papa' e il suo microcitoma

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
enzo.1964
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 25 mag 2016, 14:01

papa' e il suo microcitoma

Messaggio da enzo.1964 » mer 25 mag 2016, 14:36

Buongiorno. Questa e' la mia esperienza.
Papa' scopre il tumore al polmone destro a maggio 2015. Esame istologico ci dice che e' un microcitoma. Formazioni gia' al fegato e pancreas. Radioterapia per ridurre enorme linfonodo vicino alla trachea..poi inizia la chemio con etoposide e carboplatino. Nessun effetto collaterale grazie a Dio. Terminato il tutto , riposa un po' ma nuova tac dice che il tumore e' passato da 3 a 6 cm.... evidenziando metastasi alla testa. Radio alla testa quindi... e a gennaio viene disposta chemio
di 2° linea...topotecan. Nel frattempo iniziamo anche cicli di Ipertermia, abbinata a cure omeopatiche...ma una nuova tac porta le dimensioni del tumore a 10 cm...
Inizia il primo ciclo di topotecan ma i valori del sangue si abbassano al minimo... stop quindi . Si forma liquido nel polmone e viene eseguita x 3 volte la toracentesi...ultima toglie un litro e mezzo di sangue. Ultima tac porta il tumore a 12 cm.... niente lo ha fermato.
Abbiamo attivato l' hospice a casa...un servizio da ringraziare sempre !!!
Adesso e' il 25 maggio...trascorso un anno... papa' sta per lasciarci.... lo abbiano accompagnato tutti noi familiari in questa lotta,affrontata da papa' con grande coraggio. Voglio dire a tutti di non mollare mai, di crederci fino alla fine e che comunque la migliore medicina e' la serenita' infusa giornalmente al malato.

moni1
Membro
Messaggi: 1258
Iscritto il: mar 25 nov 2014, 10:55

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da moni1 » mer 25 mag 2016, 15:22

posso dire altro che hai ragione. la miglior medicina è la serenità infusa giornalmente al malato, poi si, le cure sono importanti ma l'amore è un'altra cosa......ti abbraccio stretto

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3151
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da Franco953 » mer 25 mag 2016, 15:45

Ciao enzo
mi spiace per papà
Hai ragione la Serenità è la cosa più importante : la serenità accompagnata dall' Amore e dalla Speranza
L'esperienza insegna! Papà, mia moglie, mio nipote! Nasce e cresce, però, sempre la sensazione che domani "ci sarà ancora spazio", "si deve ancora lottare, lottare e poi ancora lottare".
Chissà, a volte, l'amore fa miracoli! E un miracolo non significa per forza guarire, significa anche convivere con la malattia, soffrire di meno, e avere vicino tutta la famiglia, unita e decisa a combattere contro la malattia.

Un abbraccio

Franco

Per esistere un cancro ha bisogno di un organismo vivente. Tutta la sua malvagità consiste nel fatto che “il meglio” che può fare è morire insieme al suo ospite. A meno che il suo ospite non trovi il modo di sradicarlo e di sopravvivergli.
(Christopher Hitchens)
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

enzo.1964
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 25 mag 2016, 14:01

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da enzo.1964 » gio 26 mag 2016, 11:01

Grazie per il tuo pensiero moni....... come tu dici , l'amore per la persona ammalata e' molto importante, superiore alle cure e cmq un moltiplicatore degli effetti delle cure stesse. Un grande saluto.

enzo.1964
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 25 mag 2016, 14:01

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da enzo.1964 » gio 26 mag 2016, 11:05

Ti ringrazio molto Franco... mi spiace per la tua storia, davvero. Ma da come ti leggo, la forza e' con te. La citazione che hai riportato e' efficace
e fa riflettere molto.
Un saluto ed un grande in bocca al lupo.

