Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Avatar utente
cristy1964
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: lun 18 lug 2016, 16:22

Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

Messaggio da cristy1964 »

Ciao a tutti, mi chiamo Cristina, ho 52 ann ie sono nuova di questo forum , in questo periodo ho la mente che viaggia... senza sapere bene dove e perchè, Vi racconto la mia storia, a novembre dello scorso anno ho avuto una violentissima emorragie uterina, che ha portato in poche ore il valore della mia emoglobina a 7... da li sono partiti esami e controlli, parallelamente ad un uso copioso di tranex.. faccio isteroscopia operativa, mi si riscontra e cercano di ridurre una endometriosi molto importante, e asportano un polipo uterino, arrivano le risposte, e si parla di cellule " pericolose " per cui, vista anche la mia età e l'essere vicina alla menopausa viene deciso di togliere l'utero in laparoscopia. Il 21 di marzo viene effettuato l'intervento, e lì la prima sorpresa, intervento che inizia in laparoscopia, e che prosegue con una laparotomia, in quanto , hanno visto ( era impossibile da vedere con eco transvaginale ) una massa enorme , cisti ovarica peduncolata, che si era andata a posizionare sopra lo stomaco.. la cisti era capsulata e veramente grande, pesava 5kg.. per cui mi è stato tolto utero , tube , ovaie e questa cisti enorme.. vongono controllati i linfonodi pelvici etc, e tutto è a posto, intervento ben riuscito.. 38 punti di sutura.. in questo contesto mi hanno tolto anche un ernia ombelicale... io recupero bene , molto bene... e poi arriva la risposta dell'istologico...adenocarcinoma endometriale ben differenziato infiltrante meno della meta' del miometrio, liquido peritoneale negativo.. per cui inizio a fare i controlli di protocollo, viene eseguita una tac total body con contrasto, e le conclusioni radiologiche dicono, non segni di recidive pelviche, piccoli linfonodi addominali attualmente privi di significato, grossolano pacchetto linfoadenopatico in regione inguinale destra necessariamente da controllare con esame bioptico... il giorno dopo ago aspirato... 3 settimane di attesa ed ansia per la risposta, che tra l'altro mi avevano già preannunciato... e ...linfonodo ampiamente necrotico con metastasi di neoplasia epiteliale NAS.....parlato con oncologo e il ginecologo che mi ha operato, e di comune accordo hanno deciso di farmi fare la PET TAC, per avere la certezza del punto di partenza, e del fatto che non ci siano altre situazioni pericolose in giro.. mi han detto che quasi sicuramente dovrò togliere il linfonodo inguinale e il relativo pacchetto linfonodale....e che dopo questo esame si fa un piano di attacco....beh... ho la testa in palla... nonostante la tac fatta 3 settimane fa sia tranquillizzante , a parte il linfonodo incriminato, ho un ansia indicibile per questo nuovo esame, ho letto in internet di quelle che possono essere le conseguenze dell'asportazione del linfonodo inguinale... linfoedema della gamba etc... penso che forse dovrei vedere dei centri specializzati in questo campo.. ma da un altro lato ho fiducia del ginecologo e dell'oncologo che mi seguono... immagino situazioni apocalittiche con scoperte di altre situazioni tumorali o da altre parti o esplose.... in tutto questo ho dimenticato di dire che idue marcatori tumorali CEA e CA125, il primo era normale, e il secondo invece di 35...36,9
Scusate il lungo racconto e lo sfogo, ma in famiglia cerco di tener alto lo spirito.. mi tengo quasi tutto dentro e sto facendo una grandissima fatica... qualcuno di voi ha subito linfoadenctomia inguinale ? o si è trovato in situazioni similari??? ho letto poi di metastasi di origine ignota.... ho una gran confusione in testa.. se qualcuno di voi per quella che è stata la propria esperienza mi aiuta a far chiarezza gliene sarò grata .
Buona serata a tutti quanti
Cristy 964
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

Messaggio da Franco953 »

