Depressione totale

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
dany
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 16 ott 2012, 3:13

Messaggio da dany » lun 4 nov 2013, 6:10

quanto mi ritrovo nelle tue parole, quante volte penso di non essere capita, quante volte vedo famiglie felici che non sanno di esserlo, quando la mia è spezzata...da quando lei non c'è più...non so più come fare a vivere...mi ritrovo a ringraziare per il tempo che passa, senza che io lo viva....tu, che ancora ce l'hai vicina,circondati di bei ricordi, almeno hai qualcosa per cui vivere...io ora ho 23 anni e come hai detto tu, se penso al mio futuro mi fa solo che male, l'anno scorso non ho festeggiato il natale, non voglio la festa di laurea, non voglio dei figli....lo so, mi sto rovinando la vita e tutti mi dicono che lei non vorrebbe vedermi così...ma come faccio a essere felice quando mi sento morta dentro...

la notte, per addormentarmi continuo a pensare al suo petto e alle sue mani, un abbraccio avvolgente, che ti faceva dimenticare di tutto...

Abbracciala e baciala più che puoi, che in fin dei conti, questo per quanto strazziante, non è un brutto periodo: ancora le puoi parlare, ancora puoi chiederle consigli, ancora ce l'hai vicina...


angiame
Membro
Messaggi: 2785
Iscritto il: lun 11 giu 2012, 21:21

Messaggio da angiame » lun 4 nov 2013, 17:23

Dany non scherzare!!!

Il natale l'ho saltato anche io...

Per la laurea... Alza un calice pieno di vino, al cielo e brinda a lei!!!

È grazie a lei se tu sei li...

Poi ricordo la promessa fatta... Tu sarai quella che scoprirà la cura!
Ora io ho già tre bimbi e non sai quanto pagherei per avere una piccola Daniela Anna da coccolare e da riempire di baci!!
Dai Dany... Continuare a vivere lo sappiamo tutte e due, si può... E la loro mancanza non diminuirà mai!!
Ti stritolo fortissimo sperando che il mio stritolo ti aiuti a guardare un po più in la con un po più di serenità

ti sono vicina Dany

tua Ambra


romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Messaggio da romana218 » sab 9 nov 2013, 21:14

Vi ringrazio per le vostre parole e scusatemi se non ho risposto prima.. Sono stati giorni in cui mi sono trovata con le spalle al muro, a dover combattere più forte con il dolore e la sofferenza..

La verità è che vorrei poterlo dire e fingere di essere una persona forte.. ma in realtà non lo sono. Guardo davanti a me e vedo solo nero.

Guardo mamma mentre dorme e soffro nel vederla così.

Ogni volta prometto a me stessa che non piangerò più davanti a lei ma poi puntualmente infrango ciò che ho promesso..

Oggi è una giornata nera. Mi ricorda tanto le giornate di inizio Ottobre. Sembrava che il tempo andasse di pari passo con le notizie che arrivavano dall'ospedale.

Oggi la forza e la voglia di combattere non ci sono.

Oggi c'è una maggiore consapevolezza. Quella consapevolezza che mi distrugge l'anima.

Oggi il mio pensiero va a tutti voi, che siete entrati a far parte di me, alle vostre sofferenze, che sono le stesse mie. Ma soprattutto un pensiero particolare è rivolto a Paolo.. ho letto la sua storia ma non ho mai avuto il coraggio per scrivergli.. In lui vedo la mia mamma. Come abbraccio (virtualmente) lui, abbraccio tutti quanti, parenti e vittime della bestia.

Mi sono alzata pensando "Nuovo giorno, nuova speranza".

Beh la speranza oggi non c'è.
Un sereno week end a tutti.


piccolina84
Membro
Messaggi: 137
Iscritto il: ven 28 giu 2013, 16:24

Messaggio da piccolina84 » sab 9 nov 2013, 21:43

forza romana218 ti sono vicina e capisco benissimo le tue ansie!!! ti senti inerme, impotente di fronte alla sofferenza di una persona cara e questa è la cosa + brutta in assoluto, almeno per me, anche io alterno momenti di rabbia e sconforto con quelli piena di speranza e fiducia, siamo in un mare tempestoso e spesso finiamo sott'acqua, ma poi mi dico che dobbiamo avere anche fiducia dei ns. oncologi, sanno quello che fanno....e non puo' essere che vinca sempre il mostro, non è proprio possibile.........

ti abbraccio ..........


dany
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 16 ott 2012, 3:13

Messaggio da dany » lun 11 nov 2013, 4:53

cercherò di ripetere le tue parole, ambra!grazie!un abbraccio ai tuoi figli.

