assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da valerino »

salve giovanotti,
una volta tanto non parlo né di malattia né di tragedie, ma di una cosa bellissima che mi sta capitando .... dopo 20 anni che lavoro come un cane, dopo l'anno scorso passato come ben sapete, finalmente è arrivata l'opportunità che da anni stavo inseguendo: enorme avanzamento di carriera e trasferimento a dubai.

chiaramente c'ho pensato tanto, sia io che la mia fidanzata.... al momento ho ripreso la mia vita in mano completamente, faccio la stessa vita di prima pari pari tra movida, aperitivi, mare, ah sì lavoro anche :) ricordate, mi hanno amputato quel che rimaneva della gamba .... son 25 anni che cammino con le stampelle, indi diciamo che da quel lato il cancro 'm'ha fatto aria' come si dice da noi. chiaro, ho sempre lo spettro delle recidive.

il cancro può tornare domani, tra 1 anno, tra 2 anni, mai. vero, ormai diciamo che è 1 anno che son libero da malattia quasi, e di solito le recidive per il mio tipo di tumore tornano entro dopo pochi mesi/1 anno. ma sappiamo bene che la statistica non è una scienza esatta.
ero quindi ad un bivio: continuare a vivere la mia vita qua in attesa che la malattia torni. certo, non mi manca niente, guadagno già bene, sono soddisfatto del mio lavoro.
oppure prendere il treno che aspettavo da anni, avanzamento nella mia carriera (da "semplice" sviluppatore di software divento project manager a capo di un team di persone di una grande società, e continuo a programmare per divertimento, con possibilità/certezza di ulteriori avanzamenti), trattamento economico impensabile per qua, 0 tasse, villetta con piscina e estate tutto l'anno, insomma la vita che ho sempre sognato. questa cosa era già in progetto l'anno scorso, poi ovviamente è tutto slittato a causa della malattia improvvisa.

ho detto si vive una volta sola, e ho scelto la seconda opzione. come va và. ho appena firmato il contratto e dovrei trasferirmi ormai a settembre (a luglio inizia il ramadan e nei paesi arabi si ferma tutto o quasi per 1 mese), dopo la prossima tac che ho il 30 agosto. che se andrà male, vabè, abbiamo scherzato, come non detto, era tutto un sogno ... per ora non pensiamoci :(

ho già fatto presente alla mia azienda che ogni 3 mesi (dall'anno prossimo si passerà ad ogni 6 poi) voglio tornare in italia per i controlli, perché preferisco rimanere nelle mani di chi mi ha curato fino ad adesso. per la mia azienda chiaramente non ci sono problemi.

quello che mi chiedo è, per l'assistenza sanitaria qua come funziona ? voglio continuare a farmi controllare in italia.
avrò la residenza all'estero (ovviamente, per questioni fiscali), la cittadinanza rimane italiana. gli esami (tac/risonanze/etc...) me li pago suppongo. ma vorrei farli comunque nella stessa struttura ospedaliera dove son stato curato, non mi fido delle cliniche private (leggete la mia storia), è possibile ? potrò comunque rivolgermi agli oncologi qua in ospedale per i follow up ?

se qualcuno ne sà qualcosa fatemi sapere!

Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da Laura85 »

Grande!!!!!! Scusa non riesco a darti info sull'assistenza sanitaria, ma te lo dico ancora GRANDE!!!!!!!

valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da valerino »

grazie laura .... e auguri per il babbo! ho letto la tua discussione, che ti hanno detto che sarà l'ultima cura e se poi la malattia ritornerà non ci saranno più cure. beh, in sostanza è un po' anche la mia situazione. se mi son salvato, è stato perché il tumore è stato tutto estirpato dall'intervento e ancora non se n'era andato in giro. la radio e la chemio che ho fatto per quel che ho avuto io è scritto ovunque che, specialmente la chemio, sono inutili. anzi, la radio se non la facevo era meglio perché mi ha lasciato parecchi acciacchi collaterali. per non parlare della stomia, che m'ha tolto 6 mesi di vita e ancora ho gli incubi che mi sveglio e penso di avere ancora quello schifosissimo sacchetto appiccicato.
se qualcosa è rimasto, sono ben conscio che tanto prima o poi tornerà. nel frattempo, visto che non si puo' sapere né se e né quando, ho scelto di comportarmi come se fossi guarito. e non è facile te lo assicuro!

Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da Laura85 »

No no, le cure ci sarebbero è mio papà che non vuole saperne! Poi dipenderà da come si ripresenterà.. E se si ripresenterà..
Grazie x il tuo pensiero!

Laura85
Membro
Messaggi: 345
Iscritto il: sab 21 lug 2012, 23:57

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da Laura85 »

Imparare a vivere giorno x giorno.. Quanto è dura!

valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da valerino »

vivere giorno per giorno è una cosa che ho sempre odiato, son sempre stato abituato a programmarmi le cose. però, o mangi questa minestra o salti dalla finestra .... questo mi ripeto sempre......

Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da carla.carboni »

Io non so rispondere alla tua domanda Vale. Allora dirai "che cacchio scrivi a fa'?". Beh, per dirti che non mi sono mai sbagliata sul tuo conto: sei un mito! Vai, parti e sii felice!!!! Ti auguro, VI auguro tutto il bene del mondo.
Carla

valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da valerino »

Umpf.... Per ora siete stati di grande aiuto vedo!!!!! :)

Avatar utente
carla.carboni
Membro
Messaggi: 538
Iscritto il: lun 14 nov 2011, 4:21

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da carla.carboni »

Magari potrai andare nell'ospedale che credi, con i medici che credi, in intramoenia
Carla

valerino
Membro
Messaggi: 381
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 5:31

Re: assistenza sanitaria italiana per residenti all'estero

Messaggio da valerino »

Non sapevo cos'era l'intramoenia, pensavo fosse un errore tuo:) wikipedia mi ha illuminato, in effetti in mancanza d'altro può essere la soluzione!

Torna a “Tutele e diritti dei malati e dei familiari”