sono veramente triste

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
crysty1988
Membro
Messaggi: 106
Iscritto il: mar 8 apr 2014, 15:34

Re: sono veramente triste

Messaggio da crysty1988 »

Ciao veronica piacere cristina.. nn entro sempre ma leggo sempre le vostre storie e ho letto la tua.. leggendo questa bella notizia ke nn c sm metastasi nn ho potuto fare altro di scriverti!bene sono felice xte x questa bella notizia! Il mio papa'ha tac tra 7giorni esatti incrociamo le dita!
veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: sono veramente triste

Messaggio da veronicaf »

Grazie Cristina! Incrocio le dita per il tuo papà.. fammi sapere! un abbraccio
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: sono veramente triste

Messaggio da Raf50 »

Ciao Veronica, Raffaele, piacere.
Gusta fino in fondo questo momento di felicità. Le metastasi non ci sono, quindi vivi la tua vita e il tuo rapporto con tuo padre serenamente e soprattutto normalmente. Non pensare al domani. Mai.
E' quello che ho fatto io per quattro lunghi anni con mia moglie, cui nel 2009 fu asportato un occhio causa melanoma della coroide. Angoscia prima dei controlli periodici, e quando questi davano esito negativo ..... hop! Via verso altri sei mesi di vita normale. Non ho mai pensato di poterla perdere, nonostante la consapevolezza scientifica, neppure quando, a gennaio di quest'anno, le metastasi si sono presentate. Ho sempre sperato fino all'ultimo e mi sono sempre comportato come se lei, un giorno, potesse guarire.
Quando ho letto il post con cui hai aperto questa discussione francamente mi sono preoccupato ..... orfana di madre, figlia unica, padre ammalato ..... poi per fortuna ho letto quello che speravo di leggere, e cioè che accanto a te c'è un compagno che ti sta vicino e ti sostiene in ogni cosa ..... e credimi, non c'è nulla che possa valere più di questo, perchè perdere invece il compagno/a della propria vita, come è successo a me, è una devastazione seconda soltanto a quella del genitore che perde un figlio.
Quanto agli altri, quivi inclusa la compagna di tuo padre, non aspettarti mai nulla, se non vuoi passare il resto della vita a piangere sulle delusioni. Fidati solo di te stessa e conta solo sulle tue forze e su quelle del tuo compagno. E' spaventoso constatare come le persone si trasformino in conigli di fronte a situazioni di questo tipo, e come spariscano una ad una per vigliaccheria o per puro egoismo. Se poi lungo questo cammino incontrerai altre persone che ti aiuteranno e sosterranno (e a volte sono quelle da cui meno te l'aspetti), tanto di guadagnato, ed anzi consideralo come un dono del Signore se sei credente. L'importante è che tu raccolga ciò che ti viene donato se e quando ti viene donato, ma senza mai nutrire alcuna aspettativa.
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: sono veramente triste

Messaggio da Erika76 »

Anch'io Veronica mi unisco a Raf e agli altri. Si tratta di una bella notizia che alimenta speranze e coraggio. Concordo appieno con Raf quando dice che chi dovrebbe fare la parte del leone si trasforma in coniglio davanti alla malattia. Anch'io che ho perso il mio compagno ho vissuto questo abbandono da parte della sua famiglia, mentre per assurdo la mia famiglia è stata onnipresente, specie mia madre. La vicinanza di un compagno nell'affrontare un percorso di malattia è fondamentale, da soli è faticoso, molto, e non si sa con chi sfogarsi, quando chi dovrebbe essere lì non c'è. Coraggio che andrà bene!
Raf50
Membro
Messaggi: 115
Iscritto il: dom 4 mag 2014, 9:52

Re: sono veramente triste

Messaggio da Raf50 »

