La malattia ti cambia

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Fladale30
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: dom 9 ott 2016, 22:18

La malattia ti cambia

Messaggio da Fladale30 »

Ciao a tutti voi <3
Oggi voglio aprire una discussione su quanto una malattia puo cambiare qualcuno che amiamo in meglio o in peggio.
In questa discussione la protagonista e' sempre mamma, che da un paio di giorni ha accettato il fatto di usare la carrozzina per quando si sposta in bagno e per andare in cucina,ultimamente fa fatica a girarsi nel letto e non riesce a camminare da sola perche' traballa. Questo periodo ho notato in lei una certa freddezza nei confronti dei suoi familiari e in particolare con me (E' sempre stata un persona un po freddina e difficilmente mostra le sue emozioni, ma adesso e' diverso) allora gliene ho parlato di questo suo atteggiamento e lei mi ha risposto che e' perche' non sto andando all'universita' e non studio.( in questo momento ho la testa totalmente da un altra parte e credetemi gia da sola mi sto rimproverando)Lei sa benissimo che in questo momento sono diciamo, depressa...cosa che penso sia normale in un momento del genere... In questo momento non mi frega di niente ...non sto facendo sport, non sto mangiando bene e sto uscendo solo la sera per andare a lavoro(faccio la hostess in una discoteca) il resto del tempo lo passo con lei a casa ad aiutarla a fare le sue cose a cucinare e a fare la spesa e a portare a spasso la mia cucciola. Non sto vedendo spesso i miei amici ma a me va bene cosi perche voglio stare a casa per starle vicino. Vorrei parlarci vorrei che mi abbracciasse che accettasse il fatto che non sono wonderwoman e ho i miei periodi no...o che semplicemtne mi desse un po di affetto in qualsiasi modo le riesce... Mi sta torturando,non mi parla e nemmeno mi guarda negli occhi. Mi tratta come se fossi uno straccio( avrei usato un altra parola ma non so se si possono dire le parolacce) Tutto questo mi sta facendo venir voglia di spaccare tutto! E non capisco perche'! Non ci credo che mi tratta in questa maniera solo perche' non sto andando all'universita!! O perche' non sto andando in palestra come prima e mangio un po piu pesante del solito!! Io per lei sto facendo tantissimo e non e' una passeggiata perche anche psicologicamente e' tosta e questo si sa, vederla in quello stato e vedere sul suo viso quegli occhi spalancati e spenti vi giuro e' una sensazione che nemmeno al mio peggior nemico farei provare! Io voglio solo starle accanto il piu tempo possibile e fare tutto per lei qualsiasi cosa di cui ha bisogno,senza fargli pesare nulla! E' una mia scelta e so che in questo momento e' la piu giusta che posso fare ed e' quella che mi rende piu felice! Sono ormai due settimane che non dormo fino alle 7 ma lei questo non lo sa e non lo deve sapere...le ho detto che anche se dormo di bussare sul muro cosi che io la sento e la posso portare in bagno con la carrozzina per fare pipi, ne fa tantissima senza che sveglia papa'. L'ho appena accompagnata:) Ragazzi, a voi vi e' mai capitato di riscontrare certi atteggiamenti? Non riconosco piu' la mia mamma.

Nutella
Membro
Messaggi: 51
Iscritto il: gio 3 nov 2016, 21:07

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Nutella »

Ciao fladale, anche la mia mamma ogni tanto è arrabbiata e di rivolge in modo brusco, ma la sua rabbia è normale, vorrebbe stare bene e purtroppo non sta bene... Sai, magari tua mamma, comportandosi così, vuole aiutarti ad annollontarti da lei per alleviare le sofferenze che la sua malattia purtroppo porterà... Tu comunque fai bene a starle vicina, dalle tutto l'amore che puoi e non ti arrabbiare se fa così, piuttosto cerca di capirla... Vive una situazione difficile e chissà come lo affronteremmo noi al loro posto... Ti abbraccio forte..

