Consiglio sul comportamento

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Daniela1978
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: lun 24 apr 2017, 20:42

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Daniela1978 » sab 29 lug 2017, 16:57

Ciao Fiorediluna,
Mi chiamo Daniela e chiedo scusa a tutti se riporto a galla questo post.
Come procedono le cose?
Anche io come te, mi trovo nella stessa situazione. Il mio ragazzo sta assistendo un suo famigliare malato terminale, si sta cercando di mantenere una vita dignitosa con assistenza domiciliare. Lui ha messo la sua vita in standbye perché il suo desiderio e pensiero è di stare lì 24h24. Lo capisco e lo comprendo e cerco di sostenerlo come meglio posso perché lui è importantissimo per me. Anche noi abitiamo a 40 minuti di distanza, ma questo non influisce sul sostegno che gli serve. Lui è una persona molto forte anche se a me spaventa molto il "dopo" perché la fine potrebbe presentarsi da un momento all'altro. Tu stagli vicino, non fargli mancare il tuo affetto e il tuo sostegno. Ci saranno momenti di silenzio, ma lasciagli cmq il suo spazio. Forse a 20 anni molti ragazzi della tua età hanno altri pensieri e sono un po' più superficiali, tu segui il tuo cuore in ogni caso.

Ti abbraccio forte

barbara79
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 13:03

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da barbara79 » lun 31 lug 2017, 12:42

Ciao Fioreluna,
spero davvero che il papà del tuo ragazzo stia meglio. Ti voglio fare i complimenti perchè nonostante la tua giovane età hai mostrato una grande forza.Io mi sono e mi sto trovando dall'altra parte, con mia mamma malata terminale, sono più grande di te, ho 38 anni e purtroppo ho dovuto constarare abche io che gli amici si allontanato dw te quabdo sei avvolta dal dolore.ma la sofferenza più grande me l'ha data il mio fidanzato che mi ha lasciatw a marzo. ha trovato molte scuse, ma io so che il motivo reale è che non è riusvito a reggere la situazione ed il mio dolore.è vero, non ero più ls petsona do prima, ed è anche vero che vivdndo im due stati divstsi la situazione era molto complicata ma comunque lui non ha rett9 e questa botta mi ha fatto crollare ancora più giù. avrei vokuto avere accanto una oersona come te. ti abbraccio forte

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Franco953 » lun 31 lug 2017, 14:49

Barbara
Mi spiace naturalmente per mamma.
Non mi spiace invece per il tuo ex.
Il fatto che ti ha lasciato significa ( perdonami l'espressione che solitamente non uso) che non aveva " le palle". Probabilmente se non ci fosse stata la malattia di tua madre, l'avrebbe fatto piu' avanti per qualsiasi altra ragione. Quasi certamente ti saresti trovata sola di fronte ad altri problemi. Quindi capisco la tua delusione ma credimi, meglio così.
Fattene una ragione e vedrai che riuscirai a trovare uomini alla tua altezza.
Ma ora , come e' giusto che sia nei tuoi pensieri deve esserci solo mamma
Se hai bisogno scrivi. Siamo qui anche per te.
Un abbraccio
Franco
Ultima modifica di Franco953 il lun 31 lug 2017, 17:25, modificato 1 volta in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Daniela1978
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: lun 24 apr 2017, 20:42

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Daniela1978 » lun 31 lug 2017, 16:33

barbara79 ha scritto:
lun 31 lug 2017, 12:42
Ciao Fioreluna,
spero davvero che il papà del tuo ragazzo stia meglio. Ti voglio fare i complimenti perchè nonostante la tua giovane età hai mostrato una grande forza.Io mi sono e mi sto trovando dall'altra parte, con mia mamma malata terminale, sono più grande di te, ho 38 anni e purtroppo ho dovuto constarare abche io che gli amici si allontanato dw te quabdo sei avvolta dal dolore.ma la sofferenza più grande me l'ha data il mio fidanzato che mi ha lasciatw a marzo. ha trovato molte scuse, ma io so che il motivo reale è che non è riusvito a reggere la situazione ed il mio dolore.è vero, non ero più ls petsona do prima, ed è anche vero che vivdndo im due stati divstsi la situazione era molto complicata ma comunque lui non ha rett9 e questa botta mi ha fatto crollare ancora più giù. avrei vokuto avere accanto una oersona come te. ti abbraccio forte
Ciao Barbara,
ho letto la tua storia e mi dispiace davvero molto per quello che stai passando.
Il mio ragazzo sta vivendo la tua stessa situazione accudendo una persona con lo stesso male di tua mamma, quindi capisco quanto possa essere difficile per te.
Una persona, se vuole starti vicino, il modo lo trova... e non sono i km...
E' normale che tu ora dedichi questo ultimo periodo assistendo tua mamma. Lei un giorno potrebbe non esserci più, il tuo lui ci sarebbe stato anche dopo... Ha ragione Franco, non ha avuto le "palle" per sostenerti e starti vicino.
Anche per me è dura, perché io e il mio ragazzo ci vediamo molto meno... ma siamo sempre in contatto e sa che per qualsiasi cosa io ci sono: dovesse succedere il peggio, io mollerei tutto per correre da lui.
Concentrati solo sulla tua mamma, anche se da sola è dura.
Ti abbraccio forte forte

barbara79
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 13:03

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da barbara79 » mar 1 ago 2017, 9:45

Cari Daniela e Franco,

grazie per il vostro supporto, oggi mi serve più che mai. Sono tornata al lavoro ma il mio cuore è a pezzi, mi sento molto sola.

Franco tu hai perfettamente ragione, devo dimenticarlo e non ha avuto le palle, allora perchè mi manca più che mai?

