La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
clady
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 10:38

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da clady » sab 7 ott 2017, 12:56

Non è comprensibile chiudersi completamente. Non è neanche giusto giustificare ciò, è un incitamento alla depressione. Il problema è che chi ci è dentro non se ne rende conto e che anzi tende a compatire gli altri. Ritengo giusto invece fare forza alle altre persone, perché escano da questo tunnel e riprendano le loro vite.
Solo un genitore egoista vorrebbe vedere la sofferenza dei propri figli. Un genitore da la vita per i figli. Questo è l'amore che è stato insegnato a me. Ed è l'amore che ho dato a mia madre nel corso di tutta questa sua malattia (e non solo). Piangersi addosso non è mai una soluzione ai problemi. Di certo non fa tornare "in carne e ossa" chi ci è sparito. E' ovvio che serva tempo, ma non è ovvio che ci si chiuda in casa senza uscire e senza avere amici. E' un tunnel da cui si deve uscire, anche iniziando un passo per volta.
Darsi continuamente pacche sulle spalle, non serve a niente nella vita.
Ultima modifica di clady il sab 7 ott 2017, 13:16, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2309
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Franco953 » sab 7 ott 2017, 13:00

Avete ragione entrambe.
Ogniuno reagisce davanti al dolore in base al proprio carattere,alle proprie esperienze di vita e a molti altri fattori ( credenze, religione ecc.
Cio' che importa e' riuscire con il tempo a metabolizzare la scomparsa del proprio caro. Ogniuno ha i suoi tempi e le sue reazioni. E se proprio non ci si riesce bisogna farsi aiutare perche' il lutto, purtroppo, ha riflessi psicologici notevoli e che possono durare per tutta la vita
Un abbraccio
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Solidea
Membro
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Solidea » sab 7 ott 2017, 13:22

Un genitore pensa senz'altro in primis al bene dei figli, ma rimane comunque un essere umano e ti assicuro che vuole vivere e che ha terrore della morte come tutti noi. Nessuno si autocompiange qua dentro, anzi, non avevo mai visto tante persone forti e dignitose come in questo forum. Io leggo soltanto di persone sconvolte e addolorate, com'è normale che sia in queste circostanze, che si sfogano e che in qualche modo tentano di portare avanti la propria vita, tra molti bassi e pochi alti.
Tu parli esattamente come quelle persone "devi essere forte", "devi reagire" etc. Sono appunto frasi fatte che quando si soffre non hanno né danno alcun valore aggiunto, perché lo sappiamo da noi che dobbiamo reagire, non serve che un estraneo ce lo ricordi, credimi. Anzi, a dirla tutta diventa molto fastidioso, perché io invece ritengo che ognuno abbia il diritto di vivere il proprio dolore come meglio crede.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

clady
Membro
Messaggi: 3
Iscritto il: sab 7 ott 2017, 10:38

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da clady » sab 7 ott 2017, 13:36

Io credo di no. Perché può diventare patologico. Le persone possono aver bisogno di stimoli per risolvere i propri problemi/delusioni/dispiaceri. Non esisterebbero gli psicologi, altrimenti. Di certo io non lo sono. Ma sono una persona che l'altro ieri mattina ha assistito impotente agli ultimi strazianti respiri della sua "pludda". Cosa peraltro che invece di distruggermi, mi ha dato quasi più serenità. Stava terminando una sofferenza inutile. Non si poteva tornare indietro. Sicuramente ero già consapevole che sarebbe andata così. Cosa peraltro già vissuta 11 anni fa con mio papà.
Insisto sull'unicità della vita è la necessità di riprenderla il prima possibile. Nulla esclude che anche noi potremmo trovarci disgraziatamente in quelle condizioni. E forse rimpiangeremmo il tempo che non abbiamo usato per viverla come avremmo invece dovuto. Se poi credete al paradiso... ah beh... allora vi auguro che esista veramente.
Per questo continuo a dire con tutto il cuore a Tiziana di reagire, di cercare dei motivi per andare avanti. La vita è questa. È naturale che siano i genitori ad andarsene prima di noi. Di certo i nostri sono stati più sfortunati. Ma possiamo solo accettare la cosa. Sforzatevi di farlo.
Vi abbraccio di cuore

Tiziana159
Membro
Messaggi: 10
Iscritto il: mer 4 ott 2017, 14:57

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Tiziana159 » sab 7 ott 2017, 13:50

