Quelle parole che ti distruggono...

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
MiciaRossa
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: ven 18 set 2015, 15:00

Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da MiciaRossa » lun 21 set 2015, 23:18

Buonasera a tutti... sono nuova e ho tanto bisogno di parlare con qualcuno che può capire la mia angoscia.
A inizio luglio la mia mamma inizia ad avvertire qualche dolorino alla pancia e al fianco destro.
Non ci preoccupiamo, sicuramente è qualcosa di passeggero, magari un po' di infiammazione. Stupidamente poi ero convinta che in caso di tumore i valori degli esami del sangue sarebbero stati sballati e mia mamma è diabetica, ogni sei mesi fa le analisi... quanto mi pento della mia ignoranza.
Passa luglio e metà agosto e nel frattempo i dolori aumentano... il medico prescrive un'ecografia fissata per l'11 settembre... quel maledetto 11 settembre... il giorno in cui la mia vita, la nostra vita si è spezzata.
L'eco rileva due masse sospette all'altezza delle ovaie e molto liquido nella pancia.
Non perdiamo tempo a fissare un appuntamento per tac e visita ginecologica, corriamo immediatamente al pronto soccorso.
Lì altra ecografia, visita ginecologica e radiografia... la ricoverano senza ancora sapere che cosa abbia. Ovviamente il pensiero di un tumore si era già insinuato dentro di me ma ho fatto di tutto per cacciarlo, mi dicevo che non poteva capitare proprio a noi.
Dopo 4 giorni fanno una tac ed ecco che arriva la mazzata... tumore ovarico ormai espanso all'intestino e forse anche al fegato, peritoneo coinvolto (ecco perché ha la pancia piena di liquido).
Mercoledì mattina sarà operata e cercheranno di togliere tutto il possibile.
Ma i medici mi hanno detto chiaramente che la situazione è molto seria e sicuramente non riusciranno a togliere tutta la massa tumorale.
Sono terrorizzata, ho paura di quello che sarà dopo, delle sofferenze che dovrà affrontare. In una settimana i dolori sono diventati sempre più forti e il liquido è aumentato molto... non riesce più a mangiare e ha bisogno di continui antidolorifici.
Non riesco a credere che la perderò... giovedì è il suo compleanno, compie 50 anni... è troppo, troppo giovane... e io ho ancora tanto bisogno della mia Mamma.

delena
Membro
Messaggi: 391
Iscritto il: ven 8 mag 2015, 19:34

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da delena » mar 22 set 2015, 0:18

MiciaRossa un forte abbraccio!! Siamo qui per ascoltarti..

Bibi
Membro
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 21 ago 2015, 0:23

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da Bibi » mar 22 set 2015, 0:49

Micia posso chiederti quanti anni hai? La tua mamma è giovane quindi anche tu sarai una cucciola.. non pensare subito al peggio, pensa che la situazione è grave ma con un passo alla volta si può fare un lungo cammino! Ti abbraccio

MiciaRossa
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: ven 18 set 2015, 15:00

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da MiciaRossa » mar 22 set 2015, 7:29

Bibi, non sono piú tanto cucciola, ho quasi 28 anni... ma in questo momento mi sento una bambina spaventata...
Grazie Delena :)

Bibi
Membro
Messaggi: 168
Iscritto il: ven 21 ago 2015, 0:23

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da Bibi » mar 22 set 2015, 8:24

Io ne ho 26.. e ora mi sento una super cucciola! Un abbraccio pieno di forza!

MiciaRossa
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: ven 18 set 2015, 15:00

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da MiciaRossa » mar 22 set 2015, 9:24

Ricambio l'abbraccio!

Sono così angosciata... la mamma continua a stare male e mi si spezza il cuore a vederla così.
In più, mi vengono bruttissimi pensieri, il terrore che possano ammalarsi anche mio padre o il mio fidanzato... la paura di un futuro pieno di tragedie, sofferenze... sono l'unica ad avere questi pensieri?

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da Franco953 » mar 22 set 2015, 9:37

