Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Ladyfra93
Membro
Messaggi: 19
Iscritto il: mer 27 mar 2019, 12:14

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da Ladyfra93 » sab 4 mag 2019, 15:56

Ciao a tutti, ho 25 anni e ho perso mia mamma nemmeno 20 giorni fa (il 15 Aprile) per un tumore mammario metastatico diffuso al fegato e peritoneo, dopo 13 anni di malattia, tra alti e bassi. Verso metà marzo, mentre lei si stava sottoponendo ad una cura sperimentale all'INT di Milano, le cose sono precipitate e in meno di un mese se ne è andata, per sempre. Io non riesco nemmeno a descrivere come sto, anche se la mia vita la sto portando avanti (lei voleva questo per me, mio padre e mio fratello) io ho un dolore che non mi fa respirare, mi spezza a metà e sebbene durante la giornata uno non pensa perché è impegnato quando la mente ritorna lì è devastante. Mia madre per me era tutto, il mio riferimento, il mio equilibrio, mi aiutava in tante cose e mi dava sicurezza ed era il mio esempio, come donna, di vita e adesso ha lasciato un vuoto incolmabile per mio padre e soprattutto noi figli. Purtroppo il mio cervello fa ancora fatica a rendersi conto di quanto è successo da un mese a questa parte, tra la non speranza, il calvario in ospedale e la fine di tutto, è come se si rifiutasse di elaborarlo. Io non saprei dire se sono più arrabbiata, triste o devastata. Mi dispiace dirlo ma invidio tutti coloro che hanno ancora tutti e due i genitori in vita e che non sanno minimamente cosa sia il cancro, io a 25 anni mi ritrovo senza mia madre, 13 anni di malattia alle spalle e con un fardello troppo grande per cominciare questa vita da adulti. A volte non ho voglia né di studiare né di fare nulla, solo di stare nel letto e disperarmi. Ho scritto qui perché perché vorrei un confronto con chi come me sta passando questo inferno.

sarabianca97
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: dom 27 gen 2019, 17:48

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da sarabianca97 » mer 8 mag 2019, 17:26

Dopo 2 mesi e mezzo dalla perdita di mia mamma la situazione non è cambiata piu di tanto.. ho degli alti e bassi, come in questi giorni ho voglia di rimanere a letto a piangere.
Mi sento persa e sola. Mi manca tanto

Kendra
Membro
Messaggi: 31
Iscritto il: gio 16 ago 2018, 15:24

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da Kendra » gio 9 mag 2019, 0:38

Ciao Sarabianca e Ladyfra,
capisco fin troppo bene il vostro immenso dolore. Io ho perso mio padre un mese fa e ancora stento a farmene una ragione. Oggi era il mio compleanno, il primo senza di lui. Inutile dirvi quanto è stata straziante questa giornata, ogni cosa mi parlava di lui, avrei voluto passarla sul letto a piangere ma purtroppo o per fortuna la vita ci costringe ad andare avanti, per quanto possibile.
Non so se capiti anche a voi ma...più passa il tempo e più sto peggio, forse perché mi sto rendendo prepotentemente conto che non tornerà più, che questa sua assenza non è solo temporanea (come succedeva durante i periodi di ricovero in ospedale) ma che realmente non avrò più la possibilità di abbracciarlo, di parlare con lui, di dirgli quanto gli voglio bene. Per fortuna sono riuscita ad esternare tutto l’amore che provavo quando era ancora qui con noi ma mi sembra che non sia stato abbastanza. Vorrei riaverlo con me almeno per un attimo...mi manca da impazzire...
Vi abbraccio con tutto il cuore

Faby76
Membro
Messaggi: 853
Iscritto il: sab 12 mar 2016, 17:04

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da Faby76 » gio 9 mag 2019, 10:34

sarabianca97 ha scritto:
mer 8 mag 2019, 17:26
Dopo 2 mesi e mezzo dalla perdita di mia mamma la situazione non è cambiata piu di tanto.. ho degli alti e bassi, come in questi giorni ho voglia di rimanere a letto a piangere.
Mi sento persa e sola. Mi manca tanto
Ciao piccola. Due mesi e mezzo sono pochi!!! È normale il tuo stato d'animo!! Pensa alla tua mamma che l'ultima cosa che avrebbe voluto era di lasciarti!! Cerca di raccogliere tutte le forze e reagire!! Fallo per tua mamma che ti guarda triste e impotente. Lo so che è difficile perché ci sono passata pure io 2 anni fa. Piano piano risalirai la china. Ci sono riuscita io e ci riuscirai anche tu. Io mi sono fatta aiutare da uno specialista!! Valuta e consigliati con il medico se è il caso. Il vortice della depressione potrebbe essere in agguato. Spero tanto non sia il tuo caso. Ti abbraccio fortissimo
Papà ti voglio bene, sei la mia vita. Ti penso ogni momento della giornata. PROTEGGIMI

Deboraricci
Membro
Messaggi: 69
Iscritto il: dom 1 lug 2018, 0:49

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da Deboraricci » lun 13 mag 2019, 0:12

Ciao a tutti , il 9 di Maggio è stato il mio primo compleanno senza papà. Il cancro ha vinto dopo 2 anni di battaglie. Io da quando nn c’è più papà, mi concentro a nn fare sentire la tristezza alla mamma! Lui nn voleva vedere nessuno triste... anzi ci diceva che ci preoccupavamo troppo per lui. È proprio nei nei momenti in cui sento la sua mancanza che pensò che abbiamo fatto tutto il possibile, anche le terapie hanno dato il massimo dei risultati, purtroppo la malattia era molto lato avanzata. Lui nn tornerà più, ma i pensieri più belli mi sono rimasti insieme al suo ottimismo che diffondeva a tutti. Mi sembra di sentitelo ancora: dai dai domani andrà meglio . E questo è il mio segreto per vivere un po’ meglio! Mi è rimasto solo di esudirgli i sui segretissima

Arianna1521
Membro
Messaggi: 12
Iscritto il: mer 15 mag 2019, 2:42

Re: Per chi ha perso un genitore ..aiutiamoci.. un trauma tropp grande

Messaggio da Arianna1521 » ven 24 mag 2019, 13:07

Il 16 maggio mio padre se n’è andato. Noi non abbiamo potuto lottare. L’abbiamo scoperto il 26 marzo, prima crisi il 26 aprile ed esattamente 20 giorni si è spento. Non ho fatto nemmeno in tempo a metabolizzare la notizia che la malattia me l’ha strappato via. Il terrore, la paura, quella costante sensazione angosciante del non sapere, non sapere cosa aspettarsi, non sapere a cosa si va in contro, non sapere quanto tempo ci rimarrà, non sapere come la malattia si evolverà, tutte quelle paure adesso sono ansia, angoscia, disperazione, malinconia... Adesso c’è il vuoto, la tristezza. Passo e ripasso giornate intere davanti la sua camera da letto (li dove ha passato quasi per intero i suoi ultimi 20 giorni di vita) e butto sempre un occhio dentro sperando di trovarlo lì, tengo basso il volume, parlo a bassa voce per non rischiare di non sentire la sua voce chiamarmi e invece c’è un silenzio così intenso...

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”