tumore epatico

maryg
Membro
Messaggi: 69
Iscritto il: sab 14 nov 2015, 20:35

tumore epatico

Messaggio da maryg »

buonasera
sono capitata in questo forum durante una ricerca di cure alternative per il tumore al fegato di mio marito,mi ha colpito molto vedere tanti messaggi scritti da persone che nonostante vivano una tragedia riescono a trovare una parola di conforto.
la mia storia inizia quattro anni fa quando durante un controllo gli hanno trovato un epacarcinoma .lo hanno operato ma in questi anni ha sempre avuto recidive trattato con vari trattamenti tipo chemioembolizzazione e tare . adesso non può piu fane e gli hanno dato il farmaco chemioterapico nexavar.volevo sapere se qualcuno di voi ha avuto esperienza con questo trattamento.io inizio a sprofondare nella disperazione perchè mi sembra che questa cura lo fa stare male e poi non è risolutiva .ha solo 56 anni e ancora tante cose da fare.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3251
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: tumore epatico

Messaggio da Franco953 »

Cara maryg
mi spiace per il momento difficile che state vivendo
Non so rispondere alle tue domande ma credo che qualcuno del forum ti risponderà
Io volevo solo manifestarti la mia solidarietà e la mia vicinanza
Ricorda comunque che la Speranza deve sempre guidare il nostro impegno vicino alla persona che soffre
Nulla infatti è stabilito a priori ma anche se lo fosse, non sappiamo cosa c'è scritto nel nostro futuro
Bisogna quindi continuare a lottare contro il tumore, cercando di sostenere e di dare nuova speranza a chi ci sta vicino e soffre
Il nostro motto è
LOTTA DURA SENZA PAURA
Lotta dura contro il cancro , senza paura di morire, ma con tanta voglia di vivere.
Il mio consiglio e di stare vicino a tuo marito cercando di aiutarlo nella lotta che sta portando avanti con l'obiettivo di ottenere, perlomeno, dei positivi miglioramenti sul piano della malattia e della sofferenza
Mi raccomando, tu sei il "bastone" più importante sul quale può fare affidamento per andare avanti
Se hai bisogno, noi del forum siamo qui anche per te
Scrivi e ti risponderemo
Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

maryg
Membro
Messaggi: 69
Iscritto il: sab 14 nov 2015, 20:35

Re: tumore epatico

Messaggio da maryg »

Grazie spero di trovare la forza per mettere in pratica questi preziosi consigli!

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3251
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: tumore epatico

Messaggio da Franco953 »

Sono più sicuro che troverai la forza.
Le donne hanno qualità , costanza e risorse, mille volte più grandi degli uomini
Cercala dentro di te

Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Soci
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: dom 20 dic 2015, 10:13

Re: tumore epatico

Messaggio da Soci »

Salve a tutti, sono nuova in questo forum. A mio marito hanno diagnosticato un leiomiosarcoma primitivo al fegato, sta avendo qualche problemuccio con la bile per questo hanno messo un drenaggio, adesso il male è entrato nella vena porta. All inizio ci avevano detto avrebbero fatto il trapianto, poi hanno detto non era possibile ed essendo che non puo fare la chemioterapia perché la prima gli ha fatto male non restava nulla da fare. adesso ci stanno indirizzando d nuovo al trapianto! Non ci sto capendo nulla e mi sento svuotata dentro.. mi affidò a tutti i santi per un miracolo. Aiutatemi, Cosa mi consigliate?

