Aiutatemi ad essere pronta

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
silvy84
Membro
Messaggi: 317
Iscritto il: mer 27 mag 2015, 10:08

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da silvy84 »

Non scusarti...anche io odio tutto e tutti...ripeto odio la gente spensierata...felice..che non ha nulla di serio a cui pensare...e non li giudico perchè io ero uguale a loro quasi tre mesi fa e mi lamentavo x le cavolate..ma ora che so cosa vuol dire davvero soffrire quanto darei x tornare indietro e comportarmi diversamente....quanto darei x tornare indietro e rivedere il mio papà....e un dolore che non mi da pace...

spumella
Membro
Messaggi: 248
Iscritto il: mer 20 mag 2015, 1:53

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da spumella »

Già... Cominciano a pesare anche le cose più piccole...
Ieri sono andata in crisi pensando a quante volte scocciata dicevo: "Mamy dopo" perchè stavo rispondendo a qualcuno su whatsapp....
Ed ora quel "dopo" non c'è più

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da veronicaf »

Stanotte mi sono arrabbiata con mio padre e ora mi sento in colpa. Sono notti che non dormo per stare accanto a lui. Lui è diventato egoista e cattivo soprattutto con me. Forse perché l'ho portato a casa mia e non l'ho lasciato stare a casa sua. Ma da solo nella sua città non può stare mentre da me è più semplice curarlo perché è una città più piccola dove tutto funziona meglio. Forse ho sbagliato a non fargli fare come vuole ma non può morire solo e con i dolori. Chissà se lo capirà..chissà quanto gli rimane..ho paura..
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

gighellina
Membro
Messaggi: 214
Iscritto il: lun 20 feb 2012, 17:50

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da gighellina »

veronica,
anche mio papà è diventato egoista...sarà il dolore, la sofferenza...quello che mi sento di consigliare è di cercare di equilibrare la tua vita familiare e il rapporto con il tuo papà,
Se avete la possibilità , accogli l'invito del tuo compagno di farti aiutare. Una badante per il tuo papà qualche ora, potrà solo fare bene a te e a lui. Sei stata coraggiosa a lasciare il tuo lavoro per dedicarti a lui completamente. Tanto di cappello. Io non ne sono capace. Ti abbraccio forte.

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da veronicaf »

Cara ghighellina grazie x avermi risposto. In questo momento sono con papà e siamo in attesa di fare la tac. Già so che andrà malissimo perché i marcatori tumorali sono altissimi e le sue condizioni di salute non sono buone. Giovedì prossimo abbiamo la visita dall'oncologo e mi diranno quanto più o meno gli rimane da vivere. Mi fa male il cuore a pensarci. È un dolore che solo voi potete capire. Il resto del mondo va avanti come se niente fosse. Mio padre sta morendo e a nessuno importa :(
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

gighellina
Membro
Messaggi: 214
Iscritto il: lun 20 feb 2012, 17:50

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da gighellina »

non è vero. a te importa tantissimo e lo dimostri! Del resto del mondo...chissenefrega!

Simo23
Membro
Messaggi: 54
Iscritto il: lun 8 giu 2015, 14:27

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da Simo23 »

Ciao care ragazze,
In questi giorni comincio a rendermi conto veramente di cosa voglia dire vivere senza papà, ed è dura. È dura soprattutto la sera quando sono nel letto e una moltitudine di pensieri e immagini mi assalgono togliendomi il sonno..
A tutte voi che con coraggio state assistendo i vostri papà mando un grande abbraccio che spero possa darvi un po' di forza.
Domenica parto per la montagna, magari cambiare aria mi farà bene, ma il vuoto che lui mi ha lasciato dentro non si colmerà mai.
Un abbraccio sincero a tutte voi.

paco89
Membro
Messaggi: 114
Iscritto il: mar 28 ott 2014, 17:36

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da paco89 »

Care amiche non dimostrate quello che non siete! Non potete immaginare di fregarvene di tutti.. .
Siete arrabbiate ed è giusto ma in questo mondo i nostri cari hanno lasciato i propri affetti..
Quindi se la gente è spensierata fa bene noi mica auguriamo le nostre disgrazie agli altri no perché siamo buoni di animo ma troppo arrabbiati...pensate prima delle nostre disgrazie la gente moriva in ogni modo ora e toccato a noi ma è un iter infinito e senza età. Quindi dobbiamo farci forza e amare i momenti buoni come tutti noi abbiamo constatato quelli brutti non chiedono permesso non soffochiamo la vita perché i nostri amati sono volati prima e noi???anche con l'amaro dobbiamo piano piano addolcire anche i nostri cari hanno salutato i genitori.
Concludo abbracciandovi affettuosamente incoraggiando un VIVA LA VITA
PACO

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da veronicaf »

Buone vacanze Simo!!! Un abbraccio
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

veronicaf
Membro
Messaggi: 402
Iscritto il: gio 19 giu 2014, 19:19

Re: Aiutatemi ad essere pronta

Messaggio da veronicaf »

Paco le tue parole sono belle ma io non riesco ad essere d'accordo. Io sono arrabbiata e mi danno fastidio le persone intorno a me che si fanno problemi inutili come lavorare d'estate o non sapere se andare in una spiaggia o in un'altra. Io non mi posso permettere nemmeno di fare la spesa perché ho un malato terminale in casa e a parte il mio compagno e l'assistenza domiciliare non ho nessuno che mi aiuta. I parenti chiamano ma vivono lontano ognuno ha i suoi problemi. Mio papà aveva una compagna ma appena si è ammalato piano piano si è defilata dato che ha provato a chiedere soldi per stare dietro alla malattia di mio padre. Io ho un lavoro a tempo indeterminato che ho avuto dopo 8 anni di sacrifici e adesso lo devo lasciare(per fortuna posso prendere l'aspettativa). Nel 2002 ho vissuto la stessa esperienza con mia mamma. È vero che è normale perdere i genitori ma non alla mia età. Prima che si ammalasse papà stavo progettando un matrimonio e un figlio ma poi ho bloccato tutto. Non mi posso permettere nemmeno queste cose. Mio figlio se ci sarà non avrà mai dei nonni materni. Quindi odio la felicità degli altri ma non auguro a nessuno quello che sta accadendo ed è accaduto a me.
Quando curi una malattia puoi vincere o perdere. Quando ti prendi cura di una persona vinci sempre.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”