Micia ciao
ho letto il tuo post e mi spiace veramente per cio' che vi sta accadendo
Certo, i pensieri sono molti e le preoccupazioni, in queste situazioni, ti saturano la mente e l'anima
Davanti a certe notizie siamo tutti "cuccioli" a qualsiasi età, perchè ci sentiamo completamente indifesi e sperduti
Ci troviamo ad affrontare situazioni che non consociamo. Situazioni che ci fanno paura per le conseguenze a le complicazioni.
Però Micia non dobbiamo perdere la testa.
Certo, le condizioni di mamma sono preoccupanti ma ricordati che oggi la parola "tumore" non è più sinonimo di morte sicura
Abbiamo dalla nostra parte tante armi che possono, anche in casi particolari , risolvere la situazione oppure permette una sopravvivenza comunque positiva
E' vero, non ti nascondo nulla, dietro al "tumore" c'è anche la morte , la sofferenza , la menomazione, lo sconforto ma tutte queste realtà non ci devono sopraffare, non devono scoraggiarci.
Il tumore può essere battuto grazie alla ricerca, ai medici, alle cure ma soprattutto alla nostra costante e imbattile Speranza di farcela e di cacciare "La Bestia" che si è insediata nel nostro corpo o in quello dei nostri cari.
L'alternativa e lasciarsi andare, dichiararsi già sconfitti e quindi stare al gioco della malattia che vuole distruggere la persone colpite e le rispettive famiglie
Cerca, in questo Forum, i post con il titolo " Aiutiamo noi stessi". Sono tutte storie di persone che hanno avuto un tumore, hanno sofferto ma hanno lottato e ci sono riusciti ad uscire dal tunnel.
Ora, quindi, stai vicino alla mamma e cerca di darle la forza necessaria per affrontare questa nuova sfida
Falle sentire tutto il tuo Amore. L'amore è un' arma fenomenale è una "medicina" capace di dare risultati eccezionali
Questa è una sfida che potete vincere insieme combattendo contro " il male " che a volte non ci dà tregua ma che poi, quando trova la forza della Speranza e dell'Amore a "sbarrare" il suo cammino, nella maggior parte dei casi, si ritira sconfitto
Micia, noi del Forum saremo al tuo fianco in questa battaglia , non sei sola!
Scrivi dandoci informazioni sulla salute di mamma e sulle tue tensioni, le tue paure e noi ti risponderemo cercando di aiutarti
Una parola una frase detta con amore, ci può "ricaricare" e farci partire con maggiore decisione ad affrontare le difficoltà della vita

Un abbraccio

Ti regalo una frase di Umberto Veronesi che a me piace tanto e che devi sempre tenere presente:

"Personalmente non credo che la psiche abbia un ruolo nella comparsa e nello sviluppo dei tumori. Credo invece nell’influenza che l’atteggiamento psicologico del malato può avere sulla sua reazione alla cura. L’esperienza clinica ci insegna che un malato psicologicamente forte reagisce meglio ai trattamenti, perché è capace di aderire alla cura con coscienza, sistematicità e determinazione. L’atteggiamento individuale quindi, anche se non influisce sulla prognosi finale, certamente può influire sulla fasi del decorso della malattia. Un paziente aiutato da un atteggiamento ottimistico guarisce di più anche perché segue meglio le cure, s’impegna a osservare meglio le indicazioni del medico, s’impegna a voler guarire."
(Umberto Veronesi)
Ultima modifica di Franco953 il mar 22 set 2015, 12:35, modificato 2 volte in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

MiciaRossa
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: ven 18 set 2015, 15:00

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da MiciaRossa » mar 22 set 2015, 11:53

Grazie Franco per questo messaggio di speranza.

Oggi mamma sta male, i dolori non le danno tregua ed è sempre più debole.
Io le sto vicino e con lei sono sicura e positiva, ma dentro mi sento morire.
I pensieri più brutti ci sono al mattino e nel primo pomeriggio, poi subentra una specie di torpore, forse dovuti alla stanchezza, che mi fa sentire più rilassata e al sicuro.
Grazie a Dio di notte riesco a dormire.
Oggi però ha fatto capolino una nuova paura... quando mia mamma è stata ricoverata, mi è venuto il ciclo in anticipo di una settimana... e ora, a qualche giorno dalla sua fine, stamani ho avuto altre perdite di sangue. Mi continuo a ripetere che è colpa dello stress, ma il tarlo di avere qualcosa anch'io, non mi abbandona...

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da Franco953 » mar 22 set 2015, 12:34

Micia
però se ragioni così no te la cavi più!
Inizia a pensare con più calma e lucidità. Le perdite possono essere dovute a centinaia di ragioni e non solo e per forza per un tumore
Giustamente può essere lo stress per cui non fasciarti la testa inutilmente
Basterebbe comunque una visita dal ginecologo con toglierti ogni dubbio
Per la mamma fai bene a starle vicino e lascia perdere i pensieri brutti
Pensa all'oggi che hai tua madre e puoi stringerla a te
Domani non si sa cosa accadrà per cui è inutile preoccuparsi per problemi che poi magari non ci saranno
Mantieni dritta la "prua" e vai avanti giorno dopo giorno affrontando, con coraggio ma soprattutto con determinazione, ogni singola situazione
Forza!.

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

MiciaRossa
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: ven 18 set 2015, 15:00

Re: Quelle parole che ti distruggono...

Messaggio da MiciaRossa » mar 22 set 2015, 15:08

Lo so Franco, nei momenti di lucidità mi rendo conto di quanto sono pessimista e negativa.
Ma ogni volta che mi rilasso e che guardo al futuro con ottimismo, succede qualcosa di brutto.
A inizio anno è morta la mamma di uno dei miei migliori amici, per un cancro ai polmoni. Dopo poco più di un mese, la mamma del mio fidanzato, distrutta dalla sclerosi multipla.
A giugno è toccato a mia zia, dopo nove anni che lottava contro un tumore all'utero metastatizzato al pancreas. Ad agosto una mia prozia si è spenta dopo essere quasi riuscita a sconfiggere il cancro ai polmoni, ma troppo debilitata dalla chemioterapia.
Sono stanca, tanto stanca di tutte queste tragedie.
Lo so che c'é chi sta soffrendo molto piu di me e mi sento in colpa ma sono davvero esaurita e in questo momento vorrei essere lontano da tutto e da tutti.

Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”