I GUERRIERI DEL CANCRO

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da Erika76 » mer 30 apr 2014, 11:38

Ciao cerchietti,
oggi mi sento di scrivere qui, per me, per ciascuno di noi. Da circa 10 mesi vivo in questa famiglia che si allarga, per poi rimpicciolirsi e allargarsi nuovamente.
Da 10 mesi quasi leggo di disperazione, angoscia, paura, senso d'impotenza, dubbi e ricerca di risposte e conforto.
Certi giorni sono più difficili di altri. Alcuni membri di questa grande famiglia scompaiono lasciando in noi la sensazione che un altro guerriero abbia ceduto le armi dopo una lotta estenuante contro un nemico più grande, troppo forte, mostruosamente potente.
L'angoscia, il dolore che ci accomuna ha i medesimi tratti. Ciascuno di noi si è iscritto qui la prima volta nel tentativo di trovare conforto, ma in realtà si è immerso in un universo fatto di speranze e sogni infranti, sentenze e date.
Ma questa è la realtà con la quale dobbiamo fare i conti. Assumiamo un ruolo che non avremmo mai voluto ci appartenesse, per poi abbandonarlo quando mai vorremmo. Non siamo mai pronti a vederli volare via, come non eravamo pronti a saperli malati. La loro consapevolezza ci ferisce tanto quanto il loro non sapere e non sappiamo trovare le risposte giuste, la tecnica adatta per renderli più o meno consapevoli e alla fine ci troviamo immersi in un mare di "se", di "forse" e ce li portiamo dietro, lungo un percorso che dovremo percorrere dall'inizio alla fine.
Quello che mi sento di dire per prima a me stessa e poi a tutti voi è che noi ci siamo, ci siamo stati, abbiamo vissuto il cancro come se fosse sulla nostra pelle, abbiamo combattuto, sperato e pianto, ma mai e poi mai dovremo sentirci sconfitti perché chi abbiamo amato ha combattuto per noi, fino all'ultimo respiro, lasciandoci un onere, quello di vivere. Un onere sì, all'inizio è questo. Un dovere che non ci sembra possibile soddisfare, ma che poi giorno dopo giorno diventa vita reale, e con il tempo desiderio di vita, di dare un senso a tutto. Col tempo i ricordi più dolorosi faranno spazio a quelli che hanno segnato gli attimi felici, sereni. Gli sguardi che abbiamo visto spegnersi lasceranno posto ai sorrisi. Si tratta di un percorso e sottrarsi a questo percorso sarebbe ingiusto per noi stessi che meritiamo di vivere per noi e per loro e per chi abbiamo amato che ha combattuto per noi passandoci il testimone dell'amore in una staffetta che si chiama vita. Quindi avanti cerchietti, guardiamo avanti e non chiniamo mai la testa davanti al mostro.
Erika

Avatar utente
mary64
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 23:07

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da mary64 » mer 30 apr 2014, 18:48

Sempre a testa alta!!!! Le tue parole sono molto belle....me le sento addosso tutte.... una ad una in questo mio momento di vita....grazie!

chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da chiarotta » mer 30 apr 2014, 19:17

Grazie come sempre delle tue belle parole,che rispecchiano i sentimenti di molti. Si va avanti a testa alta, per chi a testa alta se ne è andato..ma non troppo lontano.. Chi si ama sta qui,nel nostro cuore. Il mio babbo starà sempre qui dove lo voglio,nel mio cuore,nei miei pensieri..in tanti gesti perché gli assomiglio e lo posso vedere anche senza chiudere gli occhi. Mi impongono ogni giorno di rammentare la voce nel timore di scordarla,e non lo vorrei.un abbraccione a tutti e tutte..grazie di condividere in questo spazio i vostri pensieri,a volte è una consolazione ,per quanto amara,sapere che proviamo le stesse emozioni..

valerino
Membro
Messaggi: 378
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da valerino » mer 30 apr 2014, 19:50

come dico sempre io, non mi ritengo un guerriero, tutt'altro. ho una paura cane, e sono convinto che certe cose non si combattono, è una perdita di tempo ed energie. se hai un buon sistema immunitario (così pare, o un cancro abbastanza stupido) e tanta fortuna allora vivi, altrimenti presto o tardi te ne vai, c'è poco da fare. i veri guerrieri siete voi familiari, che ci state vicino nonostante tutto, nella buona e nella cattiva sorte. le persone oggi vengono abbandonate per molto meno, e questo vi fa davvero onore.

