarlo fuori questo atroce dolore...forza amica mia!

Torna a “Raccontiamoci”