Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
francesca63
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: sab 15 mag 2021, 19:27

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da francesca63 »

Anchio ho cercato di vivere ogni momento, restando con lui fino alla fine, gli ho detto tante bugie sperando in un miracolo.
Anchio non avrei mai voluto dover dire ai nostri figli che eravamo alla fine, e anche adesso vederli star male è un dolore immenso
...ma bisogna andare avanti...io per loro , che sono una parte di lui ❤
Mimetta
Membro
Messaggi: 262
Iscritto il: lun 15 lug 2019, 1:17

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Mimetta »

Vava62 ha scritto: mar 31 ago 2021, 8:00 Grazie Mimetta
Grazie
È proprio quello che sto cercando di fare, ma è difficile
Mi strazia dentro
Vivi il presente, con forza e coraggio. Non c'è altra scelta. La psicoterspia servirà dopo.

Adesso serve il tuo Amore e la tua lucidità.
Mi
Flower91
Membro
Messaggi: 320
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Flower91 »

Ciao Vava62, sono molto dispiaciuta per quanto vi sta accadendo, anche se non ci conosciamo.
Concordo con tutti coloro che ti hanno risposto prima di me... A tua moglie non direi "tutto"... Ragalale tutta la serenità possibile, tanto non cambierebbe niente nemmeno se lei sapesse.
Vostra figlia ormai è grande, avrà sicuramente le energie per "andare avanti", vi farete forza a vicenda, come vorrebbe tua moglie.
Io, al contrario di quanto scritto da Mimetta, sono felice di aver avuto un supporto terapeutico da parte di una psicologa fin dal principio...
Un abbraccio
Vava62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 9 lug 2021, 10:45

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Vava62 »

Ciao a tutti
Da ieri è iniziata l assist domiciliare con una dssa bravissima, per fortuna, e delicatissima.
A mia moglie, l oncologo, io e la stessa dssa abbiamo detto che serve a monitorare gli attuali farmaci che assume, in realtà palliativi, e per ora ha accettato la spiegazione.
Attualmente si muove un po a fatica in casa ma ha manifestato la voglia di fare qualche gg via , magari al mare, visto che abbiamo passato tutto l anno , estate compresa, tra ospedali, interventi, cure, a tutto il solito bagaglio di obblighi assistenziali e burocratici
Non so che fare perché temo possa diventare un piccolo calvario tra farmaci da assumere, difficoltà a camminare (dovrei portare anche la sedia a rotelle), il tragitto abbastanza impegnativo (3/4 ore), l alimentazione che ormai non è molta e con poche cose gradite, insomma mille perplessità.
Oppure Forse dovrei partire e basta , anche per dare una parvenza di "normalità
Ho sempre in testa la recente diagnosi letale e forse non la sto guardando con gli occhi giusti
Non so più nulla, sempre mille dubbi....e tanta paura
Un caro saluto a tutti
francesca63
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: sab 15 mag 2021, 19:27

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da francesca63 »

Io ho sempre cercato di assecondare mio marito...avevo prenotato anche il treno per portarlo qualche giorno nella sua Napoli...ma poi lui è peggiorato e quell'ultimo viaggio non l abbiamo fatto. Un abbraccio
digio64
Membro
Messaggi: 33
Iscritto il: dom 9 feb 2020, 19:24

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da digio64 »

Vava62, parere personale, cerca di renderla felice, se la sua volontà è di staccare per qualche giorno e andare al mare, portala, sicuramente ci saranno delle difficoltà, ma passare qualche giorno diverso, le può fare solo che bene, io almeno la vedo così
Flower91
Membro
Messaggi: 320
Iscritto il: lun 22 mar 2021, 11:09

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Flower91 »

Ciao Vava, anche io ti consiglio di cercare di assecondare tua moglie quanto più possibile. A me sarebbe tanto piaciuto portare mio marito nella casa in montagna ma purtroppo non ho potuto, era irrealizzabile.
Però una domenica, la scorsa primavera, lo portai in collina, a casa di un'amica, a passare un pomeriggio. È stata l'ultima uscita prima della crisi epilettica e prima che tutto peggiorasse e lui diventasse inabile ad uscire di casa.
Ricordo quel pomeriggio con molto affetto e dolcezza.
Un abbraccio
Filomena
Membro
Messaggi: 1448
Iscritto il: gio 30 ago 2018, 17:10

