Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
stella87
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: dom 15 ago 2021, 15:39

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da stella87 »

Filomena ha scritto: lun 16 ago 2021, 17:03 Ciao Daniele. Es
Ho un cancro ai polmoni dal 2016
Mi avevano dato 3 mesi di vita sono stata operata ma ciò ha portato via il mio cancro solo x alcuni mesi nonostante chemio e radio
Ma x fortuna oggi le cose sono cambiate
Hanno fatto gli esami della mutazione
E grazie a un prelievo mi. Sto curando da 5 anni con delle cp
Faccio tac ogni tre mesi e un prelievo al mese
Sono 5 anni capisci
Xche. Buttare la spugna e piangersi addosso ancora prima di sapere e conoscere il passo successivo
Abbiamo medici di eccellenza
C'è limmunoterapia
Non è finita e solo l'inizio di una lunga e ripida salita
Io non ho mollato è dura
Ma oggi nonostante la terapia inizia a fare resistenza ma questo si sa dal primo momento
Farmaco resistenza
Ma si cambia farmaco si cerca la mutazione successiva
Io sono mamma ho due figli grandi
E una nipote che in tre anni ha fatto grandi miracoli nella mia vita
Quindi affrontate la malattia

Con forza
Un grande in bocca al lupo
Cara Filomena,

Ti ringrazio davvero dal cuore che tu abbia voluto condividere con noi la tua testimonianza… posso dirti che un po’ la speranza mi si è riaccesa… sono giorni che ormai non sentivo più niente nel cuore, come una nebbia che sovrasta tutto… mi hai reso un po’ più positiva e spero tanto che anche il mio papà possa poter vivere ancora tanto tempo con noi… perché non riesco a vedere la mia vita senza Lui… ho letto le tue parole anche al mio fratellino molto disperato e ha trovato un pensiero felice quindi grazie di ❤️.. ti abbraccio
Filomena
Membro
Messaggi: 1448
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Filomena »

Ciao
Condividere le proprie esperienze e dare un segno di positività ad altri è un bene
Sono felice di aver acceso una luce nella vostra vita
Spero che anche il tuo papà
Inizia ad avere più fiducia
Ti abbraccio
Filomena
Membro
Messaggi: 1448
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Filomena »

Ciao
Felice di averti dato una luce in fondo al tunnel
Ricorda mai perdere la speranza
E credere con fede
Vava62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 9 lug 2021, 10:45

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Vava62 »

Ciao a tutti
Sono Pietro marito e assistente da 4 anni di Sara , cui era stato diagnosticato un adenocarcinoma al sigma colon al quarto stadio con metastasi al fegato e polmone sx
Una lotta fatta di decine e decine di chemio, 3 interventi chirurgici, 2 radioterapia, e tanta forza e amore.
Che oggi si sono rivelati vani nonostante lei sia stata una leonessa dolce , che ha reagito a tutto
Benche attesa e temuta, oggi ho avuto dall oncologo la mazzata della diagnosi infausta
Sono svuotato, sfinito , non so cosa dire e fare
La sto guardando dormire e piango in silenzio
Lei si sforza di prepararsi ad affrontare altre cure, che ormai però sono palliativi, per lasciarle ancora un po di forza non le abbiamo detto tutto . Non so se è la cosa giusta, non so più nulla, ma la paura di vederla disperarsi e piangere e essere preda della depressione mi ha fatto agire così. Per ora.
Abbiamo anche una figlia di 22 anni che sa tutto di questi anni, e alla quale devo trovare il modo di dire questa ultima, terribile, definitiva diagnosi.
Sono disperato
Scusate lo sfogo
Giagnoni
Membro
Messaggi: 28
Iscritto il: gio 8 lug 2021, 22:06

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Giagnoni »

Mi dispiace tantissimo 😓... Fossi al tuo posto io non le direi nulla...sarebbe come farla morire prima del tempo... Poi non so.. Forse sbaglio, ma se capitasse a me non vorrei mai sapere certe verità, per tua figlia invece penso che debba sapere tutto o quasi...
Solidea
Membro
Messaggi: 941
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Solidea »

Anch'io penso sia meglio non dire nulla a tua moglie, si butterebbe ancora più giù. Tua figlia invece deve sapere, sia per se stessa sia perché non è nemmeno giusto che porti tu tutto il carico...
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.
Vava62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 9 lug 2021, 10:45

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Vava62 »

Grazie per le risposte e i consigli
Farò quello che posso
Sono anche in psicoterapia per un aiuto ma per ora non ho il sostegno sperato
Sono a pezzi
Mimetta
Membro
Messaggi: 262
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Mimetta »