Franco zhu
Membro
Messaggi: 83
Iscritto il: mer 26 dic 2012, 19:48

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da Franco zhu » mer 30 apr 2014, 22:48

Vorrei essere forte e coraggiosa perché sicuramente papà avrebbe voluto cosi.. Quando lo vedevo abito soffrire gli dicevo che se avessi potuto avrei preso una parte del suo dolore così avrebbe sofferto di meno e lui mi disse "stupida figliola che ti salta per la testa.. Soffre papà per tutti voi, papà con questo dolore porta via tutti i vostri così voi sarete sempre sereni".. Non riesco comunque a essere felice e nei rari momenti in cui penso di esserlo tornando alla realtà capisco che non lo sarò mai più.. Perché papà non c'è più.

Roby_babbopersempre
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: ven 25 apr 2014, 13:18

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da Roby_babbopersempre » gio 1 mag 2014, 8:48

Questa poesia di Sant'Agostino la voglio dedicare al mio babbo,un grande guerriero...babbo sorridi sempre e ricorda che le tue puzzole e la tua piccola donna ti amano e ti ameremo per sempre!! La morte non è niente.

Sono solamente passato dall'altra parte:

è come fossi nascosto nella stanza accanto.

Io sono sempre io e tu sei sempre tu.

Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.

Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;

parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.

Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste.

Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,

di quelle piccole cose che tanto ci piacevano

quando eravamo insieme.

Prega, sorridi, pensami!

Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:

pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.

La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:

è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.

Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?

Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.

Rassicurati, va tutto bene.

Ritroverai il mio cuore,

ne ritroverai la tenerezza purificata.

Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami:

il tuo sorriso è la mia pace.

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Re: I GUERRIERI DEL CANCRO

Messaggio da art » gio 1 mag 2014, 18:01

Carissimi amici del forum , mi ritrovo in pieno e concordo con quello che avete scritto qui sopra prima di me .
Con Erika concordo le sue parole , la storia passata e recente con la quale il cancro ha cambiato la nostra vita ( come la vita di tantissimi altri che scrivono su questo forum) e vita che è stata tolta definitivamente ai nostri carissimi.

Aggiungo alle vostre parole ed ai vostri commenti quello che già in quest'ultimo anno ho spesso ribadito su questo sito: viviamo tre livelli di vita dei quali uno quello vissuto serenamente con i cari poi persi, un altro quello di aver condiviso il cancro o viverlo da vicino alle stesse persone che il cancro lo hanno attraversato direttamente e direttamente li ha colpiti , il terzo livello della nostra vita quello del dopo , dei ricordi struggenti , del dolore interno che spesso riaffiora più forte di altre volte e ti fa guardare il mondo e la vita che stai vivendo con nostalgia , con una forte amarezza e ti stringe il cuore e l'amarezza e lo stesso dolore che ti attanagliano e ti soffocano come poi nello stesso tempo vivi e vuoi vivere questa vita che tanto desideravano i nostri cari e ti sembra che se non combatti e corri per questa vita che ti è stata posta dinanzi e se ti abbatti completamente non hai rispetto ed onore proprio per quelle stesse persone a te care e perse con la malattia del cancro che li ha inesorabilmente portato via e dimostri di essere un vigliacco proprio nei loro confronti che intensamente hanno combattuto sino all'ultimo respiro .
Come dice e concordo con Erika essi ci hanno lasciato un testimone e devi riprendere a correre come in una staffetta perchè hai dinanzi ancora tanta pista da affrontare e quindi tanta vita da affrontare e combattere .

