Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Angelo75
Nuovo membro
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 24 set 2017, 4:33

Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

Messaggio da Angelo75 » dom 24 set 2017, 5:09

Salve
Vediamo se riesco ad esprimermi e dire tutto..
Io sono di tre figli, sono con mia madre, malata da anni di depressione (prima avevo assieme con noi un mio zio malato di testa, imposto dalle istituzioni, cioè c'è lo hanno messo in casa il comune, io ho cercato di dire che non ero in grado ma nulla).
Poi è morto anni fa.
Siamo rimasti me e mia madre, da fine 2008, perso lavoro fisso, da allora lavori ogni tanto sotto pagati, ora ne ho uno fino fine ottobre poi Bho.
Convivenza non facile con mia madre, alti bassi, ma si andava avanti nel bene o nel male.
Quando aveva i suoi momenti andava dalla figlia, mia sorella più che volentieri (sporta a dietro quasi tutto, carta igienica, caffè, ecc ecc), (ultimamente pure a pagamento per pochi giorni e chiedeva molto,
(sempre dati soldi di mia madre).
Veniva per lavarla (gli davamo qualcosa).
Mia madre non usciva volentieri, quindi visite una guerra solo per portarla a farsi i piedi.

Poi di colpo gli scoppia un tumore al seno (dicono, perché fino all iniziano ci hanno sbattuti di qua di là a fare visite, messa in ospedale per capire cosà ma)con fatica e volevano dimetterla subito).
Lei sempre più giù moralmente e fisicamente.
Ora mi copre mia sorella le ore di lavoro (la paghiamo un po' anche discorso carburante).
Ma non vuole, vuole metterla via, qua ussl, la signora che gli fa le punture, vogliono metterla via..
Ma chi paga??
Io lavoro a salutoni,
Mio fratello prende poco cooperativa,
Mia sorella Bho, (però è disposta a tirare fuori 100€ come se bastasse, o dice che ci sono strutture che la tengono la finché muore gratis.
Ussl dovrà passarci delle cose per aiutarla a casa ma nulla, mezzo letto.
Devo sentire le assistenti sociali,
Ma ho paura, entrano quelle e la nostra fine,
È comunque
La lavano a pagamento, poi mi hanno detto col mio stipendio pago una badante..
(stipendio da agenzia del lavoro), (macchina da pagare)
Ho sentito un agenzia di badanti dai 12€,15€,20€, l ora.
È venuta una signora, ma vuole 80€, ci fa un piacere 60€ ma per 8 ore..
Io lavoro a 40 minuti.. Quindi 8 ore più 40+40 di strada..
Bho a questo punto..
Io che faccio..
Ci sono strutture.. Che se ne occupano con quello che prende mia madre?!
(e comunque chiameranno un familiare per stargli comunque dietro, e sarei io, e dovrei farmi 30+30 km ogni tot giorni.. Quindi una spesa quindi tempo..), (per non darci un servizio qui a casa, anche pagando una cifra equa per carità).
Che faccio?!?
Grazie mille

maryg
Membro
Messaggi: 69
Iscritto il: sab 14 nov 2015, 20:35

Re: Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

Messaggio da maryg » lun 25 set 2017, 7:58

Ciao mi dispiace per tua mamma.Non so di dove siete ma la prima cosa da fare è attivare le cure domiciliari con il vostro medico di famiglia.loro vi consiglieranno se è il caso di portarla in una struttura che è assolutamente non a pagamento dove potrà avere tutta l'assistenza di cui ha bisogno.i servizi ci sono bisogna solo saperli attivare.in bocca al lupo per tutto.

IDA_78
Membro
Messaggi: 102
Iscritto il: gio 23 mar 2017, 15:36

Re: Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

Messaggio da IDA_78 » lun 25 set 2017, 18:02

Ciao Angelo75,
mi dispiace moltissimo per la Vostra situazione, ma Tua madre ha diritto ad avere le cure necessarie. In questo situazione Le dovrebbe essere riconosciuta la pensione di inabilità e anche l'indennità di accompagnamento, devi rivolgerti ad un patronato Vi darà le giuste informazioni ed ovviamente all'assistente sociale del comune di residenza.

Perlina
Membro
Messaggi: 32
Iscritto il: lun 12 nov 2018, 22:51

Re: Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

Messaggio da Perlina » dom 18 nov 2018, 16:16

Ciao, mi dispiace tanto, situazione difficile, ma se ti attivi vedrai che ottieni!!! Vai subito da assistenti sociali, faranno la visita da un assistente sanitario per verificare le condizioni di. Mamma. Poi porta il tuo isee e mi raccomando insisti insisti piangi telefona non ti far intimorire da risposte seccate.alza un po' la voce ma senza maleducazione, fai capire la reale impossibilità a seguirla. Vedrai le daranno. Un posto in. Una struttura per lungo degenti, potrai andare a trovarla, e per i soldi guardano l. Isee e la pensione di tua mamma, nn prendono i soldi che nn avete. Ma quello che ha tua mamma. Se ti impegni a chiedere, vedrai che ce la fai. Successe anni fa x una mia cognata, l'assistente sociale premeva si tenesse in casa noi, era malata bipolare, difficile da gestire. Io mi opposi categoricamente, e le siamo stati tanto dietro con i. Medici, le strutture. I farmaci, i ricoveri, le visite sempre frequenti, ma ce la presero in struttura di asl.pagata con sua pensione. Un abbraccio coraggio!!!!!

Alex.cr
Membro
Messaggi: 275
Iscritto il: dom 4 mar 2018, 21:01

Re: Tumore al seno terminale, meglio a casa in una struttura, è quale(con poche zero risorse)?

Messaggio da Alex.cr » mar 20 nov 2018, 19:17

Come ti hanno già detto, assistenza domiciliare (cure palliative) ed eventualmente hospice, insisti perché ne avete diritto. Facci sapere

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”