un piccolo sfogo...

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
esseci
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 19 mag 2015, 17:07

un piccolo sfogo...

Messaggio da esseci »

Ciao a tutti,


Vi scrivo per sfogarmi un po’…
Ad aprile di quest’ anno a mio padre è stato diagnosticato un adenocarcinoma all’ intestino.
A metà maggio è stato operato ma purtroppo non è servito, poiché hanno visto che il tumore è in fase molto avanzata ed ha attaccato un’arteria.
Abbiamo iniziato dopo qualche settimana il trattamento chemioterapico che è tuttora in corso e che durerà 3 mesi in totale anche se l’oncologo ci ha detto che la terapia non sarà risolutiva e servirà solo per “allontanare” di un po’ la fine.
Che dire….Io ho “accettato” (per quel che si può) questa terribile diagnosi, cerco di vivere “giorno per giorno” per non impazzire ..ma è durissima.
Un abbraccio a tutti quelli che come me e la mia famiglia stanno soffrendo per questa orribile malattia.
Facciamoci forza.
urania
Membro
Messaggi: 33
Iscritto il: mar 2 giu 2015, 11:05

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da urania »

Ciao esseci! Capisco cosa provi, io ho la mia mamma con tumore al pancreas con metastasi al fegato e se all'inizio ero spaventata a morte ora ho preso coscienza che oltre a lottare, sperare e pregare non si può far nulla. Purtroppo questa malattia stravolge la vita dei malati e delle loro famiglie.
Ti abbraccio e spero che tuo padre possa vivere anni combattendo questa brutta bestia
esseci
Nuovo membro
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 19 mag 2015, 17:07

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da esseci »

Grazie urania per le tue parole, ti faccio un grande in bocca al lupo.
Un abbraccio...
moni1
Membro
Messaggi: 1335
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da moni1 »

forza esseci!!! un abbraccio
kyky85
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mer 17 giu 2015, 14:23

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da kyky85 »

anche mio papà ora è in fase terminale per un cancro al colon, è dura, molto. Se ti posso dare un consiglio... valutate di volta in volta quanto effetto positivo produca realmente la chemio e quanto invece ne produca di negativo. Se anche la chemio allunga la vita di un paio di mesi, ma riduce il tuo papà uno straccio vivente senza forze e con tanti effetti collaterali...abbiate la forza di dire basta. Dico questo per esperienza, perché se non fossi intervenuta avrebbero fatto a mio padre l'ennesima chemio anche quando aveva smesso di mangiare perché era il "protocollo" dissero i medici. Meglio vivere un po' meno ma con una qualità di vita migliore che sopravvivere e soffrire come dei cani
moni1
Membro
Messaggi: 1335
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da moni1 »

anche noi abbiamo detto basta alla chemio e tornassi indietro rifarei esattamente quello che ho fatto, data, la tanta sofferenza, in alcuni casi a cosa serve darne di più??? per dire si è vissuta una settimana in più?? e a chi è servito?? a loro non di certo così come anche a noi.....un abbraccio
carmensita74
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 28 giu 2015, 22:14

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da carmensita74 »

Ciao a tutti mi sono appena iscritta a questo forum dopo avere letto situazioni a me analoghe. Il 12 giugno è cambiata la mia vita e quella dei miei fratelli. Ritiro la tac di mia madre, non capisco nulla, chiamo il gastroenterologo che mi aveva detto di fare la tac dopo eco all'addome. Il Dott dopo qualche riga mi dice... purtroppo non è una bella diagnosi e credo che è inoperabile, adenocarcinoma 5 cm sul corpo del pancreas con infiltrazione dei vasi e delle arterie. Giudizio confermato da altri medici. A mia madre, dopo l'infausta diagnosi avuta, non abbiamo detto nulla solo che ha una cisti che forse e' meglio non toccare. Non abbiamo il coraggio e la forza di dire la verità. Ci hanno gettato in un fosso e non troviamo l'uscita. Premetto che mia madre ha quasi 79 anni e per adesso tutto sommato, a parte i dolori che già conoscete chi ci è passato e ci sta passando, fa le sue cose normalmente, a volte mi dimentico che non sta bene. I primi giorni non potevo neanche guardarla in faccia. Proprio ieri chiamandola al telefono per dire che mia figlia mangiava da lei, lei mi ha detto se hai bisogno io sono qui... è difficile affrontare questa situazione. Domani i miei fratelli saranno a verona per un consulto medico senza mia madre. Vorremmo capire bene cosa si puo' fare e soprattutto se ne vale la pena. Vale la pena allungare di pochi mesi la vita di mia madre con chemio etc e a che prezzo? i medici dicono che mia madre dovrebbe sapere perché deve decidere lei. Ma mi chiedo se mia madre deve affrontare una battaglia per la quale potrebbe anche vincere, io dico si ok... ma se la diagnosi non lascia altra speranza vale la pena sottoporla a tutto quello che ne segue? A verona ho inviato una mail con referto e immagini della tac. I medici sono stati gentilissimi, mi hanno risposto, mi hanno già detto che è inoperabile, adesso attendiamo di parlare con l'oncologo. Baci a tutti e grazie per avermi ascoltato.
moni1
Membro
Messaggi: 1335
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da moni1 »

anche noi abbiamo detto una mezza verità....la "dura" verità a lei non sarebbe certo servita, anzi le avrebbe fatto mollare prima sapendo che non aveva via d'uscita.....
un saluto
urania
Membro
Messaggi: 33
Iscritto il: mar 2 giu 2015, 11:05

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da urania »

Anche mia madre ancora non sa nulla, le abbiamo detto che ha dei calcoli alla cistifellea (cosa tra l'altro vera) e attendiamo di sapere cosa dice l'oncologo. Anche io sono per l'assoluta ignoranza, perché sebbene sia un diritto del malato sapere cosa ha, non è peggio dirgli che ha un tumore che non lascia scampo? E se subentra la depressione non è meglio in questo caso che il malato conduca la sua vita abituale fino alla fine?
Stellacadente
Membro
Messaggi: 62
Iscritto il: mar 3 mar 2015, 20:28

Re: un piccolo sfogo...

Messaggio da Stellacadente »

Per l'esperienza che ho avuto io, mi sento di dirvi di affidarvi con piena fiducia agli oncologi.
Io sono di Verona e mio papà è stato curato qui, e quando è arrivato il momento di dire stop alle cure, parlando con gli oncologi che l'hanno seguito per tutti questi anni, loro mi hanno detto: 'mi creda, se ci fosse la possibilità di fare una chemio che gli allunghi anche solo di 6 mesi la vita, mantenendo una discreta qualità, saremmo i primi a consigliarla. Ma visto il quadro generale, non ci sono possibilità e lo porteremmo solo a soffrire di più'.
Ovvio, poi la decisione l'hanno lasciata a noi, ed è stata una decisione durissima, ma il loro consiglio ci è stato prezioso. E io ho visto lo sconforto negli occhi di questi medici, che dopo che hanno avuto in cura mio papà per 8 anni ci si sono anche affezionati. Sentite i loro pareri, sentite anche più pareri, ma ascoltate davvero bene quanto vi dicono.
Un abbraccio enorme!
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”