romana, purtroppo non c'è molto da fare, anzi una cosa forse sì...vivere minuto per minuto, senza guardare troppo lontanto, ridurre la dimensione del futuro, in modo da rendere il presente più lungo(eh...parole contorte che mi sono uscite fuori)...sarà perchè oggi per la prima volta dopo un anno da quando lei non c'è più sono riuscita a ricordarla e NOMINARLA con un minimo di sorriso sulle labbra...la mia mamma che metteva tantissima dedizione nel separare gli albumi dai tuorli...una cosa banale...ma dice molto su ciò che era...

veramente romina, non guardare al futuro, lascialo stare....non arrivare al punto che per la disperazione e il buio più totale potresti arrivare a pensare a cose che non avresti mai immaginato...

un abbraccio a tutti voi!! vi auguro che almeno nei vostri sogni il male non esista! buonanotte!


eli75
Membro
Messaggi: 635
Iscritto il: mer 24 lug 2013, 5:32

Messaggio da eli75 » lun 11 nov 2013, 5:48

Romana ti sono vicina...La speranza ci deve essere...forza Romana !


romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Messaggio da romana218 » lun 11 nov 2013, 6:31

Venerdì seconda chemio.. E intanto i capelli di mamma, che cadevano a mazzi non ci sono più.. Ha deciso di rasarseli in quanto cadendo, si spargevano per tutta casa, accumulando polvere.. La respirazione e l'ambiente sano sono fondamentali..

Vederla con il foulard mi ha fatto impressione. Purtroppo oggi la sua visione mi ha fatto cadere di nuovo. Ho pianto davanti a lei.. Ancora, per l'ennesima volta.

Ho paura che ogni momento possa essere l'ultimo.. Le ripeto che le voglio bene, che è la mia vita e che non l'abbandoneró mai..e puntualmete ogni giorno ho un momento in cui niente puó consolarmi, niente puó porre rimedio a questa sofferenza.. Quel momento è adesso.. le lacrime non smettono di scendere neanche se lo volessi..


GIORNOPERGIORNO
Membro
Messaggi: 1176
Iscritto il: lun 18 ott 2010, 16:08

Messaggio da GIORNOPERGIORNO » lun 11 nov 2013, 17:01

Ciao Romana, sei tanto giovane .... contenere il dolore non è semplice.

Sai, noi non possiamo fare molto per i nostri cari.

Ci affidiamo agli oncologi che sanno bene che medicine usare.

IL nostro compito è quello di tenere compagnia, svagare il tempo del malato, farlo gioire di piccole cose e, nel caso , assisterlo nelle sue incombenze.

Non dici molto di come stia la mamma ....

magari la chemio le ha fatto cadere i capelli

.... ma riesce a gradire una fetta di torta fatta dalla dua bambina...

oppure riesce a fare una piccola passeggiata e bere un caffè in una pasticceria.

Non so Romi, cerca di capire come va e inventati, creati dellw piccole cose da fare insieme.

Basta piangere davanti a lei !

Non può sopportare la tua sofferenza oltre la sua.

Mi raccomando tienile più compagnia possibile e VIVI questi momenti.

forza !!


Air96
Membro
Messaggi: 46
Iscritto il: mar 12 nov 2013, 6:18

Messaggio da Air96 » mer 13 nov 2013, 0:08

Ciao romana.

Mi sono appena iscritta a questo forum,fino a questo momento avevo solo letto le vostre storie,ora però ho deciso di aggiungermi anch'io,spinta anche dalle analogie che mi accomunano a te. Io ho 17anni(sono un pò più piccola)e due anni fa ho perso la mia mamma di soli 50anni anche lei sofferente di questo male bastardo con cui ha combattuto per due dolorosi anni.sono stati momenti e in parte lo sono tutt'ora terribili.non che con il tempo si dimentica,questo mai,ma il dolore si allieva,vuoi o non vuoi impari a conviverci e ad andare avanti.ho provato le stesse identiche sensazioni e stati d'animo tuoi,e questo mi ha spinto ulteriormente a scriverti. Anche io mi sono sempre chiesta il perchė di tutta questa sofferenza,il perchè di tanto male. La mia era una famiglia perfetta,fino a quando questa malattia,arrivata come un fulmine a ciel sereno,ha portato via tutto o quanto meno ha portato via quella persona che rendeva splendida la nostra vita. Ogni giorno mi sveglio pensando a quanto fosse bello poterla riavere in mezzo a noi ,poterla continuare ad abbracciare,poter condividere con lei le cose quotidiane.invece mi alzo e non c'è,ma la sento e questo mi da la speranza di continuare la mia vita,io so che c'è,non la vedo ma c'è.

