QUASI UN ANNO, IO E VOI

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
debi
Membro
Messaggi: 362
Iscritto il: gio 29 ago 2013, 3:26

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da debi »

Buongiorno principessa....mi son svegliata e il mio pensiero e stato x te.....
Spero che sulla tua giornata splenda il sole....il sereno....le forze non manchino....e tu sia circondata da amore.....
Sono con te bella....ti sono viciana...
Tvb....vicinissima....

linetta
Membro
Messaggi: 1892
Iscritto il: mar 15 mag 2012, 23:41

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da linetta »

Un abbraccio mia dolcissima Erika...in questo giorno pieno di ricordi, così vicini e così lontani, ti accompagni la consapevolezza che "la morte non esiste" e Dani e' nella stanza accanto a dar continuità alla vostra storia.. Un bacino a Lollo..
Linetta

Luca975
Membro
Messaggi: 52
Iscritto il: ven 28 mar 2014, 22:20

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Luca975 »

Non scrivo più, ma vi leggo spesso e spero sempre in cose belle!!!
Oggi qui solo per mandarti un abbraccio a te e al tuo bimbo!!!
Luca

paola51
Membro
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 6 mag 2010, 15:08

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da paola51 »

non avevo parole per te se non banali. Ieri ho provato a mandarti un PM, spero ti sia arrivato. Lo leggerai con calma quando vorrai. E' solo il testo di una canzone di Vecchioni. Ciao Erika cara

Avatar utente
mary64
Membro
Messaggi: 256
Iscritto il: gio 4 lug 2013, 23:07

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da mary64 »

Buongiorno Erika....Dani è sempre con te, come Nicco è sempre con Debi e Lello è sempre con me! Un anno, 6 mesi o tre mesi....sono solo espressioni temporali. Loro sono con noi ogni giorno pronti a sorridere e a piangere attraverso le vite di ognuna di noi! Ti abbraccio!!

Milena66
Membro
Messaggi: 265
Iscritto il: mer 29 gen 2014, 20:49

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Milena66 »

Fantastica Erika, non è con la ricorrenza della data che troverai pace dentro di te. Non è ricordando una data che le persone scaricheranno le proprie coscienze.
Questi dettagli hanno significato per chi non si addentra dentro il vero dolore o dentro la vera gioia.
Solo le persone mediocri e povere nell’anima ricordano le date come se in esse potessero racchiudere il proprio ruolo nel mondo.
L’amore si dimostra quotidianamente facendo quello che c’è da fare per aiutare le persone vive che hanno bisogno di noi.
La morte cancella l’esistenza su questo mondo, almeno il mondo in cui io credo, e tutto quel che facciamo oltre questa linea di confine non serve a nulla, soprattutto alla persona che non c’è più.
Tu sei stata vicina al tuo Dani con pazienza e premura e non lo hai lasciato solo un attimo e non lo hai lasciato morire da solo.
Continuare a vivere, sopportando il dolore, senza lasciarsi sopraffare da esso è la vera prova d’amore verso chi non c’è più e verso noi stessi.
Ricominciare a vivere una vita diversa, che non avevano previsto, è il vero modo di onorare la vita che ancora abbiamo.
Oggi non è un giorno diverso da ieri o da domani, è soltanto una data che l’anno scorso ha segnato la fine di una giovane vita, ma il vero dolore non coincide con il trapasso ma con la lunga sofferenza sopportata prima, con le umiliazioni subite e con la dignità perduta. Se posso proprio dire il mio pensiero più profondo, la data della morte è sta una liberazione assoluta e definitiva e allora che sia benedetto questo giorno.
Dani ha smesso di soffrire. Non dove sia andato, ma sicuramente il suo ricordo è dentro al cuore.
E se tu oggi sorriderai, sarà il più bel sorriso che tu possa regalare a te stessa, a tuo figlio e a chi ama oggi e che è vivo.

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Erika76 »