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Filomena »

Buona sera
Da chi ci è dentro da 5 anni
E sto lottando con le unghie e con i denti x non mollare
E vorrei tanto gridare gridare
Ma tanto non serve assolutamente a nulla
Posso dire che non serve nascondere nulla tanto si mente da entrambi le parti
Noi x tutelare voi facendo finta di nulla ma appena sole affondare il viso nel cuscino e dar sfogo al dolore
Non avere il coraggio di guardare dritto negli occhi chi ti ama.
E tutto terribile
Ma si mente x amore.
Amala avvolgila come un aquila ad alé aperte come volerla proteggerla
Questo le darà Forza
Vava62
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: ven 9 lug 2021, 10:45

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Vava62 »

Ciao a tutti
Siamo stati qualche giorno al mare, è stata felicissima
Pur tra alti e bassi, per esempio un giorno intero in camera per dolore e spossatezza, siamo stati bene , favoriti anche dal bel tempo e da un ritrovato senso di libertà e leggerezza.
Ha mangiato un po più del solito, fatto qualche piccolo acquisto e, soprattutto non si è mai messa la parrucca sentendosi libera e non osservata. Le stanno ricrescendo anche i capelli, pochi millimetri ma le danno un senso di rinascita, di ripresa.
E io, sapendo quello che so, ogni tanto mi sento morire dentro. Ma resisto e cerco di farla,ridere e accudirla come meglio posso.
È un essere pieno di bontà, attenzioni per gli altri, disponibilità, buon umore. Una moglie e una mamma fantastica .
NON È GIUSTO, tutto quello che le sta capitando , non è giusto.
Come per ognuno dei vostri cari
Un abbraccio a tutti
Filippo84
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: lun 13 set 2021, 14:34

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Filippo84 »

Premetto che non scrivo praticamente mai su social o cose del genere. In questo momento scrivo per me per sfogarmi. Sono ormai passati 6 mesi da quando non c'è più mia mamma. Primi sintomi a inizio febbraio: mal di schiena (di cui soffriva spesso) e trascinamento di una gamba. un po' di visite (reumatologo, ortopedico e neurologo) senza troppe indicazioni (sciatalgia) date dai medici poi peggiora nel camminare. Portata all'ospedale e praticamente respinta a casa con indicazione a risonanza. Tramite un'amica la facciamo ricoverare lo stesso giorno a Milano. Siamo a inizio marzo. Una settimana di esami. Non possiamo vederla solo telefono. Diagnosi (più o meno) venerdì.il medico ci va leggero secondo me, va portata in un altro ospedale specializzato per operazione. Spaventati ma speranzosi. Sabato mattina non risponde al telefono. Dopo ore di attesa mi risponde e mi dice che è stata male e che ha nausea. Chiamo il medico e gli infermieri per informarmi. Dopo un po' mi dicono che sta meglio. La sera alle 23.30 mi chiamano perché la devono operare d'urgenza per pressione cerebrale troppo elevata. Vado in ospedale ma quando arrivo mi dicono che non ci hanno neanche tentato perché è andata in arresto e coma. Non entro a vederla mi dicono che ormai non sente più niente e non voglio che mi rimanga in testa come sua ultima immagine lei nel letto in quel modo. Dopo 10 minuti se ne va.
In questi mesi si sono susseguiti una serie infinita di pensieri. Ho letto e riletto la cartella clinica e mi sono informato sul male che l'ha portata via. Il diario della degenza ho avuto il coraggio di leggerlo solo un paio di volte fa troppo male pensare a quei giorni in cui ha dovuto affrontare tutto da sola.
Mi rimprovero il fatto di non aver compreso prima la gravità della situazione ma forse non l'hanno capita neanche i medici.
Oggi è stato il primo giorno di scuola elementare di mia figlia maggiore... L'avrebbe accompagnata lei nella scuola in cui ha insegnato per quaranta anni ...
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”