Clisma opaco doppio contrasto

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Rispondi
Avatar utente
Franco953
Membro
Messaggi: 3219
Iscritto il: ven 31 lug 2015, 9:57

Clisma opaco doppio contrasto

Messaggio da Franco953 » mer 22 nov 2017, 20:18

Continuo ad inserire la descrizione su cosa sono, a cosa servono e come vengono effettuati determinati esami . Mi riferisco ai più noti. Spero siano utili per tutti noi che, a volte, restiamo inebetiti e a bocca aperta di fronte alle richieste specifiche, da parte dei medici. Naturalmente le informazioni sono estrapolate dai siti delle migliori strutture ospedaliere
Franco


Clisma opaco doppio contrasto

Immagine

Che cos'è il clisma opaco doppio contrasto?
Il clisma opaco doppio contrasto è una radiografia del colon e del retto che viene effettuata mediante l'utilizzo prima di sospensione di acqua e bario introdotti per via rettale e poi di aria che consente di rendere visibile ai raggi x la struttura dell'organo in cui viene immessa, cioè il colon in toto.

Come funziona il clisma opaco a doppio contrasto?
Il medico o l'infermiere inserisce la sonda, per massimo 10 centimetri, nel retto del paziente. Mediante una sacca collegata alla sonda si introduce quindi gradualmente il liquido di contrasto e poi l’aria, utili per consentire una migliore distribuzione del mezzo di contrasto. Nel corso dell'esame viene chiesto più volte al paziente di cambiare posizione (su un fianco, sull'altro) per permettere al mezzo di contrasto di opacizzare tutto il colon così che il medico valuti al meglio. Vengono riprese delle immagini dell’intestino grazie ai raggi x e vengono poi trasmesse al monitor di refertazione.

A cosa serve il clisma opaco doppio contrasto?
Viene di norma effettuato quando si sospetta un'alterazione a carico del retto o del colon, oppure in caso di irregolarità della funzione intestinale (improvvisa comparsa di stitichezza anche alternata a diarrea). Il clisma opaco a doppio contrasto viene utilizzato per individuare la presenza di neoplasie e diverticoli (piccole estroflessioni della parete intestinale).

Sono previste norme di preparazione?
Dal momento che la buona riuscita dell'esame diagnostico dipende dalla pulizia dell'intestino - la presenza di feci potrebbe infatti impedire una corretta osservazione del colon - nei tre giorni che precedono l'esame è bene prepararsi rispettando precise regole alimentari. Sono quindi vietati alimenti contenenti fibre come: frutta, verdure, legumi, pane, pasta, zucchero, vino, liquori e cibi grassi. Consentiti invece carne alla griglia, pesce bollito, brodo. Il giorno prima dell'esame l'alimentazione dovrà essere il più possibile leggera e quasi esclusivamente liquida, e verrà integrata con preparazioni lassative prescritte dal medico.

Quali pazienti possono sottoporsi all'esame?
Il clisma doppio contrasto non può essere effettuato in caso di perforazione intestinale o qualora si sospetti una peritonite (l'infiammazione del peritoneo, che è la membrana che avvolge l'intestino). È un esame che non viene eseguito in gravidanza poiché i raggi x possono provocare danni al feto.

È doloroso o pericoloso?
Non è un esame pericoloso, ma può rivelarsi fastidioso. L'inserimento della sonda, del liquido di contrasto e dell’aria provoca frequentemente dolori addominali, a volte anche importanti.
“Non è tanto quello che facciamo, ma quanto amore mettiamo nel farlo. Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare.”

Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”