Angelolonardo
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: ven 20 mag 2016, 21:48

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da Angelolonardo » sab 28 mag 2016, 9:36

enzo.1964 ha scritto:Buongiorno. Questa e' la mia esperienza.
Papa' scopre il tumore al polmone destro a maggio 2015. Esame istologico ci dice che e' un microcitoma. Formazioni gia' al fegato e pancreas. Radioterapia per ridurre enorme linfonodo vicino alla trachea..poi inizia la chemio con etoposide e carboplatino. Nessun effetto collaterale grazie a Dio. Terminato il tutto , riposa un po' ma nuova tac dice che il tumore e' passato da 3 a 6 cm.... evidenziando metastasi alla testa. Radio alla testa quindi... e a gennaio viene disposta chemio
di 2° linea...topotecan. Nel frattempo iniziamo anche cicli di Ipertermia, abbinata a cure omeopatiche...ma una nuova tac porta le dimensioni del tumore a 10 cm...
Inizia il primo ciclo di topotecan ma i valori del sangue si abbassano al minimo... stop quindi . Si forma liquido nel polmone e viene eseguita x 3 volte la toracentesi...ultima toglie un litro e mezzo di sangue. Ultima tac porta il tumore a 12 cm.... niente lo ha fermato.
Abbiamo attivato l' hospice a casa...un servizio da ringraziare sempre !!!
Adesso e' il 25 maggio...trascorso un anno... papa' sta per lasciarci.... lo abbiano accompagnato tutti noi familiari in questa lotta,affrontata da papa' con grande coraggio. Voglio dire a tutti di non mollare mai, di crederci fino alla fine e che comunque la migliore medicina e' la serenita' infusa giornalmente al malato.
Ciao Enzo, mio padre sta vivendo la stesa cosa di tuo padre, domani dovrebbe iniziare la terapia di seconda linea. E' già la seconda volta che gli faccio fare una toracentesi , dalla totale scomparsa della malattia il mostro si ripresenta con metastasi al fegato , e l'ingrossamento dei linfonodi al mediastino.la mia domanda è la seguente, dalla tua esperienza vissuta, mi consiglieresti ti tentare con questa seconda terapia???

Angelolonardo
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: ven 20 mag 2016, 21:48

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da Angelolonardo » sab 28 mag 2016, 9:39

ragazzi buongiorno,datemi un consiglio. Mio padre , domani dovrebbe iniziare la terapia di seconda linea. E' già la seconda volta che gli faccio fare una toracentesi a causa del versamento pleurico, dalla totale scomparsa della malattia il mostro si ripresenta con metastasi al fegato , e l'ingrossamento dei linfonodi al mediastino. La mia domanda è la seguente,che fareste al mio posto , accettereste la terapia di seconda linea?

enzo.1964
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 25 mag 2016, 14:01

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da enzo.1964 » ven 3 giu 2016, 13:17

Ciao carissimo Angelo.
Posso dirti questo. In mancanza di alternative abbiamo accettato la chemio di 2 linea...nel caso di papa' il Topotecan.....
ma conclusi i primi 5 giorni, i valori del sangue sono precipitati in modo vertiginoso.... quindi e' stata sospesa.
Non ho quindi dati statistici da darti.
Ma comunque, se leggi la scheda del medicinale ti dice che "allunga" la media delle settimane di sopravvivenza...non c'e' possibilita' di altro tipo........
Un abbraccio sincero.

enzo.1964
Membro
Messaggi: 24
Iscritto il: mer 25 mag 2016, 14:01

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da enzo.1964 » ven 3 giu 2016, 13:22

Ah.....dimenticavo di dirvi che mio padre' e' deceduto domenica 29 maggio, quattro giorni dopo la mia lettera....

mluisa
Membro
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 25 apr 2016, 10:31

Re: papa' e il suo microcitoma

Messaggio da mluisa » ven 3 giu 2016, 16:51

carissimo enzo, mi dispiace tanto per il tuo papà e so cosa vuol dire vedere morire i propri cari, ho gia vissuto questa esperienza con mia mamma nel 2013 e adesso tocca a mio marito....anche a lui è stato diagnosticato un microcitoma ma è già grande circa 12 cm alla prima tac effettuata il 20 di marzo.... abbiamo intrapreso la chemioterapia con carboplatino ed etoposide e dopo 3 cicli stiamo aspettando i risultati della seconda tac...so che non guarirà ma spero almeno che sia rimasto stabile....
volevo chiederti in che momento ti sei accorto che la situazione si era aggravata. per adesso mio marito a parte tanta stanchezza sembra reagire bene ma non voglio illudermi
ti ringrazio e ti abbraccio e sicuramente il tuo papà sarà fiero di te per come sei riuscito a fargli trascorrere il più serenamente possibile i suoi ultimi giorni di vita vicino ai suoi cari...non possiamo scegliere come morire....ma se mi fosse data questa possibilità vorrei avere vicino la mia famiglia

i

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”