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3251
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: tumore epatico

Messaggio da Franco953 »

Ribadisco quanto detto in un recente post in un 'altra parte del forum
Franco

Franco953 ha scritto:Purtroppo è così! Proprio in questi giorni mi sto rendendo conto di quanta approssimazione ci sia, da parte dei medici, nella valutazione e nella cura di determinati casi.
MI spiace doverlo dire .Sono sempre stato il massimo sostenitore del lavoro degli oncologi e degli ospedali ma come trattano certe situazioni , lascia sgomenti e lascia ancora di più sgomenti il fatto che le persone meno informate, a volte, sono in cura presso strutture che dovrebbero essere di eccellenza come L'IRCCS oppure lo IEO
Di recente ho notato quante persone si rivolgono al forum per avere informazioni sui referti ritirati, sul tipo di tumore che gli esami hanno evidenziato o per sapere quale strada seguire per curarsi o per ottenere dei miglioramenti.Sono veramente tante !
Significa che , i pazienti e/o familiari, si trovano "spaesati" davanti a determinate terminologie che non conoscono appieno usate dai medici, ma può anche voler dire che gli stessi medici non fanno molto per farsi capire
Forse dovremmo perdere quella forma di "riverenza" che, in alcune occasioni, abbiamo per medici e avere il coraggio di "rompere veramente le scatole" chiedendo informazioni e approfondimenti più appropriati e specifici sulle effettive condizioni di salute, nostre o dei nostri cari
Sorge persino il dubbio che , la mancanza di chiarezza da parte dei medici, derivi dalla mancanza di certezze su come si evolverà una determinata situazione e quali saranno le cure da applicare e se queste avranno effetto oppure no.
A volte sono spinto a paragonarli agli "stregoni" delle popolazioni africane che cercano di "indovinare", scrutando il cielo e le ceneri di un falò propiziatorio, come e quando pioverà
Comunque, ........ capisco le tue difficoltà ma, con tutta la buona volontà, non credo che il forum sia il luogo giusto per avere le informazioni che chiedi
Il nostro principale obiettivo è quello di aiutare moralmente chi ha un tumore o chi ha un familiare con un tumore oppure dare dei semplici consigli su palliativi omeopatici che possono offrire qualche sollievo in caso di sofferenza. Ci confrontiamo riportando le nostre esperienze, fornendo anche un giudizio , del tutto personale naturalmente, sulle strutture, in base al servizio ricevuto. A volte ci scambiamo informazioni sulle cure e sui vari disturbi che accusiamo
Nessuno di noi, però , in questo luogo virtuale, è medico, e se lo è nella vita reale, non penso possa dare indicazioni in merito ad un caso del quale non ha gli elementi indispensabili (anamnesi, cure ecc) per dare un giudizio.
Il mio consiglio è insistere con gli oncologi che ti seguono per avere maggiori informazioni. In fondo, scusami la "crudezza" dell'affermazione", sono pagati anche per questo
Fai bene a combattere con le unghie e con i denti. Brava ! Continua così
Se ti va, siamo qui anche per te, Scrivici e ti risponderemo
Un abbraccio

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

francy80
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 28 dic 2015, 23:56

Re: tumore epatico

Messaggio da francy80 »

Ciao a tutti , mi sono iscritta questa sera ma vi leggo da un po '. Sono in attesa che al mio papà, 63 anni, venga fatta una diagnosi. Ha il fegato ingrossato e pieno di noduli , ma solo la biopsia potrà dirci nome e cognome della bestia. Vivo uno stato di tristezza senza precedenti nel vederlo così dimagrito , impaurito, su quel letto d 'ospedale. Nel vedere la mia mamma asciugarsi le lacrime e mettersi il rossetto prima di varcarne la soglia. Un 'altalena di emozioni , il 23dicembre i medici ci parlano di massa tumorale , il 25 dicembre,Natale!, gli comunicano di stare tranquillo che nn è niente di negativo , che gli faranno una laparoscopia , cosa che oggi scopriamo nn essere vera ma detta a lui solo per tirarlo su. Tutto ciò ci viene detto oggi , correlato dal fatto che data l 'estensione del tumore cmq ci sarà poco da fare ma , il medico si raccomanda , tiratevi su , fatevi forza . Ma dov 'è l 'umanità di queste persone? Dov 'è quel tanto decantato supporto al paziente (a parte mentirgli) e alla famiglia?