Vava62, mi spiace per i momento tremendo che stai vivendo.

io mi sono torturata tanto.. se dirlo a mio marito o non dirlo. trattarlo da uomo o da malato.
finchè è stato possibile curarlo e finchè è stato in forze, leggeva tutto e sapeva tutto della sua malattia e della diagnosi infausta. ma quando siamo arrivati alla fine, increduli e inebetiti, ho capito che era meglio dirgli una pietosa bugia.
ho parlato con tutti gli oncologi che ho incontrato sul mio cammino, con gli infermieri, con il suo chirurgo.. tutti mi hanno detto di soprassedere, anche in caso di domande dirette.. non serve mi hanno detto, non si dice mai. chi vuole sapere domanda, chi non chiede o sa o non vuole sapere. mi sono torturata tanto su questa cosa, un dolore nel dolore, ero lucida ma non sapevo cosa fare.

alla fine sono felice di "non" avergli detto che eravamo alla fine, eravamo.... è importante non perdere tempo prezioso in lacrime, non serve. serve solo tanto coraggio e tentare di farli partire, andar via... con il sorriso sulle labbra, senza angoscia e senza paura. un bacio ancora, una carezza ancora, un ricordo felice ancora... non credo loro siano in grado di salutarci, allo stadio in cui sono, dicendoci delle cose che ricorderemo negli anni a venire e che ci daranno la forza di andare avanti. mi sarebbe piaciuto lui mi avesse lasciato un decalogo di come vivere senza di lui. mi ha scritto una lettera d'addio appena saputa la diagnosi. poi non abbiamo più parlato di morte. abbiamo riso, sorriso, pianto insieme solo una volta in uno dei momenti più nefasti e dolorosi del percorso, ma poi ridevamo, abbiamo fatto una vita il più normale possibile, per ciò che le operazioni e le chemio ci hanno consentito. ci siamo amati fino all'ultimo secondo... questo ti posso consigliare, pensa solo ad amarla fino alla fine. io mi sono concentrata su di lui, con amore e disperazione. e sono morta con lui, sono tutt'ora in affanno, ma lui mi ha sorriso fino all'ultimo attimo della sua vita.
io volevo essere con lui fino alla fine, ero terrorizzata se ne andasse senza di me, in un attimo in cui magari mi fossi addormentata.. ecco, io sono felice di averlo accompagnato nel trapasso, come lui ha voluto, mano nella mano, senza lacrime, un bacio ancora. poi, ho potuto piangere.

coraggio, goditi ogni attimo. Mi
Vava62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 9 lug 2021, 10:45

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Vava62 »

Grazie Mimetta
Grazie
È proprio quello che sto cercando di fare, ma è difficile
Mi strazia dentro
DANIELE-ES
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 3 ago 2021, 21:37

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da DANIELE-ES »

Per quello che posso dire o fare per darvi un supporto potrei dire quanto segue.

La psicologia, grande scienza ma appannaggio di pochi reali professionisti, è un supporto molto utile nella vita, soprattutto quando aiuta a confrontarsi con se stessi e mettersi in gioco per capire come correggersi e come andare avanti. Ma appunto è una scienza che aiuta nella vita, non nella morte, come può spiegare o esorcizzare la morte con la scienza da sola? Per questo più di tanto non penso possa fare.

Quello che si può fare in queste situazioni (sto cercando anche io di prepararmi) non è più materiale, una volta fatto tutto il possibile nella sfera materiale rimane solo il "resto". Quello che di solito tormenta di più sono le domande "Perché?" "Perché proprio a me?" "Che devo fare?" etc...proprio a queste bisogna tentare di dare una risposta, risposta che non potrà essere esaustiva ma senza dubbio potrà essere sufficiente a incanalare il dolore in un senso di marcia diverso.

Una cosa che mi ripeto sempre e che finora posso dire (ma tutta l'umanità può) si è rivelata essere vera è che ogni cosa che ci accade abbiamo la forza di superarla, non ci accadrà mai nulla che non possiamo affrontare. Si tratta quindi di capire come e non sempre il superare vuol dire "fare" o almeno non solo.

Non si hanno alternative, o si percorre la strada della disperazione che finisce in un abisso nero o si tenta di risalire la china e trovare una strada che vada verso l'alto.

Le mie sono solo parole e non possono lenire il dolore ne vostro ne mio, ma spero comunque di avervi invitato a trovare una luce in questa oscurità che state vivendo.

Un abbraccio.
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”