Cristy ciao
credimi mi spiace per ciò che hai passato e per le forti tensioni che ora stai vivendo.
Voglio esprimerti la mia solidarietà e la mia vicinanza
Lo so, non è facile affrontare situazioni difficili che ti fiaccano e ti tolgono le forze
Sei comunque brava se riesci a tenere alto lo spirito in famiglia
Spero sinceramente che qualcuno ti sia vicino e ti faccia sentire il suo amore e il suo affetto
Non devi comunque lasciarti andare devi cercare di combattere anima e corpo contro il tumore
La situazione psicologica è importante e , la maggior parte dei luminari , la definiscono fondamentale per vincere
Non so se può esserti di aiuto . Una mia carissima amica ha avuto un sarcoma alle ovaie, E' stata operata ed è stata sottoposta a chemioterapia. Ha dovuto lottare e ha sofferto. E' stato un periodo lungo fatto di momenti tristi e di giorni felici e proprio la scorsa settimana ha ricevuto dall'ospedale in cui era ricoverata, il Cancer Passport in quanto sono passati oltre 10 anni dal trattamento e il tumore è in remissione.
Come vedi non ci deve mai abbandonare la Speranza in qualsiasi situazione ci troviamo.
Bisogna lottare con decisione cercando di pensare positivo.
Cancella quindi gli scenari apocalittici che ogni tanto ti assalgono e inizia a vivere giorno dopo giorno con intensità
l'Unico tempo vero è l'oggi. Il passato è passato e il futuro non sappiamo cosa ci riserverà.
Viviamo quindi l'oggi ora dopo ora raccogliendo ciò che la vita ci offre
E poi .... personalmente credo in un essere superiore che può aiutarci e che prego con passione e sincerità
LA preghiera, credimi, mi dà serenità e questo, in fondo , è ciò che più conta

Un abbraccio

Franco
Ultima modifica di Franco953 il mar 19 lug 2016, 10:07, modificato 2 volte in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”
Avatar utente
cristy1964
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: lun 18 lug 2016, 16:22

Re: Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

Messaggio da cristy1964 »

Ciao Franco ti ringrazio di cuore della risposta, delle belle parole che mi hai detto. Si si ho intorno molte persone che mi vogliono bene, che mi fanno sentire tutto.il.supporto e l'amore.
È faticoso... tanto.. anche perché nonostante gli sforzi.. il pensiero va sempre li... a questo punto non vedo l'ora di fare questo esame e di avere il.risultato, qualunque esso sia, cosi finalmente si inizierà un percorso ... e da quel.momento in.poi sono certa che riprenderò le energie che adesso non ho. Grazie di cuore Franco.
Ricambio l'abbraccio
Cristy 964
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3257
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

Messaggio da Franco953 »

Cristy, mi raccomando non lasciarci senza tue notizie

Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”
Avatar utente
cristy1964
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: lun 18 lug 2016, 16:22

Re: Non so che pensare..Linfonodo inguinale necrotico con metastasi epiteliale

Messaggio da cristy1964 »

Ciao a tutti, sono un pò più tranquilla, ho fatto la Pet tac, ritirata la risposta, e è risultata positiva per il linfonodo incriminato, e una reazione al glucosio radioattivo c'è stata anche in prossimità della ferita.
L'oncologo, che l'ha vista per via telematica, ha detto che la cosa più importante è che tutto sia localizzato al linfonodo inguinale, che è probabile che la positività intorno alla ferita sia di natura infiammatoria, ma che appureremo.. e mi ha indirizzato al Santa Chiara a Pisa ( in accordo con il ginecologo che mi ha operato e di cui ho una fiducia infinita ) a far valutare tutta la situazione ad un professore specializzato in ginecologia oncologica, che è considerato un luminare nel settore, tutto questo perchè, primo il mio caso pare sia abbastanza inusuale, e secondo vogliono sapere se lui ritiene sia il caso di togliere anche i linfonodi addominali.... mi ha anticipato che molto probabilmente prima di procedere all'intervento dovrò fare della chemio o radio, o entrambe è da vedere.......ma la cosa che in questo momento mi da una certa tranquillità è il fatto che non siano coinvolti altri organi...e che mi è stato detto che è.. risolvibile.....

Riguardo alla chemio... come si affronta... quali disturbi... effetti collaterali,,,, viene fatta per endovena... ( sarebbe durissima... trovarmi una vena è una vera impresa.. e non sempre a lieto fine)...e la radio??? scusatemi per queste domande magari banali...ma qui mi sento di poter parlare liberamente senza dover controllare troppo le mie paure... grazie a tutti :-)
Cristy 964
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”