Mia mamma nel mondo dell’oncologia

In questa stanza è possibile dare parola a ciò che si vive come paziente, familiare, amico, condividendo la propria esperienza ed esprimendo le proprie emozioni in un clima di accoglienza, fiducia e rispetto.
Elegra
Membro
Messaggi: 571
Iscritto il: dom 2 apr 2017, 14:13

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Elegra » gio 5 lug 2018, 6:57

Ciao Pantluf
Tutto ciò che il medico di Pronto Soccorso avrà potuto rilevare alla visita è un ingrossamento del fegato. Che può essere per peggioramento di malattia ma anche per tanti altri motivi..
Così come le transaminasi alte.
Ha già fatto la tac di controllo? Solo con quella è possibile realmente valutare l'efficacia della terapia.
Nel caso si può cambiare tipo di terapia. La tua mamma ha fatto la prima linea e ci sono altre opzioni
Facci sapere 😙
Un bacione
Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno
Ne' il primo ne' l'ultimo
L'unico

Pantluf
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 17 apr 2018, 10:23

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Pantluf » gio 5 lug 2018, 12:18

Dovrebbe farla 12

Solidea
Membro
Messaggi: 430
Iscritto il: gio 31 ago 2017, 18:04

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Solidea » gio 5 lug 2018, 12:36

Non avrebbero dovuto pronunciarsi soltanto con la palpazione, è la Tac che può dare una risposta attendibile.
Magari il fegato è ingrossato a causa dei farmaci e ora è in sofferenza.
Un abbraccio cara Pantluf
Noi siamo come farfalle che battono le ali per un giorno pensando che sia l’eternità.

Pantluf
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 17 apr 2018, 10:23

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Pantluf » ven 6 lug 2018, 14:38

Grazie ragazze....hai ragione solidea sono molto arrabbiata adesso devo stare con questo patema fino al risultato della tac piango a dirotto io con i dottori nn ci vado proprio d’accOrdo....

maddalena
Membro
Messaggi: 790
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da maddalena » ven 6 lug 2018, 15:25

Ciao Pantluf ......
anch'io sono come nello stato d'animo... piango 😔 e piango non vorrei e tra le tantissime cose da fare ogni giorno e vedere che rimangono insolute ... mi dico dentro me ... fregatene.. è un continuo così. So che piangere non cambia la realtà ma è impossibile ... frenare il pianto . Mi concentro nell'essere serena in presenza dei figli , quando tornano dal lavoro , durante la cena e via. Ma la notte sola e pensare al marito in sette anni che il male ha percorso internamente il suo corpo subendo asportazioni e ancora è in azione ... è stata ed ancora è una sofferenza per lui e per noi e io che mi immedesimo in lui chiedendomi quanto sta sopportando con la malattia che lo sta devastando un po' alla volta . È sotto terapia di ogni genere che nemmeno ricordo i farmaci veramente. Ma quando lo guardo in viso gli sorrido ... come se niente fosse .., e so che proprio non mi piace questo .. ma è peggio se lo guardassi in modo cupo ... Io non mi vergogno a dire che sono in terapia e nemmeno questo mi piace .., mi prescrivono farmaci che stimolano e alzano la carenza di serotonina ... e ho farmaco per l'ansia... quando c'è proprio necessità
meglio assumerli e riportano equilibrio psichico . Questo è sicuro ... lo confermo .
Non possiamo assistere chi ha più bisogno di noi se siamo in forte crisi psicologica.
Loro non sembra ....ma stanno più male credimi.
Ho in qualche modo voluto farti sapere che non sei l'unica , che non sei sola e loro di noi hanno molto bisogno affettivo con la nostra "serena " presenza, con un po' ahimè...di sforzi. Questo è fondamentale per loro.
Un abbraccio con tutto il ❤️

Pantluf
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 17 apr 2018, 10:23

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Pantluf » ven 6 lug 2018, 23:09