Fladale30
Membro
Messaggi: 26
Iscritto il: dom 9 ott 2016, 22:18

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Fladale30 »

Grazie Nutella per le tue confortanti parole. <3

MartinaF
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: ven 28 ago 2015, 3:26

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da MartinaF »

Ciao Fladale, anche mia madre faceva così all'inizio, lei è sempre stata una donna indipendente e la parola AIUTO non è mai stata nel suo vocabolario, e anche adesso che non è più indipendente perché anche lei traballa (ha la neuropatia, effetto collaterale della chemioterapia) non chiede mai aiuto, sono io che anticipo le sue mosse. Ad esempio all'ora di cena dico "ehi mamma ti andrebbe la pasta al sugo? Metto su l'acqua", praticamente l'aiuto anche se lei non lo chiede, lei non vuole sentirsi inutile.
Forse anche tua madre non chiede aiuto proprio per non sentirsi una nullità.
La nostra oncologa mi dice sempre "il peggior nemico del malato, è se stesso".
Tua madre ti vuole bene, non dubitare mai di questo, anche se fa "la cattiva" è solo perché deve ancora capire il suo nuovo corpo.

Un abbraccio!

Eleonora.
Membro
Messaggi: 17
Iscritto il: gio 31 mar 2016, 14:27

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Eleonora. »

Ciao Fladale,

la mia mamma è sempre stata un vulcano di energia, radiosa e gentile con tutti. Ma la malattia l'aveva resa una persona diversa, più cupa e anche più arrabbiata nei confronti degli altri. Adesso penso che sia normale: la paura di non farcela, la rabbia dell'ingiustizia... Non è facile capire cosa provano loro in quei momenti, se nemmeno noi capiamo i nostri sentimenti. Sembra di non conoscerli più... Quello che posso dirti è di cercare di starle il più vicino possibile, nonostante tutto, anche quando non la capisci, anche quando ti fa arrabbiare. Lo so, è un grosso sacrificio, ma anche l'atto di amore più grande che puoi regalare a chi sta male.

Tieni duro, un forte abbraccio.

Eleonora

rossella08
Membro
Messaggi: 7
Iscritto il: ven 17 lug 2015, 16:05

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da rossella08 »

ciao tesoro, sono una mamma: una mamma con il cancro. ho due figlie una di 26 e una di 23 anni che sono il mio sole, la mia anima, il mio respiro.
Vorrei illustrarti la faccenda vista da questa parte; se ci sono persone che non vorremmo mai veder soffrire, sono i nostri figli. Le mamme sono invincibili per i figli, sono immortali, e caricarvi del nostro dolore è per noi un dolore ancor più grande di quello che ci è capitato. Trattarvi con freddezza, e duramente non è certo per mancanza d'amore, ma solo un modo per dirvi...continuate la vostra vita...noi siamo forti, non abbiamo affatto bisogno delle vostre attenzioni! Ma in realtà non è così. Siamo immensamente fragili, e quante lacrime quando non siamo viste riescono a scendere dai nostri occhi perchè vorremmo tenervi strette strette a noi. M non possiamo, perchè siamo mamme...siamo invincibili e immortali. Stai vicino alla tua mamma tesoro e non prendertela perchè lei ti tratta un pò duramente, lo fa solo per non ferire il tuo cuore e per non darti dolore. ti auguro un cammino sereno ancora insieme a lei. un abbraccio

Avefenix
Membro
Messaggi: 134
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 0:38

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Avefenix »

Carisima Fla
Anch'io sono una mamma de anni 67 malata d cancro, due interventi, chemio, radio e adesso chemio dopo l'ultimo intervento. Da cuando è apparso il primo tumore, 2 anni fa mia figlia ha lo stesso comportamento d tua mamma, ni manco m parla, nn mi acompagna al ospedale, nn mi chiede mai come sto e nn vuole sentire parlare d la mia malattia. Io la capisco, è la rabbia che ti fa questo brutto scherzo. Io sono una persona serena, nn litigo mai, sono una mamma e una nonna sempre presente e disponibile. Faccio tutto a casa, mi occupo dei bambini, preparo pranzo e cena, assolutamente tutto, e lei nn ha mai visuto più d un mese lontana d me. Ne dopo il matrimonio, figurati! Io capisco cosa sta pasando per quella testolina; " mamma mi ha tradita, vuole lasciarmi da sola. Nn ci sarà più per me. Adesso vive per lei; si prende cura d se stessa ". È vero, a volte torno stanca d la chemio e nn posso farli la parrucchiera come piace a lei. È così arrabbiata che nn pensa a la mia sofferenza. Ognuno ha una reazione diversa. Io prego tanto per lei e prima di andare a dormire cancello tutto e il giorno seguente comincio da zero. Senza rancore. Bisogna esere forte peró.
Un abraccio d mamma e tanto amore, prendete cura d tua mamma, parla del pasato, raconta i ricordi amorevole fra voi ma VIVE LA TUA VIDA. TU SEI VIVA FIGLIA MIA. Risparmiare un po d tempo ed spazio per te nn è un peccato. Una paseggiata, una cenetta c amici, forse è meglio che una lacrima per una madre. Io sono cui per te. Scrivi.
La morte di un uomo mi toglie sempre cualcosa, perche io sono parte dell'umanità. E dunque non chiedete mai per chi suona la campana : essa suona per noi.