Ciao ragazzi
Le frasi fatte “”loro vorrebbero così” non sono per nulla di consolazione anzi mi fanno stare ancora piú
Male perché mamma non ci voleva lasciare lo diceva sempre non vi posso lasciare e piangeva nell agonia perché sapeva che se ne stava andando dopo 3 anni e mezzo di lotta continua io la malattia la vivevo insieme a lei non la lasciavo mai. E lei amava tantissimo la vita nonostante la malattia e le disgrazie che ci sono capitate. La mia povera mamma aveva perso il mio papà da giovane la mamma il padre e la sorella. Tutti giovani e aveva solo noi figli ci ha cresciuti da sola sacrificandosi e poi non so cosa il destino la sfortuna si è accanita contro di noi con quel maledetto tumore al seno,
È questo ti annienta vederla al cimitero così giovane e attaccata a noi. Doveva stare con noi voleva stare con noi non aveva chiesto la guarigione ma più tempo per stare con noi neanche questo gli è stato concesso. Non c’è consolazione per me io voglio solo andare da lei.
Scusate per la lunghezza grazie a tutti e prego sempre per i malati e i defunti.
Ciao

Solidea
Membro
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Solidea » sab 7 ott 2017, 13:57

Certo, tu eri più serena perché hai vissuto la morte della tua mamma quasi come una liberazione, ma chissà lei com'era disperata anche fino alla fine, pur stremata dal dolore e dalla sofferenza. Non so se la tua sia più forza di carattere o cinismo, in ogni caso io non mi ci ritrovo né mi ci voglio ritrovare. Ad ogni modo, passati gli inevitabili momenti di dolore atroce, tutti riprendono la propria vita, ciò non toglie che nulla sarà mai più come prima.
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2309
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Franco953 » sab 7 ott 2017, 15:54

Chiedo, ad entrambi, di smetterla se non altro in rispetto di tutti coloro che frequentano questo forum
Qui deve esistere la comprensione, l'amore e il desiderio di essere di aiuto a chi soffre.
Se e' vostra intenzione continuare a litigare e ad insultarvi, trovate per cortesia un'altro luogo in internet dove farlo liberamente.
Franco
Ultima modifica di Franco953 il sab 7 ott 2017, 22:19, modificato 2 volte in totale.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 2309
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Franco953 » sab 7 ott 2017, 16:11

Chiedo al moderatore del forum di eliminare i post nei quali ci sono insulti e parolacce che, nell'ambito di questo forum, non devono essere tollerate per nessun motivo
Franco
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Avatar utente
Staff AIMaC
Moderatore
Messaggi: 261
Iscritto il: ven 9 apr 2010, 20:02
Contatta:

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Staff AIMaC » lun 9 ott 2017, 12:08

Cari navigatori,
accogliendo anche il messaggio di Franco abbiamo ritenuto opportuno intervenire nella discussione anche cancellando alcuni messaggi che non sono in linea con lo spirito e lo scopo di questo spazio. Riteniamo infatti che ognuno debba sentirsi libero di esprimere anche opinioni diverse ma sempre nel rispetto dell'altro. Rimaniamo a vostra disposizione e vi salutiamo caramente,
Lo staff del forum
Per maggiori informazioni e orientamento gratuito, contatta l'help-line di AIMaC:
- numero verde 840 503579
- numero fisso 06 4825107
- e-mail info@aimac.it
- sito www.aimac.it

Vita75
Membro
Messaggi: 9
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 12:09

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Vita75 » lun 9 ott 2017, 15:56

Buongiorno a tutti , anch'io ho reagito così il secondo giorno della morte di mio padre avvenuto il 12 agosto, dopo averlo visto soffrire tanto è stata quasi una liberazione per me , non sono psicologa ma penso che sia una reazione naturale e forse anche incoscia perché ancora non ci si rende conto di quello che è successo. Anch'io dicevo che la vita continua, che mio padre ci voleva vedere uscire , cambiarci , vivere . Purtroppo, almeno per me è stato così, mano mano che i giorni passano ci si rende conto di quanto è successo veramente e il senso di smarrimento, di vuoto , di non appartenenza più al genitore che non c'è più, si fa sentire ogni secondo. Io sto reagendo, lo devo ai miei figli, a mio marito e alla mia Mamna , però non è facile, vado al lavoro come prima, esco a fare la spesa come prima , sono andata a cena fuori una sola volta , e vado spesso al cimitero a portare i fiori. Mio padre era tutto per me , era la mia quotidianità, il mio confidente, il mio saggio consigliere , sto cercando di vivere ma non è e non sarà mai più la stessa vita .

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”