Spesso nei casi in cui mi buttavo giù e non avevo voglia di far nulla,solo sparire per porre fine a tutto,mi chiedevo perchè io non potevo ,come tutti gli altri adolescenti, vivere una vita "normale",spensierata.e per di più mi dava pure fastidio che alcuni miei amici piangessero o si disperassero per cose futili,per problemi sentimentali o roba del genere,non lo sopportavo,perchè mentre loro si abbattevano per scemenze,io a casa vivevo momenti infernali e pensavo che IO avevo il diritto di star male e di piangere e di urlare,non loro.

Il mio grande errore è stato sin dal' inizio non provare a condividere questo dolore con la gente che mi stava intorno,ma non perchè era gente poco fidata,ma perchè non ci riuscivo,perchè credevo che nessuno avesse potuto capirmi e di fatto era così!tutti ti ripetono sempre che lo sanno quello che si prova,invece no,perchè se certe esperienze non le vivi in prima persona,non potrai mai neppure immaginare come ci si sente. Ora invece a distanza di due anni ho scoperto questo sito fatto di persone da cui posso essere realmente compresa. Per questo,romana,voglio darti un consiglio:vivi intensamente ogni singolo istante con tua madre cercando di non abbatterti mai davanti a lei,perchè questo è motivo di sofferenza in più per lei. Lo so che è difficile,sapessi quante volte è capitato a me di lasciarmi andare davanti i suoi occhi,ma devi cercare di stringere i denti e farcela,costi quel che costi. È dura, è dura soprattutto vederla soffrire e non poter far nulla,invece sai che ti dico?tu puoi darle forza,puoi aiutarla a sorridere. Io non sempre l'ho fatto,perchè molto spesso quella forza mancava anche a me,ma tu che sei ancora in tempo prova a farlo. Mi sembra di rivedere un'altra me nelle tue parole,con l'unica differenza che la mia mamma è volata in cielo,la tua è ancora accanto a te.ma sappi,per quel che può valere,che non sei sola,questi momenti li ho vissuti esattamente anch'io e ogni giorno milioni e milioni di persone,basta pensare a tutta la gente iscritta a questo forum,lotta con questi problemi.

Ti sento molto vicina e quando hai voglia di sfogarti noi tutti siamo pronti ad ascoltarti.

Ti auguro tanta tanta tanta fortuna.


romana218
Membro
Messaggi: 136
Iscritto il: lun 14 ott 2013, 4:43

Messaggio da romana218 » sab 16 nov 2013, 3:32

Ciao Air96.. Sono tre giorni che provo a scriverti ma non ho mai trovato il coraggio.. Non ti nego che la prima volta che ho letto le tue parole ho pianto.. Ed ho pianto di nuovo ora, rileggendole.

Apprezzo la forza che hai avuto, e che continui ad avere.. Sai a volte vorrei averla anche io.. A volte leggo il forum e vedo che ci sono tantissime persone con un coraggio da leoni, che riescono a combattere ogni battaglia quotidiana.. Vorrei essere come loro, ma non lo sono.

Tutto quello che posso fare ora è stare vicina a mamma; il mio dolore non lo potrà alleviare nessuno se non mamma stessa, fin quando lei continuerà ad avere le forze per combattere..

I miei amici sembrano essersi dimenticati del fatto che io abbia una madre malata e del fatto che mi senta continuamente persa.. non lo capiscono proprio. Ma come ho già detto: non li biasimo per questo, anzi. Sono felice per loro perchè non devono affrontare questa disgrazia.

Solo che in fondo io avrei bisogno di essere capita.. perchè ciò che ho dentro lo so solo io, e non posso capire fino in fondo gli altri.. Come gli altri non possono capire fino in fondo me.. Ma a volte ho un disperato bisogno di essere capita ed amata che diventa quasi una pretesa.. E da sola non riesco ad affrontare tutto questo. La malattia di mamma è più grande di me e di tutti noi.

A volte vorrei solo avere un po' di coraggio in più.. Ma la maggior parte delle volte fingo di averlo..

Che dire Air.. Come ho conosciuto gli altri, mi sarebbe piaciuto conoscere te in un altro contesto.. Ma la vita ci riserva questo.

Scrivimi quando vuoi.. Siamo coetanee e sento che tu puoi capirmi, almeno tu


 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”