Solotu
Membro
Messaggi: 385
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 21:44

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Solotu »

ciao Avefenix sai come dice il proverbio? "una madre è buona per cento figli e cento figli non sono buoni per una madre" Abbi cura di te cara ti abbraccio e ti auguro ogni bene
La sofferenza imbarazza coloro che hanno la fortuna di non conoscerla e condiziona la vita di chi deve affrontarla

Avefenix
Membro
Messaggi: 134
Iscritto il: gio 23 lug 2015, 0:38

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Avefenix »

Grazie Solotu
Dopo che mia nipotina è stata operata al cervello, 3 mesi fa, per causa d questa maledetta bestia,
faccio fatica a scrivere nel Forum anche vi leggo tutti i giorni. A dire il vero anche mio modo d esere alegra, sorridente sempre e comunque è cambiato. Spero tu abbia letto il mio sfogo. Fu proprio un terremoto che ha sconvolto la mia vita. Ma bisogna reagire e Io sono stata sempre forte, nn combattere nn è per me. Oggi facciamo le cure insieme, a solo 5 anni mi consiglia d fare così o pure co'la per sentirmi meglio, "e nn piangere mai, nonnina, mi raccomando, stringe forti i denti, fai un bel respiro e ti pasa.." Lei mi da la forza per andare avanti. Mio piccolo angelo. Balla musica latina con me e mi sta sempre accanto. Perché nn posso dire che oggi sono felice? Perché devo dare importanza alle piccole cose e diventare triste e di cattivo umore? Un abbraccio d cuore.
La morte di un uomo mi toglie sempre cualcosa, perche io sono parte dell'umanità. E dunque non chiedete mai per chi suona la campana : essa suona per noi.

Solotu
Membro
Messaggi: 385
Iscritto il: sab 19 mar 2016, 21:44

Re: La malattia ti cambia

Messaggio da Solotu »

Avefenix ha scritto:Grazie Solotu
Dopo che mia nipotina è stata operata al cervello, 3 mesi fa, per causa d questa maledetta bestia,
faccio fatica a scrivere nel Forum anche vi leggo tutti i giorni. A dire il vero anche mio modo d esere alegra, sorridente sempre e comunque è cambiato. Spero tu abbia letto il mio sfogo. Fu proprio un terremoto che ha sconvolto la mia vita. Ma bisogna reagire e Io sono stata sempre forte, nn combattere nn è per me. Oggi facciamo le cure insieme, a solo 5 anni mi consiglia d fare così o pure co'la per sentirmi meglio, "e nn piangere mai, nonnina, mi raccomando, stringe forti i denti, fai un bel respiro e ti pasa.." Lei mi da la forza per andare avanti. Mio piccolo angelo. Balla musica latina con me e mi sta sempre accanto. Perché nn posso dire che oggi sono felice? Perché devo dare importanza alle piccole cose e diventare triste e di cattivo umore? Un abbraccio d cuore.
cara Avefenix con una nipotina così dolce nessuno ti può fermare neanche questo mostro di male. Continua a combattere per te e per i tuoi soprattutto per la tua nipotina coraggiosa. Un abbraccio
La sofferenza imbarazza coloro che hanno la fortuna di non conoscerla e condiziona la vita di chi deve affrontarla

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”