Erika ..... ma se durante la malattia di mia moglie le è stata più vicina la vicina di casa che non la madre e la sorella, ma di cosa stiamo parlando ancora?
Mia madre non la voglio neppure mettere in mezzo perchè il paragone non renderebbe abbastanza ..... era sua nuora, l'ha trattata ed ha sofferto come se fosse stata sua figlia.
Come dico sempre, le persone devono SEMPRE essere valutate in base a ciò che sono e a ciò che fanno, non in base al legame biologico, fossero anche i tuoi genitori.
Il solo fatto di essere un parente non fa di una persona una buona persona, ed anzi un parente può colpirti meglio perchè sa di te molte più cose di un estraneo e conosce i tuoi punti deboli, ed inoltre ci si mette pure la legge che ti costringe a continuare ad avere rapporti anche dopo la morte del parente comune (per questo ieri per me è stato un giorno di festa, perchè ieri ho finalmente reciso anche l'ultimo cordone legale che mi costringeva a rapportarmi passivamente coi genitori di mia moglie......)
mattie
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 13 mag 2014, 16:19

Re: sono veramente triste

Messaggio da mattie »

Affrontare questi percorsi e' devastante...io sono vicina a mio marito ma e' molto dura fare finta che sia tutto semplice. E' quasi un mese che sono stata messa di fronte ad una dura realtà'... La speranza continua ad esserci cosi come la voglia di combattere e trovare nuove cure. In questo ultimo mese ho anche dovuto simulare fiducia con la mamma di mio marito...non devo e non posso essere io a darle questo dispiacere...lei ci e' stata vicina, come si fa a preparare una madre? Una madre, anche se consapevole della gravita' del male ha sempre una speranza e non potrà mai accettare di sopravvive re a un figlio. Devo ancora acquisirla personalmente questa realta, ho tante speranze anche io cosi come ho tante responsabilita . I suoi fratelli sanno e so che mi capiscono, almeno per ora. Devo continuare ad essere forte e a lottare come sto cercando di fare e infondere fiducia a chi mi sta intorno. Sicuramente ho bisogno di una figura di sostegno, ho gis contattato una psicologa...per il resto cerchiamo di andare avanti con la maggiore dignità possibile. E ben venga la possibilità di potersi confrontare anche se solo virtualmente con chi si trova o si e' già trovato nella stessa durissima situazione. Grazie
Sluk79
Membro
Messaggi: 159
Iscritto il: mer 2 lug 2014, 17:38

Re: sono veramente triste

Messaggio da Sluk79 »

Ciao Mattie, noi (figli) con mia mamma abbiamo voluto evitare lo psicologo dopo il recente addio di mio papà. Abbiamo "preferito" (tra virgolette) unirci in famiglia e lottare giorno per giorno da soli, durante la malattia e dopo di mio papà. Come può uno psicologo conoscerti meglio dei tuoi parenti? ;)
mattie
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 13 mag 2014, 16:19

Re: sono veramente triste

Messaggio da mattie »

E' vero uno psicologo non ti conosce come un familiare, ma può aiutare a trovare chiavi di lettura e parole adatte per affrontare una situazione così tremenda come una malattia ingrata. Io ammetto di averne bisogno per me e per chi mi sta intorno.
Sluk79
Membro
Messaggi: 159
Iscritto il: mer 2 lug 2014, 17:38

Re: sono veramente triste

Messaggio da Sluk79 »

Se lo senti come un valido aiuto per essere più tranquilla allora ben venga.
Però ricorda che il generale di questa battaglia sarai tu e il paziente, anzi, arriverà un momento (spero mai, spero il più tardi possibile) in cui il generale sarai solo tu e dovrai prendere decisioni che nessuno psicologo potrà mai darti. Tu e la tua famiglia UNITI valete come diecimila soldati ;)
mattie
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: mar 13 mag 2014, 16:19

Re: sono veramente triste

Messaggio da mattie »

Grazie spero, anzi mi autoconvinco che tutto ciò avvenga e che la situazione sia affrontata nel miglior modo possibile!
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”