Ringrazio Chiarotta, Raf, Lucia, Debi, Linetta, Luca, Paola, Mary, Vania, Art e tutti gli altri.
Vania, è vero, è solo una data ed è vero anche se proprio vogliamo individuare in essa un significato quello giusto è la liberazione dall'oppressione della malattia. Un anno, 365 giorni in cui tutto quello che avevo prima è cambiato. Un anno difficile, intenso. Ancora navigo in balia delle onde, ancora fatico a perdonarmi di voler vivere ed essere qui perché lui non c'è, non può. Per lui non ci sono state seconde possibilità, per me sì e questo, per quanto irrazionale e illogico, è il pensiero che mi fa più male. Ma come ho detto altrove, se avessi scelto di limitarmi a sopravvivere oggi soffrirei molto meno, perché subirei il dolore lasciandomi avvolgere come in un mantello, mentre scegliendo di vivere, devo necessariamente scontrarmi con dolore e senso di colpa. Ci siete voi, che mi avete accompagnato mano nella mano lungo quest'anno. Voi ci siete sempre stati. Poi oggi, come era prevedibile, sono comparsi quelli che si erano dimenticati della mia esistenza, dicendo che mi pensano da tempo, ma naturalmente scrivono oggi. Non hanno scritto ieri e non scriveranno domani. Mia mamma che mi chiama con nomignoli da bimba per farmi sentire di esserci e so che c'è, Lollo che non sa nemmeno che giorno sia e spera che il parco si asciughi per giocare a calcio, un angelo che riesco continuamente a ferire con le mie lacrime e con il quale sto tentando di riprendere in mano la mia vita e c'è Dani che stanotte mi è apparso in sogno, dicendomi di andare avanti, strappando le dediche e le lettere e dicendo che non servivano più, non ne aveva bisogno, un Dani incavolato nero perché io devo scegliere, io devo vivere e lasciarlo andare. Contemporaneamente a me mia mamma lo sognava arrabbiato mentre faceva volar via documenti in ufficio. Casa, ufficio e Dani che non accetta che io continui a farmi male. Ok Dani, ti lascio andare, libero, splendente, qualsiasi forma tu abbia, pura energia che mi ha fatto saltare un'altra lampadina anche stamattina, ti lascio volare ovunque tu voglia. Sempre sarai nella mia anima e nell'incontro con il mio destino.
Abbi cura di splendere
Io devo andare a cercare il sole
Erika

chiarotta
Membro
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 7 nov 2013, 21:41

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da chiarotta »

Forza Erika,
Oggi devi "solo" avere molta pazienza ...con un po' di gente che verrà alla messa se la fate,o che ti chiamerà dicendoti qualche frase di circostanza..compreso chi non avrà il coraggio di guardarti negli occhi, dicendo che vorrebbe sempre chiamarti e ti pensa spesso..ma poi non ce la fa..
Io mi sono chiesta..ma non ce la fai a fare cosa??? A telefonarci,a vederci? Ma se non siamo morte di dolore noi..! Te non ce la fai??? Ecco chi non ce la fa stesse almeno zitto invece che parlare a vanvera...
Mi sono convinta che spesso non è nemmeno cattiveria o egoismo..è che il dolore imbarazza e rende inadeguati. E mi chiedo se io prima, nei confronti di persone che hanno passato grandi dolori, possa esser stata altrettanto superficiale e inopportuna..di questo mi rammarico,ed è il motivo,insieme all affetto di persone del forum che ormai "conosco", per cui continuo a scrivere e leggere qui. A volte credo di farmi solo del male,ma poi reputo che sia una forma di volontariato..che il possibile aiuto che do a qualcuno non renda vano il dolore che ho vissuto e che mi ha molto cambiata.
Ciao Erika,un abbraccio a te e al piccino.

Erika76
Membro
Messaggi: 1209
Iscritto il: mar 9 lug 2013, 23:45

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da Erika76 »

Sì Chiarotta, il dolore rende inadeguati, specie quello legato al cancro. Ma c'è chi cerca di starti vicino pur sentendosi inadeguato e si scusa per non saper a volta comprendere e c'è chi mette la testa sotto la sabbia. Mi sono sentita dire che io ricordo Dani e questo è il motivo per cui mi sono trovata isolata. Ma una frase del genere non ha senso. Il ricordo non è legato a una persona che vive, il ricordo è in te, intimo, personale. Ma ho smesso anche di farmi domande. Tanto la verità è che non m'interessano le risposte. La messa ci sarà domenica. Tutti i funghi salteranno fuori per poi sparire nel loro cespuglio di nuovo. E io me ne tornerò a casa da Lollo e dal suo papà2 che starà con lui, perché Lollo non sa che giorno è oggi, non sa quanto tempo è passato, ma dice "mamma sono felice" e questa è l'unica risposta che m'interessa.

art
Membro
Messaggi: 520
Iscritto il: mer 15 mag 2013, 17:26

Re: QUASI UN ANNO, IO E VOI

Messaggio da art »

Ciao Carissima Erika,
oggi è un giorno che porti nel tuo cuore e nella tua mente , stai proseguendo per un tuo percorso diverso dal passato perchè , come tu dici giustamente , nulla potrà essere come in passato, prosegui quindi per la tua strada e per la tua vita e lo puoi e lo potrai fare perchè è giusto che sia così e nello stesso tempo nulla ti vieta di avere dentro nel cuore e nella mente un amore che ti rimarrà dentro e che spesso ti aiuterà a vivere anche in questo tuo nuovo tragitto di vita.
Un abbraccio carissima Erika ,oggi , come già ti ho detto , ti penso e penserò con tantissimo affetto.
Art

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”