Ora sono in preda ad una forte angoscia, mi sento crollare la terra sotto i piedi, penso alla mia mamma che mi lascerà presto e penso putroppo anche a lui. Mi manca troppo.

Ho preso una pastiglia di ansiolitico (sono seguita da uno psichiatra e psicoterapeuta) e spero mi aiuti ad affrontare la giornata.

Grazie per esserci

Un abbraccio

Barbara

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3243
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Franco953 » mar 1 ago 2017, 10:10

Cara barbara
Fai bene a farti aiutare da uno psicoterapeuta.Si tratta di una situazione difficile che se non riuscirai ad affrontare nel modo giusto, potresti subirne per anni le conseguenze.
Per il tuo ex certo che ti manca. La differenza tra te e lui e' che tu lo amavo e lui no. Ecco perche' ti manca tanto. Tanto e' vero che alla prima difficoltà ha mollato il colpo. Chiediti allora a cosa serve vivere in coppia. Solo divertirsi, ridere e scherzare e fare sesso oppure la scelta di vivere in coppia vuol dite anche affrontare insieme le difficoltà, avere una spalla sulla quale fare affidamento per ogni problema ?
Chiditelo e datti una risposta. Meglio così, credimi, ti sei tolta un peso inutile che comunque avresti perso piu' avanti nel tempo. Di personaggi del genere in giro ne trovi a migliaia. Tu invece hai bisogno di ben altro.
Hai bisogno di un uomo che ti stia vicino e ti aiuti nella vita. Non e' facile? Ma le soddisfazioni migliori si hanno proprio quando si riesce a conquistare cio' che e' difficile. Ora comunque pensa a mamma e poi il resto lo valuterai piu' avanti.
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Daniela1978
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: lun 24 apr 2017, 20:42

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Daniela1978 » mar 1 ago 2017, 22:30

barbara79 ha scritto:
mar 1 ago 2017, 9:45
Cari Daniela e Franco,

grazie per il vostro supporto, oggi mi serve più che mai. Sono tornata al lavoro ma il mio cuore è a pezzi, mi sento molto sola.

Franco tu hai perfettamente ragione, devo dimenticarlo e non ha avuto le palle, allora perchè mi manca più che mai?

Ora sono in preda ad una forte angoscia, mi sento crollare la terra sotto i piedi, penso alla mia mamma che mi lascerà presto e penso putroppo anche a lui. Mi manca troppo.

Ho preso una pastiglia di ansiolitico (sono seguita da uno psichiatra e psicoterapeuta) e spero mi aiuti ad affrontare la giornata.

Grazie per esserci

Un abbraccio

Barbara
Ciao Barbara,
Com'è andata oggi? La tua mamma?
Un abbraccio

barbara79
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 13:03

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da barbara79 » mer 2 ago 2017, 11:20

Ciao Daniela,

ieri alla fine è passata. metto un giorno davanti all'altro, ogni giornata per me è una scalata da affrontare. la mattina mi sveglio che ho una angoscia ed un senso di solitudine tremendo, la sera per me è la fine di un'agonia.
La mia mamma sta come prima, non riusciamo a farla urinare, ho paura che abbia una insufficienza renale. Vediamo oggi come andranno le cose.
E tu come stai?e come sta il tuo ragazzo?
Un abbraccio
Barbara

Daniela1978
Membro
Messaggi: 21
Iscritto il: lun 24 apr 2017, 20:42

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da Daniela1978 » mer 2 ago 2017, 15:25

Ciao Barbara,

immagino il tuo stato d'ansia :( purtroppo arrivati a questo punto, bisogna davvero mettere un giorno davanti all'altro e vedere come si evolvono gli avvenimenti.
Tua mamma ha il catetere oppure riusciva, anche accompagnata, ad andare in bagno?
Io sto bene, anche se il mio pensiero è sempre là.
Lui è mentalmente stanchissimo, è là 24h al giorno ad assistere la sorella, la quale ormai non ha più forze... nemmeno per riuscire, anche lei, a fare la pipì in bagno, sorretta dai famigliari. Lui la teneva su proprio di peso. E mi ha confidato che sta notando il suo "mollare" le forze :(
E' un non vivere, una lentissima agonia... per il malato e chi gli sta attorno.

Oggi per te come va?
Un abbraccio grande

Daniela

barbara79
Membro
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 13:03

Re: Consiglio sul comportamento

Messaggio da barbara79 » mer 2 ago 2017, 16:34

Cara Daniela,

capisco perfettamente lo stato d'animo del tuo fidanzato. E' la sorella che è ammalata? mi dispiace tantissimo, credo tu sia giovane e probabilmente anche lei. Purtroppo questa malattia non risparmia nessuno.
E hai ragione, è un non vivere, una lenta agonia, e vedere la persona a cui vuoi più bene al mondo che lentamente si spegna, che diventa qualcun'altro è un dolore indescrivibile. Ma avere qualcuno accanto come il tuo fidanzato ha te aiuta tantissimo, davvero. Non pensare mai di non fare abbastanza, perchè il solo fatto che ci sei per lui fa davvero la differenza. E te lo dico perchè io sono completamente sola.
Mia mamma ha il catetere da settembre, e sempre da settembre è allettata causa frattura femore omero clavicola e collasso vertebrale che l'hanno resa paralizzata dalla vita in giù. Non è più lei, e ora non è neanche più lucida e mi manca da morire.
Io in questi giorni sono a Bologna a lavorare, giù c'è la badante con mia mamma. La situazione è più o meno uguale ad ieri, vediamo se con il diuretico le cose migliorano.
Ti abbraccio forte
Barbara

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”