Ciao Maddalena mi dispiace molto per tuo marito io prego il signore che faccia un miracolo nn solo per la mia mamma ma per tutti....scrivendo in questo gruppo per me è una grande terapia mi date tanto conforto siete una valvola di sfogo e supporto morale, stare uniti aiuta tanto. Oggi per me è stata una giornata no mia mamma nn è stata per niente bene il contramal l’ha fatta vomitare il dolore al fianco nn la lascia domani facciamo flebo.. è proprio devastata

maddalena
Membro
Messaggi: 790
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da maddalena » ven 6 lug 2018, 23:29

Pantluf ,
mio marito mi chiede di fargli iniezione
di Plasil quando inizia forte nausea durante la terapia a casa .
Prendeva tre Tachidol al giorno e il
Pregabalin .
Non lo aiutavano ad alleviare il dolore e ci mandarono dal medico per la Terapia del dolore che gli fece iniziare con Targin mattino e sera e tutt'ora. Al bisogno una
compressa di EFFENTORA ( FENTANIL). Condivido quanto dici ... il
sostegno insieme anche se distanti ma vicini grazie a questo mezzo di comunicazione e Aimac .
A presto
Un abbraccio

Pantluf
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 17 apr 2018, 10:23

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Pantluf » sab 7 lug 2018, 21:33

Scusa se ti chiedo da dove è partito a tuo marito....

maddalena
Membro
Messaggi: 790
Iscritto il: mer 11 giu 2014, 15:05

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da maddalena » sab 7 lug 2018, 22:43

Non devi scusarti ...!
È iniziato da corpo coda, ma nella primavera 2010 si decise di essere operato al setto nasale deviato... aveva anche il problema dell'apnea notturna che mi preoccupava.
Al prericovero effettuati gli esami lo informarono che aveva glicemia a 152 e gli consigliavano di recarsi dallo specialista.
Scoperto che era diabetico non ne volle più sapere dell'intervento nasale.
Inizio tutto con esami , prove dei farmaci e controllo alimentare.
Tutto si limitò per quanto riguarda gli esami al problema diabete senza effettuare ulteriori e approfondite indagini per scrupolo ...che non fosse a causa d'altro ...ma a distanza di pochi mesi ebbe un calo ponderale di 15 kg e riferiva ciò al Diabetologo che gli prescrisse parecchi esami tra cui marcatori e poi indagini strumentali che non davano segnali di rilievo.
Questo in gennaio , si ripetè per la seconda
volta Ecoendoscopia e nemmeno in questo campione di cellule emerse un dato certo.
Chiesi a mio marito se mi lasciava procedere a informarmi presso altre strutture attraverso la rete .
Acconsentì e cercai tutte le strutture in Italia con un elevato numero di interventi al Pancreas e lessi anche di questo organo ...
Cercai nella struttura che mi interessava un chirurgo e mi lessi il curriculum ... non ne sapevo nulla di tutto questo ... ho voluto sperare e cercare di fare il meglio per mio marito .
Non conoscevo niente di questi chirurghi ..
avevo paura di sbagliare strada , avevamo perso già tempo con la lungaggine di esami che non ci dicevano nulla . Nella struttura ospedaliera della nostra zona ci dissero che doveva essere subito operato ma non spiegandoci nulla di cosa si trattasse chiaramente e noi volevamo sapere ... rifaremo ancora queste indagini fra tre mesi .
Poi con mio marito ci recammo nelle strutture che altre volte ho citato .

Pantluf
Membro
Messaggi: 78
Iscritto il: mar 17 apr 2018, 10:23

Re: Mia mamma nel mondo dell’oncologia

Messaggio da Pantluf » dom 8 lug 2018, 15:59

Maddalena la cosa bella che combatte da otto anni io sono così sconfortata in questi giorni sembra che mi abbiano dato già la sentenza che ci manca poco da vivere dopo le parole di quel dottore nn so che pensare sono distrutta dopo dodici anni ho avuto una bimba me la stava crescendo lei e adesso nn se la puo’ Nemmeno godere.

 


  • Discussioni correlate
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Rispondi

Torna a “Raccontiamoci”