Chi in questo momento vive accanto ai propri cari ed assiste e partecipa al dolore che essi stanno vivendo . so benissimo cosa provano , come essi stanno vivendo e so per conto che essi assistano ad un mondo esterno che gira in un modo opposto al proprio...sembra quasi che dia fastidio .....e dentro non si fa che provare una sofferenza continua ed una frustrazione perenne .
Vorresti metaforicamente fermare il mondo e scendere come ad una fermata di autobus.
Bisogna avere tanta forza e tanto coraggio e stare accanto a chi soffre della malattia ed a volte penso , come spesso ho fatto con mia moglie in quel periodo , stringere le mani e stargli vicino in modo che essi capiscono ed intendono che tu gli stai realmente vicino in questa battaglia che non appartiene solo a loro anche se la combattono in prima e diretta persona ma appartiene anche a te proprio per l'amore che si prova intensamente verso di loro .

Per chi combatte in prima e diretta persona penso che abbiano sempre il desiderio di combattere questa battaglia intensamente ma spesso il dolore fisico ed i pensieri li prostrano e li fanno morire dentro ma proprio da loro sentirete dire che hanno voglia e desiderio di combattere questa battaglia che stanno affrontando ed hanno bisogno dei propri cari che gli stiano vicino.
Ma non di ascoltare quelle frasi fatte , quei luoghi comuni o spesso quella falsa solidarietà o frasi fatte come pensa positivo..... per chi soffre nel fisico e nella mente è dura, durissima ,penso, che è importante stare vicino a loro e farli sentire tutto il nostro amore ..anche a volte stando in silenzio .......
So che è difficile ed è dura per coloro che sono accanto ai propri cari ma bisogna capire e condividere questa battaglia .

Spero che la scienza , la ricerca , la maggiore prevenzione , e/o per chi è credente con l'aiuto di Dio si possa sempre maggiormente, sia in un futuro immediato che in quello posteriore di vincere maggiormente questo mostro e chissà se un giorno definitivamente ...chissà.......

Il cancro , a mio parere è come quella leva che ha il fulcro al centro e pende in ognuno di noi una volta a destra ed una volta a sinistra ...poi se il fulcro si sposta allora la pendenza va direttamente in un solo verso e certe volte non si riesce a riportare il fulcro direttamente al centro.........

Il cancro è molto spesso se non sempre il senso della nostra vita ...................................

Buona serata a tutti voi amici del forum e tanta forza e coraggio chi ne ha realmente bisogno in questo momento .

Art

rosapinanicolettaanna
Membro
Messaggi: 372
Iscritto il: mar 25 set 2012, 17:53

LA MIA STORIA

Messaggio da rosapinanicolettaanna » sab 3 mag 2014, 15:22

IO CONDIVIDO MA COME PAZIENTE VI DICO CHE NOI ALMENO IO O SENTITO TROPPA PIETA CATTIVERIA È NESSUN A FIANCO APARTE LA MIA PICCOLA A DARMI LA FORZA IO NON O VINTO LA GUERRA MA UNA BATTAGLIA SE AVESSI AVUTO LE PERSONE GIUSTE AFIANCO LO AVREI VISSUTO MEGLIO ANZI PURTROPPO O VISSUTO IN UN POSTO ORRIBILE TRATTATA MALE X NON CREARE ALTRI PROBLEMI MANCO O DENUNCIATO CIO CHE POTEVO AVEVO TROPPO DA LOTTARE CREARE ALTRE GUERRE VIGLIAKAMENTE PERCHE SAPEVO CHE ANCHE SE ERO NEL GIUSTO NON AVEVO IL CORAGGIO NE LE FORZE PER FARLO A VOLTE MI PENTO MA É STATO MEGLIO X LUCIA X DEDICARLI OGNI MINUTI PERCHE PENSAVO DI AVERE POCO TEMPO E LO VOLEVO DEDICARE A LEI ...MI MANCA TROPPO AVREI TENUTO IL TUMORE PURE DI AVERLA A FIANCO...IL MIO ANGELO É LEI...MA SENZA FAMIGLIA SENZA AMORE LOTTARE È ORRIBILE COME O DOVUTO VIVFRE LA MALATIA NASCONDERE QUANTO MI SENTIVO MALE... UN DOLORE TANTO GRANDE QUANTO PAUROSO...ORA VADO A PRESTO

Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”