Se sei un familiare o un amico........

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
DanieleC
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 1 mag 2017, 20:51

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da DanieleC » gio 1 giu 2017, 12:36

Ciao a tutti, sono Daniele, ho 27 anni, e mia mamma dopo soltanto un anno dalla scoperta di due carcinomi al seno di modeste dimensioni la cui prognosi non lasciava presagire un epilogo così infausto in così breve tempo, se né andata a soli 51 anni, dopo un mese di sofferenza a causa di quella che hanno definito carcinomatosi meningea, dopo che ad un anno esatto dai carcinomi al seno con linfonodi indenni, gli avevano riscontrato un unica metastasi al cervello trattata dapprima con radioterapia stereotassica e dopo, a causa dei forti effetti collaterali della stessa, che gli avevano causato atroci mal di testa, della rimozione chirurgica totale andata a buon fine. Da lì dopo circa un mese di ospedale complessivo, dopo una risonanza tardiva e un precipitoso peggioramento delle condizioni l'esito finale che per lei non c'era piu' nulla da fare. L'ho vista morire dopo una lenta agonia, lei che era la mia fortezza, una donna piena di vita e di allegria. Ora non rimane che la rabbia e un vuoto assoluto.

Fede&gianf
Membro
Messaggi: 11
Iscritto il: mar 27 dic 2016, 1:21

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Fede&gianf » gio 1 giu 2017, 17:44

Caro Daniele
Mi dispiace tanto x il tuo dolore...hai ragione ad essere arrabbiato,a differenza di altri io penso ke la rabbia sia un sentimento sano ke ti permette di liberarti a poco a poco anke del dolore più forte, a patto ke la riversi, anke nella scrittura, cm stai facendo tu e nn ke ti renda il cuore arido. Non ho mai vissuto in primis la tua situazione, ma sn una mamma e da mamma ti parlo...nn lasciareti sopraffare dal dolore, sicuramente tua mamma vorrebbe vederti felice...rendile omaggio vivendo a pieno,come ogni mamma vorrebbe! Un passo alla volta certo...ti auguro di vincere questa tua battaglia e vedrai ke un giorno vi ritroverete un abbraccio
Fede

jumpaul
Membro
Messaggi: 57
Iscritto il: gio 16 mar 2017, 20:44

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da jumpaul » gio 1 giu 2017, 20:23

Ciao Daniele, siamo coetanei. Anche io come te ho perso la mia mamma, poco più di cinque mesi fa. Aveva cinque anni in più della tua. A noi l'agonia è stata risparmiata, in dieci giorni tutto si è manifestato e concluso. Ti capisco in pieno in ciò che dici: perdere la propria madre è come tagliare le radici ad una pianta, avevamo ancora così bisogno di loro, loro che erano il nostro punto di riferimento.Non ho molti consigli da darti, perché non riesco a darli nemmeno a me stesso. Però se pensi che ti possa aiutare, rivolgiti ad uno psicologo: non fa passare il dolore, ma ti ascolta senza giudizio e ti da delle piccole dritte da mettere in pratica per arginare i momenti più bui. La rabbia e il vuoto sono sensazioni normali e immagino dureranno parecchi... cerchiamo di vivere giorno per giorno senza pretendere troppo da noi stessi e vivendo il nostro dolore... piano piano ce la faremo

Paolo

Sti
Membro
Messaggi: 87
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 0:29

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Sti » lun 12 giu 2017, 23:15

Ciao Daniele e anche Paolo, mi dispiace molto per le vostre madri, anche io sono vostra coetanea, anche mia mamma è malata ma per fortuna ancora con noi.
Leggere i vostri messaggi mi ha fatto commuovere, purtroppo non so dirvi nulla di utile per lenire il dolore, anzi forse il mio messaggio è un po inopportuno, ma, anche se ancora non riesco a comprendere il vostro dolore, vi sono vicina.

DanieleC
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 1 mag 2017, 20:51

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da DanieleC » lun 12 giu 2017, 23:30

Grazie Sti, ti ringrazio per il tuo messaggio...non so la situazione di tua mamma ma ti auguro con tutto il cuore che rimanga con te ancora per moltissimo tempo e che riesca a sconfiggere questo male.

DanieleC
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: lun 1 mag 2017, 20:51

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da DanieleC » lun 12 giu 2017, 23:38

Ciao Paolo, hai ragione a dire di non pretendere molto da noi stessi, io adesso mi limito a l'essenziale, non ho la forza di riprendere la vita di sempre . Dopo quello che ho vissuto con mia mamma, ed aver visto quanto possa essere fragile e impotente l'essere umano, troppe cose della vita ora mi sembrano inutili e insensate. Un abbraccio.

