La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Tiziana159
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: mer 4 ott 2017, 14:57

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da Tiziana159 » mar 10 ott 2017, 8:22

Ciao a tutti
É passato un mese a me sembra già una vita e non c’è un minuto che pensi a lei. Poi sono sola a casa uscire sola è troppo brutto uscivo sempre con lei per 35 anni siamo uscite sempre insieme a fare la spesa per i mercati ecc a lei piaceva tanto tanto uscire per vedere i negozi anche comprare delle piccole cose ma stare in giro. Io che faccio sola dove vado? Tutto mi ricorda lei. A casa è opprimente perché sono sola tutto il giorno non ho famiglia avevo solo lei vado a cimitero è stó con lei per 2 orette poi la lascio e torno a casa, una casa vuota e piena di lei al tempo stesso. Mi sembra di impazzire io L amavo troppo troppo il vuoto è il mio quotidiano adesso.
Scusate se sono patetica e noiosa un abbraccio a tutti

barbara79
Membro
Messaggi: 141
Iscritto il: mar 25 lug 2017, 13:03

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da barbara79 » mar 10 ott 2017, 10:45

Cara Tiziana, non sei patetica per niente e non devi mai pensare di essere noiosa, noi siamo qui per ascoltarti. Anche per me è stato come per VIta, i primi giorni ero quasi sollevata dopo 13 anni di malattia e due di sofferenze, sembrava quasi una liberazione, anche se soffrivo molto ancora non mi rendevo conto di cosa volesse vivere senza di lei. Ora in invece il dolore è molto più forte perchè mi sto rendendo conto che non la vedrò mai più, non le parlerò mai più, nn l'abbraccerò mai più. Io abito in un'altra città, ma comunque mi manca tanto, tornavo a casa e stavo con lei, oppure uscivamo a fare compere, la mia mamma era la persona più importante della mia vita. Sono figlia unica e con mio padre ho un pessimo rapporto, lei era la persona che più amavo in tutta la mia vita, e perdere lei è stato come perdere la terra sotto i piedi.
Ora cerco di andare avanti lavorando, uscendo comunque con gli amici, cercando di fare dei weekend fuori, mi sono iscritta ad un corso in palestra, ma non è facile per nulla. Però ti posso dire una cosa, almeno per quanto riguarda me, quando esco un po' con gli amici mi distraggo un pochino. Certo, non sono la Barbara allegra e felice di prima, ma almeno mi ritaglio qualche momento di serenità. Tu non hai amici con cui uscire, qualcosa da fare? Solo per liberare un po' la testa, anche solo un paio d'ore.
Comunque ricorda che noi siamo sempre qui.
Un grande abbraccio
Barbara

nadiaboccia93
Membro
Messaggi: 8
Iscritto il: lun 6 nov 2017, 15:48

Re: La mia adorata mamma è un mese che se ne èandata

Messaggio da nadiaboccia93 » lun 6 nov 2017, 16:13

Tiziana159 ha scritto:
mer 4 ott 2017, 15:08
Non avevo mai scritto su questo forum in 3 anni e mezzo di malattia della mia mamma non ci volevo neanche pensare alla morte.
La mia dolce mamma la mia vita mi ha lasciata il 7 settembre è quasi un mese ma a me sembra un eternità. Io vivevo con lei e per lei già io e mio fratello non avevamo un padre morto 20 anni fa ora anche senza mamma. Io ho 35 anni il 15 ottobre mio fratello solo 27 anni. Come si va avanti voglio solo raggiungerla penso sempre a questo voglio andare da lei sto impazzendo dal dolore. Non abbiamo parenti ne amici non parlo con nessuno. Lei era tutto per noi era forte bella amava la vita. Io ho sempre chiesto a Dio la mia vita per la sua ma niente è tutta la vita che siamo nella sofferenza. Chi mi può capire come si fa ad andare avanti a vivere? Aiutatemi
Tiziana sono vicina a tutti i malati di tumore
ciao Tiziana.
ho 24 anni, ho perso mia mamma il giorno del mio onomastico, a 58 anni.
era la mia vita, una sorella, un'amica, una compagna.
grazie a lei ho scritto un libro che verrà pubblicato il 18 novembre , si chiama ".... "
ti invito a leggerlo.
è una lunga lettera tra la figlia e la madre recentemente scomparsa, tra emozioni forti, dolori e sorrisi, il libro insegna a non abbattersi, a cercare di trasformare questi graffi in spinte per riscattarci, a combattere, perchè il dolore, le lacrime tarpano le ali ai sogni e all'amore.
spero che tu possa leggerlo e spero che tu possa sentirti accanto a me.
io ti sono vicina.
un bacio
Nadia Boccia

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”