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3251
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: tumore epatico

Messaggio da Franco953 »

Francy, tesoro
purtroppo dipende molto dai medici che trovi
Alcuni sono molto schietti sulla prognosi, altri glissano, altri ancora non dicono tutta la verità. Non lo fanno certo per mentire ma, a volte, per cercare di "attenuare" il colpo sul malato e i familiari
Quale atteggiamento è il più adeguato alla situazione, non lo so
Anche il supporto ai familiari esiste solo in certe strutture mentre in altre , c'è poco da dire, non c'è e , grazie ai tagli che stanno facendo alla sanità ci sarà sempre di meno in generale in tutte le strutture.
Inevitabilmente stiamo andando verso un sistema sanitario privato nel quale, se vuoi fare gli esami subito, se vuoi un trattamento diverso da quello standard , devi pagare.
Ma ora, per te Francy, il problema più grosso è il tumore di papà. Il tumore debilita non solo il malato ma anche la famiglia. E' come se , tutto ad un tratto, in casa scoppiasse una bomba.
Del medico condivido solo l'esortazione: "Fatevi forza"
Lo so, è la solita frase. Sembra una affermazione falsa , fatta soltanto per scaricare la coscienza da ciò che accadrà. ma in realtà è ciò che , tutti insieme dovete fare.
Le cure che faranno a papà (chemio-radio), avranno ancora più effetto se sarete tutti uniti ad affrontare con decisione questa prova difficile .
Il mio consiglio è di stare vicino a papà e mamma aiutandoli nel cammino che dovranno intraprendere
Voglio solo ricordare che nulla è scritto e anche se lo fosse , non sappiamo ciò che avverrà domani, dopodomani, tra un mese, tra un anno.
Vale quindi la pena "lottare" contro la malattia con tutte le forze , per cercare di ottenere almeno una remissione e convivere con il nostro peggior nemico.
Abbraccia papà da parte mia e cerca di fargli sentore il tuo amore. In questo momento ne ha più bisogno che mai

Un abbraccio

Franco



La
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

francy80
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 28 dic 2015, 23:56

Re: tumore epatico

Messaggio da francy80 »

Caro Franco , ti ringrazio molto per le tue parole e la tua comprensione. Qsta bomba , come perfettamente la definisci tu , voglio assolutamente affrontarla a testa alta , cn coraggio e cn l 'amore che da sempre i miei genitori mi hanno donato. Ma sono tanto preoccupata , nel mio cuore , x qllo che ci aspetta. Vorrei portarlo in una struttura specializzata ma nn so da dove cominciare , a chi affidarmi...farei di tutto x lui , come lui lo ha sempre fatto x me..di tutto..tanti sacrifici. .x nn farmi mancare gli studi , il matrimonio da sogno , la casa ...l 'affetto autentico di una famiglia..Finché non ci sn i risultati della biopsia cosa posso fare oltre a riversargli il mio amore ? Come devo muovermi ? I vostri consigli sn tanto preziosi...

lucaMin73
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: lun 28 dic 2015, 18:56

Re: tumore epatico

Messaggio da lucaMin73 »

Cara Francy cari tutti,
come ho già scritto in altre sezioni di questo forum vorrei condividere la mia esperienza con la speranza che non venga né sottovalutata né esageratamente considerata come la panacea di tutti i mali.
Mia madre è guarita da un bruttissimo tumore che partendo dall'utero ha invaso tutto il peritoneale. Tecnicamente carcinosi peritoneale. Ovviamente ha intrapreso la terapia chemioterapia, però si è informata anche su strade alternative, più che altro complementari non sostitutive delle cure "ufficiali"
.... Le è cambiata la vita. Inizialmente perché ha notato che gli effetti collaterali della chemioterapia si sono quasi azzerati (e non sono pochi ti assicuro) e poi per la guarigione in sé.
Abbiamo altri riscontri positivi di altre persone che ne stanno facendo uso.
Informandosi meglio scopriamo che c è anche una ricerca scientifica del dottor. ... che ne conferma l'efficacia e che non mi risulta essere stato smentito da nessuno.

...
Luca.min73@gmail.com
Saluti
Luca

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Tumore al fegato”