CristianP
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: lun 19 giu 2017, 19:34

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da CristianP » lun 19 giu 2017, 21:38

Ciao a tutti. Anche io sto avendo a che fare con il lutto per la perdita di mia madre. E' successo 2 mesi fa.
A parte l'enorme dispiacere per la perdita, quello che più mi sta facendo soffrire sono i se e i ma, insomma i dubbi e gli interrogativi su quanto è stato fatto, a cominciare dalla diagnosi tardiva del tumore.
Ho deciso di scrivere qui perchè da un paio di giorni avverto un piccolo fastidio al fegato, una cosa quasi impercettibile per il momento. Non so se possa dipendere dallo stress causato dal mio rimuginare ininterrotto sulla malattia di mia madre.
A qualcuno è capitato qualcosa di analogo?

Santi76
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: mer 16 ago 2017, 13:55

Re: ciao a tutti anch io sto vivendo una situazione difficile a mio fratello gli è stato riscontrato un carcinoma alla t

Messaggio da Santi76 » gio 17 ago 2017, 8:00

Staff AIMaC ha scritto:
ven 9 apr 2010, 20:29
Questa stanza è dedicata a chi si prende cura, si sente coinvolto, assorbito nell’assistenza del proprio caro. È un luogo virtuale dove puoi sentirti libero di portare quello che stai vivendo, di esprimere i tuoi sentimenti in un clima di accoglienza, di fiducia, di rispetto. Un luogo dove puoi ascoltare l’esperienza di chi vive la tua stessa condizione. Uno spazio dove attraverso il confronto e la condivisione hai la possibilità di dare e anche di ricevere.

Perla111
Membro
Messaggi: 109
Iscritto il: sab 29 lug 2017, 15:42

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da Perla111 » dom 20 ago 2017, 21:33

Ciao Daniele. Ti capisco, ho 30 anni e ho appena perso mio papà per un tumore al pancreas. In più assisto mia mamma h24 gravemente malata. Mio padre ha scoperto tutto a fine maggio e dall'altro giorno non c'è più. Il pensiero di ripetere la stessa cosa con mia mamma mi terrorizza. Purtroppo è successo. Anche io ho paura e non ho più una vita praticamente!! Un abbraccio

virginiafreed
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: ven 9 dic 2016, 23:01

Re: Se sei un familiare o un amico........

Messaggio da virginiafreed » mar 12 set 2017, 21:53

Ciao a tutti, mi ritrovo a scrivere su questo forum in cerca di conforto.

5 giorni fa ho perso la mia mamma per colpa di un tumore al cervello, per colpa di metastasi cerebrali secondarie derivante da un microcitoma polmonare.
Si è ammalata 4 anni fa, ricordo ancora il giorno in cui me lo dissero, lei mi promise che sarebbe guarita, che avrebbe lottato per noi. È così è stato, dopo un anno e mezzo di lotte e sofferenze l'ha sconfitto. Poi la brutta notizia, tumore al cervello, altra brutta notizia, ma ancora una volta la mamma ha tenuto duro e l'ha sconfitto. È solo 10 mesi, l'ennesima notizia devastante, metastasi celebrali con edema, non operabile, senza scampo. Ho visto mia mamma patire le pene dellinferno, vivere in un letto, lavata è cambiata senza che potesse più camminare o mangiare le cose che più le piacevano o indossare i vestiti che tanto amava mettere. Per finire la sua vita all'hospice.. dopo sofferenze immense. Sono distrutta, perché era una persona buonissima, nonostante i suoi problemi si preoccupava sempre che gli altri stessero bene, e amava me e mio fratello come nessuno mai nella vita. Sto male perché ha sofferto tanto per niente, sto male perché meritava di più, di viversi una bella vita, di viaggiare. Ho paura che non se la sia goduta a pieno la sua vita, anche per colpa nostra. Mi sento in colpa per le volte in cui l'ho trattata male quando era già malata, o in cui le ho risposto male perché ero nervosa per delle cavolate. Ho paura che non riceverò mai più quell amore, perché come mi voleva bene lei nessuno mai. Sono preoccupata per mio fratello, per mio padre. Ogni cosa in casa mi ricorda lei e piango in continuazione. So che ha smesso di soffrire, è questa è l'unica misera consolazione che ho, e non mi aspetto di sentirmi dire che starò meglio, che non soffrirò, perché voglio soffrire era la mia mamma e voglio soffrire perché si merita di essere compianta. Vorrei solo sapere se c'è qualcuno che sta passando quello che passo io, perché in questo momento mi sento sola, e persa.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”