Sempre lui

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
sara98z
Membro
Messaggi: 6
Iscritto il: gio 14 lug 2016, 23:17

Sempre lui

Messaggio da sara98z »

Salve a tutti.. dinuovo
(son la ragazza della storia "lui")
Son passati mesi dall'ultima volta che ho scritto su questo forum ma oggi ho deciso di rifarlo
Ho avuto una "ricaduta emotiva/psicologica" abbastanza forte ed a differenza delle altre volte sto facendo molta più fatica a "rialzarmi"
No, non ho nessun tumore io anche se non nasconde che qualche volta mi è capitato di sperare di averlo solo per poter capire in qualche modo LUI e per raggiungerlo
Ma son abbastanza sana di mente da pensare che anche solo questo mio pensiero lo avrebbe fatto imbestialire e sicuramente è un'offesa per chiunque abbia vissuto o stia vivendo questa situazione
Per questo chiedo scusa per ciò che avete appena letto ma quantomeno quì mi sento libera di dire tutto ciò che penso "apertamente"
dopodomani saranno passati 10 mesi dalla sua morte e 12 mesi dall'ultima volta che l'ho sentito
Sì... l'ultima volta che l'ho sentito è stata esattamente due mesi prima che esalasse l'ultimo respiro .. ironico vero?
ricordo ancora cosa mi scrisse il 18/11/15 .. volevo sapere come si sentisse e mi rispose che era stanco.. fu la prima volta dopo nove mesi che sentii che il leone che aveva in lui sembrava che avesse ritirato gli artigli
Non si è arres, e non è assolutamente quello che penso o che voglio penare ma era stanco e lo sapevo
Decisi di lasciargli del tempo, non volevo assillarlo e lui continuava a non volersi fare vedere .. voleva "aspettare di rimettersi in forma".. aveva rifiutato di vedere tutti quelli a cui teneva di più tranne i duoi genitori e suppongo qualche parente
Come dicevo decisi di "lasciargli spazio" ...e questa è una cosa di cui me ne pentirò tutta la vita
potevo fargli gli auguri di natale quantomeno, lasciargli un regalo in ospedale, fargli gli auguri per capodanno e dirgli che appena sarebbe uscito avremmo festeggiato insieme con un negroni (il suo cocktail preferito) e sarei addirittura riuscita a fargli gli auguri per l'eppifania ma no.. son stata troppo stupida per farlo
chiedevo a chi lo conosceva come stesse ovviamnete e sentivo parlare di lui inn continuazione ma non gli scrissi
Tornassi indietro sicuramnete lo farei.
Detto sinceramnete .. ho una paura fottuta di venerdì.. è stupido da dire e pensare "avere paura di un giorno" ma quel giorno lo odio ... odio il 18, è il doppio dei mesi in cui è stato in ospedale ricoverato, è il numero dei miei anni.. quelli che avrei tanto voluto festeggiare solo con lui e sentirmi dire "rimani sempre la mia piccolina" ed infine è il numero in cui mel'hanno strappato via, il numero in cui si son portati via il ragazzo che amavo e amo ancora
Ne ho fatte di cazzate per dimenticarlo, ho sentito anche altri due ragazzi e quando credevo di aver trovato un po di pace con uno dei due mi è caduto il mondo addosso
non voglio nessuno che non sia lui.. almeno per ora
E una cosa di cui son certa è che MAI lo dimenticherò
Sarà sempre con me, nel mio cuore, nei miei ricordi ed inciso sulla mia pelle (si, ho fatto un tatuaggio per lui)
Il problema è che mi manca .. più del solito
la settimana scorsa mi son trovata a guardare una serie tv che amo ed in una puntata moriva un ragazzo ... son statadue ore emmezza a piangere davanti ai giornali in cui cera l'annuncio della sua morte e su tutte le cose che ho "di lui"
Penso sia stato il crollo peggiore che abbia mai avuto dalla sua effettiva morte ... ieri sera nuovamente a letto mi son addormemntata piangendo e son riuscita a calmarmi solo all'idea che lui fosse accanto a me ad abbracciarmi
Nel tempo ho legato inoltree un sacco coi suoi genitori.. non son ancora riuscita a conoscere il fratello maggiore ma per lui la storiaè molto più delicata.. mi han raccontato che è come se avesse resettato gli ukltimi due anni .. come se avesse cancellato del tutto la malattia del fratello e la morte
Ma spero lostesso di conoscerlo al più presto.. mi ricorda lui di aspetto
Comunque i suoi genitori mi vogliono davvero un bene immenso ed ogni volta che mi vedono piangono " faccio la dura ma quando vedo te poi crollo" mi disse sua mamma il giorno del mio diciottesimo compleanno
Mi han parlato colto di lui e mi han detto cose che mi han fatto star bene e cose che odio sapere ancora ora e qualche giorno fa ho avuto la forza di chiedere loro una cosa...
ho scritto un messaggio a sua mamma e le ho chiesto (scusandomi un sacco per quello che stavo per chiederle appunto) se fosse possibile avere un qualcosa di suo .. cioè di lui. la cosa che per loro è più insignificante magari ma giusto da avere qualcosa da stringere "di lui"
Mi han risposto assolutamente di sì e che non ci fosse motivo di scusarmi ma mi han chiesto di dargli solo un po di tempo per trovare la forza di cercare qualcosa da darmi.
Aspetto ovvimanete senza problemi ma non nascondo che non vedo l'ora ch arrivi quel momento... fosse una giacca o una maglia potrei sentire più "vivo" quel che sento come suo cotsante abbraccio ma mi va bene QUALUNQUE cosa
... mi manca
davvero davvero troppo...
mi manca e lo amo
chiedo umilmente una mano a voi che forse più di altri potrete capirmi
vi chiedo una mano per riuscire a tirarmi dinuovo un filo su
vi ringrazio in anticipo e grazie per l'attenzione
un grande abbraccio!
 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Raccontiamoci”